Benvenuti nel Forum del Sorriso

Avviso per gli utenti già iscritti al forum del Sorriso Telefono Giovani:

Accedi al nuovo forum utilizzando la procedura "password dimenticata" e segui la procedura fino alla fine... grazie!
Dovrai inserire il tuo indirizzo mail di registrazione: se l'indirizzo mail non è più valido oppure non lo ricordi scrivi a primoaccesso@sorrisotelefonogiovani.it indicando il tuo nick.
Riceverai una password provvisoria per il tuo primo accesso.

Nome Utente
Password
 
  Ricordami

  • Pagina
  • 1

ARGOMENTO: voglio tornare a sorridere

voglio tornare a sorridere 11/09/2018 19:43 #1

Ciao a tutti, non so nemmeno da dove iniziare, soffro di disturbi alimentari dal 2011, il mio rapporto con il cibo non è mai stato facile. Negli ultimi anni riverso tutte le mie frustrazioni nel cibo, se mangio poco e riesco a tenere sotto controllo l alimentazione il mio umore migliora, se dimagrisco mi sento bene. Attraverso periodi in cui mi abbuffo mangio cosi tanto daa sentirmi scoppiare e successivamente mi sento male, divento gonfia e non voglio piu uscire di casa nemmeno per recarmi a lavoro, che tra le altre cose mi genera ultimamente molto stress. Non riesco piu a sorridere ad essere felice, non voglio piu che la mia vita dipenda dal cibo, voglio essere libera uscire senza vivere piu con questi complessi
Ultima modifica: Da .

Re: voglio tornare a sorridere 11/09/2018 20:23 #2

  • Volontario del Sorriso (moderatore)
Ciao Chiara e benvenuta nel nostro forum

Nel tuo post ci racconti del tuo rapporto con il cibo e di come sia un modo per riversare le tue frustrazioni. Ti va di raccontarci quali sono?

Da quando è iniziato, cioè come scrivi dal 2011, hai provato a farti aiutare da un professionista?
Soprattutto per aiutarti a capire cosa è intervenuto nella tua vita per indurti questo comportamento.

Se ti va, ci vuoi raccontare cosa fai nella tua vita? Che lavoro fai? Vivi in famiglia?

Un grande abbraccio
Ultima modifica: Da .

Re: voglio tornare a sorridere 12/09/2018 12:56 #3

Ciao e grazie per la tua risposta, non so cosa mi accade in que momenti, mi chiudo, mi isolo completamente daal mondo esterno, e trascorro giorni interi a mangiare. Perdo di vista me e la mia persona, sono consapevole che dopo staro male ma in quel monento non riesco a smettere! Mi piace andare iin palestra, leggere, camminare ma in quei momenti smetto di fare tutto, il mio cervello è come se si scollegasse da me stessa, non so perche mi comporto cosi perche in quei mmomenti io non penso a nulla. Provo a raccontarti qualcosa di me, lavoro in un negozio di abbigliamento, ho interrotto gli studi universitari a tre esami dalla laurea, per che ero arrivata ad un punto in cui non ce la facevo più, sono andata a vivere da sola da oramai 4 anni, tra pochi giorni finiro di lavorare in quel negozio per mia scelta, sento che non è la mia strada. Non sono fidanzata, ho avuto due relazioni la piu importante dai 13 ai 21 anni, ci siamo lasciati nel 2011, poi ci siamo rivisti ma mi ha ferito di nuovo, ho amato davvero tanto quel ragazzo, ma purtroppo mi ha deluso e ferito. Sono piuttosto introversa, e al contempo molto severa con me stessa pretendo il massimo in tutto, e a volte non riuscire a controllare le mie abbuffate mi svilisce, mi fa sentire impotente, mi indebolisce, e mi altera l umore. Mi piace vivere con la consapevolezza che si può essere felici ma io mi torturo perche non riesco piu ad essere appagata dalle piccole cose, le più importanti. Mi sento come in un limbo da cui non riesco ad uscire come se fossi intrappolata dentro me stessa. So che puo sembrare surreale cio vhe scrivo ma è il mio stato d animo attuale, e lo immagino come tantissimi fili intrecciati disortdinatamente uno all altro e sembra impossibile poterli sciogliere. Ho provato qualche volta ad andare da due psicologi diversi, ma nulla non riesco ad esprimermi alla fine racconto solo una parte piccolissima di me ed entrambi mi hanno detto che devo crederr in me stessa, io sono combattiva ci provo ma inevitabilemte crollo e fa fatica cercare di rialzarsi. L unico mio pensier attuale è che l ago della bilancia scenda dopo questi 4 giorni di abbuffate ho bisogno di tornarmi a vedere magra
Ultima modifica: Da .

