Benvenuti nel Forum del Sorriso

Avviso per gli utenti già iscritti al forum del Sorriso Telefono Giovani:

Accedi al nuovo forum utilizzando la procedura "password dimenticata" e segui la procedura fino alla fine... grazie!
Dovrai inserire il tuo indirizzo mail di registrazione: se l'indirizzo mail non è più valido oppure non lo ricordi scrivi a primoaccesso@sorrisotelefonogiovani.it indicando il tuo nick.
Riceverai una password provvisoria per il tuo primo accesso.

Nome Utente
Password
 
  Ricordami

  • Pagina
  • 1

ARGOMENTO: Risolvere dei problemi con le mie amiche...

Risolvere dei problemi con le mie amiche... 06/03/2020 16:57 #1

Ciao! No, non mi sono smaterializzata, sono tornata . Siete stati davvero grandiosi nell'aiutarmi con i problemi con il mio ex, dopo il vostro aiuto le cose si sono stabilizzate parecchio e non mi provocano più alcun problema ^-^. Però, se da un lato questo è positivo, dall'altro ha fatto riemergere nuovi problemi di cui, come il rapporto con le mie amiche.
Vi ricordate quanti problemi facevo per parlare con loro? "Chiedo o non chiedo un parere sulla situazione a loro?" oppure "Non so se dirò qualcosa perché possono pensare questo e quell'altro". Ecco. E se prima il rapporto era un po' fragile, adesso è sul punto di frantumarsi definitivamente.
Il nostro rapporto è iniziato ad ottobre, quando dovevamo collaborare per un progetto scolastico. Prima di allora il rapporto tra loro era già bello compatto. Piano piano abbiamo iniziato a parlare molto più di prima e ad uscire insieme. Mi trovavo molto bene con loro, e forse era così anche per loro. Ma piano piano, soprattutto verso fine gennaio, il nostro rapporto ha iniziato a precipitare. Non siamo più uscite insieme per un po', e sul nostro gruppo privato l'unico argomento di cui si parlava erano... I compiti! 0_0
Ho avuto la macabra sensazione che loro avessero iniziato a cercarmi solo per i compiti e che, adesso che mi hanno conosciuta meglio, avessero fatto un'idea negativa su di me. Anche se avevo delle prove che fosse realmente così, ho cercato di pensare positivo: forse era un periodo un po' pesante scolasticamente parlando... Che sarà mai!
Ma le cose sono precipitate un sabato sera del mese scorso. In quel periodo, a causa di piccoli problemi familiari, avevo la testa tra le nuvole e dimenticavo anche dettagli piccoli e banali per la mia distrazione. Una cosa che mi sono dimenticata è un stupido orario del bus. Al posto di prenderlo alle 6.30, l'ho preso alle 5.30. Sono arrivata con 10 minuti di anticipo, e il bus stava già lì. Così sono entrata e ho timbrato i biglietti. Per un momento ho pensato che la mia amica X fosse per strada, però non vedendola arrivare l'ho contattata 5 minuti dopo. Soltanto quando il bus è partito (pure con un po' di anticipo) ho capito di essermi confusa. Così ho pensato "Non è la prima volta che X prende il bus per raggiungere quella cittadina. Le dirò di prendere il bus successivo, così ci vediamo direttamente alla fermata e raggiungiamo la nostra amica Y".
Arrivata nella città, sono stata una mezz'ora abbondante ad aspettare. Nel frattempo, Y era già al corrente dell'accaduto e continuava a riempirmi di domande. Non avevo molta voglia di risponderle, sia perché avevo voglia di staccare tutto e divertirmi (soprattutto dopo la giornata pesante che ho avuto. Se non avessi avuto amiche sarei stata sul letto a disperarmi) , sia perché mi veniva troppa ansia che loro abbiano già parlato super male di me. E alla fine X e Y sono venute insieme. X ha iniziato ad attaccarmi pesantemente, dicendo che le ho fatto passare nei guai con i genitori e che sono stata una m**da a non scendere subito dal pullman. Y l'ha appoggiata tutto il tempo. Avevo così tanta ansia e troppi rimorsi da rispondere sempre a monosillabi e, quando era necessario, scusarmi per il disagio, abbandonando totalmente il mio orgoglio.
Da un lato potevo essere un tantino più prudente e sveglia, dall'altro però non l'ho fatto mica per fare dispetto! Come dice il nostro vecchio amico Socrate, il male si commette inconsapevolmente, credendo di fare bene. E io ho sempre provato a fare del bene con loro.
