Benvenuti nel Forum del Sorriso

Avviso per gli utenti già iscritti al forum del Sorriso Telefono Giovani:

Accedi al nuovo forum utilizzando la procedura "password dimenticata" e segui la procedura fino alla fine... grazie!
Dovrai inserire il tuo indirizzo mail di registrazione: se l'indirizzo mail non è più valido oppure non lo ricordi scrivi a primoaccesso@sorrisotelefonogiovani.it indicando il tuo nick.
Riceverai una password provvisoria per il tuo primo accesso.

Nome Utente
Password
 
  Ricordami

  • Pagina
  • 1

ARGOMENTO: ABBANDONO SCOLASTICO

ABBANDONO SCOLASTICO 01/05/2013 14:21 #1

Ciao ragazzi e ragazze!!!! Cosa ne pensate sull'abbandono scolastico in età adolescenziale?? Quali sono state le ragioni a farvi abbandonare gli studi? Quali sono stati i problemi? Qualcuno di voi ha smesso per colpa di prese in giro e bullismo? Se si vi va di raccontarci? Dite pure la vostra
Ultima modifica: 17/03/2016 18:29 Da Volontario del Sorriso

Re: ABBANDONO SCOLASTICO 01/05/2013 22:31 #2

  • Volontario del Sorriso (moderatore)
Ciao Jessy, ottimo argomento! ti interessa da vicino?
Speriamo intanto che molti risponderanno
sorrisi!
Ultima modifica: Da .

Re: ABBANDONO SCOLASTICO 02/05/2013 22:10 #3

Carissimi volontari, si mi interessa molto da vicino! Ho dovuto abbandonare scuola 3 annetti fa grazie a dei compagni ovvero "bulli". Facevo prima l'alberghiero ; ho frequentato la prima classe con moltissimi problemi con i miei compagni; mi prendevano in giro pesantemente sia verbalmente che fisicamente, ho subito anche una "violenza"----> un ragazzo mi trascinava in bagno toccandomi e togliendomi i vestiti e altre cose. Quell'anno avevo iniziato ha soffrire di DCA ovvero anoressia (ero arrivata a pesare 30kg purtroppo ma, non perché mi vedevo grassa ma x via di queste brutte situazioni) Sfogavo l'ansia la depressione così! quell'anno sono stata bocciata. L'anno dopo anche, sempre le stesse cose. Dopo ho cambiato scuola, mi trovavo meglio ma, poi sono crollata in una forte depressione, mi facevo del male da sola prima di entrare a scuola. Tutto questo per sfogarmi dalle prese in giro e dalle sofferenza che provavo. Quindi infine x dei bulli sono stata costretta a lasciare scuola. Spero che anche voi avete voglia di raccontare la vostra storia . Vi sono molto vicina. un'abbraccio.
Ultima modifica: 17/03/2016 18:30 Da Volontario del Sorriso

Re: ABBANDONO SCOLASTICO 02/05/2013 22:36 #4

ciao...
l'abbandono è un fenomeno in crescita perchè la scuola non è adeguata ai repentini cambiamenti sociali e lo strapotere dei "ragazzi" vince sulla logica e sul buon senso.

parole come rispetto, educazione e amore ormai hanno perso il loro valore e la loro importanza. le scuole sono parcheggi in cui lasciare i ragazzi in custodia ed alle quali i genitori iperstressati da lavori impossibili delegano il compito di crescerli per affrontare il mondo...

i bulli saranno sempre di più e la scuola sarà sempre meno un valore almeno ke non sia la società a volerne il cambiamento...

una cosa però mi va di dirla...
non è mai tardi per riprendere in mano i libri e rimettersi a studiare!
..è una sensazione spaventosa ed estenuante che raggela e distrugge, quella che si prova quando ad andarsene, è una persona insostituibile.. ed è ancor peggio scoprire che quella persona sei tu..
Ultima modifica: Da .

