Benvenuti nel Forum del Sorriso

Avviso per gli utenti già iscritti al forum del Sorriso Telefono Giovani:

Accedi al nuovo forum utilizzando la procedura "password dimenticata" e segui la procedura fino alla fine... grazie!
Dovrai inserire il tuo indirizzo mail di registrazione: se l'indirizzo mail non è più valido oppure non lo ricordi scrivi a primoaccesso@sorrisotelefonogiovani.it indicando il tuo nick.
Riceverai una password provvisoria per il tuo primo accesso.

Nome Utente
Password
 
  Ricordami

  • Pagina
  • 1

ARGOMENTO: Estenuante stanchezza di vivere

Estenuante stanchezza di vivere 25/01/2019 04:54 #1

Eccomi qui, l’ennesima persona in cerca di parole di conforto in questa notte così difficile. Mi faccio un po’ pena a scrivere qua sopra. Non so cosa aspettarmi sinceramente, ma ho tanto bisogno di aiuto e mi attacco a qualsiasi cosa pur di trovare qualcuno che mi dia un’indicazione sul da farsi per non stare cosi.

Innanzitutto mi presento: sono una ragazza di 31 anni, con un buon lavoro ( ma che mi massacra), con persone che mi vogliono bene, che riesce a viaggiare ma che si sente tanto tanto sola e stanca. Da 5 anni ho una relazione con il compagno che ho sempre desiderato, anche se da un anno a questa parte ho come l’impressione che sia sfuggita un po’ di mano la situazione, presi da una vita lavorativa intensa, da stanchezza, da progetti impegnativi e da situazioni familiari non facili. Non so se queste sono scuse, ma non riesco a descrivere meglio.

Voi vi direte: perché sei qua? Ebbene, mi sento pesante, stanca, senza fiato. Spesso mi capita di pensare che Sia una condizione patologica la mia, di avere qualche problema di salute. A salute sembrerebbe che tutto sia a posto. Ma io non sto bene, non ho più forze, non ho più energie, mi sento vecchia, finita, logorata. Eppure voglia di vivere ne avevo da vendere, ma vorrei chiudere gli occhi e non riaprirli piu. Perché se li riapro mi sento stanca, con questo peso al petto, con tremila problemi da superare, il lavoro che mi impiega 24 ore al giorno ed economicamente non mi soddisfa neanche. Alterno momenti di odio verso tutti a momenti di “bisogna comprendere”. Non sono bipolare. Avrei solo bisogno che qualcuno prendesse per un po’ le redini della mia vita e mi guidasse fuori da questo casino. Non sono felice. Mi sento responsabile di qualsiasi cosa. Sento il peso di dover fare qualcosa per tutti. Ma io non sono nata eroe e vorrei per una volta essere salvata io da qualche eroe.

Parole che forse non hanno molto senso, lo so. Ma sono qui a piangere nella speranza che qualcuno possa capire le mie frasi sconnesse. Qualcuno prima o poi dirà che sono pazza, che nasce tutto dalla mia testa. Ma io sono stanca, stanca di questo ruolo che non riesco a gestire. Da quando è morto mio padre ( avevo 10anni) mi sono sempre messa in prima linea. Dovevo essere la forte di casa. Dovevo non dar problemi. Dovevo occuparmi io di non far stare piu male mia madre e mia sorella. Ma questo forse era un po’ troppo per una bimba cosi piccola... e non so neanche se sono davvero riuscita a protegge ciò che amavo.

La mia ancora di felicità sono i miei cani, che amano incondizionatamente, di cui mi sento molto responsabile e di cui vorrei tutto il bene del mondo. Donare amore e riceverlo mi fa stare bene. Amo queste creature e forse sembrerà assurdo ma senza di loro forse non sarei ancora qui a scrivere. Questa mia passione per gli animali l’ho sempre avuta fin da piccolissima. Passavo molto tempo da sola e ricordo che c’era sempre qualche animale del cuore con cui mi intrattenevo. Forse è l’unico argomento che mi tranquillizza. Che mi fa sorridere. Sono creature indifese e così sensibili che mi portano pace.