Tornata a casa, mi sono sentita molto peggio. Ho iniziato a disperarmi e ad avere forti sensi di colpa, poi ho pensato che le rivedrò a scuola e che rideranno di me. Non ho più dormito. Per un momento ho valutato di andare dallo psicologo per presunta ansia sociale ^^"
Il giorno dopo non abbiamo più parlato in chat, e quando sono tornata a scuola non le ho più guardate in faccia. L'altra amica, Z, probabilmente era già al corrente dell'accaduto, ma avuto molto coraggio nel chiedere come stessi e perché mi stessi chiudendomi in me stessa. Non ho parlato con nessuna delle 3, troppo in ansia che parlassero male di me.
Nel frattempo X ha avuto il coraggio di chiedermi se l'avrei aiutata in fisica. Insomma... I miei sospetti si sono materializzati. È stato terribile.
Ovviamente ho rifiutato, come ho rifiutato di aiutare anche le altre con i futuri compiti.
Un avvenimento che mi colpisce in particolare è che una volta Z è venuta vicino a me e mi ha chiesto il perché mi stessi sempre più allontanando tra loro. Ricordo benissimo gli atteggiamenti anche delle altre due: Y sospettava che avessi problemi in famiglia e si è resa disponibile per qualsiasi sfogo, X invece si è un po' distanziata ma ha sentito la conversazione. Rispondevo che andava tutto bene in famiglia, ma che avevo un po' voglia di stare sola.
Poi, una volta, stavo parlando con un collega del team di robotica per chiedergli di restare un'altra ora in laboratorio. Mi ha chiesto il perché, io gli ho detto che non avevo voglia di vedere gli altri, soprattutto le ragazze. Mi ha chiesto cosa c'è che non va, poi ha subito capito che mi riferivo alla storia del bus. Sono rimasta sorpresa nel vedere come la notizia è stata girata anche a lui. Mi è venuta più ansia di prima, e alla fine non siamo più rimasti in laboratorio, sempre per mia richiesta. Ho abbandonato pure il gruppo di WhatsApp, ma purtroppo a fine lezioni X è venuta chiedendomi il perché. Mi sono giustificata dicendo che voglio stare sola. Ma una volta sono stata rimessa, perché avevano saputo che avevo preso l'influenza. Solo Y e Z mi hanno scritto se stavo meglio, poi anche loro non hanno più parlato.
Questa storia mi ha continuato ad angosciare per tutto il tempo, soprattutto quando vado a scuola e le incontro. E verso gli ultimi giorni ho iniziato ad essere un po' cattiva: quando le vedevo ridere girate verso di me le guardavo male e rispondevo con un no scorbutico ogni volta che mi chiedevano aiuto per i compiti (oppure le davo buca con una scusa, purtroppo realistica: non riesco a concentrarmi).
Adesso le scuole sono state chiuse per l'emergenza del coronavirus, ma mi è rimasto un nodo fastidiosissimo. Io tengo davvero tanto a queste ragazze e desidero chiarire con loro il prima possibile. Ma loro non tengono a me.
Voglio persino iniziare a stendere una bozza di messaggio da mandare nel gruppo, programmare tutte le possibili domande, esattamente come ho fatto col mio ex, ma non so da dove iniziare, non so se far prevalere il mio orgoglio o chiedere scusa per tutti i danni, non so se lasciarle perdere o farle rientrare nella mia vita umilmente. Soprattutto, Z ci tiene a farmi rientrare nel gruppo, dato che ogni tanto viene da me e mi chiede di continuare il discorso di quella volta. Secondo voi, cosa devo fare? ^^"
Ultima modifica: Da .

Re: Risolvere dei problemi con le mie amiche... 11/03/2020 12:06 #2

  • Volontario del Sorriso (moderatore)
Carissima therealunicorn33
scusa l'insolito ritardo nella risposta, essendo tutti bloccati a casa, noi volontari abbiamo dovuto riorganizzarci, ma eccoci qua.

Nel diluvio di parole che ci hai scritto, dobbiamo confessare che non siamo sicuri di aver capito il perchè del problema dell'autobus. Tu hai preso l'autobus sbagliato, un'ora prima, hai avvisato sia X che Y e loro si sono arrabbiate? Ma perchè? Se lo sapevano (e lo sapevano) qual era il problema?