Re: ABBANDONO SCOLASTICO 10/05/2013 20:15 #5

Sunny come dici tu ormai rispetto educazione e amore non hanno proprio importanza negli adolescenti ma, purtroppo a volte anche da più grandi.Hai detto delle parole davvero sagge Sunny! Il problema secondo me è proprio questo: i genitori dovrebbero insegnare prima di tutto l'educazione ai proprio figli. I bulli come dici tu putroppo saranno sempre in aumento! Ricordate il caso di quel ragazzo disabile picchiato e filmato che poi è stato messo in internet? GENITORI INSEGNATE L'EDUCAZIONE!!!! il bullismo è purtroppo una di quelle cause in cui certi ragazzi sono costretti ad abbandonare gli studi anche se sono molto volenterosi ad imparare.
Ultima modifica: 17/03/2016 18:30 Da Volontario del Sorriso

Re: ABBANDONO SCOLASTICO 13/05/2013 17:08 #6

puntare il dito è facile... i genitori dovrebbero, ma non sempre è possibile.
questo non spezzare una lancia in loro favore e deresponsabilizzarli, ma perchè il più delle volte si trovano in situazioni davvero complicate, lavori assurdi con orari e salari da far impallidire un morto e il non poter dire no, perchè altri 10 son pronti a prendere il loro posto.
chi non ha parenti vicini che li possano aiutare spesso è costretto a chiamare una baby-sitter e quindi va al lavoro per pagare la baby-sytter oltre che la retta o le cose che servono per la scuola ed arrivare alla fine del mese sta sempre più diventando un battaglia senza quartiere..

stanchi e stressati dopo una giornata al lavoro a testa bassa, tornare a casa gioiosi e festosi per ricominciarne un'altra con i propri figli beh, è davvero complicato.. ma non impossibile..

alle volte ci si dimentica che non è la quantità di tempo che un genitore passa con il proprio figlio che fa la differenza, ma la qualità. a tavola la sera, invece della tv sarebbe buona abitudine che ci si raccontasse della giornata, di come è andata e di come ci sentiamo.. invece facciamo delle piccole nicchie dentro di noi in cui chiudere tt quello che non va.. leggere un libro o una favola prima di andare a letto, 10 minuti soli ke valgono l'intera giornata.. eppure si è stanchi e si pretende ke i bambini o i ragazzi comprendano lo stato d'animo del genitore senza ke si sappia il perchè..

i ragazzi sono bombardati incessantemente da messaggi contraddittori: fai il bravo e comportati bene quando magari i genitori hanno appena finito una discussione. come fanno a non andare in crisi o a non avere atteggiamenti provocanti per esempio?

io credo che non si abbia più tempo per essere semplicemente se stessi.
..è una sensazione spaventosa ed estenuante che raggela e distrugge, quella che si prova quando ad andarsene, è una persona insostituibile.. ed è ancor peggio scoprire che quella persona sei tu..
Ultima modifica: Da .

Re: ABBANDONO SCOLASTICO 14/05/2013 10:37 #7

Una frase che mi viene da dire: se vuoi fare il genitore prima di tutto devi essere consapevole che un figlio non è un peluche, ha un cuore, ha delle emozioni, ha un carattere a sè. Al giorno d'oggi mettere su famiglia è molto ma molto difficile a parer mio. purtroppo al giorno d'oggi i genitori stanchissimi dal lavoro non danno molto ascolto ai figli. Io penso che l'ascolto sia la miglior cura a tutto. Ma, non è colpa dei genitori, i lavori molto stressanti di ora non aiutano di certo anzi.... Parole molto sagge hai detto Sunny.
Ultima modifica: 17/03/2016 18:30 Da Volontario del Sorriso

Re: ABBANDONO SCOLASTICO 14/05/2013 11:55 #8

  • Volontario del Sorriso (moderatore)
Una frase che mi viene da dire: se vuoi fare il genitore prima di tutto devi essere consapevole che un figlio non è un peluche, ha un cuore, ha delle emozioni, ha un carattere a sè. Al giorno d'oggi mettere su famiglia è molto ma molto difficile a parer mio. purtroppo al giorno d'oggi i genitori stanchissimi dal lavoro non danno molto ascolto ai figli. Io penso che l'ascolto sia la miglior cura a tutto. Ma, non è colpa dei genitori, i lavori molto stressanti di ora non aiutano di certo anzi.... Parole molto sagge hai detto Sunny.


E' importante che questo concetto passi velocemente nella società in modo che si ricrei una comunità in cui i figli di altri siano anche i nostri figli, la scuola sia attenta ai cambiamenti di umori degli studenti, il Sorriso Telefono Giovani, che fa da Ponte fra tutti continui ad essere apprezzato dai ragazzi e sia sempre più conosciuto.

Ultima modifica: Da .

