Benvenuti nel Forum del Sorriso

Avviso per gli utenti già iscritti al forum del Sorriso Telefono Giovani:

Accedi al nuovo forum utilizzando la procedura "password dimenticata" e segui la procedura fino alla fine... grazie!
Dovrai inserire il tuo indirizzo mail di registrazione: se l'indirizzo mail non è più valido oppure non lo ricordi scrivi a primoaccesso@sorrisotelefonogiovani.it indicando il tuo nick.
Riceverai una password provvisoria per il tuo primo accesso.

Nome Utente
Password
 
  Ricordami

  • Pagina
  • 1
  • 2

ARGOMENTO: Confusione

Confusione 08/11/2018 12:53 #1

E' da parecchio che tengo una cosa dentro di me e dato che non sono ingrado di parlarne a qualcuno vorrei parlarne con voi del Forum e del Sorriso.
Dato che non so come arrivarci parlerò più o meno di come ci sono arrivato, quindi la cosa potrebbe essere un pò lunga.
Preciso che non è una cosa urgentissima, quindi se qualcuno del Sorriso la leggesse vi chiedo di dare la priorità ad altri che hanno problemi ben più tosti dei miei.
Inotlre potrei aver sbagliato sezione. Spero però di aver messo il post nel suogiusto posto.
Inoltre, in alcuni punti, potrei aver utilizzato un linguaggio un pò troppo spinto e schietto, quindi chiedo scusa. Ma piuttosto che parlarne in maniera edulcolorata ho preferito dire le cose come sono
Ma basta con le quisquilie e iniziamo.



Sono porno dipendente.
La mia attrazione verso le donne e la pornografia in qualsiasi sua forma è un richiamo talmente forte e morboso da farmici pensare potenzialmente tutta la giornata a questioni sessuali, possibili nuovi tag da esplorare, nuovi feticci, nuove donne, nuovi siti sempre più lascivi, manga sempre più esagerati, animazioni 3d sempre più estreme...
Da un anno e mezzo(maggio 2017), grazie a Dio, sto riuscendo a tenermi a bada. Negli anni precedenti al citato maggio il massimo che riuscivo a fare erano due settimane e ci arrivavo proprio per il rotto della cuffia. In un paio di occasioni riuscii a fare un mese e mi sembrava di aver fatto chissà quale impresa. Poi ricadevo per giorni ed è inutile dire come mi sentissi male. Andai avanti per parecchio così, il resto è storia.
Fatto sta che da maggio 2017, grazie a Dio(e non smetterò mai di sottolinearlo), sto riuscendo ad evitare quella robaccia(apparte qualche piccola ricaduta). Ad ogni voglia e desiderio pregavo ed i pensieri e i desideri si affievolivano o sparivano del tutto(ed è tutt' ora così visto che è un qualcosa contro cui non smetterà mai di combattere).

Tutta questa premessa serviva solo a introdurre l' argomento principale, ovvero un qualcosa accaduto a fine agosto 2017. Stavo andando benissimo. Quattro mesi senza pornografia, se un tempo mi avessero detto che sarei riuscito a stare tanto senza pornografia gli avrei sicuramente riso in faccia...e invece avevo raggiunto e stavo superando quell' incredibile traguardo(incredibile per me). E ricordiamolo, di meriti ne ho ben pochi. E' Dio quello che mi ha dato la forza.
Era un mese grandioso, stavo facendo tante cose importanti dal punto di vista spirituale e non solo, sarei dovuto essere felice...

