Benvenuti nel Forum del Sorriso

Avviso per gli utenti già iscritti al forum del Sorriso Telefono Giovani:

Accedi al nuovo forum utilizzando la procedura "password dimenticata" e segui la procedura fino alla fine... grazie!
Dovrai inserire il tuo indirizzo mail di registrazione: se l'indirizzo mail non è più valido oppure non lo ricordi scrivi a primoaccesso@sorrisotelefonogiovani.it indicando il tuo nick.
Riceverai una password provvisoria per il tuo primo accesso.

Nome Utente
Password
 
  Ricordami

  • Pagina
  • 1

ARGOMENTO: Ho bisogno dei mie spazi e della mia felicità.

Ho bisogno dei mie spazi e della mia felicità. 25/07/2019 16:02 #1

Ciao a tutti.Mi chiamo Emma e ho 17 anni...sono qui a scrivere per avere de vostri pareri,spero di avere qualche risposta.
Non so nemmeno da dove iniziare...
Nel Dicembre del 2018 ho conosciuto un ragazzo e mi frequento con lui da 8 mesi,stiamo insieme,ci amiamo molto,siamo preoccupati l'un per l'altro,ci aiutiamo,ci confidiamo,litighiamo ma dopo 5 minuti ci cerchiamo...
Il mio ragazzo ha quasi 23 anni.Non importa se è più grande di me,anzi...per me è un vantaggio poichè lui mi insegna molte cose,non solo sulla vita,su argomenti che non so...come la tecnologia,è riuscito a far andare via quella grande timidezza che avevo,quel mio essere non comunicante con il mondo ma tutto ciò e invisibile agli occhi di mia mamma.C'è l'inferno in casa...e la mia rabbia si fa sentire...
Oggi mamma ha giocato la sua ultima carta.Mia madre non vuole che io stia con lui,ci son stati altri litigi in precedenza sempre sullo stesso argomento,è giunta a inventarsi bugie...tutto ciò fa male.In precedenza vi è stato un litigio a causa mia,poichè non sono tornata a casa dopo la scuola per il semplice motivo che mi ha fatta arrabbiare,perchè non voleva più farmi uscire,non voleva che io vedessi il mio lui,non voleva che lui venisse da me...Nello stesso giorno sono andata da lui è venuta a casa sua dopo diverse chiamate in cui diceva che chiamava i carabinieri,è entrata in casa e mi ha dato uno schiaffo,ha iniziato a gridare,il mio ragazzo si è messo davanti a me, le ha detto di non picchiarmi,stessa cosa la mamma del mio ragazzo...sono salita in macchina,ha detto che mi avrebbe portata da papà a Londra o in una casa famiglia,ha detto altre cose che non sto qui a citare.Dopo nemmeno 5 minuti come una serpe mi è venuta accanto e tutto si sistemò...Dopo qualche settimana o mese tutto ricominciò con l'aggiunta di mio padre che non gli hai mai importato nulla da quando se ne è andato per cavoli suoi,sempre con la stessa storia...la mia punizione è stata vedere il mio ragazzo 3 volte alla settimana.Il giorno prima del mio compleanno avevo deciso di dire alla mia cara madre che avrei voluto vedere il mio ragazzo ogni giorno,come facevo prima,e lì tutto risolto...Ora invece si è fatto vivo un'altro problema.
4 o 5 giorni fa mia madre mi disse che non voleva parlare con me perchè era arrabbiata,domandai il motivo ma nessuna risposta.Son stata con il cervello occupato per capire cosa avesse.2 giorni fa mi fa sedere vicino a lei e mi dice tutto.Mi ha detto che le sembra che io ho paura del mio ragazzo,che io faccio la schiava a casa sua,che io ho i miei vestiti a casa sua,che mi posso fare la doccia anche a casa mia.Mi ha detto che lui è un bugiardo,che racconta barzellette,che non ha voglia di lavorare e che lui è contento solo per una 5 euro fatta per la nafta.Ha detto che non vuole che io sbagli come ha sbagliato lei,ha detto che io devo fare le mie esperienze,mi ha domandata cosa avessi fatto con i soldi che io ho sudato per loro,mi ha detto che ciò che ho fatto con loro non è stato importante,sarà...ma son pur sempre i mie soldi.non ho casa in affitto,non ho bollette da pagare,non ho una famiglia,potrei pur mettere tregua a un mio capriccio.Nello stesso giorno sono andata dalla ginecologa,perchè ho un'infezione cominciata con la candida ed ora finita con il hpv...Mamma ha iniziato di nuovo ad accusare il mio ragazzo,mi ha detto che chissà dove è andato lui ed ora mi ha mischiato a me il virus...Ma non è stato lui e ciò mamma non lo sa,ha detto che deve contribuire nel pagare le cure per il mio problema e per il suo,ma il mio ragazzo già da quando si è fatto presente l'attuale problema intimo ha detto che dopo essermi fatta la visita sarebbe andato anche lui e che avrebbe pagato le cure,è stato quasi in grado di pagarmi lui stesso la visita in un consultorio,ma non aveva senso poichè la visita era stata già programmata.Nello stesso giorno sono andata dal mio ragazzo,non mi interessava ciò che mamma aveva precedentemente detto.Penso che ciò l'ha fatta incazzare,perchè aveva visto che non ho mollato la corda ed ancora oggi sono qui e lo sarò sempre,alla faccia di chi non crede nel ''per sempre,,.Ieri sera,tornata all'orario stabilito (perchè mi aveva detto che non le piaceva che io venissi a casa alle 12 o l'una di notte,ma lo facevo poichè vedevo che non le dava alcun problema,d'altronde ci sono le vacanze,avrò pur il permesso di tornare a casa a quell'ora,non penso che lei tornasse all'orario stabilito nonostante ciò che l'aspettava a casa,e non solo questo...ma io non faccio altro che stare con il mio ragazzo davanti a una serie tv che seguiamo ora,non siamo i tipi che vanno in giro per bar e discoteche) e come dicevo,tornata a casa aveva iniziato a dire a proposito delle cure e dei controlli che doveva farsi anche lui,ma lei non sa che il mio ragazzo non è un coglione come crede lei e il mio amatissimo padre.Il mio ragazzo,quando successe il primo litigio,il suo orgoglio essendo stato troppo grande non aveva più messo piede in casa fino al giorno del mio compleanno ma ora ha lasciato da parte l'orgoglio,vuole far capire a mamma che non ha senso ciò che dice e ciò che lei fa nei suoi confronti,le sorride come a prima,le parla,scherza,perchè lui non è un bambino,spero capiate cosa intendo dire.
