Benvenuti nel Forum del Sorriso

Avviso per gli utenti già iscritti al forum del Sorriso Telefono Giovani:

Accedi al nuovo forum utilizzando la procedura "password dimenticata" e segui la procedura fino alla fine... grazie!
Dovrai inserire il tuo indirizzo mail di registrazione: se l'indirizzo mail non è più valido oppure non lo ricordi scrivi a primoaccesso@sorrisotelefonogiovani.it indicando il tuo nick.
Riceverai una password provvisoria per il tuo primo accesso.

Nome Utente
Password
 
  Ricordami

  • Pagina
  • 1

ARGOMENTO: festa della donna

festa della donna 08/03/2012 22:05 #1

  • Volontario del Sorriso (moderatore)
Oggi è l'8 marzo, la festa della donna.
La festeggiate? Conoscete la sua origine?
Cosa ne pensate?
Ultima modifica: Da .

Re: festa della donna 10/03/2012 23:42 #2

ciao!
purtroppo riesco a passare di qui solo oggi...

personalmente per me l'8 marzo è un giorno come tutti gli altri...tra l'altro molto raramente cade di sabato o di domenica, per cui, anche volendo, non c'è tempo di festeggiare....
una volta sola l'ho festeggiato, con delle mie amiche con cui facevo aerobica, ma è passato un secolo: bere, fumare, ridere e scherzare... il giorno dopo dovevo andare a scuola... c'ho guadagnato solo un sacco di sonno e un rimbambimento generale... ne è valsa la pena? mah...

sinceramente la vedo un po' come san valentino: festa che ormai è diventata solo un modo per far soldi/vendere di più... il vero spirito di questo tipo di feste credo si sia quasi perso...
basta vedere la maggior parte delle donne (che conosco io) come festeggiano: escono a fare bagordi fino a tarda notte...

per quanto riguarda il resto, credo che non serva scegliere un giorno per parlare di temi come la discriminazione, la violenza contro le donne, etc... in questo senso, ogni giorno dovrebbe essere la festa della donna...

le donne sono una grande risorsa, a mio parere... e detto da una che non è stata sempre felice di essere nata donna ha ancor più valore direi... purtroppo non sempre tutti ne sono consapevoli a oggi...

[i]DoN’T pReSSuRe uS AnXieTy, I’m a PaSSeNGeR
So DaNGeRoUs AnXieTy, JuSt a PaSSeNGeR…
DoN’T pReSSuRe uS AnXieTy, I’m a PaSSeNGeR
So SeRioUs AnXieTy, JuSt a PaSSeNGeR…
[/i]
"Do yOu BeLieVe eVeRyThiNg HaPPeNs FoR a ReaSoN?
AnD WheN yOu CLoSe yOuR eYeS, Do yOu See ThE FuTuRe?
AnD iF yOu CoULd eSCaPe FRoM PaST,
WouLd YoU Be ReaDy FoR ThE NeXT aDveNTuRe?"


(AVA)
Ultima modifica: Da .

Re: festa della donna 11/03/2012 04:41 #3

io al contrario di lillian (o come lei) spesso mi sono trovato a pensare che avrei preferito nascere donna. Ma di brutto.
Cmq boh, è una festa che mi lascia indifferente ormai, qualche anno fa ho portato le mimose a amiche e parenti, l'anno scorso le ho portate a mia nonna (ed è stata una delle ultime volte che l'ho vista (( ) ...quest'anno ho fatto gli auguri alle mie zie xk ci tengono (specie quella paterna che vedo raramente) e a mia mamma x educazione anche se non le piace come festa. Ho detto auguri a un paio di amiche che ho visto, ma stop....non mi prende più molto come festa, anche xk non esiste una festa dell'uomo e non lo trovo giusto, è uno dei tanti motivi che mi ricorda che oggigiorno la società è delle donne e che io sotto molti aspetti avrei preferito esserla.
Ultima modifica: Da .

