Benvenuti nel Forum del Sorriso

Avviso per gli utenti già iscritti al forum del Sorriso Telefono Giovani:

Accedi al nuovo forum utilizzando la procedura "password dimenticata" e segui la procedura fino alla fine... grazie!
Dovrai inserire il tuo indirizzo mail di registrazione: se l'indirizzo mail non è più valido oppure non lo ricordi scrivi a primoaccesso@sorrisotelefonogiovani.it indicando il tuo nick.
Riceverai una password provvisoria per il tuo primo accesso.

Nome Utente
Password
 
  Ricordami

ARGOMENTO: Vendetta?

Re: Vendetta? 07/03/2017 20:46 #76

Ho un bella notizia.. sono stata presa ad una università a Milano e quindi a settembre mi trasferisco. Sono contenta, davvero! La facoltà mi piace tanto e l'idea di cambiare aria mi sta facendo star meglio.
Per quanto riguarda il resto.. continua tutto nello stesso modo. Solo che ho capito che è solo colpa mia.. cioè ho qualcosa di sbagliato in me, per questo tutti mi fanno del male. Il mio ex, ora addirittura il mio migliore amico. Voglio solo sapere cosa.. e magari riuscire a far qualcosa, a cambiare. Ho paura di trovarmi in situazioni sbagliate anche a Milano, di conoscere persone che mi faranno del male. Io voglio star bene.. lo voglio davvero ma a volte è talmente difficile sorridere che mi viene lo sconforto. Perché a me? Cosa ho di sbagliato? Faccio davvero così schifo come penso?
Ultima modifica: Da .

Re: Vendetta? 08/03/2017 18:55 #77

  • Volontario del Sorriso (moderatore)
Carissima

grazie di averci subito partecipato questa bella notizia della tua accettazione ad una Università di Milano e del tuo prossimo trasferimento in questa città.

Vedi che già questo cambiamento di vita ti mette già di migliore umore ?
Inoltre ci dici che il tuo ex è diventato il tuo migliore amico.
A questo punto non riusciamo allora a capire perchè hai paura che a Milano ti possa capitare di trovarti in situazioni sbagliate o di conoscere persone che ti faranno del male.
Che cosa esattamente ti fa scatenare questi pensieri negativi ?
Perchè chiedi in che cosa hai sbagliato ?
Perchè dici che pensi di fare schifo ?
Su, Msnkwdd, cerca di essere un po' più positiva. Una buona notizia è arrivata, l Università a Milano.

Rispondi se ti senti alle nostre domande cosi ti capiremo meglio e cercheremo insieme il modo di trovare un giusto percorso per arrivare alla serenità con la quale dovrai iniziare i tuoi studi in settembre.

Aspettiamo quindi molto presto una tua mail.

Ti abbracciamo e ti mandiamo un mondo di sorrisi
Ultima modifica: Da .

Re: Vendetta? 08/03/2017 23:13 #78

"Il mio ex, ora addirittura il mio migliore amico", con questa frase intendevo che sia il mio ex che il mio migliore amico mi hanno fatto del male, non che il mio ex è il mio migliore amico, assolutamente.
Ovviamente i pensieri negativi nascono dal fatto che comunque ho vissuto una relazione non del tutto sana ed è anche successo questo casino con il mio migliore amico.. ho paura semplicemente possa succedere altro. Ho qualcosa di sbagliato, altrimenti perché tutti filo alla fine mi fanno del male?
Certo, una buona notizia è arrivata e lo so benissimo, e ne sono felicissima.
Ultima modifica: Da .

