Benvenuti nel Forum del Sorriso

Avviso per gli utenti già iscritti al forum del Sorriso Telefono Giovani:

Accedi al nuovo forum utilizzando la procedura "password dimenticata" e segui la procedura fino alla fine... grazie!
Dovrai inserire il tuo indirizzo mail di registrazione: se l'indirizzo mail non è più valido oppure non lo ricordi scrivi a primoaccesso@sorrisotelefonogiovani.it indicando il tuo nick.
Riceverai una password provvisoria per il tuo primo accesso.

Nome Utente
Password
 
  Ricordami

  • Pagina
  • 1
  • 2

ARGOMENTO: Problemi con il cibo

Re: Problemi con il cibo 19/02/2020 18:25 #16

Vorrei arrivare ai 45 kg perché mi vedevo meglio un più magra e mi sentivo più leggera..ma non ci sto riuscendo e sta cosa mi fa sentire male.
Comunque avete capito pienamente la mia situazione cioè loro non capiscono perché io mi vedo in un modo e loro mi vedono in un altro modo... Quindi pensano che io dica cosa irragionevoli,che mi sia fissata su queste cose del fisico.
Si a mia mamma ho provato a dire che mi sento tanto sola e che sono triste (mi vede sempre giù anche lei) però dice che è colpa mia perché sono sempre chiusa, ho sempre il muso e non parlo..
Invece mia sorella mi capisce di più su queste cose e un po' mi aiuta (per le cose che non riguardano il cibo)..
Comunque loro hanno capito che ho un problema col cibo, anzi me lo sottolineano sempre, cioè lo vedono, però volevano che lo superassi io stessa, perché devo essere forte ecc e non crollare alle prime difficoltà..
E quindi sono demotivata anche io perché poi per tutto il giorno mi chiedo ma perché non riesco io da sola come si aspetterebbero loro?
Comunque per la verità non me la sentirei di fargli vedere quello. CHe ho scritto a voi perché so già cosa mi direbbero...e io ho provato a riprendere il countrollo su quello che mangio ma è una cosa strana.. É come se ne avessi bisogno e questa cosa mi fa una paura grandissima
Ultima modifica: Da .

Re: Problemi con il cibo 19/02/2020 19:29 #17

  • Volontario del Sorriso (moderatore)
Ciao Ludovicakk,

parlavi di sentirti leggera, ma la leggerezza viene dal di dentro.
Non è facile bisogna anche ascoltare chi ti può aiutare. Vai dal nutrizionista e parlagli tranquillamente senza timore e senza paure

Non rinunciare a questa visita perché il nutrizionista ti indica ciò che ti può andare bene,
per la tua età, peso ed energia che consumi.

Non scoraggiarti ne mollare. Hai aspettato tanto, perché di questa visita ne parlavi già a dicembre, allora vai e sfrutta questa opportunità.

Un abbraccio e aspettiamo notizie!
Ultima modifica: Da .

Re: Problemi con il cibo 20/02/2020 09:45 #18

  • Volontario del Sorriso (moderatore)
E poi volevamo aggiungere una cosa.
In realtà anche se tu andrai dal terapista, non sarà lui a fare il lavoro per te, rassicura tua mamma e tua sorella il lavoro che ci sarà da fare, lo dovrai sempre fare TU, da sola, nessun altro in questo mondo potrà risolvere il tuo problema se non te stessa. Quello che il terapista fa, e la famiglia supporta, è semplicemente aiutarti a fare chiarezza, darti degli strumenti, sostenerti, farti riflettere e accompagnarti.
Lui può solo indicarti il percorso, ma sei tu che devi percorrerlo.
Quindi che tu vada o non vada dal terapista, nella sostanza non cambia nulla, perché sarai sempre tu a dovere correggere un bel giorno le tue abitudini alimentari. E per correggere le abitudini alimentari, dovrai probabilmente prima occuparti dei tuoi scompensi emotivi e psicologici, che ti fanno vedere così grassa da non uscire dal banco a ricreazione, nel momento in cui pesi 50 kg. forse anche di quel tuo essere chiusa e avere sempre il muso, come suggerisce tua mamma.

Quando noi facciamo il corso per diventare volontari, e poi periodicamente per mantenere fresca la formazione, facciamo lezioni con molti psicologi specializzati in disturbi alimentari e, senza volerti spaventare visto che già il medico di base lo ha scritto, però ti possiamo dire che una delle caratteristiche dell'anoressia è che chi ne soffre non vede la sua magrezza, continua a vedersi grasso anche quando scende drammaticamente sotto peso e tutti gli altri vedono solo un vuoto sacchettino pelle e ossa.