E invece ero agitatissimo, frustrato, nervoso, una pila elettrica pronto a scattare. Mi sentivo a disagio e la parola d' ordine per quel periodo era nervosismo.
Nonostante,come ho detto, stessi facendo tante cose importanti anche dal punto di vista spirituale, mi sentivo incredibilmente frustrato e solo.
Abbandonato è forse la parola più giusta.
Sarei dovuto stare al mare per cinque giorni, se non erro. Il terzo me ne ritornai a casa perchè non ce la facevo più.
Ero solo a casa e lo sarei stato ancora per qualche giorno.
Una dei miei vizzi era andare nelle chat erotiche. In quei mesi se non erro stavo evitando quella roba in quanto, alla fine, talvolta era un surrogato della pornografia(dipende sempre di cosa si parlava. Alle volte di sesso non se ne parlava mai) e c'era un sacco di gentaglia.
Quel giorno però, non ricordo il perchè non andai in una chat "normale", andai in una gay.
Non ricordo bene tutti i passaggi, non ricordo il nick che scelsi, forse uno anonimo o al massimo "curioso" o qualcosa del genere.
Fatto sta che, se non erro, venni contattato da uno che chiameremo BACH.
Parlammo parecchio, diverse ore. E' passato un pò di tempo ma più o meno mi pare di ricordare cosa ci dicemmo. Parlammo del suo nick(era un nick basato su un ruolo di una pratica sessuale), di quello che faceva, parlammo anche di me...di come mi sentivo(i ricordi sono un parecchio offuscati) e di ciò che volevo...e ammetto di volere anche oggi.
Protezione
Attenzione
Desiderio
Affetto
Amore
Lui mi capiva. Concludeva le mie frasi, le argomentava, dicendomi cose che mi facevano sentire bene perchè sembrava sapere cosa sentivo e provavo.
Poi, forse per via delle mie risposte, del mio modo di essere in quanto, a quanto pare, sono una persona molto empatica e capace di grandissima dolcezza e comprensività(manco fossi una mamma ), usò un termine femminile(per intenderci qualcosa tipo "sei carinA"). Lo notammo entrambi, mi chiese scusa, che gli era venuto naturale...e io risposi quello che mi sentivo dentro...che non mi dispiaceva. Anzi, mi faceva piacere.
Ed era vero, mi faceva piacere.
Da quel momento BACH iniziò ad usare solo il femminile e mi piaceva tantissimo. La chat divenne più spinta, parlammo di situazioni,di momenti, di quanto lo desiderassi e quanto desiderassi essere sua.
Ed era tutto vero. Lo desideravo tantissimo.
Quando ci fermammo per andare a dormire fu davvero difficile addormentarsi ma fu quello che venne dopo la cosa più tremenda. All' improvviso, mentre dormivo, mi svegliai nel cuore della notte, eccitatissimo e con un voglia e un desiderio mai provati prima. Mi giravo e mi voltavo nel letto ricercando attenzioni, protezione, un forte abbrccio, un petto che mi stringesse a se...e d' estate per via del caldo io odio il contatto fisico, il che e' tutto dire.
E sesso. Desideravo tanto affettuoso, amorevole sesso di un maschio dominante.
Ci misi sicuramente più di un ora a riaddormentarmi.
Mi risentii poco con BACH e non di certo perchè non eravamo entrambi eccitati ma perchè capivamo che sarebbe stato troppo rischioso continuare viste le nostre distanze.

Da li iniziò un periodo che mi coinvolge ancora oggi.
Non sono mai stato attratto dal mio stesso sesso eppure, da quel periodo, non faccio che pensarci.
Sono iper-attratto dal corpo femminile eppure troppo spesso non faccio che pensare al...coso maschile. In alcuni momenti è quasi un ossessione. Vorrei essere presa, vorrei essere usata ed amata come un dolce oggetto sessuale, vorrei dare tanto tanto piacere al mio Lui
E questo mi confonde solo ulteriormente
Non sono gay, mi piacciono le donne...ma sono allo stesso tempo attratta dal sesso maschile, come se ci fosse una donna in me che lo reclama avidamente.
In alcuni momenti, quando sono solo a casa, mi sono messo a camminare esercitandomi ad ancheggiare, a sculettare per eccitare il mio lui, a immaginarmi di essere presa sul tavolo, il divano, nella doccia(sulla quale io e BACH in passato fantasticammo molto), nel letto anche nel cuore della notte, al mattino, ad ogni singolo suo capriccio, voglia o inturgidimento...anche contro la porta di ingresso, così anche il condominio avrebbe sentito qualcosa.
Mi sono anche messa contro essa inarcando la schiena e...insomma, mi mettevo in "posa" da sesso con fare molto voglioso.
Trovai anche per caso materiale audio e visivo di ipnosi(e non solo)per diventare "sissy"(praticamente uomini che diventano donne molto "girly"). Non volevo certo essere ipnotizzato. Difatti non capivo bene cosa diceva in quanto non sono bravo con l' inglese, lo ascoltavo solo per cercare di capire l' argomento dicui parlava...e i gemiti contenuti nell' audio.
Mi accorsi troppo tardi che quello che stavo guardando, alla fin fine e anche se non in tutti i casi, era pornografia e comunque mi stava mandando in pappa il cervello.
Fatto sta che quel periodo di totale confusione durò mesi.
Mi piacevano gli uomini? No...ma mi attraevano.