Re: festa della donna 11/03/2012 14:15 #4

  • Volontario del Sorriso (moderatore)
Ciao Lilian e ciao Principe!
Avete ragione che la festa delle donne è una festa minore, perchè non è nè un giorno festivo nè succede qualcosa di particolare (tipo pasqua o natale per intenderci). La festa della donna è più una festa di pensiero nel senso che è semplicemente un giorno in cui si è deciso di fermarsi e pensare alle tante disparità che la donna ha dovuto subire negli anni, e che, purtroppo, ancora ora rimangono.

Principe, secondo te perchè la società oggigiorno è delle donne?

In merito a questo, vi linko un articolo molto bello, scritto da Geppy Cucciari (che io trovo strepitosa cmq ) 27esimaora.corriere.it/articolo/care-don...emo-anche-in-italia/

Fateci sapere che ne pensate!!
Ultima modifica: Da .

Re: festa della donna 11/03/2012 16:17 #5

sono connesso dal cell e non posso aprire molti link perché sennò esaurisco i MB di traffico gratuito...
Cmq non ci trovo molta riflessione nell'andare a vedere spogliarellisti, è come se nel giorno della memoria gli ebrei andassero nei night club per festeggiare.
Sono consapevole della situazione di disparità che purtroppo ha riguardato la donna nella storia, e ne sono contrario, tuttavia credo che ora sia quasi il contrario, la donna ha lottato per avere gli stessi diritti dell'uomo, ma spesso è restia per quanto riguarda i doveri o gli svantaggi....per esempio molte ragazze usano la scusa di essere donne per poter dire di tutto a una persona senza ripercussioni, mentre se io dico di tutto a un uomo può darmi un pugno ed è giustificato (no di certo da me, contrario alla violenza in ogni forma) oppure una ragazza è lecito che schiaffeggi un ragazzo, se lui reagisce viene dipinto come un mostro.
La parità dei sessi deve essere garantita sia con il sole che con la pioggia, non per comodità!!
Ultima modifica: Da .

Re: festa della donna 11/03/2012 16:39 #6

  • Volontario del Sorriso (moderatore)
Ciao principe, quella che tu dipingi è la triste china che ha preso la festa della donna (spogliarelli ecc) un po' come i cioccolatini e co a S. Valentino. Il consumismo cerca di sfruttare qualsiasi cosa per farci comprare, comprare... e spesso noi ci abbocchiamo.

Ad ogni modo, gli esempi che fai tu non riguardano i diritti civili, ma questioni di costume, regole non scritte della società. E se è vero che possono dare fastidio, è un po' irrealistico pensare che siccome le donne hanno oggi gli stessi diritti di un uomo (cosa, in ambiti come il lavoro, non vera) allora sia anche da mettere in pari il fatto che un uomo possa picchiarle... Ma sicuramente non volevi dire questo. Il fatto poi che ci siano donne che se ne approfittano...è da mettere in conto, così come c'è sempre, in qualsiasi ambito qualcuno che si approfitta della situazione...non credi?

PS:
Sulle alpi la festa degli uomini esiste, è il 2 agosto, anche se è una festa più che altro goliardica

sorrisi!!
Ultima modifica: Da .

Re: festa della donna 12/03/2012 04:11 #7

Non a caso ho detto che la società è delle donne, mica il diritto.
E cmq ci sono diversi ambiti in cui le donne sono avvantaggiate, per esempio vanno in pensione prima degli uomini e questa è una gran cavolata, non ne vedo il senso.
Non sono assolutamente misogino, anzi, vado molto più d'accordo con le donne che con gli uomini, ma credo che molti di questi svantaggi della donna di cui si parla molto sono luoghi comuni di cui molte donne si approfittano per fare un pochino le vittime...
Spero sia chiaro che non sono un maschilista, odio i maschilisti molto di più di quanto odio le femministe, perché essere femminista a volte è indice di egoismo della donna, ma essere maschilista significa proprio essere ignorante e ottuso e se c'è una cosa che disprezzo è l'ottusaggine .
Ultima modifica: Da .

