Benvenuti nel Forum del Sorriso

Avviso per gli utenti già iscritti al forum del Sorriso Telefono Giovani:

Accedi al nuovo forum utilizzando la procedura "password dimenticata" e segui la procedura fino alla fine... grazie!
Dovrai inserire il tuo indirizzo mail di registrazione: se l'indirizzo mail non è più valido oppure non lo ricordi scrivi a primoaccesso@sorrisotelefonogiovani.it indicando il tuo nick.
Riceverai una password provvisoria per il tuo primo accesso.

Nome Utente
Password
 
  Ricordami

  • Pagina
  • 1

ARGOMENTO: mi presento e vi racconto il mio problema

mi presento e vi racconto il mio problema 03/05/2019 16:03 #1

ciao a tutti, sono nuova, una ragazza di quasi 17 anni molto ansiosa e con frequenti attacchi di panico. i miei genitori sono separati da quando andavo in 4 elementare e mi sono sempre sentita una delle cause dei loro litigi. ho deciso di iscrivermi qui perche sono disperata con la scuola, non so piu cosa fare..in prima superiore dopo aver passato un anno scolastico abbastanza difficile e infelice sono stata rimandata e successivamente bocciata agli esami di settembre. quando ho scoperto di essere stata bocciata mi e crollato il mondo addosso perche ancora per una volta avevo fallito e avevo deluso tutti..dopo essere stata parecchio male ho pensato che forse poteva essere un opportunita per trovarmi meglio nella nuova classe(in quella precedente stavo molto male) ed effettivamente mi sono trovata meglio e nonostante comunque varie difficoltà l anno scorso sono stata promossa. adesso non ce la faccio davvero piu ho paura di andare a scuola, sono costantemente in ansia e nonostante io studi e cerchi di fare il meglio possibile quando vengo interrogata o faccio le verifiche vado nel panico e faccio un gran casino..solo che tutto questo mi fa stare malissimo perche mi sento inutile, non riesco nemmeno a fare quel poco che dovrei cioe andare bene.inoltre in classe spesso ho attacchi di panico per esempio anche oggi ne ho avuto uno e oltre all attacco di panico che gia in se fa stare male mi sento gli occhi addosso di tutti perche loro non sanno nulla di tutto questo e quindi ogni volta mi sento giudicata, ma so che se lo dicessi a tutti i miei compagni di classe girerebbero delle voci e quindi peggiorerebbe la situazione. come ho gia detto sono una ragazza molto ansisosa non solo a scuola ma anche in casa e fuori, sono costantemente agitata e spesso faccio anche fatica a dormire perche mi sveglio di continuo durante la notte oppure mi addormento prestissimo e dormo molto. l ansia mi ostacola molto, nella scuola nel parlare agli altri nel parlare ai miei genitori ,uscire ecc non so piu davvero cosa fare..non ce la faccio piu ad andare avanti cosi perche sto perdendo davvero la voglia di fare..spero almeno di aver scritto in un modo comprensibile e grazie per l opportunita
Ultima modifica: Da .

Re: mi presento e vi racconto il mio problema 03/05/2019 18:00 #2

  • Volontario del Sorriso (moderatore)
Ciao Miks benvenuta in questo forum!

Siamo contenti di leggerti e che vuoi condividere il tuo disagio con noi, cercheremo di aiutarti e di esserti vicina come possiamo.
Puoi anche chiamarci se questo ti fa piacere e se può farti sentire meno sola...

Hai da subito parlato della separazione dei tuoi genitori e di come ti sei sentita una delle cause dei loro litigi...
Ti va di dirci, di raccontarci qualcosa di piu' al riguardo?

Purtroppo è quello che pensano molti figli di separati, di essere cioè la causa del litigio dei propri genitori, ma quando una coppia non va d'accordo i figli non c'entrano, diventano piuttosto un pretesto per litigare, sicuramente tu NON SEI LA CAUSA della separazione dei tuoi, al limite ne sei la vittima per quanta sofferenza ci racconti e ci dispiace tanto che tu ti senta così...

Cara Mik tu non sei nè inutile nè sbagliata, e non è che fai apposta a non andare bene a scuola, solamente non hai avuto la fortuna di avere una famiglia serena che ti aiuti a crescere nella fiducia e nella sicurezza, ma piano piano troverai in te stessa la fiducia e la forza per la tua vita.
Spesso i problemi scolastici sono dovuti a situazioni affettive e familiari poco felici per voi ragazzi che ne fate le spese...Ma non sentirti in colpa tu per questo!