Speravo che il problema sparisse e invece è ancora li.
Sono ancora tentatissimo di andare a vedere certa roba, di essere trattata da ragazza, di essere presa eccetera eccetera.
Per farvi un esempio, recentemente sono andato a casa di un amico, li c'era qualcuno della combricola e il fratello del propietario di casa.
Il fratello(alto e ben allenato), mentre guardavamo un video sul divano, si è seduto accanto a me con le gambe divaricate...vi lascio immaginare quanti pensieri abbia fatto su quello che teneva in mezzo alle gambe e al piacere che io avrei potuto dargli.

Da un anno a questa parte, quindi, oltre a dover combattere con la pornodipendenza, ad essere terribilmente attratto dal corpo femminile, al dover distogliere lo sguardo da certe parti delle ragazze perchè altrimenti mi metto a fare pensieri non propriamente casti e puri, mi ritrovo pure ad essere confuso sessualmente, con questa incertezza sessuale, con il volermi sentire femmina. Non vi dico e non vi posso spiegare quante ore nella giornata mi si parano immagini davanti di come sarebbe la mia vita se fossi donna.
Di come riuscirei a farla fruttare.
Di come mi piacerebbe essere desiderata, presa e tanti e tanti fatti.

Non so cosa pensare.
Cosa sono? Sono gay? Alcune cose mi dicono si, altre no.
Cosa sono io? Un uomo che vuole essere una donna? O è solo un pensiero che mi eccita?
Perchè ho questa voglia di una figura forte e grande anche e sopratutto quando penso alle donne visto che di norma accade piu' spesso?(ecco, una cosa che non ho detto e che, donne parlando, mi piacciono sopratutto e quasi esclusivamente le donne ben più alte di me e "piene", con un fisico ben allenato. Non le bodybuilder, eh.)
Tutta questa confusione centra con il fatto che non abbia un Papà?

Non so davvero cosa pensare. Mi sento davvero confuso.


Sono perverso, lo so molto bene, ma sono anche estremamente confuso. Non so con chi parlarne.
Non saprei neanche io cosa dire, difatti qui ho parlato più o meno di tutto l' escursus che ho avuto ma l' ho anche scritto perchè è un forum anonimo. Non avrei avuto il coraggio di dirlo dal vivo.

Prima ho parlato di Dio, che mi ha aiutato a tenere a bada la pornografia. Ed è tutt'ora così. I miei desideri sono intensi e costanti, ma grazie a Lui riesco a reggere la cosa. Così come riesco a tenere a bada questo mio lato che, anche se non sparisce, riesco a tener a bada anche se a periodi ritorna. Non vorrei far sembrare che, dal momento che ho smesso di parlarne, io abbia smesso di pregarlo e Lui di darmi la forza.
Come ho detto e grazie a Lui e per Lui che sto cercando di togliermi in particolare quella malattia della pornografia.
Ma volevo anche parlare con qualcuno, una cosa che anche se Lui nella Bibbia incoraggia a fare, io non riesco a trovare ne il coraggio e ne il modo con cui potrei farlo.
Magari tutti voi, non solo del Sorriso ma anche del Forum, potreste avere qualcosa da dirmi.
Sarò ben felice di ascoltarvi.


p.s.
Non ho riletto quello che ho scritto anche per il timore che si cancellasse. Spero che sia comunque tutto abbastanza comprensibile e fruibile.
Ultima modifica: Da .

Re: Confusione 08/11/2018 19:32 #2

  • Volontario del Sorriso (moderatore)
Benvenuto Enoch!
Senz’altro qui al Sorriso troverai ascolto e non giudizio sulle difficoltà che ognuno vive.
Il tuo post è stato sufficientemente esauriente nel descriverci quello che hai vissuto e stai vivendo.
Ci sembra di capire che stai affrontando due difficoltà di cui la prima è l’identità di genere dove alcuni studi scientifici considerano fino a 16 identità di genere differenti.
Al di là di questo aspetto “tecnico”, quello che è importante è imparare ad accettarsi. Probabilmente e comprensibilmente stai vivendo un momento di confusione e pensiamo che sia importante per te approfondire l’argomento con qualcuno (persona o associazione) che può aiutarti in questo tuo percorso di identificazione e di accettazione. Hai mai pensato di farlo ?
La seconda difficoltà, che tu hai ben presente per quanto ci hai raccontato, è la gestione della tua sessualità che reputi eccessiva e che stai cercando in qualche modo di combattere anche se è comprensibile la difficoltà e le cadute che ci possono essere in questa lotta. Anche in questo caso, potresti – se lo reputi necessario – ricorrere a persone esterne come professionisti medici piuttosto che psicologi nonché anche a sacerdoti appositamente formati che possano sostenere i tuoi sforzi.
Anche perché crediamo che una sessualità spinta non possono compensare la tua legittima ricerca di:
Protezione
Attenzione
Desiderio
Affetto
Amore
perché questi sentimenti si possono trovare in relazioni profonde e non superficiali od occasionali; concordi ?
Ci piacerebbe anche che tu approfondissi il motivo per cui tu leghi questa tua confusione al fatto che tu non abbia un papà. Cos’ha lasciato in te quest’assenza ? E’ un rapporto che non puoi più recuperare (poiché è morto o non sai dov’è ?) oppure è un rapporto che puoi riallacciare ? Non hai altre figure maschili di riferimento come zii oppure conoscenti più grandi ?
Come vedi, Enoch, abbiamo cercato di darti alcuni spunti di riflessione per le tue difficoltà e speriamo che tu vorrai condividere con noi quelle che saranno le tue riflessioni.
Nel frattempo, ti mandiamo un grande abbraccio !
Ultima modifica: Da .

