Benvenuti nel Forum del Sorriso

Avviso per gli utenti già iscritti al forum del Sorriso Telefono Giovani:

Accedi al nuovo forum utilizzando la procedura "password dimenticata" e segui la procedura fino alla fine... grazie!
Dovrai inserire il tuo indirizzo mail di registrazione: se l'indirizzo mail non è più valido oppure non lo ricordi scrivi a primoaccesso@sorrisotelefonogiovani.it indicando il tuo nick.
Riceverai una password provvisoria per il tuo primo accesso.

Nome Utente
Password
 
  Ricordami

ARGOMENTO: Non sono in grado di dimenticare

Re: Non sono in grado di dimenticare 20/01/2020 20:36 #61

Ciao, adorati volontari!

Sono riuscita a terminare la "programmazione" di quello che potrei dirgli. Ho intenzione di farlo o sabato pomeriggio o domenica mattina, quando avremo occasione di incontrarci a scuola e di chiedere una mezz'ora di tempo per un caffè dopo aver finito le attività.
Ecco qui come dovrei procedere:
«Non mi interessa tornare con te, non mi interessa nemmeno che ricambi».
Iniziamo così. Iniziamo a fargli capire che non è nei miei obiettivi tornare in una relazione. E nemmeno che ricambia: non sono nessuno per minacciato se non prova sentimenti, per lui, falsi. Però questo è un piccolo spoiler: qualcosa dentro me ancora c'è.
«Volevo parlarti. In realtà ci stavo pensando da molto tempo...»
E questo per fargli capire che non sono problemi del momento, che non ha nulla da temere, che gli parlerò solo del passato. Successivamente, avrei delle domande da fargli riguardo la nostra precedente relazione...
«Era colpa mia se ti sentivi in un periodo troppo "apatico?»
«Perché hai scelto di iniziare una relazione? E dopo mi hai detto che non ne eri nelle condizioni?»
«Sai, penso che, nonostante tutti i problemi, ho passato dei momenti molto belli con te. Ti volevo chiedere: davvero mi hai dimenticata?»
E dopo la sua risposta, inizio a parlare di quello che provo io. Mi sbilancerò un botto, ma potrò tranquillamente finire con un «Avevo bisogno di parlarti per permettermi di dimenticarti con più facilità. Non è stato bello per me finire la nostra relazione con tutti questi dubbi, ma non è colpa tua: sono stata io a decidere di non risolverli e di lasciarti stare, che in quel momento ne avevi bisogno».
E, poi, per finire, chiederò «E adesso stai bene con questo nuovo rapporto tra me e te, oppure quando mi vedi provi ancora amarezza?».
Infine, lo ringrazio per la disponibilità e lo lascerei andare. Avere le risposte a quelle domande mi farebbe sentire completa e mi permetterebbe di non pensare più a lui.

Ovviamente, tante volte mi devo ricordare che la nostra conversazione è reale e non un programma con tutto un codice reale. È vero, programmo le conversazioni come programmo al PC. Mi sento un tantino... Pazza ^^"

Perché a casa mia c'è silenzio? Adesso vi spiego. A volte mia madre dorme. Ha qualche problemino col sonno la notte e di giorno si sente molto stanca. Per non disturbarla, siamo costretti a vivere in questo «cimitero». E, se non è per mia madre, è per colpa dei vicini. Vivo in un appartamento in cui ogni cosa che si fa si sente da due piani di distanza. Anche per il volume della televisione un po' più alto del solito i vicini sono capaci di fare una strage ^^". Che str***i direi! E pensare che loro sono peggio: litigano, urlano, si lanciano persino gli oggetti e i mobili addosso (almeno, dai rumori che sento dal piano di sopra posso dedurre questo XD). A volte mi interesso alle loro continue discussioni: vado in camera mia, prendo i popcorn e li ascolto :`D. Sono udibili a tal punto! Però altre volte mi rompono le scatole, e sono tentata di andare sopra solo per lamentarmi come di solito fanno loro con noi. Quindi si, direi che sono entrambe le cose: ci vivo bene e allo stesso tempo mi fa pena!

Penso che il genere di chiesa non mi attragga come mi attrae la musica moderna (in particolar modo il rock). E poi, vicino a casa mia solo gli adulti, o comunque persone di età matura, vengono a cantare. Sarebbe una bella idea, ma... Mi sentirei particolarmente a disagio! ^^"
Ultima modifica: Da .

