Benvenuti nel Forum del Sorriso

Avviso per gli utenti già iscritti al forum del Sorriso Telefono Giovani:

Accedi al nuovo forum utilizzando la procedura "password dimenticata" e segui la procedura fino alla fine... grazie!
Dovrai inserire il tuo indirizzo mail di registrazione: se l'indirizzo mail non è più valido oppure non lo ricordi scrivi a primoaccesso@sorrisotelefonogiovani.it indicando il tuo nick.
Riceverai una password provvisoria per il tuo primo accesso.

Nome Utente
Password
 
  Ricordami

ARGOMENTO: Non sono in grado di dimenticare

Non sono in grado di dimenticare 25/06/2019 23:15 #1

Buonasera. Sono una ragazza di 16 anni con un piccolo problema che spero di riuscire a superare al più presto.
Lo scorso ottobre ho conosciuto un ragazzo a un corso scolastico. In quei periodi mi sentivo abbandonata, avevo pochissimi amici e sentivo che la mia vita doveva assolutamente prendere una piccola svolta!
Ricordo che già dopo il secondo giorno di corso si era avvicinato per presentarsi, e dopo il terzo avevamo parlato tanto (a tal punto che gli altri ci consideravano già fidanzati
Ultima modifica: Da .

Re: Non sono in grado di dimenticare 25/06/2019 23:53 #2

Scusate, non so perché il lungo messaggio si è cancellato...
Ultima modifica: Da .

Re: Non sono in grado di dimenticare 26/06/2019 13:46 #3

  • Volontario del Sorriso (moderatore)
Ciao therealunicorn33 e benvenuta sul Forum del Sorriso!
Purtroppo il nostro forum ha dei problemi se usi gli emoticons della tastiera del cellulare, e cancella tutto quello che segue si possono usare solo gli emoticons che ti appaiono sopra la schermata dove scrivi il messaggio, per cui ahimè tutto quello che avevi scritto si è cancellato dopo il primo emoticon...
Con questa accortezza, visto che avrai ancora tutto ben presente, ti chiediamo se te la senti di riscriverci il tuo messaggio!
Coraggio e vedrai che non ti ricapiterà più
Un grande sorriso!
Ultima modifica: Da .