Piuttosto cè qualche figura adulta di riferimentio importante per te?
Con chi vivi ora? Che rapporto hai con i tuoi genitori e hai dei fratelli?

A scuola hai amicizie che ti possano sostenere o insegnanti con cui poter esporre il tuo disagio?
Sarebbe meglio, visto che ci parli di attacchi di panico, che tu possa confrontarti con uno/a specialista, un medico oppure uno psicologo/a che ti aiuti direttamente in questo momento delicato.

Cè uno sportello nella tua scuola a cui poterti rivolgere?
Oppure in un consultorio giovanile e/o familiare puoi trovare una persona che ti aiuti nel rispetto dell'anonimato se preferisci

Naturalmente noi ci siamo, ti abbiamo fatto tutte queste domande per poterti aiutare meglio, più cose sappiamo di te e meglio possiamo capirti.
Hai scritto benissimo e hai esposto chiaramente il tuo bisogno, pensa a quello che ti abbiamo detto e dacci presto tue notizie.

Ti abbracciamo tanto e forte
Un sorriso per te!
Ultima modifica: 03/05/2019 18:12 Da Volontario del Sorriso

Re: mi presento e vi racconto il mio problema 04/05/2019 06:14 #3

Grazie mille della risposta...allora quando ero piccola litigavano davvero molto spesso e spesso quando tornavo a casa da scuola li vedevo litigare o vedevo per esempio i vestiti di mio padre tutti buttati fuori e quando entravo erano li che litigavano e poi alcune volte alla sera se litigavano molto mi portavano a dormire da mia amica..io mi sono sempre sentita una parte sbagliata perche mi faceva male vederli cosi e ogni volta che sbagliavo qualcosa mi sentivo veramente tanto in colpa perche ho sempre pensato che forse avrebbero avuto un problema in meno a cui pensare se non ci fossi stata..dopo che si sono separati andava meglio perche passavo molto tempo con entrambi fino a che piano piano tutto e andato degradandosi e ogni volta che si sentivano non facevano altro che litigare del fatto che dovevo stare con uno o con l altro o robe cosi..ed e anche per questo che dico che avrebbero avuto un problema in meno, mi dispiace che loro stiano male. Comunque adesso vivo con mia mamma e i miei nonni e non ho ne fratelli ne sorelle..in questi anni mi sono molto legata a mia nonna perche mi e sempre stata vicina e per me e come se fosse la mia seconda mamma ma con tutti i componenti della mia famiglia io faccio fatica a parlare di queste cose perche ho paura di aggiungere altri problemi alla loro vita e altre delusioni e quindi non riesco mai a parlare come vorrei, con i professori o compagni di classe nemmeo perche ho sempre paura che per quando riguarda i prof magari chiamino i miei genitori e che a causa di cio dovrebbero rivedersi e oltre questo scoprire tutte queste cose dopo anni e per quando riguarda i compagni di classe ho paura che le voci girino e di essere presa in giro perche quando andavo alle elementari (gli ultimi anni) e anche poi alle medie sono sempre stata presa in giro e all inizio degli scorsi anni anche in modo piu pesante.. e quindi non mi va di parlare con loro perche non mi fido piu di nessuno ormai..a scuola c e uno sportello ma per accederci c e bisogno del consenso dei genitori e visto che io non riesco a parlare con mia madre e parecchio difficile.. la scorsa estate sono stata anche da una psicologa in un consultorio infatti ero molto contenta di dtar facendo questo passo e che probabilmente sarei riuscita a stare meglio ma poi alla fine della prima seduta mi disse che avrebbe potuto aver bisogno di chiamare mia madre e quindi non ci sono piu tornata per la paura che lo facesse...con mio padre invece ho piu o meno lo stesso rapporto anzi forse anche un po piu chiuso perche visto che non ci passo molto tempo insieme sa meno della scuola ecc e quindi per non deluderlo dico sempre che va tutto bene perche vorrei che almeno sia felice e mi dispiace non renderlo e non renderli felici come vorrei ..mi dispiace davvero tanto..adesso sto andando a scuola e ho davvero molta paura oggi dovrei essere interrogata e ho paura di avere un attacco di panico come ieri, ogni volta che mi avvicino a scuola sto male inizia a venirmi un nodo alla gola e mi gira la testa..non so piu cosa fare..grazie ancora davvero per la risposta e la disponibilità
Ultima modifica: Da .