Re: Vendetta? 10/03/2017 20:26 #79

  • Volontario del Sorriso (moderatore)
Ciao Cara, rieccoci

"Ho qualcosa di sbagliato". "Forse sono io a non andar bene. Forse certe persone sono venute al mondo solo per fare da parafulmine di brutti eventi. L'unica spiegazione che riesco a darmi è questa.."
Però sono spiegazioni che tu dai a te stessa, non sono realtà
È vero, le sfortune non arrivano mai da sole, e più ne arrivano meno si rimane stupiti della loro venuta.. Ma noi non pensiamo che queste brutte esperienze siano un mal'occhio.
a volte il male che si vive è frutto dei nostri interessi, dei nostri metodi di ricerca, dei nostri comportamenti.. ma non è mai un anatema. Per fare un esempio banalissimo, se a un ragazzo piacciono le ragazze civette, superficiali e maliziose, non dovrebbe avere troppo da stupirsi se le sue relazioni durano poco. Quello che questo Lui ha da comprendere è che la bellezza di una ragazza non risiede esclusivamente nella sua sensualità.
Di per se, nessuno vuole che la tua vita sia piena di sofferenze.. e nessuno sta operando per questo scopo. Che ne pensi?

A Milano avrai occasione di ricominciare da capo. Sperimenta un po', se ti va! Conosci nuove e svariate persone, cerca di capire cosa è sano e genuino per il tuo spirito e segui le strade che senti.
Che ne dici di provare a capire, poi, cosa ti conduce alle persone che ti fanno del male? È una questione di luoghi? Di gusti? Di compagnie? Riesci a gestire queste persone? Cosa ti piace di loro? Pensaci un po' su

a presto!
Attendiamo tue nuove
Ultima modifica: Da .

Re: Vendetta? 11/07/2017 17:13 #80

In questo periodo di assenza sono cambiate parecchie cose!
Innanzitutto, mi sono diplomata e sono contenta dei risultati.
Dall'ultimo messaggio le cose sono cambiate, sono andata da una psicologa per un po' di tempo ma le cose sono solo peggiorate. Mi ha riempito la testa di cose nuove, mi facevo molte più domande e credevo davvero di impazzire. Sto frequentando nuova gente, forse migliore da un punto di vista ma peggiore dall'altro. Ogni sera fumo o bevo, perchè è davvero difficile essere lucida a volte. Forse sto sbagliando, o forse no. Vorrei smettere perché mi sto facendo del male ma non posso smettere perché altrimenti impazzirei.
Il fratello di una mia amica è diventato il mio ragazzo. È iniziato tutto ad una festa quando, entrambi ubriachi, ci siamo baciati. Le cose vanno apparentemente bene con lui, abbiamo molti interessi in comune e scherziamo spesso. Il problema è che io ho tantissima paura. Ho paura anche lui possa rivelarsi una persona di merda come il mio ex ed il mio amico. Non riesco a far niente con lui perché, se pure ci proviamo, a me vengono attacchi di panico. Ho tanta paura di mandare tutto a puttane e, una parte di me, non è nemmeno convinta di volerlo. È come se avessi bisogno di qualcuno accanto a me.
Ma se lui si rivelasse uno stronzo? Non voglio star male ancora, non ce la faccio più..
in qualsiasi caso, fra meno di due mesi parto per Milano e sono così contenta!
Scusate per l'assenza ma avevo bisogno di capire cosa fare della mia condizione.
Spero rispondiate presto perché ho bisogno di capire come fare per fidarmi di una persona a me vicina.. è così difficile.
Ultima modifica: Da .

Re: Vendetta? 15/07/2017 10:56 #81

  • Volontario del Sorriso (moderatore)
Cara Msnkwdd,

Bentornata! Siamo contenti che tu ci abbia riscritto. Non esistono tempi lunghi e lunghe assenze nel forum, è giusto sentire il proprio tempo interiore, che non corrisponde al tempo dell'orologio, quello è solo una convenzione. E' molto sano invece ascoltarsi per prendere la direzione più giusta per noi.

Ci fa veramente piacere che presto andrai a Milano e potrai cominciare una nuova vita, o quanto meno sperimentare nuove modalità, fare nuove conoscenze e nuove esperienze. Non avrai alcun problema perché sei una ragazza in gamba.