Re: Non sono in grado di dimenticare 26/06/2019 16:49 #4

Buon pomeriggio!
Mi scuso per questo imprevisto. Non ero al corrente di questo problemino e pensavo che attraverso qualche comando particolare si potesse visualizzare tutto il messaggio (°.°)
Il bello è che avevo scritto un papiro, ahahaha! Adesso rimedio subito.
Dicevo, dopo il terzo incontro abbiamo parlato a tal punto da non rimanere inosservati avanti agli occhi degli altri. Ricordo benissimo che, dopo l'incontro, mi aveva chiesto il numero di telefono. Parlavamo tanto via chat e a volte ci incontravamo a scuola, durante la ricreazione. Era meraviglioso stare affianco a lui, potevo confidarmi e fidarmi come non avevo mai fatto prima.
Una volta mi aveva pure invitata ad uscire e così, dopo il successivo incontro con il corso, ci eravamo trattenuti un po' di più fuori. Anche in quel momento abbiamo parlato molto, a tal punto da aprirci su argomenti più sensibili. Quella sera mi aveva confidato alcuni dettagli riguardo il passato, ed era un passato difficile e duro, o almeno, era quello che mi aveva detto. La sera stessa il suo discorso mi rimase impresso. Certo, anch'io ne ho passate tante prima di lui, ma sapere che aveva sofferto così tanto mi faceva sentire male. Ricordo che piansi tutta la notte. Mi ero messa alla perfezione nei suoi panni a tal punto. Dopo un po' non ero in grado di capire cosa mi stesse succedendo. Ero innamorata? Perchè dovrei sentirmi innamorata? Insomma, era solo empatia per un semplice amico, era praticamente impossibile!
La mia tesi però venne negata il giorno dopo. Appena l'avevo incontrato, ero andata completamente in tilt: sentivo il cuore accellerare, le gambe tremare, le farfalle nello stomaco volteggiare come non avevano mai fatto. Certo, era qualcosa che capitava anche nei giorni scorsi, ma... Era una cosa a cui non avevo fatto caso prima.
Lui non aveva notato questi dettagli fino al nostro secondo appuntamento, quando mi aveva chiesto il perchè della mia ansia. Forse aveva intuito i miei sentimenti, ma io continuavo a trattenerli per paura di essere respinta. La serata passò magicamente, nonostante l'agitazione.
Altrettanto bene era andato il prossimo appuntamento quando finalmente mi aveva baciata. Lui, quando aveva dichiarato i suoi sentimenti, aveva eliminato ogni dubbio.
Però, una volta iniziata la nostra relazione, non era stabile come mi aspettavo. Dopo un paio di settimane era diventato freddo, mi evitava in tutti i modi possibili, mi parlava poco... L'avevo lasciato fare così per altre due settimane, nella speranza che le cose cambino, ma le cose non avevano fatto altro che peggiorare...
Quando gli avevo chiesto delle spiegazioni, lui mi aveva detto di non essere pronto ad affrontare una relazione. Non capivo, forse si era preso gioco di me? Era successo qualcosa? E se fosse stato così, perche quel qualcosa aveva interferito così tanto nella nostra relazione?
Subito dopo ho pensato che devo dimenticarlo. Ero diventata molto dura con me stessa. A furia di non pensarci, mi ero gettata a capofitto sullo studio e su numerosi hobbies. Non avevo tempo di pensarci nemmeno prima di andare a dormire, infatti finivo sempre sfinita.
Il peso della sua nostalgia si fece sentire durante le vacanze di Natale. Avevo tanto tempo libero e non facevo altro che pensarci. Mi ero subito accorta di essere stata bloccata su ogni social, e questo mi aveva lasciata ancora più devastata di prima. Eppure non riuscivo a piangere, o a sfogarmi, nonostante ne sentissi il forte bisogno.
Appena era ricominciata la scuola, avevo ricominciato a occupare ogni minuto della mia giornata. Per sentirmi occupata ancora di più, mi ero iscritta a un nuovo corso, ma mi ero subito accorta che anche lui ne faceva parte. Vedendolo ogni volta mi faceva sentire vuota, come se avessi bisogno di lui, anche se comunque facevo finta di niente. Quando i suoi amici mi chiedevano se fossi fidanzata, rispondevo che stavo bene da sola, anche se volevo rispondere che ancora speravo in noi due. Pensavo che forse dirglielo mi avrebbe fatto bene, ma non lo facevo mai, non avevo il coraggio nemmeno di chiedergli aiuto per due compiti.
Finito il corso, ero rimasta ancora più vuota di quanto non lo fossi già. Era Marzo e, nonostante fossero passati un bel po' di mesi, sentivo che non ero completamente guarita da quel cuore spezzato. Così avevo iniziato anche una serie di relazioni in solo un mese, ma nessuna di quelle aveva funzionato. Nella mia testa avevo ancora il mio ex e sembrava che non ci fosse nessun altro oltre lui.
Gli ultimi mesi di scuola ho fatto di tutto, ho iniziato anche a smettere di fissarlo quando lo vedevo nei corridoi e di ascoltare le sue canzoni preferite, che ascoltavamo insieme durante le nostre uscite.
Ho sperato che, una volta finito l'anno, sarei riuscita ad andare avanti. Eppure non so più cosa fare per cacciarlo dalla testa. Lo sogno ogni notte e ogni cosa che faccio mi ricorda lui. Sembra che ci sia ancora qualcosa di irrisolto nel mio passato che non aspetta altro di essere completato, ma cosa? Perchè sono ancora così infatuata? Cosa sto sbagliando?
Ultima modifica: Da .

Re: Non sono in grado di dimenticare 26/06/2019 16:54 #5

Mi scuso per eventuali errori di grammatica o di battitura.
Ultima modifica: Da .