Re: Non sono in grado di dimenticare 21/01/2020 16:30 #62

  • Volontario del Sorriso (moderatore)
Cara therealunicorn33,

siamo con te nella coraggiosa presa di posizione di volerti confrontare definitivamente con il tuo ex.
Pensiamo che sia veramente arrivato il momento.
Come sottolinei tu, con grande maturità e sensibilità, è bello che cerchi chiarezza sulla situazione attuale e anche qualche chiarimento sul passato.
Pensiamo che affrontarlo porterà anche lo scioglimento del tuo nodo alla gola.
E' indice di grande maturità che tu in passato l'abbia lasciato libero perché questo era il suo desiderio. Non la definiremmo quindi colpa il lasciarlo libero ma anzi hai dimostrato di avere grande rispetto per i suoi bisogni e sentimenti!
Avere questo incontro, come intuisci tu quando dici:
Avere le risposte a quelle domande mi farebbe sentire completa e mi permetterebbe di non pensare più a lui.

potrà anche avere il significato di "chiudere un cerchio" che mantenuto aperto non ti permetterebbe di guardati intorno per trovare un nuovo amore al quale dedicarti con l'energia che tu vuoi e chiedi.
Quindi 10 e lode per questo movimento.
Il fatto di programmare la conversazione ti aiuta ad avere ben chiaro ciò di cui vuoi parlargli ma ci sembra che sia già tutto ben definito nella tua testa.

Rimaniamo in attesa di ricevere tue notizie o riflessioni.
un caro abbraccio
Ultima modifica: 21/01/2020 16:34 Da Volontario del Sorriso

Re: Non sono in grado di dimenticare 23/01/2020 14:31 #63

La cosa più inquietante è che i miei sogni, una volta interpretati, dicono che ho paura di danneggiare i rapporti con lui. Ma poco mi importa, non lascerò che i miei obiettivi vengano sradicati dalle mie ansie. Non un'altra volta.
Ultima modifica: Da .

Re: Non sono in grado di dimenticare 25/01/2020 12:57 #64

Che ci crediate o no : sono riuscita a parlargli! E, anche se non ho seguito alla perfezione il copione... Beh, che importa. Ho sconfitto l'ansia di farlo e mi sono buttata.
Purtroppo, non è andata come previsto, nel senso che era evidente che ero in ansia e che era progettato nei dettagli. A tal punto da fare scena muta quando ho dimenticato di fargli una domanda!

"Era colpa mia se ti sentivi in un periodo un po' troppo apatico?"
No. Erano vari fattori che non glielo permettevano, tra cui le emozioni che non le permettevano.

La seconda domanda me la sono dimenticata. Ma, evidentemente non era così importante ^^"

"davvero mi hai dimenticata?"
Anche se non ricambia quello che provo io, si è trovato bene con me. Quindi no, non completamente. Si trova meglio con me da amica!

"adesso ti trovi bene con me?"
Si. Molto bene. Non c'è alcuna emozione negativa che prova nei miei confronti. Per fortuna.

È andato meglio di quanto immaginavo. Anche se l'illusione che lui voleva tornare con me era molto bella, posso dire che non mi sento male come mi aspettavo. Anzi, adesso mi sento più leggera e motivata ad andare avanti nella mia vita.

Questo post è per dirvi che sono felice di aver risolto tutto e di aver avuto il vostro appoggio. Senza voi non sarei andata da nessuna parte, anzi, sarei rimasta chiusa in me stessa lasciando che le emozioni negative mi uccidevano lentamente. Grazie infinite. Siete i migliori! <3
Ultima modifica: Da .

Re: Non sono in grado di dimenticare 27/01/2020 16:07 #65

  • Volontario del Sorriso (moderatore)
Carissima therealunicorn33
siamo veramente molto molto orgogliosi di te!
Le tue parole
È andato meglio di quanto immaginavo. Anche se l'illusione che lui voleva tornare con me era molto bella, posso dire che non mi sento male come mi aspettavo. Anzi, adesso mi sento più leggera e motivata ad andare avanti nella mia vita.
sono importantissime, perchè ieri non hai solo vinto una battaglia, tu hai impostato la futura conduzione della tua vita.
Hai deciso di sperimentare la CHIAREZZA nei rapporti, e hai capito che ti fa stare molto meglio sapere come stanno le cose piuttosto che immaginarle in silenzio! Il diavolo non è mai così brutto come lo si dipinge
Ieri si è chiarita questa parentesi della tua vita chiamata A., ma l'esperienza se ti metti a riguardarla a ritroso, può diventare ancora più importante della vittoria conseguita nell'affrontare la tua "prima incognita" è e sarà il metro di paragone con cui affrontare le future ansietà della tua giovane vita.
Cerca di fare tesoro: hai speso da giugno 2019 a gennaio 2020 per decidere di chiarire la situazione dibattendoti in mille angustie e facendoti mille paranoie, poi in un attimo lo hai fatto e tutto è diventato più leggero!

Siamo veramente contenti che il nostro affettuoso supporto ti sia stato utile, noi siamo sempre qua, ma oramai sappiamo (e soprattutto lo sai tu) di cosa sei davvero "capace" quando decidi!

Un grande abbraccio e torna a trovarci
Ultima modifica: Da .
Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.
Navigando sul sito accetti di esserne al corrente.