Benvenuti nel Forum del Sorriso

Avviso per gli utenti già iscritti al forum del Sorriso Telefono Giovani:

Accedi al nuovo forum utilizzando la procedura "password dimenticata" e segui la procedura fino alla fine... grazie!
Dovrai inserire il tuo indirizzo mail di registrazione: se l'indirizzo mail non è più valido oppure non lo ricordi scrivi a primoaccesso@sorrisotelefonogiovani.it indicando il tuo nick.
Riceverai una password provvisoria per il tuo primo accesso.

Nome Utente
Password
 
  Ricordami

  • Pagina
  • 1

ARGOMENTO: Eccomi, un mix tra inutilità noia e ansia.

Eccomi, un mix tra inutilità noia e ansia. 24/01/2019 14:11 #1

Buona sera a tutti. Sono una ragazza di 23 anni e frequento l'università. Diciamo che non c'è molto da raccontare della mia vita ed è una delle cose che mi fa più male. Vorrei poter parlare di me, avere degli hobby, ma a parte stare sul divano a guardare serie tv non ho nessuna passione. In realtà mi capita, a volte, di voler intraprendere un percorso ma poi lo concludo dopo poco tempo. Ho iniziato delle lezioni di chitarra, di pianoforte, di basso, di canto,ecc...ma dopo qualche settimana ho rinunciato. In realtà in tutti i casi non è mai stata una vera e propria decisione di lasciare, piuttosto il meccanismo era questo: frequentavo, mi piaceva e mi dava soddisfazione riuscire finalmente a fare qualcosa di diverso- passava il tempo e diventava normale- iniziavo ad annoiarmi- iniziavo ad avere qualche difficoltà che mi demotivava- frequentavo in maniera più saltuaria- dopo qualche giorno mi ritrovavo a non fare più nulla e dimenticare completamente tutto.
Credo che il mio difetto peggiore sia proprio il fatto che mi annoio facilmente e a causa di questo non sono mai riuscita ad avere una relazione stabile.
Attualmente sono fidanzata con un ragazzo da 2 anni e sto cercando in tutti i modi di evitare gli sbagli che ho sempre fatto e cercare di creare un futuro insieme a lui. Ma giuro che tutto ciò è veramente difficile, considerando anche il fatto che lui gran parte del tempo è stato fuori per lavoro. Adesso è fuori nazione da 2 mesi e deve stare altri 2 mesi ancora, ma mi ha promesso che non andrà mai più via perché vede quanto soffro. Tuttavia non mi piace il fatto che deve rinunciare alla sua vita per me.
Per quanto riguarda l'università ovviamente, come tutte le altre cose che ho iniziato, non riesco a finirla. Sono al quinto anno e sto facendo davvero tanta fatica. Ho molti esami lasciati indietro e molte volte ho pensato di arrendermi. Non lo faccio perché non voglio deludere i miei genitori, dopo tutti i sacrifici che hanno fatto per me.
Ogni esame è una tortura... Stare davanti quei libri e piangere al posto di studiare. Ciò che mi fa più rabbia è sentir dire alle persone che la mia è solo pigrizia e che dovrei essere più responsabile. Anche se fosse pigrizia è pur sempre una condizione da cui non riesco ad uscire e ho bisogno di aiuto.
Soffro di ansia e attacchi di panico, conditi da paralisi ipnagogiche. Sono due mesi che non esco da casa e che mangio di continuo. Ho provato a parlarne con le persone più care ma purtroppo non sanno come aiutarmi. Mi sento dentro una gabbia.
Gli unici momenti di spensieratezza li vivo quando vedo la mia cuginetta di 2 anni che ho cresciuto come una nipote. Siamo complici e come mi rende felice questa bambina non riesce a farlo nessuno.
Ma chiusa la porta di casa l'ansia si fa risentire:"i libri sono sono ancora su quel tavolo, hai bisogno di CFU per poter continuare il tirocinio, il tuo ragazzo non è qui ad incoraggiarti, tua mamma ha bisogno di una mano, non la aiuti? Sei una figlia inutile!". Non so cosa devo fare prima: "beh, forse la cosa migliore è mettermi due minuti sul divano a guardare quella puntata che non ho ancora visto". E così finisce la giornata.