Comunque, in attesa di renderci conto di cosa esattamente è successo tra di voi, non possiamo non notare che in realtà sei stata tu a tirare su le barriere sia preventive che successive con le tue amiche. Tu stessa dici che le ragazze hanno fatto vari tentativi per riprenderti nel gruppo, ma tu sei stata finora indisponibile. Addirittura avevi cominciato ad essere "cattiva" prima della chiusura scuole.

Questo bel lungo periodo di solitudine è utile ad ognuno di noi, perchè ci porta consiglio! Ci piace che tu ti stia interrogando sul da farsi, visto che alla fine tu alle tue amiche ci tieni, e loro tengono a te (oppure no, non riesci a deciderti)!

Ci piace l'idea di un messaggio, ma in questo caso noi ti consiglieremmo di evitare di scrivere al gruppo, ma contattarle UNA A UNA. Magari con una videochiamata, che abbiamo tutti voglia di vederci in faccia in questo periodo A noi piacerebbe aiutarti a imbastire la struttura di quel che vorresti dire a ognuna delle tue amiche. Come potresti cominciare? Potresti parlare delle tue sensazioni e dei tuoi sentimenti in relazione ai loro comportamenti? Cosa gli diresti?

Torna presto a trovarci che ora ci siamo normalmente nonostante il periodo eccezionale!
Ultima modifica: Da .

Re: Risolvere dei problemi con le mie amiche... 11/03/2020 23:56 #3

Buonasera ^-^
Si, si sono arrabbiate, purtroppo. Secondo il loro punto di vista sembra che l'abbia fatto per dispetto. E in particolare, X se l'è presa perché l'ho fatta passare nei guai con i suoi genitori, che non la lasciano prendere l'autobus da sola. Y se l'è presa perché non mi sono preoccupata di scendere dal bus.
Ma io credevo che X lo prendesse spesso, dato che frequenta quella zona e le ragazze molto prima di me.
Forse ho avuto pregiudizi troppo veloci, ma d'altro canto, credetemi, non l'ho fatto apposta. E forse la loro rabbia è stata a dir poco eccessiva. Fosse successa la stessa cosa avrei lasciato scivolare tutto, i gesti per me sono validi se fatti volontariamente...
Sinceramente, credo che a creare delle barriere sia che il fatto che ho avuto troppe delusioni in amicizia in passato. Non riesco a fidarmi molto delle persone, anzi, se mi apro troppo mi viene l'ansia che le altre persone possano ridere di me. È un pensiero davvero da sociofobica, vero? ^^"
È un'ottima idea quella di scrivere in chat una ad una. Inoltre ho lasciato il gruppo ieri sera, incazzata in particolar modo perché hanno iniziato ad insistere sul fatto di farsi aiutare coi compiti, senza aver definitivamente chiarito queste questioni.
Un piccolo problema riguarda anche la mia concentrazione. E ultimamente i compiti li faccio scopiazzando da internet, se riesco. Si, ultimamente la mia mente è andata in stand by. Sono rimasta infastidita in particolare perché, al posto di chiedersi come stiamo, hanno continuato a torturarmi coi compiti, ben consapevoli della mia concentrazione ultimamente...
Innanzitutto, partirei da X. La prima ad essersi allontanata da me, e forse quella che è rimasta tutt'ora distante. Le direi che, anche se non l'ho fatto apposta, mi dispiace tantissimo per la storia del bus, e che mi piacerebbe tornare a stabilire quel rapporto che c'era tra noi... Avrei fatto qualsiasi cosa per rendere felice loro, in particolare lei, e forse lo farei tutt'ora.
Poi, andiamo con Y. Lei è stata un po' pesante per quanto riguarda i compiti, soprattutto. Le chiederei di non parlare di questi, dato che ho bisogno di un po' di tempo per riprendermi scolasticamente, e che mi dispiace averla attaccata soprattutto per questa storia, che bastava chiederlo educatamente.
Infine, Z. Lei non è stata nella famosa ultima sera, ma nemmeno mi ha soffocata con i compiti. Lei in tutta questa faccenda è solo la testimone. E ieri sera mi ha offerto il suo appoggio in questo periodo un po' "difficile", a tal punto da riuscirmi a commuovere e, lo ammetto, lasciarmi senza parole letteralmente. Mi dispiace averla coinvolta in una faccenda che non riguardava lei, e la ringrazio per il supporto che mi ha dato e che nonostante tutto continua a darmi. E non so, sto pensando di sfogarmi con lei sotto ogni punto di vista, dalla famiglia fino ai miei continui attacchi di panico che non mi lasciano più vivere in pace. Ma ho paura di aprirmi un'altra volta. Ho paura.