Ci spiace invece sapere che con la psicologa non sia andata molto bene, cosa c'era esattamente che non andava? Magari non era la persona giusta per te. In questi casi conta veramente tanto la sintonia che si instaura con lo psicologo, entrare nella relazione, ascoltare i bisogni del ragazzo. Non sempre si trova al primo colpo, per cui vale sempre la pena fare altri tentativi con persone diverse. E' importante riconoscere che tipo di persona si ha bisogno, che caratteristiche umane dovrebbe avere, come ti piacerebbe essere aiutata da una figura "professionale" come lo psicologo, e più in generale cara Msnkwdd di cosa hai bisogno ora? Se ci fermiamo un attimo e sentiamo noi stessi riusciamo a sentire di cosa abbiamo bisogno.... per poi cercarlo e formulare la giusta richiesta di aiuto ...

Cosa intendi quando dici che questa nuova gente che frequenti è migliore e per certi versi peggiore? Beh certo che fumare e bere tutte le sere non il "top", ed è sano il tuo desiderio di smettere, perchè ti rendi conto che non fa benissimo.... Però come dici tu senza impazzirei. Beh di certo non è il modo migliore per aiutare noi stessi a gestire la sofferenza che abbiamo dentro, però il fumo, l'alcol, gli stupefacenti, il sesso compulsivo, il troppo cibo spesso è un'autocura quando non si sa come fare per stare meglio. In realtà nasconde, in maniera distorta, la volontà sana di stare meglio e una consapevolezza che qualcosa dentro di noi non va, ma cosa non va? e in quel momento non abbiamo gli strumenti per incanalare questa volontà di stare meglio, ecco perchè è importante farsi aiutare da chi ci può insegnare a "come fare". Quali risorse che hai dentro potresti usare per stare meglio? Non ci soffermiamo sul dirti smetti immediatamente di bere e fumare, ma andiamo oltre, vediamo quello che sta sotto a questo tuo bere e fumare e a come ridirezionarle verso la costruzione di noi stessi non verso l'autodistruzione o l'autopunizione. Cara Msnkwdd quali sono i tuoi punti di forza? Noi vediamo una sensibilità ed un intelligenza analitica verso te stessa, la capacità di sentirti... e anche la volontà di cambiare.

Vorresti una consiglio su come fidarti della persona che ti sta vicino. Il modo migliore è sempre vedere quello che fa, come si comporta e se c'è coerenza con quello che fa e che dice... Se troviamo una persona che ci dice di amarmi e poi ci mette le mani addosso, beh questa persona non ci ama, non si può amare solo a parole. Siccome tu vali meriti di stare bene.
Come si comporta ti fa stare bene? ma bene veramente, senza giustificare come sciocchezze i maltrattamenti, toni arroganti, va bene arrabbiarsi siamo esseri umani, ma c'è un limite di tolleranza, e tu sai cosa intendiamo .... Vai dove e da chi ti fa stare veramente bene. Poi le relazioni umane sono sempre una scommessa, ma una bella scommessa, lasciamoci anche sorprendere dalle cose belle, e guardiamo noi stessi con fiducia nella nostra capacità di scegliere ciò che ci fa stare bene.

Una abbraccio fortissimo
Ultima modifica: Da .

Re: Vendetta? 15/02/2018 22:34 #82

Buonasera! Ogni tanto ritorno su questo forum e mi capita spesso di rileggere tutte le cose che scrivevo i mesi precedenti. Sono passati quasi due anni ormai e quante cose sono cambiate!
Sono a Milano da più di 5 mesi ormai e, se all'inizio le cose sono state un po' complicate ora posso dire che amo vivere in questa città. Con quel ragazzo le cose sono andate bene per un periodo ma mantenere una relazione a distanza era diventato troppo difficile per lui. In poche parole, a Novembre ci siamo lasciati ma ogni volta che tornavo nel mio paese continuavamo a vederci e le cose ricominciavano ad andar bene. Quando ci siamo lasciati però, io ho baciato un ragazzo di qui ad una festa.
La situazione ora è di estrema confusione. Non riesco a capire a quale dei due ragazzi io tenga di più. Perché sarebbe molto più facile smettere di parlare con il mio ragazzo che vive lontano e godermi un ragazzo che vive nella mia stessa città. Ma non è così semplice perché il mio ragazzo è davvero una persona d'oro.
Detto ciò, volevo dirvi che sono cambiata. Rileggere tutta la rabbia e la sofferenza che avevo dentro mesi fa mi fa star male perché se ripenso a quei momenti mi viene solo voglia di far del male alle persone che mi hanno distrutta.
E' stato molto difficile fidarsi del mio ragazzo all'inizio, soprattutto nell'ambito fisico. Credo davvero il mio ex mi abbia cambiata tantissimo, ero diventata una persona super insicura e introversa, non ero nemmeno in grado di prendere decisioni da sola. Fortunatamente, le cose ora sono migliorate ma credo davvero che mi porterò tutta questa storia per sempre. Da un certo punto di vista è meglio così però, magari in un futuro mi renderò conto quali persone evitare e non cadrò nella trappola ancora.
Ho dei momenti estremamente no, giorni in cui davvero non ho voglia di far nulla e se qualcuno mi chiede "perché? cosa ti manca?" io non so davvero cosa rispondere. Sto bene qui, ho amici di tutto il mondo, vivo con persone a cui voglio un bene dell'anima. Ma allora perché sto ancora male in certi momenti?
Ultima modifica: Da .