Oggi invece mi telefona mio padre,sapevo già cosa volesse (mia madre mi aveva detto che non avrebbe detto niente a mio padre a proposito del mio problema ma lo ha fatto per offendere il mio ragazzo e me) Io rispondo,ha iniziato a dire che mia mamma ha detto che il mio ragazzo alza le mani su di me,che io sta più con lui,che il problema che ho è dovuto a cosa (?)... Ha parlato con il mio ragazzo prima che andasse al lavoro,il mio ragazzo ferito ha gridato per telefono che non è vero che lui mi picchia.Dopo ci ho parlato io,gli ho detto che mamma ha aggiunto solo bugie,gli ho detto a cosa fosse dovuto il virus,gli ho gridato,gli ho detto che mia madre è pazza,gli ho detto che lui ora ha una nuova famiglia,un nuovo bambino (con ciò volevo fargli capire che io non esisto più per lui,che non mi deve cercare e parlarmi solo quando si sveglia mamma,quando vuole litigare anche lui con me).IL MIO RAGAZZO NON HA MAI ALZATO DITO PERCHè LUI è CRESCIUTO CON LA VIOLENZA E SI è IMPOSTO DA SOLO,HA FATTO UN PATTO CON Sè STESSO CHE NON AVREBBE FATTO QUELLE COSE BRUTTE CHE LUI HA VISTO E SENTITO SULLA SUA PELLE!Mamma ha saputo e sa solo mettere contro persone,vuole che io abbia un ragazzo con i soldi,ma io i soldi non li guardo,perchè i soldi li faccio io non loro a me.Odio mia mamma,odio qualsiasi membro della mia famiglia.I comportamenti di mia mamma sono di una bambina,in quella casa la persona che ragiona di più sono io nonostante i miei 17 anni.
E sono dispiaciuta perchè è come se,per il mio problema intimo,avessi dato la colpa al mio lui,quando è possibile che non sia lui,poichè prima di lui ho avuto altri ragazzi,con cui 2 ci sono andata a letto e me ne pento,perchè mi sento una poco di buono perchè non è stato momento e persona giusta.Con il terzo ragazzo mi ci son separata perchè avevano ragione mamma e il suo compagno e lì tutto ok,ma ora non
hanno ragione,nemmeno con una vocale.
Sono stata e sono sempre e sarò una ragazza per bene,faccio le pulizie,aiuto mia mamma,vado più che bene a scuola,ho molti sogni da far diventare reali,ed ora come ora son solare e non più chiusa nonostante i pensieri che combattono nella mia testa e le mie crisi d'identità,sono molto bambina,nel senso che mi accontento di uno scivolo,di una passeggiata,non voglio altro,perchè le grandi cose stanno in queste piccole cose,la mia felicità è sentirmi bambina,cioè me stessa nei momenti in cui la mente libera lascia spazio a questo,in altri momenti seri so ragione,pensare e parlare,sono responsabile a volte ingenua,ma sempre me.Mia madre dice che devo fare le mie esperienze ed io dico...le esperienze di vita e le persone che dovrei incontrare le incontrerò sicuramente tenendomi di mano con il mio ragazzo,perchè da sola faccio casini e cose stupide perchè la mente mi si chiude,io mi chiudo a riccio e non affronto.Mamma parla tanto di felicità...ma non sa cosa è,perchè lei non mi permette di esserlo,non vuole offendermi ma lo fa in continuazione,vuole che faccia le mie scelte ma non mi lascia spazio,sceglie lei...
Per questa sera mi preparo nel sentire grida...
Sono stata troppo tempo zitta,chiusa,a piangere,a mettere tutto nel cuore,a non poter ignorare...ed ora sono piena di odio,di pensieri negativi,di voler cose negative...ed ora non starò più zitta,le dirò tutto...
La mamma è chi ti cresce,ma non vale la parte economica ragazzi,io con mia mamma abbiamo sempre discorsi aperti ma i rapporti non so se si possano definire mamma/figlia,io forse so o meno cosa significa ''la famiglia,,forse ho la nebbia attorno su questo legame perchè non so,non capisco cosa significa famiglia,il calore,non lo so.
Mi dispiace volere e dire,ma io non sono un oggetto,non ho padrone,i genitori non devono credersi come padroni su i propri figli.Mamma dice sempre ''Io ti ho fatto,io ti uccido'',ciò non sembra giusto.Dice che non passo tempo con lei,perchè dovrei?Non ho niente da dire,lei ha i suoi pensieri,vuota e senza voglia di niente,perchè dovrei stare a casa,per vedere le facce loro?Per non fare niente?Io non sarò vuota come loro...
Mamma si comporta come se fosse un'adolescente e il suo compagno si intromette in pò troppo nelle situazioni che riguardano me.
Ascoltatemi tutti,non fatevi influenzare da i genitori nell'amore,se rose saranno fioriranno...se non...avranno avuto ragione loro...ma noi siamo ragazzi,va bene?
Non so cosa voglia mamma,non lo voglio nemmeno sapere,certo sarà che lei se continua così rimarrà sola.
Diventate forti ragazze che vivete in una situazione simile...
Non voglio vedere commenti nei quali si dice che è troppo presto per un ragazzo,una storia seria...non è vero ragazzi...ci son coppie che si frequentano dalle superiori ed oggi si amano come nel primo giorno.
Invidio enormemente chi ha genitori comprensivi e un legame stretto,desiderato,non forzato...Invidio le ragazze che sono fidanzate e hanno il permesso di fare ciò che vogliono con dei limiti,io purtroppo son costretta a stare zitta perchè dal nulla mi dicon di smetterla,quando ho ragione,quando ho diritto di parlare...
con i limiti,con ciò che vuole mamma non andrò avanti...ascolterò ciò che dicono loro,farò sembrare che faccio ciò che vogliano loro e farò di testa mia.Ancora 8 mesi,cambierò vita,andrò via,cambierò scuola e farò diventare i miei desideri veri.Positiva da ora e non più pessimista,forte e non più fragile.
Ultima modifica: Da .