Re: Non sono in grado di dimenticare 27/06/2019 18:16 #6

  • Volontario del Sorriso (moderatore)
Cara therealunicorn33,
Grazie per il tuo dettagliato racconto di questa tua relazione che ci ha riportato vividamente all’epoca della nostra giovinezza dove tutto viene vissuto, nel bene e nel male, molto intensamente.
Non vogliamo senz’altro sminuire quello che tu stai provando perché è importante e fa parte di quel bagaglio di esperienze da vivere e da cui trarre insegnamenti.
Alcune di queste esperienze, però, avvengono per la prima volta per cui non ci sono “parametri” con cui confrontarsi ed il rischio che si corre è quello di assolutizzare le persone e le relazioni.
Se, comprensibilmente, vuoi uscire da questa situazione di confusione e sofferenza che si rinnova ad ogni occasione di contatto (ed in questo periodo magari tali occasioni sono molteplici), potresti cercare di parlargli sinceramente di quello che provi e vedere cosa lui ti dice ma – attenzione – metti in conto che potrebbe dirti anche delle cose non piacevoli.
Certamente è un percorso che potrebbe anche rivelarsi doloroso ma che potrebbe permetterti di uscire da questa situazione che comunque non ti lascia tranquilla.
Cosa ne pensi ? Cosa gli diresti ?
Un grande abbraccio !
Ultima modifica: Da .

Re: Non sono in grado di dimenticare 27/06/2019 19:44 #7

Buona sera. Innanzitutto vorrei ringraziarvi per la risposta e per la disponibilità. E' un argomento particolarmente importante per me, e di solito le persone tendono a minimizzarlo...
Credo che sia la cosa migliore parlargli per liberarmi di un problema che mi tormenta da quasi un anno. Il problema è: come posso fare? Non riesco a mettermi in contatto con lui per alcuni motivi.
Innanzitutto, la scuola è finita. Questo significa non vederlo alla fermata o durante la ricreazione o addirittura durante i cambi dell'ora.
Non posso nemmeno contattarlo via social, essendo stata bloccata in ciascuno di essi.
Non so che posti frequenta molto, perchè abita in un altra città e nei posti in cui andavamo noi non passa spesso.
Non abbiamo molti amici in comune, e comunque con quei pochi non vado d'accordo (a tal punto da litigare quando facevo i corsi). Oppure ci sono alcuni, con cui non ho un rapporto particolarmente confidenziale e quindi di cui non posso fidarmi subito.
Se ne avessi la possibilità gli direi tutto quello che ho sentito durante questi periodi e, in particolare, che sono ancora "innamorata" (oppure ossessionata ). Eh no, purtroppo non spero in una risposta positiva. Quando ero a scuola non mi guardava nemmeno e prendeva addirittura le parti dei suoi amici quando litigavo con loro!
Mi capitava di scrivere delle lettere a lui durante questi mesi, ma non le ha mai ricevute.
L'unica soluzione è gettare la spugna e cercare di dimenticarlo... Occhio non vede, cuore non duole! Giusto?
Ultima modifica: Da .

Re: Non sono in grado di dimenticare 28/06/2019 15:42 #8

  • Volontario del Sorriso (moderatore)
Cara ThereAlunicorn33,

Si, lo vediamo: decisamente sei ancora innamorata/infatuata di lui! O piuttosto sei ancora sotto l'impressione di beatitudine dei vostri primi giorni insieme, quando ti sembrava che lui ti capisse profondamente e quando ti trovavi così bene in sua compagnia.

In seguito,però, lui ha fatto decisamente marcia indietro e ti ha detto chiaramente di non sentirsi pronto ad affrontare una relazione ...
Pensiamo che la chiave per capire il suo successivo comportamento sta interamente in questa frase.
Evidentemente ha paura di legarsi e, probabilmente, di soffrire e per questo ha deciso di chiudere con te, di sbarrarti la strada a lui bloccando tutti i mezzi che tu potresti avere per far sentire le tue ragioni.

Che fare dunque? Come tu scrivi alla fine, cercare di dimenticarlo. Abbiamo l'impressione, data questa situazione, che non ti resti altro da fare che rispettare la sua decisione. Certamente un tuo atteggiamento di comprensione del suo desiderio non farà che bene all'immagine che lui si è fatto di te.
Detto questo, se per caso dovesse capitarti di incontrarlo, potresti fargli un cenno di saluto ed un sorriso, niente di piu'. Lascia che sia lui, se lo vuole, ad avvicinarsi.