Re: mi presento e vi racconto il mio problema 08/05/2019 18:19 #4

  • Volontario del Sorriso (moderatore)
Cara miks02,
Troverai anche una risposta al tuo messaggio su skype ma, a questo punto, riteniamo che sia indispensabile proseguire il nostro confronto su un solo canale e pensiamo che il forum sia quello migliore.
Certamente hai fatto bene a rivolgerti al consultorio scolastico e, sebbene sia comprensibile il fatto di non voler dare preoccupazioni a tua mamma, lo psicologo potrebbe avere necessità di metterla al corrente delle tue difficoltà. Infatti, ha detto “che avrebbe potuto aver bisogno di chiamare mia madre” proprio perché, al fine di aiutarti, è necessario fare insieme (tu, tua mamma, lo psicologo) gioco di squadra per aiutarti a calmare la tua ansia.
Non c’è nessuna colpa nel vivere una difficoltà ma, piuttosto, la necessità di avere più sostegno possibile per uscirne.
Immaginiamo che se tua madre sospettasse che stai vivendo un profondo disagio, ti aiuterebbe ad uscirne fuori.
Sovente, quando si vivono delle difficoltà si pensa a non far soffrire/preoccupare gli altri, in particolare le persone che ci sono care, mentre, invece, si ha la necessità/il diritto di ricevere aiuto.
Ci fai sapere cosa ne pensi ?
Nel frattempo, ti mandiamo un grande abbraccio !
Ultima modifica: Da .

Re: mi presento e vi racconto il mio problema 08/05/2019 22:39 #5

Innanzitutto grazie ancora per la risposta. L interrogazione non ho idea di come sia andata sia perche ero molto agitata come al solito e sia perche non mi ha chiesto praticamente niente (eravamo in 3 e ognuno aveva capitoli diversi a seconda della sufficienza o meno della materia e io ero l unica ad avere gli ultimi 2 capitoli fatti). Il problema e che io vorrei magari dirglielo ma non ce la faccio ogni volta mi tiro indietro perche ho paura..ho scritto tantissime volte per magari farle una lettera da darle ( ho quadi sempre fatto cosi appunto perche non riesco a parlare a voce) ma alla fine non le ho mai fatto leggere nessuna di queste.. e penso che se andassi di nuovo in consultorio e la chiamasse si arrabbierebbe per il semplice fatto che non glielo ho detto. Inoltre non come penso di aver gia detto faccio molta fatica in generale a parlare dei miei problemi sopratutto con gli adulti ma spesso anche con i miei amici, quando succede wualcosa che mi fa stare molto male. Vorrei tanto riuscire a parlare ma non ci riesco ho sempre troppa paura della reazione degli altri, perche non voglio che magari poi si diano delle colpe o cose cosi. Non so davvero cosa fare.. mi fa anche strano raccontare le mie cose qui perche appunto e difficile che io lo faccia ma forse il fatto di non vedere e non conoscere chi mi sta parlando forse mi aiuta..non lo so sinceramente, forse e anche perche ho bisogno di farlo e l unica soluzione che vedo adesso e questa..non smettero mai di ringraziarvi, dopo aver scritto/ ricevuto una risposta nel momento in cui leggo o scrivo mi sento un po meglio piu che altro perche so che c e qualcuno che mi ascolta cosa che alcune persone a cui ho cercato di chiedere il loro aiuto non hanno fatto..quindi grazie ancora