Re: voglio tornare a sorridere 13/09/2018 19:40 #4

  • Volontario del Sorriso (moderatore)
Ciao Chiara,
Grazie per averci raccontato di te.
Ci sembra di notare un collegamento (ma ti preghiamo di darci conferma) tra l’inizio dei tuoi disturbi alimentari con la fine o con la fase tribolata della tua lunga relazione.
Tu pensi che ci sia un nesso fra le due cose ? Sei riuscita ad affrontare questo nodo con gli psicologi da cui sei andata ?
Ci piacerebbe anche conoscere quali sono le tue relazioni: com’è il tuo rapporto con i tuoi genitori ? Hai fratelli e/o sorelle ? Non ci dici se hai e frequenti degli amici.
Ti chiediamo questo perché è importante avere anche una rete di sostegno che ci possa spronare e supportare nel corso della vita; persone con cui condividere ed affrontare insieme i propri momenti difficili.
Ci ha colpito poi il passo in cui dici che stai abbandonando il lavoro perché senti che non è la tua strada; quale pensi che sia la tua strada ? Vorresti riprendere gli studi ?
Un grande abbraccio !
Ultima modifica: Da .

Re: voglio tornare a sorridere 13/09/2018 21:11 #5

Ciao, e grazie per la tua risposta, si inconsapevolmente iniziò tutto da li, lo lascai perché ero stanca di quel rapporto e credevo di non amarlo piu, ma dentro di me non avevo mai smesso di pensare a lui, è stata la prima persona importante al di fuori della mia famiglia, siamo cresciuti insieme, mi ha reso felice ma al contempo mi ha fatto soffrire, e il mio rapporto con gli uomini non è dei migliori. Ho paura a lasciarmi andare per paura di soffrire, cerco di non legarmi troppo ma alla fine sono una persona di cuore e inevitabilmente mi affeziono e mi è successo di risoffrire, ed è difficile per me metabolizzare la cosa, nonostante io sappia chi sono e cosa voglio. Sono sempre stata determinata nel riiuscire o perlomeno provare in qualsiasi ostacolo la vita mi abbia proposto, ho un carattere abbastanza solitario, non mi piace circondarmi di tante amicizie, ho solo una migliore amica, la persona con cui parlo rido e mi diverto. Ho una sorella che è la persona piu importante della mia vita, i miei genitori soono separati da quando avevo tredici anni, sono cresciuta ib fretta, ho iniziato presto ad assumermi diverse responsabilità. Studiavo e lavoravo avvertivo il bisogno di sentirmi indipendente nonostante mio papa mi abbia aiutato negli studi. con loro ho sempre avuto un rapporto un po travagliato, Soprattutto con papà, ho sempre cercato di dimostrargli che alla fine io ce la posso fare, non mi sono mai sentita di potermi appoggiare a lui per un sostegno personale, nonostante io lo stimi da impazzire, siamo come due linee che camminano vicine ma hanno deciso di non incontrarsi, perche nessuno dei due si muove verso l altro, q volte vorrei che mi dicesse sono fiero di te. Lui è come me non esterna le emozioni, però riesce benissimo a mostrare tutti i suoi difetti. Mia mamma invece è l opposto di me, è tranquilla, remissiva, disponibile, ma l ho sempre vista piu fragile di me e quindii in lei non riesco a trovare vero sostegno. Io sono orgogliosa e testarda, mi piace dimostraare a me stessa che ce la posso fare, ma poi mi capitano momenti in cui crollo, momenti in cui perdo il senso di me, il contatto con me e quei momenti sono quelli in cui mi abbuffo, e mi vergogno a dirlo ma mi faccio schifo. Io sono molto chiusa, e andare dallo psicologo pensavo mi aiutasse ma nel momento in cui andavo prima di entrare volevo tirare tutto fuori, ma inevitabilmente tornavo a chiudermmi raccontavo poche cose, marginali. Qui ora per me è piu semplice perché sto scrivendo, perché sono dietro una tastiera e può sembrare paradossale ma mi viene piu semplice. Non credo che riprendero gli studi, io vorrei trovare la mia pace il mio equilibrio, non essere ossesionata dalla mia immagine dal mio peso, ci sono periodi come la scorsa estate che sono arrivata a pesare 47 chili e stavo bene anzi benissimo ( nonostante il ciclo non mi venisse e mia mamma piangeva perche mi vedeva dimagrire) io stavo bene, poi ho iniziato ad abbuffarmi e sono arrivata a pesare 55 chili il mondo mi è crollato addosso ho iniziato a stare male, e ora passo periodi in cui dimagrisco e poi prendo peso, io voglio tornare ad avere un rapporto sano con il cibo ma sopratutto voglio guardarmi e piacermi e io mi piacio solo se sono magra solo se peso cosi poco. Ora dico una cosa che non ho mai detto a nessuno, vedermi magra magra, mi fa sentire piu dolce con me stessa, mi fa sentire piccolina. Scusami per questo testo lunghissimo
Ultima modifica: Da .