Re: Ho bisogno dei mie spazi e della mia felicità. 25/07/2019 16:04 #2

Scusatemi tanto per gli errori,sono con la testa altrove,volevo solo sfogarmi e chiedo scusa per aver detto un parolone non adeguato.
Ultima modifica: Da .

Re: Ho bisogno dei mie spazi e della mia felicità. 26/07/2019 11:49 #3

Sono sempre io.Oggi vorrei porre fine alla mia esistenza inutile.Oggi ho avuto l'ennessimo litigio con mamma.Sono tentata nel prende una dose eccessiva si Olanzapina...Mamma non vuole più che esca di casa,sta facendo l'impossibile che io non veda il mio ragazzo.Io non ho parole...parla male,mi tratta male...sono arrivata al limite...Non posso farcela.Aiutatemi.
Ultima modifica: Da .

Re: Ho bisogno dei mie spazi e della mia felicità. 26/07/2019 13:56 #4

  • Volontario del Sorriso (moderatore)
Ciao Panciurica, che succede, stavamo proprio per risponderti che ci sei sembrata una ragazza veramente tosta, brava e ponderata anche per i commenti che hai fatto agli altri... E adesso cosa succede? Scatta l' allarme rosso?
Stai calma, non fare follie! Ricordati che manca poco alla maggiore età, respira, prendi fiato, bevi un bicchiere d'acqua, fermati e continua a parlare con noi, ti va?
Aspettiamo con ansia la tua risposta
Ultima modifica: 26/07/2019 14:00 Da Volontario del Sorriso

Re: Ho bisogno dei mie spazi e della mia felicità. 26/07/2019 20:10 #5

  • Volontario del Sorriso (moderatore)
Cara Panciurica,

mi piace cominciare la mia risposta riprendendo le ultime parole della tua prima lettera al Sorriso:
"Positiva da ora e non più pessimista, forte e non più fragile."
Hai scritto anche: "Diventate forti, ragazze che vivete in una situazione simile."