In caso contrario vivi la tua vita facendo cose nuove, cose che ti appassionano e che ti possano arricchire come persona. Limitati a pensare a questo episodio con lui come ad una cosa bella che la che l'universo ti ha donato e non cadere nella trappola, che tu stessa hai riconosciuto, di metterti con qualsiasi ragazzo, anche se non ne sei attratta.
Con un forte abbraccio ed un bel sorriso
Ultima modifica: Da .

Re: Non sono in grado di dimenticare 28/06/2019 17:51 #9

Buonasera.
Certo,avete proprio ragione: considero maggiormente i primi giorni piuttosto che la fine, e questo mi rende cieca della realtà. Certo, probabilmente mi ha lasciata per paura di affezionarsi, anche se nel bel mezzo della conversazione aveva accennato a un "Ho bisogno di stare bene con me stesso" (cosa che comunque non ho detto per sembrare il più anonima possibile ). L'ho accettato tranquillamente, l'ho lasciato andare, infatti la nostra fine non è stata così tragica. È solo il suo pensiero a soffocarmi. Sono solo i numerosi sogni e alcuni gesti che si collegano a lui. Ma sono solo malata d'amore, e prima o poi dovrò trovare una cura... Spero di uscirne diversa.
Grazie per l'ascolto. Questa associazione mi ha aiutata moltissimo con tutto il sostegno necessario, e non posso fare altro che apprezzarvi.
Ultima modifica: Da .

Re: Non sono in grado di dimenticare 03/07/2019 19:09 #10

  • Volontario del Sorriso (moderatore)
Ciao therealunicorn33,
Senz’altro questa esperienza ti arricchirà. Come dicevamo in una risposta precedente, ti darà un metro di giudizio con il quale misurare le tue future storie d’amore.
Per il momento, non ti resta altro da fare che provare a dimenticarlo; non sarà un percorso lineare, ci sarà qualche inciampo ma vedrai che ci riuscirai; un giorno ti sveglierai e ti renderai conto di… non averlo sognato !
Un abbraccio e a presto !
Ultima modifica: Da .

Re: Non sono in grado di dimenticare 18/10/2019 14:19 #11

Buon pomeriggio a tutti!
Vi scrivo dopo un po' di tempo perché, evidentemente, i miei sentimenti e anche la situazione con lui si stanno facendo sempre più confusi.
Da più di un mese è iniziata la scuola, e uno dei miei buoni propositi era quello di socializzare di più con le persone, come per esempio con alcune compagne di classe. Inoltre ho trovato un altro fidanzato, che mi ama, mi rispetta e mi fa stare molto bene, non dovrei più ripensare al mio ex...
Ma, ogni mattina, io e le mie amiche ci incontriamo e, e da un po' di tempo, anche il mio ex partecipa alle loro conversazioni (cosa che fino all'anno scorso non faceva, dato che lui preferiva stare insieme ai suoi amici...). Inizialmente non ho dato troppo peso alla storia. Insomma, probabilmente trova le mie amiche simpatiche e si unisce anche lui. Ma poi ho notato che OGNI volta che parlo io, 0960lui si volta dall'altra parte. Non dovrei pensarci troppo, sono fidanzata, ma... Appena ho analizzato la situazione in profondità mi sono sentita ferita. Perché è sempre lì? Cosa vuole da loro se prima non ci parlava proprio? Perché invece si atteggia in questa maniera con me?
Come se non bastasse, ieri sera, quando io e una di loro eravamo fuori, ad un certo punto avevo chiesto "Ma se tu non fossi fidanzata e <ex fidanzato> si fosse pentito di tutto quello che ha fatto, tu torneresti con lui?". Non le ho dato una risposta concreta perché poi si è fatta distrarre dal suo cellulare che squillava. E sinceramente non so rispondere, ancora ci sto pensando. Ho paura di essere sotto sotto ancora affezionata e di essere caduta dentro l'ennesima" trappola d'amore". Ma poi penso al mio ragazzo, non era il mio obiettivo dimenticare <ex fidanzato> quando avevo deciso di iniziare una relazione con lui. Sentivo che provavo realmente qualcosa per lui, questa è stata la motivazione principale (specifico che quella attuale è una relazione a distanza. Forse è un elemento utile per capire la trama)
Come se non bastasse, domani sera sono stata invitata a uscire con queste ragazze insieme ad alcuni amici del mio ex. È stato invitato anche lui, ma per motivi familiari lui non parteciperà, altrimenti sarebbe venuto. Non capisco un'altra cosa: perché era così disposto a venire sapendo della mia presenza? La prossima volta che usciremo, cosa potrebbe succedere? Forse le ragazze sono consapevoli del motivo per il quale lui si attacca a loro come se niente fosse, anche se le conosce davvero poco. Perché sono così confusa? Perché questa situazione mi manda fuori di testa? Non devo illudermi che una delle opzioni sia quella che lui vuole ancora legare con me e che me lo sta dicendo indirettamente... (conoscendolo, c'è da dire che è un ragazzo molto riservato. Andava quasi nel panico quando era con me e ci aveva messo un po' ad aprirsi dal punto di vista sentimentale...). Ma se così fosse, allora perché mi ignora? Voglio realmente legare con queste amiche... Ma come faccio se loro escono anche con lui?
Ultima modifica: Da .

