Benvenuti nel Forum del Sorriso

Avviso per gli utenti già iscritti al forum del Sorriso Telefono Giovani:

Accedi al nuovo forum utilizzando la procedura "password dimenticata" e segui la procedura fino alla fine... grazie!
Dovrai inserire il tuo indirizzo mail di registrazione: se l'indirizzo mail non è più valido oppure non lo ricordi scrivi a primoaccesso@sorrisotelefonogiovani.it indicando il tuo nick.
Riceverai una password provvisoria per il tuo primo accesso.

Nome Utente
Password
 
  Ricordami

  • Pagina
  • 1

ARGOMENTO: paura di mangiare

paura di mangiare 10/05/2017 22:45 #1

Ciao, sono nuova. Credo di avere un problema col cibo. A dire la verità non sono sicura, forse mi sto facendo stupri mentali inutili. Sarà che il quadro dei disturbi alimentari che ci dipingono da piccoli è talmente tetro che mi viene da dirmi "finché non vomito non sono bulimica" oppure "tanto finché non dimagrisco non sono anoressica".
E infatti non lo sono. Però da un pò di tempo, direi che forse ora sono quasi due anni, alterno periodi di grandi abboffate in cui mi concedo ogni cosa (A volte mangio tutto il giorno senza fermarmi) a peiodi in cui conto ogni singola porzione nel piatto e vado in crisi se mangio di più. Nei miei periodi di dieta ferrea mi alleno tutti i giorni e mangio poco ma se un giorno la bilancia non mi da i risultati sperati cado in una forte depressione e torno a mangiare.
Questo è un disturbo? Dovrei fare qualcosa in proposito?
So di non essere particolarmente grassa. Sono alta 1.78 e peso 64 kg circa ma vedo un terribile gonfiore sui miei fianchi e sulla pancia e a volte ho persino paura di bere per non vederli più gonfi. Da una parte so che dovrei smettere di preoccuparmi e mangiare senza farci troppo caso ma mi sembra di non riuscire più a perdere peso. Qualche cosniglio?
Ultima modifica: Da .

Re: paura di mangiare 11/05/2017 07:42 #2

  • Volontario del Sorriso (moderatore)
Ciao hybrid, benvenuta!
Ci parli del tuo rapporto col cibo un pò conflittuale, così su due piedi non sapremmo dirti se il tuo è un "disturbo" ma certamente questa situazione ti stà creando un disagio...
Come primo consiglio... crediamo sia opportuno rivolgersi ad un nutrizionista per eventualmente seguire una dieta equilibrata , se questo dovesse non bastare potresti sentire un professionista che si occupa di disturbi alimentare , che ne pensi?
Ti andrebbe di parlarci un pò di te? Studi, famiglia, passioni, tutto ciò che ti và di raccontarci.
A presto!!
Ultima modifica: Da .
  • Pagina
  • 1
Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.
Navigando sul sito accetti di esserne al corrente.