Siccome coi tuoi mezzi per un anno di fila non sei riuscita a ristabilire abitudini corrette, anche a causa del fatto che tua mamma e tua sorella hanno un loro modo per cercare di aiutarti, cercare di farti reagire per risolvere da sola questo problema, che però purtroppo con te non funziona valuta bene le tue future mosse.
Se tu continui, per non dispiacere a tua mamma e a tua sorella, a preservare un'immagine falsata della situazione, come hai fatto col medico di base, noi temiamo che tu farai lo stesso anche con il nutrizionista, e nessuno saprà che tu già da tempo vomiti spesso e hai dei comportamenti veramente negativi per quanto riguarda la tua alimentazione.

Quello che tu fai subire al tuo fisico oggi a 18 anni, potrebbe avere un impatto sulle tue giunture, sulla tua elasticità, sul tuo benessere, persino sulla tua fertilità fra 10 o 20 anni! Non sottovalutare questo problema, perché una ragazza di un metro e 65 può pesare 50 kg ed essere magra, ma se arriva a 45 è denutrita. Il fatto che a te piaccia l'immagine di te denutrita, sarebbe secondo noi uno degli argomenti da approfondire con lo specialista.
Secondo noi l'ideale sarebbe se riuscissi a far leggere almeno a tua sorella quello che hai scritto, prima di andare dal terapista. Ti sarebbe veramente molto utile e ti faciliterebbe il compito quando sarai davanti a lui.
Se, come noi ci auguriamo, deciderai responsabilmente di andare dal terapista, se non avrai condiviso in famiglia la situazione, cerca di entrare da sola, senza la mamma, in modo da sentirti più libera di essere sincera!
Coraggio cara Ludovica questa è una situazione che adesso totalizza la tua esistenza, ma vedrai che presto sarà solo una parentesi, il ricordo di un episodio del tuo passato, da cui sicuramente uscirai più matura e più forte, pronta per le nuove fasi evolutive che ti aspettano lungo il cammino della vita!
Che ne pensi? Ci farai sapere cosa decidi?
Noi ti aspettiamo!
Ultima modifica: 20/02/2020 11:30 Da Volontario del Sorriso

Re: Problemi con il cibo 26/02/2020 19:30 #19

Ciao be si avete ragione sono io che dovrò fare il percorso però comunque con l 'aiuto di altre persone al di fuori della mia famiglia...
E comunque non ci vado più dalla nutrizionista già da settembre perché ho raggiunto il nornopeso e lei mi aveva detto" va bene allora non ci vediamo più ormai non sei più sottopeso, brava "(lei non sapeva niente di come mangiavo male, era convinta che seguissi la sua dieta per filo e per segno e ingrassassi grazie alla sua dieta ma invece no, è io no le ho mai detto niente perché per essere sincera non volevo che mi mandasse da altre parti, non mi sono resa conto di quello che stavo facendo)
E poi volevo dirvi che io mi sento proprio una pattumiera con il cibo, mi sento un vero bidone ogni volta che mangio di più di quello che serve a me... Oggi ho mi sono guardata allo specchio e
ho visto un maiale, sono sempre più grassa. Io voglio fermare tutto questo non mi voglio più rovinare, come mi dite giustamente voi mio corpo ne risentirà e anzi ne sta già risentendo(non ho più il ciclo da 2 anni) , lo sto rovinando, lo sto buttando via, non gli sto dando ciò che gli serve, lo sovraccarico di cose inutili.
Poi ho rivisto una foto dell anno scorso, quando pesavo sui 40 chili e mi sono messa a piangere perché ero molto più bella magra...i jeans mi stavano larghi e non mi intrigavano, ora quando li metto sembro un ippopotamo mi stanno tutti stretti, e anche i maglioni....per la visita non so, e se vado e mi dicono che non ho nessun problema e faccio la figura della stupida?? Purtroppo sono una persona che si fa mille problemi prima di fare qualcosa...
Comunque grazie per la vostra risposta mi ha fatto sentire meglio e mi state incoraggiando molto , perché io tutti i giorni sono sempre triste o per un motivo o per l altro...
Vi saluto a presto
Ultima modifica: Da .

Re: Problemi con il cibo 27/02/2020 17:45 #20

  • Volontario del Sorriso (moderatore)
Bentornata Ludovicakk,

ci fa piacere risentirti, il fatto che tu abbia voglia di raccontare i tuoi stati d'animo anziché tenerti tutto dentro è un buon segno.