Re: Confusione 09/11/2018 01:49 #3

Vi ringrazio per avermi risposto così velocemente.
In effetti non ho mai pensato di cercare associazioni che mi possano aiutare. Diciamo che è lo stesso motivo per cui preferirei non andare dallo psicologo, ovvero non vorrei sborsare soldi..certo, si tratta pur sempre della mia salute, però...sono tirchio .
Per quanto riguarda parlare con qualcuno per certi versi mi piacerebbe...ma significherebbe anche modificare il come vengo visto, almeno sarebbe così se ne dovessi parlare a qualcuno a me vicino(anche se sufficientemente qualificato). Se invece si trattasse di parlarne con un privato, magari uno psicologo, allora sarebbe una cosa che preferirei evitare sia per la questione monetaria ma anche perchè quando non ho questi..."Impulsi femminili" mi sembra tutto così irreale che io possa avere degli atteggiamenti e dei desideri simili che non saprei cosa dire, probabilmente faticherei a parlarne anche di piu' che ad un amico a cui magari posso telefonare in qualsiasi momento o con il quale sento di potermi aprire.

Ci sarebbe anche l' alternativa di parlarne su internet in forma anonima, così da cogliere i momenti giusti e con il giusto anonimato e mi fa piacere di poterne parlare con voi potendovi scrivere praticamente in qualsiasi momento. Poco importa se per la risposta ci vuole anche qualche ora, il mio pensiero si è fissato su "carta" e non rischio di perderlo di vista.
Però apparte questo forum non saprei dove poter aprire un dialogo dato che su internet c'è di tutto e di più.
Non saprei su quali altri siti parlarne, certo non in una qualche chat dove ci sarebbe di sicuro qualcuno che vorrebbe provarci o chissà...mi potrebbe contattare qualche "sorellina"(altri uomini "girly") con cui parlare di cose da ragazza, fru fru e sicuramente anche molto lascive...ed ecco che ora la mia mente torna a volare su cose sporche...

Avete assolutamente ragione, in un rapporto occasionale è impossibile trovare protezione, attenzioni(forse queste si, ma comunque dovute solo al momento di lussuria), desiderio(idem), affetto e sopratutto amore.
Eppure ne ho così tanto desiderio.
Non per fare il melodrammatico ma non vi dico neanche quante volte ho immaginato che la mia lei, nel letto, all' improvviso mi stringesse al suo petto e mi tesse stretto a se, donandomi il suo calore, il battito del suo cuore e le sue cure.
Eppure vedo anche che ai miei pensieri seri, romantici di una relazione stabile e non baasata sul sesso si contrappone il mio essere perennemente con la mente ricolma di perversione fatta di sola eccitaizone sessuale, sesso, sesso, altra eccitazione sessuale, orgasmi continui del mio partner e ancora sesso.
Questi continui punti di vista totalmente opposti su una stessa questione non mi aiutano di certo, mi confondono solo ulteriormente perchè mi pare di essere carne e pesce contemporaneamente. Non è una bella sensazione.
Non so come devo comportarmi, cosa voglio davvero.
Possibile che volgio sia la "botte piena che la moglie ubriaca"?