Non so perché scrivo tutte queste cose, ma non mi sento libera di lasciare questo mondo. Vorrei tanto addormentarmi e non risvegliarmi. Ma non ci riesco. Troppe le cose a cui pensare. È un circolo vizioso, più vorresti chiudere gli occhi e non pensare più a nulla, più tutti i pensieri si accavallano prepotenti. E i sensi di colpa... quelli fanno capolino sempre.

È notte, sono disperata, mi pentirò sicuramente di quello che scriverò qui, ma non si può vivere in questo modo. Non è giusto. Non posso sentirmi una vecchia di 80 anni a 31. Odio il tempo che passa. Fra qualche mese ne compirò 32 e mi mette angoscia sapere che è passato un altro anno. Avevo organizzato tutta la mia vita, e poi l’amore è arrivato e mi ha scombussolato tutti i miei piano. Non so se ho fatto la cosa giusta, ma in quel momento l’amore ha preso il sopravvento al mio “programma”. Un programma per essere felice. Non c’è più adesso quel programma. Non sono più sola, ho il mio compagno e si sa la vita è fatta di compromessi. Mi sento già vecchia per un figlio, che avrei tanto desiderato, ma non in queste condizioni do vita. La stanchezza non me lo permeterebbe, il lavoro neppure. Un paese di merda neanche. Sarebbe egoista da parte mia mettere al mondo un figlio in questa situazione. Ed ecco quindi che sono finita. A 32 anni mi sento finita, vecchia, consumata. E arranco giorno per giorno aspettando che domani sia migliore. È anni che aspetto “quel domabi”. Non arriva. Io vorrei essere solo felice ma non ci riesco.

Grazie per aver letto fino a qui, il vostro aiuto per molti è prezioso. Spero lo sia anche per me anche se mi sento così incazzata e incompresa. Non penso che qualcuno voglia davvero cercare di comprendere una mente così distorta. Vorrei piangere ancora e sfogarmi ma nemmeno quello riesco davvero fino in fondo.
Ultima modifica: Da .

Re: Estenuante stanchezza di vivere 25/01/2019 21:40 #2

  • Volontario del Sorriso (moderatore)
Buonasera Coral, e grazie della fiducia che ci hai accordato raccontandoci un po' di cose della tua vita!
Sentiamo la grande fatica che e' parte della tua vita in questo momento, certo che 3 mila problemi da superare ed un lavoro che impegna 24 ore non ci sembrano una cosa trascurabile.

ti va di raccontarci qualcosa in piu' riguardo alle tue responsabilita', al tuo lavoro, alla tua vita quotidiana o a cio' che ti starebbe a cuore ma che in questo momento parrebbe non avere spazio per emergere?

Le tue parole , secondo noi hanno molto senso, sentiamo il peso delle responsabilita' che ti sei assunta in questi anni, ed il tuo desiderio di essere di aiuto alle persone a cui vuoi molto bene!
E poi ci dici anche che :" vorresti addormentarti e non svegliarti piu'", e poi "mi sento responsabile di qualsiasi cosa", e poi " i sensi di colpa",e " avrei bisogno che qualcuno prendesse in mano le redini della mia vita e mi tirasse fuori da questo casino".
Non pensiamo che tu abbia la mente contorta,pensiamo che sei molto stanca e che hai bisogno di sfogarti ed esprimere i tuoi bisogni,le tue emozioni ed i tuoi sentimenti , e con noi lo puoi fare!

Ci hai raccontato anche della tua passione fin da piccola per gli animali, e del prezioso affetto che hai ricevuto dai tuoi cani , che ti ha sostenuto.

Piangere puo' essere importante e liberatorio!
Coraggio!
Aspettiamo presto tue notizie e riflessioni
un abbraccio
Ultima modifica: Da .
  • Pagina
  • 1
Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.
Navigando sul sito accetti di esserne al corrente.