Ripartiamo da alcuni punti fermi:

L'appuntamento con lo specialista si avvicina e la tua determinazione ad andarci ed ascoltare quel che avrà da dirti è dimostrata dal fatto che stai immaginando come potrà svolgersi: non aver alcun timore di sembrare una stupida, l'importante è essere del tutto sincera.

Ci racconti che ami allenarti e ti trovi bene con le persone con cui lo fai: quante volte a settimana ti alleni?

Trascorrere del tempo fuori casa coltivando le proprie passioni e hobby è un modo per sentirsi bene con se stessi e con gli altri e nello stesso tempo ci tiene lontani dai fuori pasto che rovinano il momento del pranzo e della cena.


Inoltre ami riuscire bene a scuola e ti sei impegnata molto in vista della maturità: prosegui in questa direzione, hai dimostrato di tenere alla tua preparazione e questo dimostra che sei tenace e porti a termine i tuoi impegni.


Ci potrebbe essere un impegno che saresti disposta a prenderti facendo qualcosa per qualcuno? A scuola, a casa o negli ambienti che frequenti abitualmente?


Rendersi utile aumenta la nostra autostima e nello stesso tempo sposta l'attenzione da noi stessi agli altri...sicuramente c'è più di una cosa che tu sai fare meglio di altri: potresti metterti a disposizione seguendo le tue inclinazioni e vedrai che troverai qualcuno a cui essere di aiuto. Ci dici che ti fai mille problemi per tutto quindi sei una persona sensibile..


Coraggio, se riesci a tenerti impegnata in attività che ti fanno sentire bene, ti allontanerai almeno per un po' dalla tua immagine allo specchio, reale o percepita che sia.
E i pensieri positivi contagiano anche chi ti sta intorno in casa…


Cosa ne pensi?

Aspettiamo tue notizie, intanto un forte abbraccio
Ultima modifica: Da .

Re: Problemi con il cibo 02/03/2020 15:07 #21

Si mi alleno 2 volte a settimana per un ora e mezza ed è il momento della giornata in cui mi sento meglio ...
Comunque io cerco il più possibile di concertrarmi in altre cose ma molto spesso non funziona.
Poi si aiutare gli altri devo dire che è una delle cose cose che mi piace di più e mi fa stare bene, ho fatto volontariato con bambini di una casa famiglia e anche al di fuori e anche con gli anziani però sempre durante l estate perché ho più tempo e sono più libera senza lo studio.
Però I posti dove ho fatto volontariato sono un po' lontani da dove abito, dovrei avere tutto il pomeriggio libero..
Però anche semplicemente andare da mia nonna che vive sola mi fa stare bene, anche perché lei mi vuole tanto bene, mi aiuta chiacchieriamo tanto e mi fa sorridere infatti quando sono da lei mi passano tutti gli altri pensieri..
Ci sono dei giorni invece in cui mentre studio penso al cibo e il resto, ma non lo faccio apposta I pensieri mi nascono spostaneamente e io non riesco a controllarmi
Ultima modifica: Da .

Re: Problemi con il cibo 02/03/2020 16:29 #22

  • Volontario del Sorriso (moderatore)
Ciao Ludovica,
fai bene a distrarti facendo altre cose, ma come noti anche tu ti allontanano dal "problema" ma non ti aiutano ad affrontarlo in modo efficace.
Innanzitutto sarebbe opportuno vista la mancanza del ciclo fare una visita ginecologica (se non l'hai già fatta) e comunque parlarne subito anche al terapista, perchè a 18 anni due anni senza il ciclo non sono uno scherzo, e se il ciclo salta è perchè sei troppo sottopeso

Come affermi precedentemente "vuoi fermare tutto questo per non rovinarti": allora se non affronti la visita dal terapista, come immagini di poter fare?

Cerca di determinarti con ragionevolezza ad adottare l'aiuto del terapista senza timori. Ne hai davvero necessità, non si tratta di "abdicare" si tratta anzi di "cominciare a occuparti del tuo problema"! E per dare ancora più concretezza al tuo appuntamento, ci puoi dire di preciso che giorno e a che ora sei attesa?

Averne parlato con noi è un buon inizio, ma non basta, tua mamma e tua sorella vivono di inganni, la visita è in vista ed è per te un momento molto molto importante, abbiamo fiducia in te che saprai cogliere quello di cui hai bisogno indipendentemente dai pareri in famiglia!