Ho tenuto alla fine la questione che ritengo più importante, quella di mio padre.
Mi piacerebbe poter riallacciare il mio rapporto con lui ma è morto quando ero piccolo, diciamo che ho fatto in tempo a conoscerlo.
Durante tutta la mia crescita però ho avuto praticamente solo mia madre la quale mi ha sempre voluto bene, e la ringrazierò sempre per questo, ma è anche vero che è evidente che mi sia mancata una figura paterna. Magari anche un pò più autoritaria.
Alle volte penso che i miei gusti in fatto di donne e le mie pulsioni di essere una "femminuccia in cerca di un maschione" derivino da questo, l' essere stato cresciuto principalemte da donne(...e' brutto a dirsi, ma un po' tutti i maschi della mia famiglia muiono subito) senza avere una vera figura maschile, una necessità di trovare una figura forte e autoritaria mentre io sono la controparte più dolce e infantile.
Persino per quanto riguarda i miei gusti in donne.
Come ho accennato in me scatta qualcosa quando vedo una donna alta, forte, piena, con un bel carattere sereno ma sicuro...forse da leader, ecco.
E anche quando immagino una mia ipotetica futura ragazza se non me la immagino "grande e forte" comunque nella mia testa e' sempre molto protettiva e "guardiana".
Nei film, nei videogiochi, nei fumetti, ovunque trovi una donna forte(tipo xena per intenderci) e' evidente come in me scatti un notevole interesse.
Ultimamente penso che questa mia attrazione sia dovuta, appunto, alla mancanza di una figura paterna e per questo la stia ora ricercando inconsapevolmente in una partner(o anche in un partner).
Voi che ne pensate? Potrebbe essere questo? O sono io che mi faccio troppi film?
Ultima modifica: Da .

Re: Confusione 15/11/2018 18:17 #4

  • Volontario del Sorriso (moderatore)
Ciao Enoch,
questo messaggio è per dirti che ci ricordiamo di te, al momento però ci è difficile risponderti, ma ti pensiamo e presto ti risponderemo. Cerca di stare sereno.
A presto!!!
Ultima modifica: Da .

Re: Confusione 15/11/2018 18:18 #5

Vi ringrazio della premura. Attendero' la vostra risposta.
Ultima modifica: Da .

Re: Confusione 22/11/2018 18:55 #6

  • Volontario del Sorriso (moderatore)
Ciao Enoch,
finalmente ti scriviamo, scusaci del tempo che è trascorso, prima di poterti rispondere.
Ti abbiamo pensato, e abbiamo notato che tu sei un ragazzo che possiede delle forze e capacità per vedere dentro di sé, tanto da scrutare nel tuo pensiero e farti tante domande.
Queste riflessioni sono di un ragazzo intelligente che non accetta ciò che la sua mente decide, ma si chiede il perché. Se è giusto o sbagliato!
Allora perché non cercare qualcuno di professionale con cui parlare? Ci sono consultori o luoghi che offrono un servizio di consulenza pagando solo il ticket.
Ci sentiamo di dirti, che potresti rivolgerti a questi centri, perché potresti parlare in modo liberatorio, senza doverti vergognare di nulla. in questi centri vi è gente preparata con l'obbligo del segreto professionale.

Noi non possiamo sapere se la mancanza del papà o l'educazione che ti ha dato la tua mamma ti abbia influenzato a tal punto da crearti questi desideri contraddittori.

Desideri e fantasie erotiche se ne possono fare, senza scombussolarsi, l'importante è non perdere il controllo di se stessi.
Se hai bisogno di affetto e di coccole diventa anche un esigenza comprensibile.
Ora, solo quando ti sembra che diventi ossessiva, prova a cercare di accettarli, stando con i piedi per terra, senza lasciarti scoraggiare, ma reagendo facendo altro, per esempio distraendoti, uscendo.
Oppure entrando in una chiesa per pregare. Tu stesso hai detto che in alcuni momenti hai trovato forza e sostegno nella preghiera:

Aspettiamo di sapere cosa ne pensi e cosa possiamo fare per te!
A presto!
Ultima modifica: Da .

Re: Confusione 24/11/2018 01:03 #7

Vi ringrazio per le belle parole.
Effettivamente potrebbe davvero essere una buona idea andare in un consultorio, ne ho già trovato uno qui vicino quindi la possibilità d' andarci c'è. Spero mi possano aiutare...ma l' idea di espormi e aprirmi non è così facile da accettare. Ma ci proverò.


Non è facile mantenere il controllo. Per quanto sia un buon consiglio cercare di trovare metodi di distrazione(videogiochi, lavoro, passeggiate...) non e' sempre così facile.
Mi sono ritrovato alcuni giorni ad avere talmente tanti pensieri da ritrovarmi ad avere erezioni mentre camminavo, quindi talvolta manco l' esposizione in pubblico mi salva.
Sarà davvero per la voglia di coccole però...di voglia ce n'e' davvero moooolta, mi sa.