( questa e una di quelle che ho scritto)
Era da un po che volevo farlo, tante volte ho scritto le stesse cose ma non te le ho mai fatte leggere perche speravo di riuscire a migliorare senza dover mettere dei problemi a nessuno. Volevo semplicemente dirti che faccio davvero molta fatica a trovare la voglia di andare a scuola, non perche non mi piaccia ma perche piu cerco di impegnarmi e cercare cose nuove per cambiare le cose piu va male , e vedere che ogni cosa che faccio e inutile mi fa stare male..lo so che magari non sembra che sembra che non me ne freghi niente ma e tutto il contrario solo che non volevo essere un peso per nessuno perche so che comunque e un problema. Mi fa davvero stare male il non andare bene come vorrei perche deludo me stessa ma anche te e mi fa molto male perche vorrei solo poter rendere felice te e me stessa. Mi sento sempre uno schifo quando qualcosa ma male, mi sento inutile perche non riesco neanche a fare bene quel poco che dovrei. Io ho paura di andarci perche ogni giorno non so come tornerò a casa, mi mette molta ansia a volte non riesco nemmeno a dormire o mi sveglio continuamente di notte, ogni volta che sono quasi arrivata mi sento male percje vorrei non arrivare mai. Molte volte sono stata male in classe non riuscivo piu a respirare e avevo il cuore che mi batteva fortissimo. Ormai e da 3 anni che e cosi che cerco di fare le cose il meglio possibile ma non ce la faccio, non ce la faccio piu. Ho bisogno di qualcuno o qualcosa che mi dia anche solo un motivo per continuare a farlo qualcuno che mi aiuti a farcela perche da sola non ci riesco. Poi con l ansia non ce la faccio piu e sempre un problema, ogni volta vado nel panico e mi dimentico tutto quello che ho fatto, e un problema perche e la stessa cosa che non riesce a farmi parlare con te, io vorrei tanto ma non ce la faccio perche ogni volta ho paura di essere un problema o di dire qualcosa che non vada bene e ogni volta che decido di farlo poi succede qualcosa che me lo impedisce. Mi dispiace davvero tanto di non essere mai riuscita a fare niente che andasse davvero bene e mi dispiace dirti queste cose perche so che sono un problema, mi dispiace davvero tanto di non riuscire a renderti felice quanto vorrei. Mi dispiace davvero tanto. Spero almeno di essere riuscita a spiegarmi bene...scusami davvero tanto..l unica cosa che so e che ti voglio bene e farei qualsiasi cosa per renderti felice e che vorrei avere un po piu do tempo da passare con te.
Ultima modifica: Da .

Re: mi presento e vi racconto il mio problema 09/05/2019 17:05 #6

  • Volontario del Sorriso (moderatore)
Ciao Miks

Abbiamo letto la lettera-mai-consegnata che ci hai lasciato qui. Secondo noi è una bella base per costruire un ponte che avvicini una ragazza in difficoltà e sua madre. Sicuramente quelle le tue parole susciterebbero qualcosa, in lei. Non desideri anche tu che questo enorme muro invisibile che vi separa inizi a cedere?
È un piccolo passo che potrebbe aiutarti molto, e siamo sicuri che, da qualche parte dentro di te, c'è il desiderio di consegnare quella lettera e non pensarci più
Sei stanca della tua situazione, vero? Hai una bella opportunità, che ne dici di provarci ancora?

Ammiriamo molto il tuo desiderio di rendere felice tua madre, però non pensi che il compito di fare la Felicità (con la effe maiuscola) di qualcuno sia qualcosa di troppo impegnativo per una persona sola?
Sicuramente puoi rendere felice tua madre, ma non sei la sola nè la prima a cui "spetta" farlo. Sei una persona separata da lei; sei sua figlia, è vero, ma questo non fa di te un suo possedimento. Dedicati a lei perchè le vuoi bene, non perchè glielo devi.
È importante stare in ascolto di te stessa. Anche tu hai il desiderio di star bene, giusto? Per instaurare con gli altri un rapporto costruttivo, ricco e sano è importante tenere a mente che sei tu, in primis, a dover essere serena. Condividi ciò che diciamo?
Per questo siamo dalla tua parte e ti incoraggiamo a fare un altro tentativo, e un altro, e un altro ancora Pensa al tuo bene per poter pensare meglio anche a quello di tua mamma. Per renderla fiera di te siamo sicuri che poi avrai molte occasioni.

È molto importante avere degli alleati nel combattere i propri demoni, e ci sembra di aver capito chi hai puntato come "assistente"! Non resta che prendere coraggio e dire: "hey. Ci sono anche io. Mi accompagni?". Forse lei non comprenderà subito la tua fatica. Forse dovrai spiegarti. Forse non sarà facile. Ma è uno spiraglio di luce. Non lo segui?

A presto Miks
Ti mandiamo un abbraccio e ti aspettiamo
Ultima modifica: Da .