A presto!!
Ultima modifica: 02/03/2020 16:51 Da Volontario del Sorriso

Re: Problemi con il cibo 03/03/2020 22:59 #23

Si infatti mi riesco a dirtrarre per un po poi ci ricado sempre..
Si sono già andata dal ginecologo l anno scorso e mi ha mandato dalla nutrizionista perché ha detto che era un problema di sottopeso (pesavo pochissimo quando sono andata) dato che non ho altri problemi . Quindi sono andata e dopo quando ho preso peso lei mi ha detto (ancora quando ci andavo a settembre) che ormai ho raggiunto il nornopeso e che mi sarebbero tornate entro poco ma non è successo (e io so che è per il cibo, ma lei non lo sapeva)
Comunque la visita è il 12 marzo ho tanta paura e dovrò veramente farmi forza da sola per dire tutta la verità.
E chissà I miei genitori cosa penseranno di me che non ho detto la verità a loro . E chissà cosa mi diranno lì io sono una codarda non so affrontare niente è questo il problema
Ultima modifica: Da .

Re: Problemi con il cibo 04/03/2020 12:45 #24

  • Volontario del Sorriso (moderatore)
Cara Ludovica,
tutto parte dal fatto che, per qualche ragione, tu non ti vuoi bene, sul serio. Tu credi di volerti bene pensando che se pesassi 40 kg saresti "perfetta". Ma in realtà tu stai solo dando spazio a una convinzione distruttiva, che ti dice che così come sei, sei sbagliata, che solo se sarai praticamente invisibile, con una forma bambina, senza seno, senza curve, senza mestruazioni, negando completamente il tuo "femminile", sarai bella, piacerai e potrai volerti bene.
Noi speriamo che rileggerai due o tre volte la frase qui sopra fino ad averla ben assimilata, perchè secondo noi è il CUORE del tuo problema. Pensaci sul serio! Il problema è grave e non si risolve da solo!

Se tu ti volessi bene capiresti che ti stai facendo morire di fame piano piano, volontariamente. E per questo ci deve essere una ragione sottostante che devi capire e curare con l'aiuto dello specialista.
Se tu ti volessi bene sapresti che 40 kg per una donna di 165 cm, sono sotto il limite della sopravvivenza. Se invece per te sono un punto di arrivo, occorre rintracciare la genesi di una simile convinzione para-suicidaria, il trauma che l'ha provocata per curare l'anima, la psiche e la mente, dove hanno fatto corto circuito!

Se tu ti volessi bene, sapresti che hai grande necessità di CORRERE dal terapista giovedì prossimo!
Senza starci a pensare più neanche un secondo. Predisponiti ad ottenere il meglio da questa prima importante seduta. Immaginati la scena, lasci fuori tua mamma, parli da sola col dottore, cosa gli dirai? Ti porterai un foglietto con scritte tutte le cose importanti per non "scordarne" qualcuna? Ricordati che il dottore è lui, ma la cura SEI TU! Se tu gli nascondi dei fatti (i più brutti, quelli che ti fanno vergognare di più, i sentimenti e le emozioni destabilizzanti più profonde che provi, che sono invece i più importanti da comunicare al dottore) lui non ti può aiutare. Solo se tu sarai con lui completamente aperta e sincera la terapia potrà funzionare. Perchè vorrà dire che tu hai davvero voglia di guarire. E tutto dipende da questa tua voglia di risolvere la situazione.

Tieni alta la soglia della determinazione. Se tua mamma o tua sorella ti vogliono far desistere instillandoti sensi di colpa, non sarebbe ora di dirgli la verità di modo che il senso di colpa ricada anche su di loro per aver finora "creduto" a tutte le panzane che hai raccontato? Perchè hai così paura della verità? Tu hai paura che tua mamma non ti voglia più bene se le dici tutto, dì la verità! Ma le mamme perdonano tutto, giudicano certo, ma anche quando sbagli o le deludi, ti vogliono bene a prescindere. Si possono arrabbiare e mettere il muso per un po', ma il bene tra madre e figlia non è in discussione! Non lo credi anche tu nel profondo del tuo cuore?

E poi dicci, ma tua mamma non è preoccupatissima che non hai il ciclo da anni? Fai leva su quello se non vuoi raccontare del cibo, ma fa loro capire che la devono smettere di cercare di sabotare il primo vero tentativo che tu stai facendo per uscire da un problema ormai più grande di te. Cerca di convincerti che, per come stanno le cose, se quello che ci hai raccontato è tutto ed è vero, è UNA FORTUNA ENORME per te che all'appuntamento manchi solo una settimana. Hai sofferto e sopportato abbastanza coi metodi "tuoi" per aver capito che non funzionano e ti serve assolutamente un aiuto. Lasciati aiutare e agevola l'aiuto!