La preghiera di tutti i metodi si è sempre rivelato il più efficace. Senti proprio che Dio ti rende la mente bianca(per dire che ti toglie tutte le immagini negative) e leggera e quella che poteva essere una tentazione potentissima un attimo dopo sembra quasi una banalità.
Pero' alle volte accade che dopo avergli chiesto aiuto io magari mi metta a guardare delle "ragazze allegre" su youtube(non pornografia, eh) vanificando pero' l'aiuto che io stesso ho richiesto...e il tutto mi fa sentire solo peggio, sapendo quanto dispiacere ho portato nonostante l' aiuto sia stato io stesso a richeiderlo.
Come se dicessi al mio migliore amico "hei, oggi vieni a casa mia ad aiutarmi per un compito?" e lui dice si, si presenta ma quando bussa alla porta io faccio finta di non sentirlo. E' la stessa cosa che faccio io: chiedo aiuto, ne ho il riscontro positivo ma quando si tratta di mettere in pratica la cosa prendo e faccio altro.
E dopo che ho concluso il tutto come mi sento? Piu' leggero.
Certo, dal giorno dopo poi ricomincia un periodo di crisi perche' mi sneto male, sento d di dover ricominciare da capo, mi faccio schifo e mi faccio tantissime domande su quello che sono, che voglio, di quello che vorrei e di cui ne sonto necessità eccetera...e' un circolo vizioso mi porta solo a fare del male a me e sopratutto a Dio, senza che lui se lo meriti.

So bene che tutta questa manfrina va un po' oltre a quello che ci siamo detti e a quello che serviva questo topic ma avevo un po' voglia di dire qualcosa. Sarà anche la stanchezza ma avevo voglia di dire qualcosa di cui indubbiamente non mi vanto.

Grazie di starmi a leggere.
Ultima modifica: Da .

Re: Confusione 26/11/2018 18:44 #8

  • Volontario del Sorriso (moderatore)
Ciao Enoch, grazie per il tuo post. Ci fa molto piacere che tu ci scriva e che ti sia piaciuto il suggerimento di farti aiutare presso un consultorio.

Questi professionisti sanno certamente più di noi degli argomenti che riguardano i diversi orientamenti sessuali delle persone e quindi possono meglio valutare, e forse anche rassicurarti, sulla tua attrazione sia verso il genere femminile che verso quello maschile.

Sono abituati a trattare questi argomenti e questo ti dovrebbe dare il coraggio di affrontare il tuo problema con loro di persona. Possono rispondere alle tue domande e spiegarti tante cose. Dunque Coraggio! Azione!

Nello stesso tempo noi vorremmo sapere di più di te e della tua vita: quanti anni hai? Sei ancora uno studente o lavori già? Hai già una compagna? Quali sono gli altri tuoi interessi, le cose che ti piacciono?

Per ora ti mandiamo un saluto ed un abbraccio.
Ultima modifica: Da .

Re: Confusione 27/11/2018 13:17 #9

Ho 26 anni e ora come ora studio scultura in un' accademia di belle arti(molto mal gestita). Mi piacerebbe dire di avere una ragazza ma haimè non ne ho mai avuto il piacere d' averla. Forse è meglio così, sono abbastanza consapevole che non sarei riuscito a gestire bene il fidanzamento. Nondimeno spero un giorno di trovare la persona giusta.

Per quanto riguarda le cose che mi piacciono diciamo che non è un periodo pieno di interessi. Le cose che mi piacevano "Ieri" erano il disegno, i videogiochi, i fumetti, queste cose così. Ma più vado avanti e più sembra che mi innervosiscano anzichè rilassarmi quindi diciamo che il mio unico vero interesse attuale è la bibbia.
Ultima modifica: Da .

Re: Confusione 27/11/2018 20:39 #10

  • Volontario del Sorriso (moderatore)
Ciao Enoch, grazie per avere condiviso con noi i tuoi interessi.
Cosa c'è stato tra "ieri" e "oggi" che ha modificato le tue passioni? Cioè disegno, videogiochi, fumetto, ...
Ci scrivi che il tuo interesse attuale è la bibbia,ci spieghi in particolare cosa ti appassiona di questa lettura? Quali sono gli elementi che più ti coinvolgono?
Un abbraccio
Ultima modifica: Da .

Re: Confusione 29/11/2018 16:50 #11

Saluti a voi.