Re: ABBANDONO SCOLASTICO 15/05/2013 10:43 #9

La scuola sia attenta ai cambiamenti di umore degli studenti é un passo che secondo me sarebbe il top!!!!! in molte ormai questa cosa non c'è!!! queste si che sono parole sagge!!! IL SORRISO TELEFONO GIOVANI è UN'ASSOCIAZIONE DAVVERO SUPER!!! <3
Ultima modifica: 17/03/2016 18:31 Da Volontario del Sorriso

Re: ABBANDONO SCOLASTICO 20/05/2013 07:22 #10

la scuola è attenta ai cambiamenti, solo ke il più delle volte non ha mezzi per poter cambiare le cose... da insegnante dico, vedo, parlo e ci provo ma contro i muri di gomma si può solo rimbalzare.. rischiare denunce e prendere insulti il più delle volte è il risultato dell'interessamento..

e allora ti chiedi se ne vale davvero la pena..
ci provi e continui a farlo perchè è parte della tua professionalità, noi abbiamo a che fare con delle persone, con bambini o ragazzi, e ci si prova perchè per noi loro sono importanti...
ma non me la sento nemmeno di biasimare chi, dopo averci provato, decide di non farlo più dati certi risultati...

..è una sensazione spaventosa ed estenuante che raggela e distrugge, quella che si prova quando ad andarsene, è una persona insostituibile.. ed è ancor peggio scoprire che quella persona sei tu..
Ultima modifica: Da .

Re: ABBANDONO SCOLASTICO 22/05/2013 00:04 #11

  • Volontario del Sorriso (moderatore)
Cara Sunny,

tutti i lavori comportano dei rischi e, sicuramente i ragazzi sono più importanti delle macchine.

Se tu giustifichi i genitori perché troppo impegnati e stanchi, gli insegnanti perché

" contro i muri di gomma si può solo rimbalzare.. rischiare denunce e prendere insulti il più delle volte è il risultato dell'interessamento.."

alle nuove generazioni chi pensa? Sono il nostro futuro e non si può rassegnarsi.
E' invece necessario che insegnanti e genitori si scambino continuamente pareri e impressioni.

Il muro di gomma vedrai che un po' alla volta si solidifica e non fa più rimbalzare.

Coraggio e auguri Sunny
.
Ultima modifica: 22/05/2013 23:24 Da Volontario del Sorriso

Re: ABBANDONO SCOLASTICO 22/05/2013 16:26 #12

io infatti ho detto ke nonostante tutto continuo a provarci perchè il mio lavoro è stare con le persone e io mi preoccupo per loro, ma non mi senti di puntare il dito nemmeno su chi si tira indietro..

essere insegnati comporta dei rischi e chi sceglie questa professione lo sa. io di insegnanti ne conosco moltissimi e tutti animati dallo stesso desiderio di provare a tirar fuori qualcosa di buono da figli e genitori..

noi accompagniamo i loro figli nel percorso di crescita ed accompagnamo anche loro, i genitori, se ce lo lasciano fare e ci offrono la possibilità di spiegare e di farsi aiutare. ma non tutti son disposti a farlo, anzi la maggior parte di loro, e questi sono i famosi muri di gomma contro cui sbattiamo quotidianamente.. ma ci si prova, fino a quando esaurito il pacchetto soluzioni, ilpacchetto energie, il pacchetto speranze alzi le braccia e dici, ok, le ho provate tutte..
non esiste la soluzione perfetta, esistono idee e possibilità per migliorare la situazione, ma se le famiglie che dovrebbero essere il nostro supporto ed aiuto principale non intraprendono o lasciano il percorso, di certo non possiamo fare i miracoli...

forse i genitori dovrebbero partire dal presupposto ke noi NON FACCIAMO MIRACOLI E NON POSSIAMO FARE ANCHE IL LORO LAVORO.
SCUOLA E FAMIGLIA DEVONO LAVORARE INSIEME ALTRIMENTI NON SERVE A NULLA E I MURI DI GOMMA SON SEMPRE PIU' ALTI!

io credo nei giovani e nel futuro, altrimenti dovrei cambiare lavoro...
..è una sensazione spaventosa ed estenuante che raggela e distrugge, quella che si prova quando ad andarsene, è una persona insostituibile.. ed è ancor peggio scoprire che quella persona sei tu..
Ultima modifica: Da .
  • Pagina
  • 1
Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.
Navigando sul sito accetti di esserne al corrente.