Re: festa della donna 24/03/2012 22:15 #8

mah, personalmente credo che qui si stia confondendo il concetto di "uguaglianza" con quello di "non discriminazione"... sinceramente credo siano invece concetti un po' diversi...

io la vedo così...
l'uomo e la donna NON sono uguali, e per quanto uno possa sforzarsi di vederli uguali o farli diventare uguali, non lo potranno mai essere... altrimenti non saremmo stati creati uomo e donna... o no??

detto questo, la "non discriminazione" è una cosa un po' diversa... e questa purtroppo c'è ancora, ed è ancora viva e concreta nella ns società... prendiamo un esempio a caso, direi anche abbastanza banale, però è senza dubbio conseguenza di un certo "sentimento" ben radicato...
in Italia, se mi sposo, a meno che non chieda espressamente, prendo il cognome di mio marito.... nascono dei figli: prendono il cognome del padre, a parte casi particolarissimi...
in molti Paesi non è così (Spagna, Germania per citarne 2)... qui da noi se porti il cognome di tua madre, vuol dire che "è successo qualcosa che non va bene"...

esempio molto stupido, ma in qualche modo è discriminatorio anche questo, perchè la donna è in posizione "subordinata" rispetto all'uomo, che conserva sempre e cmq il suo cognome...

di esempi stupidi se ne potrebbero fare credo anche altri... ma in generale quello che tutti dovremmo cercare di debellare è questa mentalità che resiste, quella discriminatoria, e non solo verso le donne cmq...
"Do yOu BeLieVe eVeRyThiNg HaPPeNs FoR a ReaSoN?
AnD WheN yOu CLoSe yOuR eYeS, Do yOu See ThE FuTuRe?
AnD iF yOu CoULd eSCaPe FRoM PaST,
WouLd YoU Be ReaDy FoR ThE NeXT aDveNTuRe?"


(AVA)
Ultima modifica: Da .

Re: festa della donna 24/03/2012 23:57 #9

  • Volontario del Sorriso (moderatore)
Certo Lillian182,
ce ne sono molti di esempi tipo il tuo che però tocca talvola a noi modificare in base al buonsenso.
Per esempio il nome sulla quida telefonica dei telefoni fissi.
Questo aspetto con la venuta dei cellulari è diventato meno importante, ma prima....
Non so se ora si posono mettere entrambi i nomi.
Quando mi sono sposata io non si poteva, ma avendo io più contatti con l'esterno, ho concordato con mio marito che era preferibile indicare il mio nome e cognome da nubile+cognome da sposata.
Per noi è stato naturale, ma pensandoci bene, forse siamo stati una eccezione.
Certo, bisogna farsi anche parte attiva e non accettare passivamente le consuetudini.

Sulla parità dei diritti civili è necessario che noi donne, senza fare le suffraggette, ci prendiamo ciò che ci è naturalmente dovuto, in base alla opportunità (come più sopra indicato), alle capacità, al merito, ma assolutamente non in base al sesso. Che c'entra?
Certo siamo noi che mettiamo al mondo i figli, ma al di fuori di questo argomento, ciascuno ha le proprie caratteristiche, e di conseguenza i propri diritti.
Perché la posizione deve essere subordinata?

Siete d'accordo?.

Sorrisi.
Ultima modifica: 25/03/2012 00:03 Da Volontario del Sorriso

Re: festa della donna 10/05/2012 20:40 #10



cosa ne pensate? vi rispecchiate in questa canzone? io ho rinunciato a capirvi
"My prescription for my own healing and the healing of others is to dance.
Dance alone to discover who you are.
Dance with others to discover who you are with.
Dance in a group to discover your place.
Put your psyche in motion and it will heal itself"

- Gabrielle Roth, 5Rhytms creator -
Ultima modifica: Da .
  • Pagina
  • 1
Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.
Navigando sul sito accetti di esserne al corrente.