Vorrei un'altra vita, vorrei vivere tante esperienze, ma mi ritrovo sempre qui su questo stupido divano a vivere la vita di personaggi immaginari attraverso un computer.
Ultima modifica: Da .

Re: Eccomi, un mix tra inutilità noia e ansia. 24/01/2019 20:32 #2

  • Volontario del Sorriso (moderatore)
Ciao Nymeria,
Innanzitutto, benvenuta e grazie per averci parlato di te.
Già questo è un passo molto importante perché in qualche modo stai cercando di affrontare questa difficoltà (chiamiamola pigrizia per comodità) che stai vivendo.
E’ molto importante che tu abbia già individuato la tua difficoltà perché molto spesso chi ci scrive non ha ben focalizzato la cosa contro cui deve lottare.
Ora non ti resta che trovare la strategia giusta per combatterla. Ce ne sono diverse; sta a te trovare quella che è più nelle tue corde sperimentando diverse cose: puoi rivolgerti a degli specialisti che possono essere psicologi ma anche counselor o coachee che ti possano aiutare a trovare dentro di te le motivazioni per farti allontanare dal divano.
Oppure puoi fare pratiche di meditazione e rilassamento come yoga o corsi di mindfulness.
Certo che la strada che tu sceglierai comporterà uno sforzo che deve andare al di là delle tue dinamiche abituali che ci hai ben descritto. Quindi non aver paura di fallire e se anche capita di perdere la costanza, devi provare ad insistere.
Per fare tutto questo è necessario trovare lo stimolo giusto che puoi trovare dentro di te oppure esternamente. Magari puoi chiedere alle persone più care che ti stimolino continuamente, anche con azioni “forti” oppure lo puoi fare per… diventare un bell’esempio per la tua amata cuginetta, giusto per fare un esempio. Oppure per il tuo ragazzo.
Certo, è necessario un po’ di sacrificio ma crediamo che non si possa fare diversamente. In tutte le situazioni difficili della vita non ci sono soluzioni facili o bacchette magiche ma sappiamo, però, che ogni persona ha tante risorse (molte ancora da scoprire) e che nella vita possiamo incontrare tante persone che ci possono dare una mano… se glielo permettiamo.
Come vedi noi stessi non ti abbiamo dato una soluzione impacchettata perché non ce n’è nessuna che è valida per tutte le persone ma ti abbiamo mostrato un ampio ventaglio di opzioni (che tu puoi liberamente arricchire) per trovare la tua strada.
Perché qualsiasi cambiamento, parte sempre dalla volontà di ciascuno.
Potrebbe essere utile anche qualche lettura a tema… ovviamente non ti suggeriamo i titoli ma ti stimoliamo a ricercarli.
Ci permettiamo, solo, di farti presente che non devi farti carico di tutte le situazioni della tua vita: il tuo compito principale, in questo momento, è lo studio e ad esso devi rivolgere la maggior parte delle tue energie senza disperderle in diverse attività come l’aiuto in casa oppure dedicarsi per forza a qualche hobby.
Certamente questi sono aspetti importanti della propria vita ma in un momento in cui ci si sente troppo carichi è necessario darsi delle priorità; magari esternando questa necessità a tua mamma che comprenderà senz’altro un minor aiuto nella cura della casa...se non ti vedrà sdraiata sul divano ma dedicando il tempo allo studio.
T’invitiamo, cara Nymeria, a riflettere su quanto ti abbiamo scritto ed eventualmente farci sapere i tuoi commenti.
Un abbraccio !
Ultima modifica: 24/01/2019 20:33 Da Volontario del Sorriso
  • Pagina
  • 1
Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.
Navigando sul sito accetti di esserne al corrente.