Scusa se sembriamo un disco rotto, ma a nostro meditato avviso, l'appuntamento del 12 tu non lo devi saltare per nessuna ragione al mondo, lo devi anzi scolpire nella pietra perchè sia l'inizio della soluzione del tuo problema.

Torna qua tutte le volte che ti viene un dubbio che ti faremo forza!
Ludovica, dimostra a te stessa che ti vuoi bene, vai dal terapista!

Un grande abbraccio, e su col morale! Vedrai che ce la fai!
Ultima modifica: 04/03/2020 13:05 Da Volontario del Sorriso

Re: Problemi con il cibo 08/03/2020 19:57 #25

Ciao!
Ho letto il vostro messaggio e mi ha fatto riflettere veramente tanto (positivamente) lo ho riletto più di qualche volta. avete ragione in quello che mi dite..
Ora però c'è un altro problema, sembra che la mia visita venga spostata per l emergenza di questi giorni e non so neanche io perché, non Lo avrei mai detto,ma mi viene male perché verrà rimandata a non so quando, tenendo conto però che è da tre mesi che è stata prenotata.. Magari ci vorranno altri tre mesi.
E pensare di andare avanti così per altri tre mesi con il cibo mi fa stare male e mi fa paura.
Ultima modifica: Da .

Re: Problemi con il cibo 10/03/2020 20:33 #26

  • Volontario del Sorriso (moderatore)
Cara Ludovikka18,

siamo contenti che riflettendo su ciò che ti abbiamo consigliato ti sei convinta e rassicurata sul fare la tua visita!

Purtroppo questo periodo di fermo da parte dello stato a causa del Coronavirus continuerà ancora per diversi giorni e la tua visita del 12 marzo sarà sicuramente rimandata.
Questo però non deve né scoraggiarti né farti preoccupare.

Noi siamo sempre qui per sostenerti e per aiutarti.
In questo periodo di attesa puoi continuare a scriverci e a raccontarci delle tua giornate.
Nonostante le difficoltà, noi siamo sempre attivi sul forum e ci farebbe piacere condividere con te i tuoi pensieri e supportarti nel miglior modo possibile.

Ora che sei a casa da scuola, stai facendo lezioni on-line? Riesci a far visita alla tua nonna per chiacchierare con lei e scaricare un po' le tue tensioni?
Stai approfittando per fare cose che ti piacciono? Magari fare una passeggiata al parco o leggere un buon libro?

Facci sapere come procede.

Un forte abbraccio e un grande Sorriso
Ultima modifica: 10/03/2020 20:37 Da Volontario del Sorriso

Re: Problemi con il cibo 16/03/2020 20:10 #27

Ciao☺️
Si stiamo facendo le leizoni online alla mattina(e almeno mi tengono occupata da altre cose).
Da mia nonna ci sto andando poco con il fatto che non si puo uscire..
Poi vado giù con il mio cane così prendo un po d'aria a fare un giro piccolo.
questi giorni ( anche perché i miei genitori sono a casa tutto il giorno) non stanno andando bene... essendo sempre a casa la situazione non migliora anzi.. Faccio fatica a distrarmi, cerco di guardare dei film e di studiare ma è tanto difficile
Ultima modifica: Da .

Re: Problemi con il cibo 16/03/2020 20:12 #28

E pensare che se non ci fosse staya questa emergenza sarei già andata alla visita...
Insomma ho tangi pensieri, ma tanti tanti, la mia testa lavora e rimurgina tutto
Ultima modifica: Da .

Re: Problemi con il cibo 16/03/2020 20:27 #29

  • Volontario del Sorriso (moderatore)
Cara Ludovica,
Purtroppo la situazione sarà bloccata per molto tempo e questo non facilita le cose però potresti cercare di utilizzare il tanto tempo che hai a disposizione in maniera costruttiva.
Approfitta di questo tempo per riflettere sul tuo rapporto con il cibo. Di quello che ti è accaduto e ti sta accadendo; non far girare la testa a vuoto.
Magari puoi anche prendere degli appunti e rileggerli, fare degli schemi, riorganizzare le idee per capire su come ripartire appena la situazione si sblocca.
Visto che la visita con il nutrizionista potrebbe generarti delle ansie, magari puoi prepararti “psicologicamente” per l’incontro. Riordina le idee, prepara il discorso, provalo allo specchio e correggi quello che non ti piace. D’altronde, queste sono le tecniche anche per affrontare un colloquio di lavoro.
Un abbraccio e a presto !
Ultima modifica: Da .
  • Pagina
  • 1
  • 2
Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.
Navigando sul sito accetti di esserne al corrente.