Re: Vendetta? 16/02/2018 18:47 #83

  • Volontario del Sorriso (moderatore)
Ciao Msnkwdd bentornata!

Ci fa davvero piacere leggere che stai meglio e che a Milano ti trovi bene e hai trovato nuovi amici da tutto il mondo, che bello!

Porti dentro in te il vissuto di sofferenza dei mesi passati, tu stessa ci racconti che nel rileggere le cose che hai scritto ti senti male.
Quando qualcosa ci ha fatto soffrire molto deve passare un po' di tempo prima che ce ne liberiamo del tutto, a volte può tornare come stato di confusione o come "momenti estremamente no" come li descrivi tu.

Serve prendere consapevolezza di ciò che ci è successo, capire cosa ci ha lasciato dentro, quali corde ha toccato in noi, non basta cambiare l'ambiente esterno, bisogna continuare a lavorare sul nostro "ambiente interno",
Prova ad osservarti, cosa scatena questo "momento no".
Una frase, un fatto all'apparenza semplice ma che magari fa da cassa di risonanza a qualcosa di nascosto che vuole uscire allo scoperto, una parte di te che vuole esprimersi...

Prova ad ascoltarti e ad accogliere anche questi momenti, non respingerli, cogli invece l'occasione per prenderti cura delle tue parti più fragili, del tuo malessere.
Non c'è persona migliore e più adatta di te che possa imparare a conoscersi e prendersi cura di sé, ci hai pensato?

Siamo un laboratorio continuo di pensieri, sensazioni, immagini, emozioni desideri che dura tutta la vita! Non ci possiamo annoiare mai!
Se impariamo ad accogliere tutto ciò che ci arriva, dalle sensazioni belle a quelle meno belle, possiamo capire tanto di noi stessi e degli altri, basta volerlo, fare attenzione.
Ne vale la pena!
Perché più ci conosciamo più impariamo a gestire meglio la nostra vita e le relazioni con gli altri che è ciò a cui teniamo di più e ci rende felici.

Ed è infatti l'altro argomento di cui ci hai parlato, il tuo "ragazzo d'oro" a cui giustamente tieni molto e questo altro che è vicino a te e puoi magari incontrare tutti i giorni.
Non ci sono ricette fatte nelle relazioni, datti tempo se non riesci a capire a quali dei due tieni di più, ascoltati, sperimentati, senti cosa ti fa stare bene e seguilo restando aperta alle occasioni che la vita ti offre.

Noi, se lo vuoi, siamo un'orecchio disponibile ad ascoltare la complessità e la bellezza del tuo mondo interiore ed accompagnarti nel tuo percorso.