Re: Non sono in grado di dimenticare 23/10/2019 15:30 #12

  • Volontario del Sorriso (moderatore)
Ciao therealunicorn33

Abbiamo diverse ipotesi.
Il tuo ex è un po' geloso. non possiamo arrivare a dire se stia ripensando a te, e se vorrebbe tornare con te, e quindi ci tiene improvvisamente a frequentare le tue amiche ma quando parli tu fa finta di girarsi per non farti capire le sue intenzioni.
Oppure al contrario gli piace adesso una delle tue amiche.
Oppure lui è ormai così fuori dalla storia, da riuscire a trattarti come fossi un amico maschio.
Le tue amiche sembrano dire che forse lui ancora ti corre dietro, o no?
A te cosa sembra?

Sei stata molto sincera a dire che non avresti saputo bene cosa rispondere alla tua amica che ti chiedeva
"Ma se tu non fossi fidanzata e <ex fidanzato> si fosse pentito di tutto quello che ha fatto, tu torneresti con lui?"

Non devi saperlo per forza, sei giovanissima, hai 16 anni ci pare. Sai quanti ragazzi ti piaceranno prima che tu incontri quello giusto, con cui fare un bel tratto di strada insieme nella vita?

Per ora il nostro piccolo suggerimento sarebbe semplicemente quello di vivere con spontaneità, cercando di essere onesta con te stessa e col tuo ragazzo, ma senza pretendere da te stessa quella chiarezza di vedute in amore che arriverà con il tempo e con le esperienze!

Se il tuo ex ti piaciucchia ancora ci sta. Ci vuole tempo a superare le cotte! Oppure magari è destino che ci riproviate.

Cosa ti piaceva di più nel tuo ex e cosa ti piace ora nel tuo attuale ragazzo?

Un sorrisone e su con la vita, che l'amore è fatto così, è del tutto irrazionale e fuori dal nostro controllo!
Ultima modifica: Da .