Re: mi presento e vi racconto il mio problema 09/05/2019 18:01 #7

Innanzi tutto grazie ancora della risposta. Comunque si sono davvero molto stanca perche ormai va avanti da anni questa cosa.. il mio problema e che io vorrei davvero tanto riuscirci ma appunto ogni volta va a finire che mi tiro indietro perche ho paura e mi convinco che va bene comunque.. molte volte quando esco da scuola e qualcosa e andato male mi poacerebbe davvero tanto parlargliene subito ma anche li poi ogni volta mi tiro indietro, piu che altro ho paura che possa reagire male perche in tutto questo tempo non ho mai detto niente e ho sempre fatto finta che tutto vada bene forse anche per cercare di convincere un po me stessa e scoprendo le cose cosi dopo molto tempo penso che potrebbe essere un problema. Oltre questo mia madre da circa 5/6 anni ha un nuovo compagno e da quando c e lui sono cambiate davvero tsnte cose, il weekend non c e mai dal venerdi al lunedi quando torna da lavoro e mi piacerebbe davvero tsnto passare piu tempo con lei, mi manca farlo, perche poi durante la settimana non ho questa opportunità perche quando torna da lavoro spesso e gia passata anche l ora di cena e quindi io o ripasso o vado a letto, oltre a questo faccio fatica a dire anche le piu piccole cose perche poi so che gliele va a dire e a me da molto fastidio anche perche poi mi sento chiedere cose a riguardo e poi io ci sto male..lo so che magari non lo fanno apposta e non lo fanno per farmi stare male ma per me e cosi, diciamo che ogni volta che mi viene chiesto qualcosa che mi fa stare male e sopratutto si insiste va a finire che mi metto a piangere.. mi ricordo il giorno del mio compleanno quando ero in prima superiore, la scuola era quasi finita e a tavola tutti non facevano altr che parlami della scuola che anche se fossi stata bocciata non sarebbe stata la fine e che tanto secondo loro sarebbe dovuto andare tutto benissimo perche ero sempre stata brava e mia madre diceva sempre ah adesso vediamo e robe cosi va bhe diciamo che chiudono il discorso per riaprirlo dopo un po sempre a parlare cosi e farmi domande e si vedeva anche che mi dava fastidio perche non riuscivo nemmeno piu a mangiare dato che continuavano me ne sono andata perche non riuscivo a non piangere e adesso quando vedo i miei parenti e quasi sempre cosi, perche ohni volta mi sento sempre giudicata in qualcosa, come se quello che faccio o quello che sono non andasse mai bene.. a volte vorrei tsnto avere qualcuno che creda in me e che noti tutto quello che faccio non quello che sbaglio, perche e sempre cosi, ogni volta mi sento dire solo quello che non faccio bene ma mai un complimento per qualcosa che ho fatto e anche questo mi fa passare molto la voglia di fsre le cose perche appunto tutto diventa sbagliato.. diciamo che ho davvero tsntissime cose da raccontsre.. in tutto questo tempo sono successe davvero tantissime cose che hanno solo peggiorato la situazione.. sono anche sempre presa stata di mira dalle elementari in poi a volte mi sono sentita dire cose davvero tanto pensanti e a volte quando magari incontravo queste persone venivano sempre a tormentarmi.. qualche settimana fa sono andata a mangiare fuori con mio padre e con noi c erano anche dei miei vecchi amici d infanzia e i loro genitori, il problema e che tra loro c era un mio grandissimo amico che da esserlo e passato a stare a guardare la gente che mi diceva cose spiacevoli, penso sia stato uno dei giorni piu brutti perche mi sentivo cosi inadeguata, loro parlavano di un sacco di esperienze cose belle della scuola e di quanto vanno bene e io invece non ho niente di tutto questo e non riuscivo nemmeno a parlare mi sentivo davvero di troppo , lui, il mio ex amico non mi ha nemmeno rivolto la parola, almeno pero e stato coerente con tutto quello che ba fatto ma la cosa che mi ha fatta stare male o comunque che mi ha fatto pensare e che sua madre mi chiedeva sempre se andasse bene e sopratutto che era felice di avermi vista e che avrebbe voluto rivedermi altre volte ma alla fine penso che mi si leggeva in faccia che non andava bene cosi come dicevo.. quella sera ci sono andata perche volevo accontentare mio padre e passare un po di tempo con lui e in cuor mio speravo che sarebbe cambiato qualcosa ma ho solo confermato quello che ho sempre pensato. Molto spesso per non dire sempre faccio anche cose che non vorrei solo per accontentare qualuno per rendere felici loro, ma non riesco mai a rendere felice me strssa, non so nemmeno come si fa, sono sempre stata una ragazza che aiuta gli altri infatti spesso mi sono ritrovata ad aiutare persone con questi problemi o com altri perche riesco sempre a capirli e alla fine a volte serve.. ascolto sempre loro ma mai me stessa non ce la fsccio perche so come si sta a non avere nessuno che ti ascolti e quindi mi metto in totale disposizione, forse e sbagliato non lo so..l unica cosa che ho scoperto in tutto questo e che mi piace scrivere, spesso scrivo testi o frasi su quello che penso e quando li rileggo mi chiedo se gli ho scritti davvero io.. ormai non so davvero piu che fare, forse non ho coraggio , forse non sono in grado di affrontare questo non ne ho idea.. ormai la maggior parte della mia vita e solo un mentire, mentire su come vada realmente, forse mi sspetto troppo da me stessa,probabilmente non sono in grado di fare quello che penso.. a volte mi chiedo se ce la faro a finire la scuola..mi piacerebbe cosi tanto andare all università e fare medicina o qualcosa del genere ma tanto so che non ce la farei mai , non riesco ad andare bene adesso figuriamoci a fsre medicina, tutto questo piano piano sta potrando via tutti i miei sogni, tutto quello che ho sempre desiderato, forse non tutti i sogni si possono avverare, forse non i miei. Invidio cosi tanto chi va cosi bene a scuola nello sport e in qualsiasi altra cosa, chi ha una bella famiglia unita, chi racconts tutto ai genitori , invidio anche chi riesce a non preoccuparsi troppo per tutto e sopratutto a non starci male, forse se non fossi cosi tante cose sarebbero diverse , forse se fossi come loro adesso starei bene e in questo momento non vedrei l ora che finisca la scuola. Vorei tanto non finisse mai perche solo all idea che manca cosi poco mi fs stare male.. ho paura di finire come due anni fa di stare male tutta l estate e fare il meglio e alla fine fallire..ho davvero tanta paura
Ultima modifica: Da .