Comunque, grazie per il supporto, nonostante il periodaccio che stiamo affrontando. E non vi preoccupate per il ritardo, vi comprendo ^-^
Ultima modifica: Da .

Re: Risolvere dei problemi con le mie amiche... 12/03/2020 18:03 #4

  • Volontario del Sorriso (moderatore)
Bentornata Therealunicorn33,

ci fa piacere tu abbia apprezzato l'idea di parlare con ciascuna delle tue amiche singolarmente: anche se abbiamo spesso bisogno di sentirci parte di un gruppo, i rapporti più autentici si instaurano tra i singoli. Di ognuna delle tue amiche apprezzi alcuni aspetti e sei infastidita da altri: si tratta di trovare il giusto equilibrio accettando i difetti altrui.

Cosa ne pensi?

Passando alla tua sensazione che ti "cerchino" solo se hanno bisogno per i compiti, in questo momento ci sembri più preoccupata che il tuo lavoro non sia fatto bene per la mancanza di concentrazione e quindi non all'altezza per essere di supporto a qualcun altro.

Quali, secondo te, sono i motivi della tua mancanza di concentrazione attuale?

Da quanto ci scrivi, la persona con cui ti trovi in questo momento in maggiore sintonia è Z. Si è dimostrata più sensibile e disponibile all'ascolto e sicuramente ti è di aiuto per riacquistare fiducia nelle persone e tornare ad aprirti senza timore. Ci incuriosisce quando accenni ai continui attacchi di panico che non ti farebbero più vivere in pace: vuoi raccontarci qualcosa in più?


Se vorrai scriverci dopo aver parlato con le tue amiche o anche prima, saremo qui come sempre ad ascoltarti


A presto
Ultima modifica: Da .

Re: Risolvere dei problemi con le mie amiche... 18/03/2020 21:48 #5

Ciao. Scusatemi la lunga attesa, in questi giorni ero sommersa di lavoro per scuola e non vi ho degnato nemmeno di un post! ^^"
Ci sono ultimi aggiornamenti, purtroppo non positivi. Una sera ho ricevuto dei messaggi da parte di Y, in cui lei insisteva affinché io le mandassi i compiti, senza tener conto delle difficoltà che avevo in questi giorni. Forse è stata anche la rabbia preciclo, ma il suo atteggiamento arrogante mi ha portata a dirmi sul gruppo "Non sono più interessata a stare qui dentro. Ho la sensazione che mi cercate solo per i compiti", e ad abbandonarlo definitivamente.
Se ci pensate, cosa hanno fatto in questi giorni dove siamo a casa? Non mi hanno nemmeno scritto un "Come stai?", ma forse pretendo un po' troppo, più che altro il gruppo si era silenziato e le chat privata resuscita solo nel momento del bisogno.
Successivamente, Z mi ha scritta dicendomi che le dispiace un casino, ma che tutti i momenti passati insieme (e si riferiva a quelli belli, avvenuti due/tre mesi fa e che poi non sono più continuati) devono farmi capire che non mi cercano solo per quelli. Si è resa disponibile ad ascoltare tutti i miei problemi, ma ho fatto un passo indietro, come sapete. Se è così legata a X e a Y, quello che le potrei dire potrebbe non essere privato, così non le ho scritto più niente.
Non ho più intenzione di tornare indietro e chiarire con loro. Non più. Questa scelta definitiva l'ho fatta per X, che stamattina, nonostante abbia capito che non sono abbastanza disponibile mentalmente a darle una mano, ha continuato ad insistere via messaggio. È la prima persona che ha delle questioni in sospeso con me, ma di questo se ne frega altamente, da quello che posso dedurre. Mi veniva voglia di scriverle "Fammi il favore di andarli a chiedere a qualcun altro, visto che mi tratti male per un incidente involontario, parli alle spalle di me con tutti e poi mi usi in questo modo", avrei risolto molte cose, ma non l'ho fatto.