Così ti vogliamo noi del Sorriso! Di forza ce ne hai dimostrata tanta, ed anche di coraggio.

Ti è bastato scriverci la lunga lettera di ieri per raccontarci tutte le tue ragioni, per
parlare a te stessa ancora prima che a noi, per farti sentire che ce la puoi fare a sopportare ancora per un po' questa situazione.

Lo sfogo è stato benefico e ti chiediamo di continuare a scriverci cara Panciurica.

Certamente non abbiamo difficoltà a credere che le tante sofferenze che hai vissuto e che stai tuttora vivendo con tua madre e con tuo padre possano aver contribuito a rafforzare il tuo carattere.

Da quanto ci dici capiamo che hai sofferto molto anche a causa del comportamento poco amorevole di tuo padre e per il fatto che non abbia esitato ad abbandonare te e tua madre per farsi un'altra famiglia.

Tutta questa sofferenza servirà anche a rafforzare il legame d'amore che hai col tuo ragazzo.

E, come dici tu, se son rose fioriranno!

Con un forte abbraccio e tanti sorrisi.
Ultima modifica: Da .

Re: Ho bisogno dei mie spazi e della mia felicità. 27/07/2019 18:14 #6

Salve!Sono così entusiasta che mi avete risposto,inoltre ricambio gli abbracci!Finalmente vostre risposte!
Non ho fatto nulla,ero intenzionata ma allo stesso tempo pigra di farlo e debole di cuore.Avevo capito che non avrei risolto nulla poichè la strada è un'altra e non quella di scomparire e lasciare un vuoto alle persone che mi amano e che amo!
Ieri ho raccontato tutto a mia nonna e mio nonno,genitori di mia mamma.Nonna mi è accanto,le ho detto come stanno le cose,mi ha capita e ha cercato di risolvere la questione parlando con mia madre,maaa...è stata una fatica,tra le sue urla e i nostri pianti è stata una fatica...
Alla fine son riuscita a parlarle,nonostante l'orgoglio e quella voglia di non rivolgerle nemmeno il mio sguardo.Penso abbia capito,anche se ho giocato anche io la mia carta,quella di giocare ''teatro''...nel senso che cercherò di darle amore come fanno figlia e madre...anche se da una parte è ciò che vorrei,ma non scorderò le parole che lei ha detto...e come si è comportata,avrò sbagliato anche io,ma deve ammettere che anche lei non è stata santa.Sto solo pensando che tra poco rivedrò il mio ragazzo,ieri non l'ho visto e mi manca tantissimo,so che per voi sembra banale questo mio non poter stare senza di lui,ma credetemi,lui è il mio tempo,lui è tutto!
L'unica cosa che mi rincuora è che manca poco,tic tac...tic tac...
Manca davvero poco.Mi dispiace che sia arrivata questa situazione all'estremo...
Forse Dio girerà la testa di mamma verso di me,forse questo odio dentro di me sarà cancellato,nonostante il mio grande orgoglio aspetterò che si crei un legame bello fra me e mamma.
Papà non conta più...I miei quando si son separati...mamma se ne andata con il suo compagno io sono rimasta con mio padre.In quel periodo sono stata autolesionista perchè io volevo attenzioni...Papà aveva preso strade sbagliate,frequentava gente strana...non dico altro,penso abbiate capito...
Poi un giorno,mamma mi cercò...mi vedevo con lei di nascosto,perchè se lo avesse saputo mio padre...si sarebbe arrabbiato,anche se si è arrabbiato in seguito...dopo un pò di tempo.
Una sera i carabinieri sono stati presenti a casa...per fare una bella visita a mio padre (sono ironica)...
La conseguenza dell'accaduto sarebbe stata amara per me...sarei stata presa e portata in una casa famiglia...perchè quando le forze dell'ordine trovano cose sbagliate in casa del tutore di un minorenne...la legge prevede delle conseguenze.
Io avevo scelto di telefonare a mamma e di affidarmi a lei,in quella stessa sera sono andata da lei e mio padre da quel momento si arrabbiò!
Per mesi si rifiutava di parlarmi ed io lo cercavo...ma niente.Ho avuto poi la possibilità di vederlo,di parlargli poichè la sua rabbia era passata.
Con lui parlavo di mamma,di quanto fosse pazza,delle brutte cose che faceva...ma di me no,non sentivo quella cosa di parlargli di altro,non sentivo un legame tra figlio e genitore,non so se ho mai sentito il calore della famiglia,se dovessi descrivere la parola famiglia...non saprei cosa dire.
Lui ha continuato a fare cose brutte ma ora ha smesso...son felice!
Ora invece ha la sua famiglia,ed io non voglio sapere nulla di lui...Tutto ciò che voglio è che quel bimbo non passi situazioni simili alle mie o peggiori,voglio salute per lui e felicità...
Mio padre aspetta che io gli scriva,io invece mi rifiuto...perchè lui si è dimenticato il ruolo da padre che dovrebbe avere con me.Ogni mese mi manda 50 euro,ma io i suoi soldi non gli voglio...ora però son costretta ad accettare,poichè tra un pò inizia la scuola e mamma non può farcela economicamente,anche se ce la farebbe...papà dovrà contribuire,poichè le carte del divorzio,del mantenimento dicono delle cose chiare...
Io cercherò di non mettere tutto a cuore e di fare la indifferente in molte situazioni.
Spero tanto che attraverso queste mie parole,qualcuno trovi la forza di combattere anche lui o lei a sua volta per la persona che ama...
Perchè i legami tra amici,tra la tua fidanzata o il tuo fidanzato,tra i parenti...diventano più forti nei momenti peggiori,in cui sembra tutto buio.
Io spero che tutto si risolvi un bel giorno,perchè i raggi del sole faranno prima o poi luce sulla mia strada,sulla tua,sulla vostra,sulla NOSTRA!
Spero che anche i miei pensieri ossessivi,i miei disturbi,la mia immaginazione pessimista,peccaminosa...siano cancellati per sempre,voglio vivere e voglio gridare di essere felice...voglio che tutti siano felici in questa società che vuole di noi solo degli esseri '' copia e incolla ''...
Spero di potervi ancora scrivere,di esprimermi a voi perchè è un vero piacere leggere vostre risposte...ti si rallegra il cuore con quel vosto modo di fare,di scrivere e di riportare su noi giovani...
A presto!Un bacio a tutti voi!
Ultima modifica: Da .