Re: Non sono in grado di dimenticare 23/10/2019 16:52 #13

Buon pomeriggio!
Grazie infinitamente per la risposta e per avermi ascoltata un'altra volta.
I giorni passano, ma la storia è rimasta identica: frequento i miei amici e lui ogni volta che parlo io si esclude dal discorso. Non credo che sia innamorato di una delle mie amiche, una di loro è pure fidanzata con un suo amico. Forse quest'ultimo è uno di quei motivi che lo hanno portato ad avvicinarsi a noi. Eppure non credo nemmeno che mi consideri un'amica, perché se fossi un'amica mi parlerebbe come se niente fosse, un po' come fa con le altre. Non vorrei pensare che è realmente geloso di me. È comunque al corrente della mia nuova storia, ma dal suo sguardo non riesco a percepire alcuna emozione, né rabbia, né felicità, nulla. (forse recita molto bene ). I suoi amici, sabato scorso, hanno parlato molto di lui, dicendo che da quando è iniziata la scuola ha iniziato a socializzare molto di più e ha finalmente messo da parte la sua solita apatia. Sicuramente, hanno parlato di una persona quasi diversa da quella che ho lasciato l'anno scorso, completamente fredda e senza voglia di parlare con nessuno. Ripenso spesso alla frase che disse quel giorno: "Non sono nelle condizioni di stare in una relazione". E queste condizioni quali sono? Mi verrebbe da pensare, esattamente quelle di cui hanno parlato i suoi amici. Paura di affezionarsi? Forse adesso che socializza di più, non dovrebbe avere questa paura.
Del mio ex mi piacevano molte cose: il carattere, timido e riservato come il mio, il suo modo di comprendermi e di capirmi, persino la sua freddezza in certi momenti (anche se questa mi faceva sentire male, ma era un lato di lui che mi attraeva particolarmente. Forse perché mi faceva sentire bene "scioglierlo"). Io e lui avevamo molte passioni in comune, anche in fatto di musica e di serie TV.
Invece del mio attuale ragazzo mi piace l'attenzione e il rispetto che prova nei miei confronti, la sua pazienza nel portare avanti una relazione a distanza, persino la sua saggezza e la sua empatia. Tuttavia, ho riconosciuto che anche stavolta mi sono buttata a capofitto in una relazione, senza pensare che in realtà non ho superato completamente la cotta per il mio ex. Magari qualche mese fa era estate e non incontrarlo non ha fatto altro che indebolire il pensiero di lui, e di conseguenza agire in questa maniera. Devo essere sincera: non mi sento abbastanza determinata a portare avanti una relazione mentre penso a un altro ragazzo. Perché penso che magari, se amassi davvero lui, non analizzerei nessun'altra persona per capire cosa prova per me. Ma, evidentemente, lo sto facendo. E la cosa peggiore è che lo sto facendo con una persona che è il mio ex. Eppure non so come spiegarglielo, forse non lo lascio nemmeno. E se in realtà mi stessi illudendo che il mio ex ci tiene ancora a me? Con il mio ragazzo sto molto bene in questa posizione, pensieri a parte. È una relazione che molte ragazze non fanno altro che sognare, senza litigi, senza compromessi, senza ostacoli.
Ma questi pensieri vanno realmente fuori controllo: quando mi avvicino troppo al mio ex mi viene la tachicardia! :,D
Ultima modifica: Da .

Re: Non sono in grado di dimenticare 24/10/2019 18:57 #14

  • Volontario del Sorriso (moderatore)
ciao Therealunicorn33!

come ti e' andata oggi ?


Nel tuo ultimo messaggio abbiamo letto tutti i movimenti del tuo cuore!
Ed anche la tachicardia!
Bene! ci sembra che tu sia una ragazza vitale, che sta attraversando qualche turbolenza, qualche dubbio, ...ci permettiamo solo di dirti che potresti provare ad ascoltare con attenzione il tuo cuore, con gentilezza e pazienza nei tuoi confronti, dandoti un po' di tempo per capire che cosa sta succedendo e magari prendere qualche decisione.

che ne pensi?

a presto
Ultima modifica: Da .

Re: Non sono in grado di dimenticare 24/10/2019 20:28 #15

Buona sera!
È andata come sempre: la mattina mi vedo sempre con questi amici, lui compreso, e lui non fa altro che continuare a non parlarmi.
Oggi la mia amica mi ha fatto notare che sono ancora innamorata persa di lui e che lo sto negando pure a me stessa, e ho realizzato che i miei dubbi piano piano sono sempre più evidenti.
Sono anche venuta a conoscenza di un nuovo corso scolastico in cui anche lui dovrà partecipare, e di un concorso a cui ci presenteremo a nome della scuola. Sento che all'interno di questo corso io e lui dovremo collaborare molto, anche perché lui è un po' più grande e conosce sicuramente più cose di me. Il mio istinto mi chiede perciò di andare da lui e chiedergli le motivazioni di ogni cosa, e in particolare del sul atteggiamento, e sapere se mi odia o meno. Ma poi la parte più razionale di me mi ferma: se avesse realmente intenzione di riallacciare i rapporti con me non si comporterebbe così, e ai suoi occhi apparirei come una stupida disperata che si fa complessi su cose banali...
Non so più cosa fare. Non so se fare questo tentativo o lasciar scorrere tutto così com'è. Forse sento la necessità di averlo almeno come amico, almeno per sentirmi rassicurata del fatto che non mi odia e mi disprezza davvero...
Ultima modifica: Da .
Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.
Navigando sul sito accetti di esserne al corrente.