Mi piacerebbe potervi dare una risposta semplice e chiara per dirvi come mai ciò che un tempo mi regalava emozioni ora sta diventando più un peso ma la realtà è che non ne ho chiari io stessi i motivi.
Per quanto riguarda il disegno avrei voluto trasformarlo in un lavoro tanto che ho persino studiato in un altra città per fare il fumettista ma il fatto che ci metta letteralmente una vita per finire ogni singolo disegno non mi aiuta di certo ne a trovarlo come uno svago o passatempo ne a vederlo come un possibile lavoro. Che svago è un qualcosa che ti fa venire il patema per essere finito? Che arrivi a non sopportare più perchè il disegno sembra lo faccia apposta a non voler essere finito? Che lavoro può mai essere uno che, al massimo, riesce a portarti 10 euro per un lavoro che ti richiede una settimana(e quindi 10 euro a settimana, cosa effettivamente successa)?
Forse è anche per questo che non riesco più a rilassarmi giocando o leggendo visto che nella mia testa dovrei sfruttare quel tempo per esercitarmi e dsegnare ma invece lo spreco a "divertirmi"...il che mi porta o a giocare senza divertirmi o a non giocare proprio, lasciandomi però con la voglia di distrarmi un oretta dalle faccende e quindi non facendomi neanche lavorare portandomi ad avere in mano un pugno di mosche.
Eeeeh va bhe, so bene che e' un problema davvero sciocco anche se posso assicurarvi che alle volte mi e' pesato davvero, davvero tanto. Ma che volevete farci? A ognuno i propri sciocchi malesseri.

Per quanto riguarda la bibbia invece penso che la risposta più sensata sia in realtà "cosa non è appassionante nella bibbia?". Scritto in oltre 1600 anni da uomini delle più svariate esperienze e ceti sociali, da re ad allevatori(Davide e Amos), da sacerdoti a esiliati(Ezechiele e Daniele). Sopratutto dei sentimenti che trapelano da quelle persone quando si legge capendone il contesto, magari durante l' assedio di Gerusalemme leggiamo del dramma e del dolore che provava Geremia vedendo una città ridotta alla fame e alla disperazione o la gioia di tutti quando Gesù resuscitò Lazzaro.
Inutile poi dire quanto sia benefica applicarne i consigli e i principi basati sul fare il bene agli altri dal quale, noi stessi, possiamo trarre gioia e serenità.

Poi profezie puntualmente avverate, sapienza divina visibile da come parla questioni scientifiche e storiche anche se la bibbia non è un testo di scienza e/o storia, incitamenti continui a fare il bene e provare amore per Dio e per gli altri, speranze per il futuro... la Bibbia è un libro assolutamente unico e Dio lo ha fatto scrivere perchè tutti possano trarre benificio già ora applicandone i consigli. Dio per fare giusto un esempio ci dice in proverbi 14:30 "il cuore calmo è vita per il corpo mentre la gelosia è marciume per le ossa".
Quant'è vero che se tutti evitassimo di arrabbiarci, di innervosirci per ogni sciocchezza e smettessimo di essere sempre così iracondi avremmo sia un rapporto con gli altri migliore ma anche una salute indubbiamente migliore? Voi che ne pensate?
Ultima modifica: Da .

Re: Confusione 29/11/2018 19:54 #12

  • Volontario del Sorriso (moderatore)
Ciao Enoch,
Calma, calma… qui le domande le facciamo noi.
Battute a parte, condividiamo con te il fatto che è importante imparare a gestire la rabbia anche se quest’emozione può essere una risorsa importante quando ci fa indignare davanti ai soprusi. Certo, poi deve portare ad un percorso di crescita e non ad un aumento della violenza.
Detto questo, ci farebbe piacere se tu riuscissi ad approfondire con te stesso, le motivazioni per cui alcune passioni non sono più tali. Per i fumetti ci sembra di aver capito che tu hai provato a trasformare questa passione in un lavoro ma… hai riscontrato delle difficoltà.
Senz’altro sarebbe bello fare un lavoro legato a ciò che appassiona ma non sempre questo è possibile. Ciò non toglie che possiamo continuare a vivere la nostra passione come tale, considerandola un momento per se stessi, per stare bene, per sfogarsi e non, al contrario, trasformarla in una fonte di stress.
Può darsi, poi, che nel corso della vita, gl’interessi cambino magari perché quelli precedenti creano assuefazione ma… nella vita ci sono tante cose interessanti che a volte è anche bello cambiare !
Quindi ritorniamo alla domanda di partenza: cosa è cambiato in questo periodo che ti crea confusione ?
E’ importante focalizzare quali sono stati questi cambiamenti in modo da mettere poi in atto le giuste strategie per ritrovare un minimo di serenità.
Un abbraccio !
Ultima modifica: Da .

Re: Confusione 30/11/2018 17:16 #13

Quindi ritorniamo alla domanda di partenza: cosa è cambiato in questo periodo che ti crea confusione ?

