Benvenuti nel Forum del Sorriso

Avviso per gli utenti già iscritti al forum del Sorriso Telefono Giovani:

Accedi al nuovo forum utilizzando la procedura "password dimenticata" e segui la procedura fino alla fine... grazie!
Dovrai inserire il tuo indirizzo mail di registrazione: se l'indirizzo mail non è più valido oppure non lo ricordi scrivi a primoaccesso@sorrisotelefonogiovani.it indicando il tuo nick.
Riceverai una password provvisoria per il tuo primo accesso.

Nome Utente
Password
 
  Ricordami

  • Pagina
  • 1

ARGOMENTO: Aiuto

Aiuto 10/09/2019 18:57 #1

Salve a tutti, mi chiamo Veronica ho 20 anni
Pochi mesi fa è successa una cosa che non mi aspettavo.
Alle 3 di notte mi sveglia una chiamata, mio cugino di appena 17 anni si era buttato dal balcone ed era morto .. mi è crollato il mondo addosso e da quella sera non dormo più e se dormo lo sogno sogno lui che si uccide.. non vivo più ho i sensi di colpa perché non ho capito il suo problema perché non l’’ ho aiutato.
Era la mia vita come tutti i miei cugini ma lui era speciale con lui ero unica visto la nostra età ravvicinata e non mi ha mai detto nulla
Tra pochi giorni è il suo diciottesimo..
Molte volte ho pensato di morire con lui volevo buttarmi sotto la metto ma ho un fidanzato che amo troppo e non voglio che soffre .. ma sto davvero tanto male
Ultima modifica: Da .

Re: Aiuto 12/09/2019 18:16 #2

  • Volontario del Sorriso (moderatore)
Ciao Veronica!
Innanzitutto ti esprimiamo la nostra vicinanza per questo difficile momento che tu ed i tuoi parenti state affrontando.
Il suicido è un lutto molto spesso incomprensibile perché non sempre ci sono segnali premonitori. Pertanto non si dovrebbe avere dei sensi di colpa per non aver letto dei segnali che magari chi si è suicidato non ha mai dato. Le persone sono bravissime a dissimulare quello che vivono nella propria interiorità.
Permettici di dire una cosa che può sembrare ovvia: compiere un gesto come quello di tuo cugino non lo riporterà indietro e – anzi – aggiungerà altro dolore all’interno della tua famiglia.
Tutti i distacchi devono essere elaborati anche se alcuni sono più semplici (come nel caso di persone anziane e magari malate) mentre altri no (come nel caso di persone giovani).
Cosa fare ? Innanzitutto, com’è vissuta questa tragedia in famiglia ? Se ne parla oppure è un discorso tabù ? Tu e tuo cugino avevate degli amici in comune ? Anche lì, parlate di tuo cugino oppure no ?
E come se ne parla ? Ci si focalizza sull’atto estremo oppure si ricordano i momenti trascorsi insieme; quelli belli, quelli buffi, anche quelli un po’ più tristi ?
Già il fatto che tu abbia scritto in questo forum per te è un passo avanti nell’elaborazione di questo lutto perché tenersi tutto dentro non fa bene, come crediamo tu te ne stia rendendo conto. C’è uno psicologo che ti/vi segue ? Avete delle persone che vi sostengono ?
Potrebbe anche essere un grande aiuto frequentare un gruppo di auto-mutuo-aiuto ossia quei gruppi composti da persone che hanno vissuto la stessa tragica esperienza per confrontarsi su quanto è avvenuto. Molto spesso questi gruppi sono condotti da chi ha superato questo trauma il che non significa che si siano dimenticati di chi li ha lasciati ma hanno evitato di restare bloccati in quella situazione perché la vita va avanti e, a volte, da un grande dolore può nascere del bene.
Ti mandiamo un grande abbraccio e attendiamo di leggere le tue riflessioni su quanto ti abbiamo scritto.
Ultima modifica: Da .
  • Pagina
  • 1
Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.
Navigando sul sito accetti di esserne al corrente.