Un caldo abbraccio a presto!
Ultima modifica: 16/02/2018 18:48 Da Volontario del Sorriso

Re: Vendetta? 21/02/2018 02:30 #84

Nei giorni passati ho ragionato molto sulle cose che sono successe l'anno scorso. Mi sono resa conto che la cosa che più mi fa star male al momento è la consapevolezza di essere cambiata per colpa di una persona che mi ha fatto solamente del male. Sapere che il mio ex ha avuto la possibilità di rendermi una persona estremamente debole, insicura, dipendente dalle persone, mi mette molta rabbia. Rabbia perché io stessa sono rimasta in una relazione nella quale l'amore mancava e perché mi sono fatta manipolare a tal punto da volerlo perdonare una volta scoperti i tradimenti.
Ho davvero paura questa debolezza non vada più via.
Ho pensato di fare una seconda prova con uno psicologo, vorrei davvero parlare con qualcuno riguardo i miei momenti no perché ho davvero paura di fare qualcosa di stupido, come è già successo in passato. Il fatto che l'ultima volta dalla psicologa non sia andata bene mi blocca parecchio però.
Ultima modifica: Da .

Re: Vendetta? 22/02/2018 18:08 #85

  • Volontario del Sorriso (moderatore)
Ciao Msnkwdd
hai centrato il punto, hai riflettuto su ciò che ti ha fatto stare male e che ancora ha lasciato una traccia profonda dentro di te, sei arrivata alla decisione giusta: prendertene cura, ovvero PRENDERTI CURA DI TE!

Quando ci succede qualcosa che ci fa stare male siamo arrabbiati con chi ci provoca dolore ma anche con noi stessi, quando e se, proseguiamo a rimanere in una relazione viziata.
Possiamo arrabbiarci per un pò e sfogare la rabbia per liberarci di un evento che ci ha fatto soffrire, ma se permaniamo in questo stato negativo siamo noi che continuiamo a farci del male.

Sotto la rabbia c'è quasi sempre il dolore, la rabbia fa da barriera, ci permette di non contattarlo ma così non ce ne possiamo occupare, non possiamo prenderci cura della ferita.

Lascia uscire il dolore e non giudicarti per ciò che è successo, semplicemente non avevi ancora gli strumenti per capire, eri in una situazione da cui non riuscivi a difenderti!
Anzi devi avere ancor più amore e comprensione verso te stessa per ciò che hai passato . Questa esperienza ti è servita per sapere in quale direzione andare per non farti ancora male...

Farti aiutare da una/o psicologo è un'ottima decisione, il fatto che l'ultima volta non sia andata bene non significa che tu non possa trovare la persona giusta adesso che magari sei più pronta e motivata per fare una terapia, cerca finché non trovi la persona giusta che ti ho aiutare e poi facci sapere.

Un abbraccio forte
Ultima modifica: Da .

Re: Vendetta? 10/03/2018 01:20 #86

Ricordate quell'episodio che vi ho accennato un anno fa, riguardo il mio migliore amico che si approfitta di me?
Dopo un paio di mesi le cose sono tornate come prima, tutto andava bene tra di noi. Ovviamente questo episodio (insieme a quello del mio ex) ha influito sulla sia sicurezza nello stare con altre persone da sola.
Di conseguenza, le conseguenze le porto quindi non ne ero del tutto fuori. Domenica scorsa sono tornata nel mio paese di origine e sono stata a casa sua a giocare al computer. Io avevo uno strano sentimento, lo sentivo diverso. Ad un certo punto ho anche avuto paura potesse capitare una cosa simile all'altra di nuovo. Fortunatamente alla fine sono tornata a e casa e tutto bene. Dopo due giorni, vidi che le cose tra noi due non stavano andando molto bene, mi rispondeva dopo tanto e con poche parole ". Lui mi ha risposto dicendomi che si sentiva una di "istinto sessuale/affettivo" e che era più meno quello che aveva provato la prima volta. Mi ha anche aggiunto che non potevo pensare una cosa del genere, aggiungendo un "se tu avessi fatto un cenno l'altra volta, io avrei smesso. Non era con forza". Io non so cosa fare e cosa pensare.
Ultima modifica: Da .

Re: Vendetta? 12/03/2018 17:18 #87

  • Volontario del Sorriso (moderatore)
cara MSNKWDD
(nick di cui non ricordo il significato...)
eccoci:

+ci racconti velatamente di qualcosa e di sensazioni che hai vissuto in occasione del tuo ritorno al paese.
Velataemnte affiorano ricordi e sensazioni non belle del tuo passato.
cosa significa questo che scrivi:
si sentiva una di "istinto sessuale/affettivo" e che era più meno quello che aveva provato la prima volta


anche questo che dici
se tu avessi fatto un cenno l'altra volta, io avrei smesso. Non era con forza". Io non so cosa fare e cosa pensare.


ci fa pensare a una situazione poco chiara e poco "digerita" del passato.