Apparte la mia confusione sessuale mischiata alla mia dipendenza sessuale che mi stressano continuamente?

Escludendo questo comunque sono in effetti domande a cui non so ben rispondere. Cos'è cambiato in questi anni nella mia vita? Cosa mi crea ulteriore confusione?
Perchè prima quelle cose mi piacevano e ora nonostante le pratico provo però sentimenti fortemente contrastanti?
Sono domande a cui forse non ho neanche mai pensato e di certo ora non saprei ben rispondere. Però forse trovando il perchè potrei anche riuscire a risolvere qualcosa.
La risposta che mi viene in modo più immediato è "in questi anni bene o male la mia vita non è per nulla cambiata". Ho cambiato casa, ma in questa mi trovo altrettanto bene, ho cambiato scuola ma perchè avevo finito quel percorso di studi, ho avuto una cotta ma non è andata a buon fine come anche in passato, mi sono costruito un pc ma non è che mi abbia rivoluzionato l' esistenza, ho provato a fare qualche lavoro(almeno a livello artistico) ma non ho mai fatto il boom ma tanto non sono mai stato famoso...escludendo la (pesante)sfera sessuale non ho avuto rivoluzioni nella mia vita quindi...sono confuso...
Ultima modifica: Da .

Re: Confusione 03/12/2018 18:47 #14

  • Volontario del Sorriso (moderatore)
Caro Enoch, rileggendo la tua risposta di qualche giorno fa siamo rimasti molto piacevolmente sorpresi dalla profondità della tua conoscenza della Bibbia e dalla passione e dall'intensità con cui sei capace di assorbirne i preziosi insegnamenti.

Ci piace di vedere in questa tuo bisogno e in questa tua capacità di sentirsi coinvolto da vicende così profonde e allo stesso tempo così alte, il motivo principale del tuo recente disinteresse per cose di puro svago come possono essere i fumetti e altri simili passatempi più superficiali, che più si addicono in verità a persone ben meno mature di te...

Vediamo infatti in questo cambiamento una cosa positiva, come una nuova necessità di porsi gli interrogativi di ordine esistenziale, come possono essere la ricerca di significato nell'esistenza degli esseri umani sulla Terra.
Siamo sicuri che queste letture non possono che aprirti il cuore e farti del bene "Il cuore calmo è vita per il corpo" e noi aggiungiamo: anche per lo spirito. Le storie raccontate nella Bibbia e che tu capisci ed apprezzi così tanto non possono che essere un cibo miracoloso per te. E ti auguriamo che tu possa presto incontrare delle persone con le quali condividere questi insegnamenti antichissimi ma modernissimi al tempo stesso. Questo ti farebbe molto bene.

Quanto al fatto che ci dici di non aver mai avuto una ragazza questo potrebbe spiegare, almeno in parte, il tuo grande desiderio sessuale.

Ci auguriamo di sentirti ancora e ti mandiamo un bell'abbraccio e tanti Sorrisi
Ultima modifica: Da .

Re: Confusione 05/12/2018 16:40 #15

Ciao Sorriso.
Quanto al fatto che ci dici di non aver mai avuto una ragazza questo potrebbe spiegare, almeno in parte, il tuo grande desiderio sessuale.

Eeeeeh temo che la cosa sicuramente non abbia aiutato. Spero che un giorno, quando l' avrò, riuscirò a tenere abbada il mio estro e che lei mi sostenga e sia comprensiva sulle battaglie contro me stesso(sesso e pornodipendenza parlando)

Per quanto riguarda i miei interessi non ci avevo mai pensato al fatto che forse il motivo per cui non riesco più a godermi certe cose sia per il fatto che oramai io sia immerso in questioni ben più alte. Questo spiegherebbe perchè in molti casi non riesca più a trovare empatia per film e altro intrattenimento che invece, fino a qualche anno fa, seguivo con piacere.
Questo significa che dovrò trovare qualche intrattenimento che sia ad un livello di profondità molto elevato, non sarà facile ma almeno credo di aver capito su cosa mi debba più rivolgere e cosa invece sarebbe meglio evitassi.
Vi ringrazio. Tra questo e la questione della mia sessualità mi siete stati di aiuto.
Spero di riuscire a risolvere queste miei incertezze e riuscire a vedere le cose in modo più nitido e sereno.
Per ora vi voglio ringrazziare per quello che avete fatto e per il tempo dedicatomi.
Ultima modifica: Da .
  • Pagina
  • 1
  • 2
Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.
Navigando sul sito accetti di esserne al corrente.