Re: Ho bisogno dei mie spazi e della mia felicità. 29/07/2019 21:00 #7

  • Volontario del Sorriso (moderatore)
Ciao Panciurica !

Grazie della tua fiducia! ci puoi scrivere sempre!

Ci hai raccontato molte cose importanti della tua vita,abbiamo percepito le tue fatiche, sentiamo la tua forza e la voglia di lottare e di essere felice, e di desiderare la felicita' anche per le altre persone che attraversano delle difficolta'!

Che bello il sostegno che hai avuto dai tuoi nonni, da quel che abbiamo capito soprattutto da tua nonna, e' stato proprio prezioso!!!

Pensiamo che i genitori cerchino di fare del loro meglio, e che essendo persone possono sbagliare,e possono causare sofferenza ....o rabbia.....o rancore.......

Cosa pensi tu?



Noi crediamo che la vita sia un cammino,con gli ostacoli ed i momenti belli, e lottare e' parte della vita, ed a volte abbiamo bisogno che qualcuno sia al nostro fianco per poter superare le difficolta'.

Aspettiamo tue riflessioni, ma potresti anche raccontarci, se ti va, quello che ti appassiona,
oppure un tuo hobby, o qualsiasi altra cosa ti va di scriverci!

un abbraccio e tanti sorrisi
Ultima modifica: Da .