Se fossero semplicemente dei difetti li accetterei volentieri, cari volontari, ma purtroppo sono delle mosse che vengono fatte contro di me. In quel sabato sono stata umiliata terribilmente per qualcosa che non ho fatto apposta! Come può essere questo un difetto?
Per quanto riguarda la concentrazione, questo è un qualcosa che potrebbe dipendere dallo stato di overthinking in questo periodo. Non riesco a smettere di pensare a delle cose negative, a volte la notte dormo poco per questi e ho bisogno di dosi massicce di caffè per stare bene, alimentando così le mie ansie. È un ciclo continuo, e io sto provando ad escogitare una via d'uscita, ma senza successo. A volte mi vengono in testa delle ansie assurde: ansia di morire, ansia della solitudine, ansia che mia madre venga a rimproverarmi per qualsiasi cosa, ansia delle persone che mi parlano alle spalle (purtroppo, questa paura si avvera sempre, quindi è la meno assurda...), ansia che qualche mio familiare si becca il coronavirus (la più recente, infatti faccio di tutto per tenerli segregati in casa XD), e ve ne potrei elencare tante altre...
Per fortuna riprendo lucidità: a volte credo di essere pazza. ^^"
Ecco, questo è un altro motivo per non avvicinarmi alle mie (ormai ex) amiche: per non riempirle con i miei problemi. Loro hanno già i loro piccoli drammi (i compiti) e credo che questo basti a loro.
Ultima modifica: Da .

Re: Risolvere dei problemi con le mie amiche... 19/03/2020 17:41 #6

  • Volontario del Sorriso (moderatore)
Piacere di risentirti Therealunicorn33,

se abbiamo capito bene, sembrerebbe tu abbia preso un'importante decisione. I comportamenti in particolare di due delle tue vecchie amiche, ti hanno spinto a rivedere i tuoi legami con loro.

La nostra sensazione è che alla fine, essere riuscita a dire come la pensi senza timore ti ha in qualche modo sollevata e resa più forte. Talvolta riuscire ad agire e smettere di pensare sempre allo stesso problema fa sentire meglio: abbiamo interpretato bene?

Dimostri comunque maturità e sensibilità quando preferisci non ferire troppo chi insiste lato compiti: non è da tutti!

Il momento che stiamo vivendo che ci costringe a trascorrere parecchie ore in casa, limitando di molto i nostri rapporti sociali predispone a pensieri negativi. Il fatto che le ansie facciano la loro comparsa ma le superi "riprendendo lucidità" è un buon segno.

Potrebbe essere d'aiuto provare a sentire telefonicamente o tramite videochiamate persone che non senti da tanto, alla vostra età si cambia velocemente e i rapporti con vecchie conoscenze potrebbero essere inaspettatamente cambiati. Se hai qualche passione o hobby che non impone l'uscita da casa, questo è il momento buono per dedicarvisi: vuoi parlarci di cosa ami fare?

Quando te la sentirai, potresti riconsiderare il tuo rapporto con Z magari chiedendo a lei di aprirsi con te, ascoltando e custodendo ciò che ti vorrà confidare. La capacità di ascolto e la riservatezza a cui tanto giustamente tieni non sono per tutti scontate: tu potresti essere d'esempio.

Cosa ne pensi?

Ti aspettiamo come sempre con un sorriso

A presto
Ultima modifica: Da .

Re: Risolvere dei problemi con le mie amiche... 20/03/2020 23:38 #7

Ciao. Si, avete interpretato molto bene, come al solito!
Purtroppo non ho molta voglia di riprendere i rapporti né con le mie (ex) amiche, né con amici dei periodi passati. In particolar modo, non riesco a fidarmi nemmeno di Z, nonostante dice di essere così disponibile. Tra ragazze funziona così: quando si è legate tanto, non esistono più segreti. Ebbene si, X, Y e Z sono proprio legate, e una volta che mi sono allontanata si sono sicuramente legate ancora di più. Quindi, è praticamente impossibile confidarmi con una di loro, dato che le altre verrebbero a sapere tutto...
Poi, in amicizia ho anche il piacere di ascoltare l'altra persona, e se possibile aiutarla. ^-^
È brutto da dire, ma sono stata fortunata ad affrontare questa situazione brutta in un periodo in cui non volevo più vedere nessuno. Lo stress scolastico stava iniziando a mettermi sotto pressione più che mai, e vedere le mie amiche dopo quella sera mi metteva ansia e angoscia. E poi, se non avessero chiuso le scuole quel giorno, avrei dovuto affrontare molte verifiche e interrogazioni che mi avrebbero portata a molti incidenti di percorso.
Penso che questo periodo potrebbe aiutarmi a riprendermi sotto alcuni punti di vista, anche dedicandomi ad hobby, come dite voi. Mi piace molto programmare. A scuola facevo molti corsi e ore di alternanza scuola-lavoro soprattutto nell'ambito dell'informatica. Però, ultimamente non stavo più frequentando niente. Oltre che ai motivi che voi sapete, ho scelto di allontanarmi da quei corsi anche per non vedere più il mio ex. Come sapete, ormai lui sa tutto quello che penso e che provavo, e questo è imbarazzante. Tra l'altro, avevo bisogno di un po' di tempo lontana da lui anche per permettere a me stessa di spegnere ogni sentimento definitivamente. E devo dire che ci sono riuscita benissimo (soprattutto grazie ai vostri preziosi consigli in passato ^-^).
Posso approfittare di questi giorni per riprendere questa attività appassionante, e perché no, per riprendermi dal punto di vista psicologico, considerando che le ansie e la paura di vedere le persone hanno preso il sopravvento negli ultimi periodi di scuola. Come sappiamo, non tutti i mali vengono per nuocere!