Re: mi presento e vi racconto il mio problema 10/05/2019 06:06 #8

In piu mia nonna sta male, ogni volta che va a fare delle visite ha sempre qualcosa di nuovo che non va e io sono davvero tanto preoccupata perche e giovane ancora e io ci ho condiviso davvero tante cose, per me e come se fosse la mia seconda mamma, da quando abitiamo insieme ho passato davvero tanto tempo con lei e ho davvero paura
Ultima modifica: Da .

Re: mi presento e vi racconto il mio problema 10/05/2019 16:47 #9

Ho letto attentamente il tutto. Sono la persona meno indicata per
dare consigli, ma ti ascolto molto volentieri, quando ti va
ti abbraccio forte. Federica
Ultima modifica: Da .

Re: mi presento e vi racconto il mio problema 10/05/2019 18:10 #10

Grazie mille davvero..lo stesso vale per te se hai bisogno
Ultima modifica: Da .

Re: mi presento e vi racconto il mio problema 14/05/2019 18:19 #11

  • Volontario del Sorriso (moderatore)
Ciao miks02,
scusaci ma è passato qualche giorno in più del previsto per la risposta.

Come stai?

Leggendo ciò che hai scritto, possiamo riconoscere i motivi della tua ansia, però l'ansia si può curare.

Tu vuoi tanto bene alla tua mamma e non vorresti darle nessun pensiero, ma non è così che deve essere un rapporto genitori e figli.
Nessuno può essere perfetto e continuare a vivere nella tensione di fare bene a scuola, a casa, con i parenti, gli amici, la nonna e tutti per farli contenti! E miks dov'è?

Chi vuol bene a michs?
Ora è vero che non hai una classica famiglia, ma un padre e una madre li hai e loro ti vogliono bene ma questo bene non viene sperimentato, vissuto!
E' un dovere dei genitori di sapere come stanno i loro figli.
L'amore , il volersi bene è fatto di cose belle, piacevoli, di gioia, ma l'amore si sente tanto di più, quando succedono delle difficoltà.
Cara miks, non spaventi la tua mamma, che è una persona adulta, matura e capace di ascoltare se deciderai di confidarti con lei.
Bisogna provarci!
Scommettiamo che starete meglio entrambe! Più il tempo passa più le cose si fanno lunghe.
Distenditi sul tuo letto, rilassati e prova a sognare tu, che parli con la tua mamma.

I sogni a volte diventano realtà. Lo sapevi?

Rimaniamo in attesa di avere tue notizie!!! Ti mandiamo tanti sorrisi che infondono un po di serenità!

Dimostrale che hai bisogno di lei, che hai bisogno di parlarle
Ultima modifica: Da .
  • Pagina
  • 1
Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.
Navigando sul sito accetti di esserne al corrente.