Re: Ho bisogno dei mie spazi e della mia felicità. 31/07/2019 11:20 #8

Ognuno è fatto di ''carne e sbagli'' è vero...sbagli grandi e piccoli,ma tutti noi dobbiamo essere comprensivi,pensare un pò di più e parlare di meno se si devono dire delle cose stupide.Mamma non si deve stupire del mio comportamento ora...perchè lei,se non avesse detto e fatto molte cose in questo periodo,sopratutto in questo periodo...io all'ora di adesso avrei avuto un legame con mia madre da far invidia.
Io sono arrivata al limite,ripeto...io non darò più importanza a tutto ciò.Ora devo stare sempre attenta a non rovinare tutto,anche con una piccola cosa scatta l'ira all'interno di mia madre.Mi dispiace...ma lei non sceglierà con chi devo stare e con chi no,e poi...che discorsi sono ?So con chi devo parlare e confidarmi e so di chi non devo fidarmi nemmeno quando mi tende la mano nei momenti difficili.Tuttavia...mi rincuora moltissimo il fatto che mancano otto mesi,spero si senta il mio entusiasmo.
Non vedo l'ora di andarmene via da qui assieme al mio ragazzo.Nuova vita assieme,lui nuove possibilità di lavoro e spero che trovi ciò che più piace,il mio lui è tecnologico e ha frequentato corsi e formazione per diventare attore.Spero che emerga nel mondo...se così sarà vi invito tutti quanti a vedere,magari dei film con protagonista lui,magari teatro...non so!Io invece frequento la scuola di Stilisti e Moda.Sin da piccola amavo disegnare,vorrei avere delle possibilità nel partecipare a concorsi,sarebbe magnifico...così potrei avere una marcia in più nel mondo del lavoro che vorrei fare.
Purtroppo non posso cambiare scuola ora,per via dei problemi che voi sapete e per l'impossibilità di muoversi da una città all'altra,ma son intenta nel trasferirmi in una scuola più all'avanguardia(Questo dopo essermi trasferita con il mio ragazzo)...Oppure frequentare l'Artistico,non so,tutto dipende dalla mia testa e dalla mia volontà.
Vorrei lavorare con piacere e non solo con fatica,e soprattutto NON CON NOIA!Vorrei non essere stressata come la maggior parte che lavora al nero,oppure con condizione lavorative che fanno pena...Lavorare a avere tempo per sè,per la famiglia...non solo ed esclusivamente per il lavoro,preferirei morire di passione che di noia.Forse per voi sono dei sogni che tutti avete avuto da piccoli e che poi la maggior parte della gente ,sentendo ciò, vi avrà detto di essere realisti...io vi chiedo solo di fare della vostra vita un sogno e di un sogno la realtà,non deludete voi stessi,sennò i rimorsi busseranno alla vostra porta.Sapete...molta gente cercherà di buttarvi a terra quando tentate di fare qualcosa per voi,semplicemente perchè sono invidiosi,perchè loro non hanno avuto ciò che voi volete,ma non preoccupatevi...perchè il Signore,di tutto ciò che le persone augurano a noi lui renderà a loro 100 volte tanto.
IO NON VEDO L'ORA DI ANDARMENE,POICHè IO NON SOPPORTO PIù TUTTI QUESTI COMPORTAMENTI,LE BUGIE,LE VITTIME...TUTTO TUTTO.Vi giuro che a mezzanotte del mio compleanno festeggerò con una bottiglia di spumante per bambini mentre chiamerò il mio ragazzo per venermi a prendere...anche se...non andrà così...non so come andrà ma la certezza rimane la stessa,che me ne andrò.
Aspetto ancora vostre risposte per parlare ancora,mi fa tanto piacere che voi rispondiate a tutto ciò che scrivo...
Aspettoooo,baci baci.
Ultima modifica: Da .

Re: Ho bisogno dei mie spazi e della mia felicità. 31/07/2019 11:23 #9

Ognuno è fatto di ''carne e sbagli'' è vero...sbagli grandi e piccoli,ma tutti noi dobbiamo essere comprensivi,pensare un pò di più e parlare di meno se si devono dire delle cose stupide.Mamma non si deve stupire del mio comportamento ora...perchè lei,se non avesse detto e fatto molte cose in questo periodo,sopratutto in questo periodo...io all'ora di adesso avrei avuto un legame con mia madre da far invidia.
Io sono arrivata al limite,ripeto...io non darò più importanza a tutto ciò.Ora devo stare sempre attenta a non rovinare tutto,anche con una piccola cosa scatta l'ira all'interno di mia madre.Mi dispiace...ma lei non sceglierà con chi devo stare e con chi no,e poi...che discorsi sono ?So con chi devo parlare e confidarmi e so di chi non devo fidarmi nemmeno quando mi tende la mano nei momenti difficili.Tuttavia...mi rincuora moltissimo il fatto che mancano otto mesi,spero si senta il mio entusiasmo.
Non vedo l'ora di andarmene via da qui assieme al mio ragazzo.Nuova vita assieme,lui nuove possibilità di lavoro e spero che trovi ciò che più piace,il mio lui è tecnologico e ha frequentato corsi e formazione per diventare attore.Spero che emerga nel mondo...se così sarà vi invito tutti quanti a vedere,magari dei film con protagonista lui,magari teatro...non so!Io invece frequento la scuola di Stilisti e Moda.Sin da piccola amavo disegnare,vorrei avere delle possibilità nel partecipare a concorsi,sarebbe magnifico...così potrei avere una marcia in più nel mondo del lavoro che vorrei fare.
Purtroppo non posso cambiare scuola ora,per via dei problemi che voi sapete e per l'impossibilità di muoversi da una città all'altra,ma son intenta nel trasferirmi in una scuola più all'avanguardia(Questo dopo essermi trasferita con il mio ragazzo)...Oppure frequentare l'Artistico,non so,tutto dipende dalla mia testa e dalla mia volontà.
Vorrei lavorare con piacere e non solo con fatica,e soprattutto NON CON NOIA!Vorrei non essere stressata come la maggior parte che lavora al nero,oppure con condizione lavorative che fanno pena...Lavorare a avere tempo per sè,per la famiglia...non solo ed esclusivamente per il lavoro,preferirei morire di passione che di noia.Forse per voi sono dei sogni che tutti avete avuto da piccoli e che poi la maggior parte della gente ,sentendo ciò, vi avrà detto di essere realisti...io vi chiedo solo di fare della vostra vita un sogno e di un sogno la realtà,non deludete voi stessi,sennò i rimorsi busseranno alla vostra porta.Sapete...molta gente cerca di buttarvi a terra quando tentate di fare qualcosa per voi,semplicemente perchè è invidiosa,perchè loro non hanno avuto ciò che voi volete,ma non preoccupatevi...perchè il Signore,di tutto ciò che le persone augurano a noi lui renderà a loro 100 volte tanto.
IO NON VEDO L'ORA DI ANDARMENE,POICHè IO NON SOPPORTO PIù TUTTI QUESTI COMPORTAMENTI,LE BUGIE,il fare da VITTIMA...TUTTO TUTTO.Vi ''giuro'' che a mezzanotte del mio compleanno festeggerò con una bottiglia di spumante per bambini mentre chiamerò il mio ragazzo per venermi a prendere...anche se...non andrà così...non so come andrà ma la certezza rimane la stessa,che me ne andrò.
Aspetto ancora vostre risposte per parlare ancora,mi fa tanto piacere che voi rispondiate a tutto ciò che scrivo...
Aspettoooo,baci baci.
Ultima modifica: Da .