Complimenti per avermi capita a fondo, e grazie per avermi ascoltata. Siete i migliori!
Ultima modifica: Da .

Re: Risolvere dei problemi con le mie amiche... 25/03/2020 18:00 #8

  • Volontario del Sorriso (moderatore)
Cara therealunicorn33
E' sempre un piacere leggerti perche' sei sempre fonte di riflessione.

Da quello che ci hai scritto capiamo il tuo punto di vista sulle dinamiche dell'amicizia femminile anche se ci dispiace vedere che ti stai chiudendo un po' in te stessa e non hai neanche voglia di lasciare uno spiraglio aperto nemmeno a Z che forse andrebbe tenuta in considerazione.

Purtroppo le crisi nelle amicizie sono piuttosto frequenti a causa della nostra natura umana (di tutti noi) ma sono un buon esercizio per irrobustirsi per stare in mezzo agli altri ma anche per rafforzare la nostra personalita' e autostima.

D'altro canto vorremmo suggerirti, se non l'hai gia' fatto, di provare a metterti allo specchio per valutare se ci siano anche da parte tua degli angoli che si possano smussare, chiedendoti cosa c'é che non va in questo momento nel quali fatichi ad affrontare gli studi e non vuoi piú vedere nessuno.

Tutti noi dobbiamo metterci d'impegno sul delicato equilibrio delle relazioni umane, ben sapendo che corriamo sempre dei rischi ma che abbiamo anche le forze per rispondere, perché ne vale sempre la pena.

Se programmare é un'attivitá che ti da soddisfazione allora lavora anche su questo e forse potresti davvero anche usare questo tempo a disposizione per studiare piú approfonditamente e riportarti a pari con i programmi cosí da tornare a scuola con piú consapevolezza e piú sicurezza.

Facci sapere cosa ne pensi a riguardo quando puoi
A risentirci presto

Un abbraccio e un sorriso
Ultima modifica: Da .

Re: Risolvere dei problemi con le mie amiche... 29/03/2020 13:28 #9

Ciao!
Davvero, scusatemi, ma la scuola in questo periodo mi sta inondando di compiti e quindi non ho più tempo di fare niente.
Penso che, alla fine, in questo periodo di quarantena non ci sia più alcuna occasione per recuperare. Non mi interessa più nulla riguardo i rapporti sociali, tanto ne sarò per molto tempo senza. Anzi, forse sto molto meglio da sola.
Ultima modifica: Da .

Re: Risolvere dei problemi con le mie amiche... 01/04/2020 15:17 #10

  • Volontario del Sorriso (moderatore)
Ciao cara

non devi assolutamente scusarti perché immaginiamo che voi studenti stiate vivendo una situazione atipica e impegnativa da seguire con la massima concentrazione.

Capiamo bene che la tua idea di approfittare di questa quarantena come un rifugio in questo periodo può essere vista come una soluzione valida, anche se non definitiva. Ti aiuterà a procedere e a far chiarezza con i tuoi dubbi, fino a farti riflettere che l'essere umano non è nato per vivere da solo.

Forse succederà che ad un certo punto lascerai aperto uno spiraglio che possa aiutarti a capire come avviare al meglio una buona relazione con le persone che riterrai più adatte e vicine alle tue corde.

Intanto ti lasciamo studiare e ti aspettiamo ogni volta che avrai tempo e voglia di farci sapere come va.

Tanti sorrisi luminosi
Ultima modifica: Da .
  • Pagina
  • 1
Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.
Navigando sul sito accetti di esserne al corrente.