Hai voglia di parlarne
hai voglia di telefonarci e raccontarci meglio?

ti aspettiamo
ciao
Ultima modifica: 12/03/2018 18:55 Da Volontario del Sorriso

Re: Vendetta? 13/03/2018 01:13 #88

Ho riletto ora il messaggio che ho inviato e chiedo scusa, è davvero incomprensibile, non ero in ottime condizioni.
Comunque, per quanto riguarda ciò che è successo nel passato con questo amico, posso dire che lui si è approfittato di me in un momento in cui non ero lucida. Non so se posso scrivere cose dirette qui, per questo motivo preferisco non farlo e magari avere un vostro consenso. Ma ciò che serve capire è che io non ho reagito, non mi sono né fermata, né l'ho allontanato ma non ho nemmeno fatto capire io volessi ciò che stesse succedendo. Ero completamente sotto shock, non credevo davvero il mio migliore amico potesse farmi una cosa del genere, soprattuto in un periodo tanto buio della mia vita.
Dopo tutto questo, io ho smesso di parlare con lui per un po' di tempo. I rapporti piano piano si sono riavvicinati e, fino a domenica, tutto andava più che bene. Domenica sono andata a casa sua, per la seconda volta soli in un luogo chiuso. Io avevo una strana sensazione, lo sentivo diverso, strano, ne avevo quasi paura. Ovviamente ho fatto finta di niente e ho cercato di passare una serata normale. Quando usciamo lui mi dice che il padre gli aveva da poco scritto che era rientrato. A quel punto, quando sono tornata a casa, ho iniziato a farmi film mentali, credendo non fosse successo niente solo per la presenza del padre. Mi sono sentita anche un po' cattiva mentre pensavo queste cose, come se lo stessi accusando di qualcosa di tanto brutto, ma purtroppo era una sensazione che avevo provato e che non potevo subito cancellare.
Fatto sta che io riparto, tutto sembra andar bene. Dopo un paio di giorni inizia an non rispondermi o a rispondermi dopo ore. A quel punto gli ho chiesto cosa stesse succedendo e lui ha iniziato a raccontarmi un po'. In poche parole, sente il bisogno di affetto/sesso ed ha aggiunto che non è semplice constare con me, poiché ha sempre provato attrazione fisica bei miei confronti. Ha aggiunto che ha provato gli stessi sentimenti che ha provato il giorno del fatto che ho sopra citato.
Quando gli ho detto che in questo momento io avrei paura di stare da sola con lui, si è incazzato. Ha anche aggiunto che ciò che è successo l'anno scorso sarebbe finito nel momento in cui io avessi fatto un cenno per fargli capire io non volessi quello.
Sinceramente, non so cosa dire o cosa pensare. Non voglio pensare sia tutta colpa mia (ciò che ho pensato subito dopo la nostra conversazione). Il problema è che io a lui ci tengo e non so davvero come comportarmi nei suoi confronti.
Spero ora si capisca un po', scusate per il messaggio precedente X
Buona giornata!
Ultima modifica: Da .

Re: Vendetta? 13/03/2018 19:15 #89

  • Volontario del Sorriso (moderatore)
Ciao Msnkwdd,

abbiamo compreso meglio quello che è successo tra di voi, anche se ti invitiamo a chiarire a te stessa cosa ti aspetti da questo rapporto e soprattutto cosa provi verso questo "amico".
Lui è indubbiamente attratto da te, ma tu cosa provi quando sei con lui?
E se ti fa paura, perché continui a frequentarlo? Forse hai altre attese da questa relazione?

Ti invitiamo a riflettere bene guardando dentro te stessa.
Speriamo di risentirci presto!

sorrisini
Ultima modifica: Da .
Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.
Navigando sul sito accetti di esserne al corrente.