Re: Ho bisogno dei mie spazi e della mia felicità. 31/07/2019 17:38 #10

  • Volontario del Sorriso (moderatore)
Ciao Panciurica,
E’ giusto avere ed inseguire i propri sogni e noi ti auguriamo che tu possa realizzare i tuoi.
Il rischio, però, è che a volte si idealizza qualcosa senza riconoscere che in tutte le esperienze di vita ci sono gli aspetti positivi e quelli negativi e che quindi, di per sé, le esperienze sono neutrali.
Ossia in tutte le situazioni possiamo trovare stimoli, soddisfazioni, ma anche stanchezza, noia e frustrazione; l’importante è come noi approcciamo le situazioni in cui ci troviamo.
Perché, ad esempio, pur facendo il lavoro che piace, subentra quasi fisiologicamente un po’ di ripetitività che pian piano può smorzare il nostro entusiasmo.
Il segreto è sapersi rinnovare continuamente, cercare cose nuove o vedere le cose in prospettiva diversa.
Che cosa ne pensi ?
Un abbraccio !
Ultima modifica: 31/07/2019 17:39 Da Volontario del Sorriso

Re: Ho bisogno dei mie spazi e della mia felicità. 02/08/2019 07:27 #11

Beh,è vero che dipende anche da noi,da come pesiamo le cose,anche se si fa un lavoro tanto amato,ci sarà sempre quella persona che cercherà di dire sempre la sua.Non dico che ci deve essere monotonia al lavoro,assolutamente...È vero che ogni lavoro richiede impegno,e tantissima pazienza per nuovi progetti.Le esperienze vanno vissute,anche se possono portare buoni o cattivi frutti.Ogni qualvolta che penso alla vita,mi ritrovo a pensare ai problemi che quotidianamente ci ritroviamo ad affrontare e se attraversiamo dei momenti particolari o meno è perché in quel momento c'è un'insegnamento,tutto ha il suo motivo e la sua conseguenza!
Comunque,ritornando al discorso del lavoro,io penso che qualsiasi lavoro ha la sua dignità,anche a coltivare patate porta benefici in casa,non sto dicendo che il mio lavoro è il migliore,ma semplicemente che è bello e mi piacerebbe fare questo un domani.Premetto che io ho lavorato con una ditta di pulizie,immaginatevi 35 appartamenti di un hotel,salire e scendere per andare in lavanderia e prendere la biancheria,è faticoso,immaginatevi pulire i condomini,anche questo è faticoso,ed io preferisco guadagnarmi di salute con ciò che mi piace,come dice mia nonna:"Studia,continua la scuola,un domani potrai essere tu quella che batte la penna seduta alla scrivania".Ha ragione!
Quello che posso dirvi,i momenti che ho attraversato,mi hanno portata a non mollare,si vede dal rapporto con il mio ragazzo,anche se quasi sempre cado in un disperato pianto in cui mi sembra che tutto sia sbagliato,che tutto e inutile e che devo scomparire al più presto,ma dopo riesco in qualche modo a ignorare...perché tutto dipende da come pesiamo le cose,l'importante è non fare cose stupide,perché penso che nessuno voglia dare soddisfazione alle persone che ci odiano e soprattutto perdere chi ci ama!