Re: voglio tornare a sorridere 14/09/2018 19:09 #6

  • Volontario del Sorriso (moderatore)
Cara Chiara,
abbiamo letto molto attentamente quello che ci hai scritto.

Anche se tu scrivi che vederti magra ti fa sentire meglio, crediamo tu sappia che magro non sempre è sinonimo di "sano", anzi. Il fatto che ti senti bene con te stessa in quel momento non vuol dire che il tuo corpo stia bene; ci possono essere conseguenze fisiche e psicologiche importanti nel breve e nel lungo termine.

Quello che vogliamo farti capire è che, se hai bisogno di sfogarti e raccontarci tutto quello che vuoi noi siamo qui per ascoltarti. Ma se quello che realmente vuoi è stare bene, allora forse dovremmo provare a ragionare in altro modo. Esistono dei centri specializzati per i disturbi dell'alimentazione, che uniscono un percorso medico per il fisico ad un percorso psicologico che indaga sulla radice del problema. Noi possiamo aiutarti ad individuare queste strutture se ci dici in che città abiti (ce ne sono anche di gratuite). Cosa ne pensi?

Chiedere aiuto è un atto di grande coraggio ma spesso è quello che ci "salva"
Speriamo tu abbia modo di riflettere su quello che ti abbiamo scritto.

Ti mandiamo un grande abbraccio!
Ultima modifica: Da .

Re: voglio tornare a sorridere 19/09/2018 21:18 #7

Ciao e scusaa nel ritardo nella risposta, sono di sanremo! Questi sono stati per me giorni bui, giorni dove non riesco piu a gioire di niente, non riesco piu a provare nessun tipo di emozione nei confronti di nulla, vorrei solo scappare, sparire, diventare piccola piccola, non riesco piu a trovare un motivo vero per cui valga la pena vivere e sorridere. Mi sento di avere un peso da 1000 kg dentro di me
Ultima modifica: Da .

Re: voglio tornare a sorridere 20/09/2018 16:33 #8

  • Volontario del Sorriso (moderatore)
Ciao Chiara 14,
ci ha colpito la frase che tu hai scritto " mi sento un peso di 1000 Kg dentro di me".
Cosa pensi che pesi così tanto dentro di te? Dalle una forma cerca un'immagine che corrisponda a un peso di 1000 Kg, prova a raffigurartelo e a pensare se puoi farla uscire e cercando una risposta a buttarla via, dietro le spalle e farla sparire. Chiediti se ce la fai da sola oppure se hai bisogno di qualcuno che ti aiuti.
Il tuo nemico non è il cibo, perché mangiare bene ti fa stare bene.
Ci racconti che ti pesa vivere, ci chiediamo se conosci il mondo intorno a te, oppure lo subisci.
Lo stesso meccanismo vale anche per l'argomento cibo.
Se sai come alimentarti e perché, se conosci i meccanismi di condizionamento che ci spingono tutti, verso un certo stile alimentare o un determinato aspetto fisico, saprai come comportarti e potrai difenderti anche nei momenti di disturbo alimentare.
Mangiare non è solo nutrirsi, mangiare è un'attività che riguarda il corpo, il cuore e la mente.

Crediamo che tu possa avere tutte le forze per affrontare questo disagio di cui ci parli, ma se vuoi essere aiutata potresti rivolgerti nella zona di Imperia alla ASL 1 imperiese. Responsabile è la Dor.ssa Stefania Demontis dirigente del servizio Nutrizione territoriale e Centro per i Disturbi Alimentari.
Se vuoi approfondire sia a Sanremo o spostandoti verso Genova vi sono diversi altri centri per i disturbi alimentari come a Genova Quarto in via degli Operai 80 , Genova Fiumara e anche a Pietra Ligure.

Cara Chiara documentati e solo nella conoscenza potrai valutare bene qual'è la tua strada, però se possiamo dire la nostra, un aiuto è necessario.

Aspettiamo di sapere come stai, cosa ne pensi. Intanto un mondo di sorrisi
Ultima modifica: Da .
  • Pagina
  • 1
Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.
Navigando sul sito accetti di esserne al corrente.