Benvenuti nel Forum del Sorriso

Avviso per gli utenti già iscritti al forum del Sorriso Telefono Giovani:

Accedi al nuovo forum utilizzando la procedura "password dimenticata" e segui la procedura fino alla fine... grazie!
Dovrai inserire il tuo indirizzo mail di registrazione: se l'indirizzo mail non è più valido oppure non lo ricordi scrivi a primoaccesso@sorrisotelefonogiovani.it indicando il tuo nick.
Riceverai una password provvisoria per il tuo primo accesso.

Nome Utente
Password
 
  Ricordami

  • Pagina
  • 1

ARGOMENTO: Binge Eating Disorder

Binge Eating Disorder 23/03/2018 23:12 #1

Buonasera!
Sono da poco approdata su questo forum e questo è il secondo post che scrivo perché vorrei parlare di un altro mio problema.
Soffro di abbuffate compulsive, in particolare ciò mi capita quando sono da sola a pranzare o a mangiare o nei momenti morti in cui sono da sola a casa. Ultimamente il fenomeno si è abbastanza diradato, però ad esempio sabato scorso a pranzo ho avuto un episodio. Il problema è che mangio senza freni, senza alcuno stimolo della fame e anche senza alcun piacere. Mentre lo faccio so che non dovrei ma è come se non riuscissi a smetterla. E poi una volta finito il cibo (ovviamente mangio solo schifezze) mi sento in colpa per quello che ho fatto.
Non so se è la sede giusta per parlarne o se invece dovrei rivolgermi ad uno specialista per parlarne più diffusamente. Ma non ne ho mai parlato con nessuno di questa cosa.
Ultima modifica: Da .

Re: Binge Eating Disorder 26/03/2018 17:21 #2

  • Volontario del Sorriso (moderatore)
ciao e benvenuta
aspettiamo qualche notizia su di te, cosa fai? la tua famiglia, gli amici... quello che vuoi che possa permetterci di cominciare a conoscerti un po.

certo che puoi parlare di disturbi alimentari e di quello che ti succede o pensi nelle situazioni che hai descritto.

Non so se è la sede giusta per parlarne o se invece dovrei rivolgermi ad uno specialista per parlarne più diffusamente. Ma non ne ho mai parlato con nessuno di questa cosa.


dici di non averne mai parlato con nessuno, con chi avresti potuto parlarne?
da quando ti succede?
a cosa ti riferisci quando dici di doverne parlarne più diffusamente?

ti aspettiamo

Ultima modifica: Da .

Re: Binge Eating Disorder 03/04/2018 15:02 #3

  • iri
  • Messaggi: 1
Ciao!
anche io sono nella tua situazione,da un anno mi abbuffo quasi ogni giorno e ho preso più di venti chili..mi sono iscritta per poterne parlare con qualcuno perché non ne posso più
Ultima modifica: Da .

Re: Binge Eating Disorder 03/04/2018 20:02 #4

  • Volontario del Sorriso (moderatore)
Ciao iri! Benvenuta nel Forum!
Ci racconti qualcosa di te?
Ti aspettiamo!
Ultima modifica: Da .

Re: Binge Eating Disorder 07/05/2018 14:00 #5

Ciao a tutti,

da un po' di tempo a questa parte e dopo una serie di ricerche alquanto superficiali, credo di potermi categorizzare come una che soffre di disturbi alimentari e, in particolare, di Binge Eating Disorder.

Alterno giorni di abbuffate senza senso a giorni di digiuno in cui bevo solo acqua o coca zero o mastico gomme o caramelle senza zuccheri.
Ho trent'anni, lavoro, ho una famiglia presente, nessun evento particolarmente drammatico nella mia vita.
Se dovessi pensare a quale possa essere stato l'episodio scatenante o alla condizione che mi porta ad agire come se ci fosse una mano invisibile a decidere per me che devo mangiare a sbafo (mi sento come sotto ipnosi in quei momenti), direi che potrebbe provenire in parte dal fatto che l'anno scorso ho interrotto volontariamente una relazione di oltre dieci anni.

Da diverso tempo sono in un'altra relazione - stabile - con un'altra persona. Nonostante io abbia provato ad aprirmi e a parlargli di questo problema che mi affligge da un po' di tempo a questa parte e nonostante in un primo momento lui mi sia sembrato comprensivo e disponibile a trovare una soluzione insieme, successivamente il suo atteggiamento mi è sembrato superficiale e schivo e dunque ho deciso di estrometterlo e di non affidarmi al suo aiuto.
Nessun altro sa di questa "cosa".

Ho sempre alternato momenti di forte magrezza (55 kg per 1,69) a momenti in cui sono più in carne(62/63 kg). Non mi accetto affatto, mi danno quando non mi vanno i vestiti come vorrei, mi dico che non mangerò più e per qualche giorno funziona. Poi, qualsiasi scusa (festa, weekend, semplicemente uscire), diventa motivo per dire "oggi tanto ho sgarrato, non ho niente da perdere).

Non ho idea di come invertire la rotta. Ho provato a riprendere in mano diete fatte in precedenza, ho provato a parlare con me stessa, a digiunare, ad avere una corretta alimentazione... Ma appena ho l'occasione, torno ad abbuffarmi.
Buio.

Grazie per essere arrivati a leggere fin qui.
A volte credo di aver bisogno solo di un po' di comprensione.
Ultima modifica: Da .

Re: Binge Eating Disorder 09/05/2018 18:11 #6

  • Volontario del Sorriso (moderatore)
Benvenuta Somersault !
Senz’altro qui al Sorriso troverai comprensione !
Dobbiamo, però, farti un invito: apri lo stesso topic, sempre in questa sezione, perché preferiamo che non ci siano sovrapposizioni sui singoli utenti anche se si hanno in comune la stessa problematica.
Problematica che, a quanto ci sembra, tu hai ben presente.
Quando fai riferimento al fatto di “riprendere in mano diete fatte in precedenza” ti riferisci a diete fai da te ? Oppure ti sei rivolta ad un esperto (dietologo, nutrizionista)?
Crediamo, infatti, che sia opportuno coinvolgere delle persone qualificate che possano indirizzare sulla strada giusta nel risolvere il problema di disturbo alimentare.
E’ interessante anche che tu approfondisca la questione relativa all’interruzione della lunga storia sentimentale.
E’ importante interrogarsi se hai elaborato ed accettato questa tua scelta, se essa non porta degli strascichi ancora nella tua vita che ti hanno condotto a ricercare una “soluzione” nel rapporto con il cibo.
Se magari non riesci a parlare di questo argomento con il tuo attuale compagno (non sempre è piacevole per le persone sentire parlare degli ex- dei propri partner ), potresti provare a farlo con qualcun altro: un familiare o un caro amico senza tralasciare l’ipotesi di rivolgersi ad uno psicologo o a un counselor.
Fortunatamente oggi ci sono tante possibilità per confrontarsi sul proprio vissuto; l’importante è trovare la propria modalità d’azione.
Un’ultima riflessione che ti proponiamo: come sono i rapporti con il tuo ex compagno ? Come vi siete lasciati ? Pensi che un eventuale chiarimento od un incontro con lui possa rasserenarti ?
Un grande abbraccio !
Ultima modifica: Da .
  • Pagina
  • 1
Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.
Navigando sul sito accetti di esserne al corrente.