Comunque volevo dirvi che ho iniziato il trattamento per il mio problema intimo di cui mamma si vergogna,di cui ha fatto un dramma e di cui non si è preoccupata dall'inzio e mi ha fatto utilizzare per le lavande vaginali il the di camomilla!Spero si risolva questo problema,poiché è davvero fastidioso.
Auguratemi buona fortuna,spero passi con questi medicinali...tutto ciò lo saprò dopo una settimana!
Grazie ancora e ancora per le risposte!Aspetto ancora vostri messaggi.Buona giornata e un sorriso a tutti!
Ultima modifica: Da .

Re: Ho bisogno dei mie spazi e della mia felicità. 02/08/2019 07:31 #12

Beh,è vero che dipende anche da noi,da come pesiamo le cose,anche se si fa un lavoro tanto amato,ci sarà sempre quella persona che cercherà di dire sempre la sua.Non dico che ci deve essere monotonia al lavoro,assolutamente...È vero che ogni lavoro richiede impegno,e tantissima pazienza per nuovi progetti.Le esperienze vanno vissute,anche se possono portare buoni o cattivi frutti.Ogni qualvolta che penso alla vita,mi ritrovo a pensare ai problemi che quotidianamente ci ritroviamo ad affrontare e se attraversiamo dei momenti particolari o meno è perché in quel momento c'è un'insegnamento,tutto ha il suo motivo e la sua conseguenza!
Comunque,ritornando al discorso del lavoro,io penso che qualsiasi lavoro ha la sua dignità,anche a coltivare patate porta benefici in casa,non sto dicendo che il mio lavoro è il migliore,ma semplicemente che è bello e mi piacerebbe fare questo un domani.Premetto che io ho lavorato con una ditta di pulizie,immaginatevi 35 appartamenti di un hotel,salire e scendere per andare in lavanderia e prendere la biancheria,è faticoso,immaginatevi pulire i condomini,anche questo è faticoso,ed io preferisco guadagnarmi di salute con ciò che mi piace,come dice mia nonna:"Studia,continua la scuola,un domani potrai essere tu quella che batte la penna seduta alla scrivania".Ha ragione!
Quello che posso dirvi,i momenti che ho attraversato,mi hanno portata a non mollare,si vede dal rapporto con il mio ragazzo,anche se quasi sempre cado in un disperato pianto in cui mi sembra che tutto sia sbagliato,che tutto sia inutile e che devo scomparire al più presto,ma dopo riesco in qualche modo a ignorare...perché tutto dipende da come pesiamo le cose,l'importante è non fare cose stupide,perché penso che nessuno voglia dare soddisfazione alle persone che ci odiano e soprattutto perdere chi ci ama!


Comunque volevo dirvi che ho iniziato il trattamento per il mio problema intimo di cui mamma si vergogna,di cui ha fatto un dramma e di cui non si è preoccupata dall'inzio e mi ha fatto utilizzare per le lavande vaginali il the di camomilla!Spero si risolva questo problema,poiché è davvero fastidioso.
Auguratemi buona fortuna,spero passi con questi medicinali...tutto ciò lo saprò dopo una settimana!
Grazie ancora e ancora per le risposte!Aspetto ancora vostri messaggi.Buona giornata e un sorriso a tutti!
Ultima modifica: Da .

Re: Ho bisogno dei mie spazi e della mia felicità. 02/08/2019 17:01 #13

  • Volontario del Sorriso (moderatore)
Cara Panciurica,

se qualcuno ci odia, peggio per lui! (O per lei)

L'odio fa più male a chi lo prova che a chi lo riceve.

L'odio e un sentimento distruttivo. Ma distrugge prima di tutto chi lo prova...

La persona che si trova ad essere l'oggetto di questo odio non ha che da avere compassione per l'altro e deve invece provare a concentrare la sua attenzione sulle persone che la amano e che la rispettano.
Purtroppo certe volte la vita non è facile e molto spesso la nostra felicità dipende dal tipo di persone che ci sono accanto, ma anche, come dici tu stessa, dal modo in cui noi ci rapportiamo a loro. E tieni presente che i genitori possono sbagliare spesso anche per troppo amore e troppa ansia per i figli.

Pensiamo che tua nonna abbia ragione a spingerti a studiare con serietà affinché tu abbia poi la possibilità di trovare un lavoro che ti appassioni.
Sei ancora molto giovane e sono questi gli anni vitali in cui è necessario lavorare con determinazione per guadagnarti un futuro che possa far avverare i tuoi sogni.

Scrivici ancora e dacci notizie della tua salute.

Un abbraccio e a presto!
Ultima modifica: Da .
  • Pagina
  • 1
Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.
Navigando sul sito accetti di esserne al corrente.