Errore
  • Kunena Errore Interno: La tabella di configurazione del forum non esiste. Controllare e salvare la configurazione del forum
Benvenuto, Ospite
Nome Utente Password Ricordami

La solitudine del malato
(1 Online) (1) Ospite

ARGOMENTO: La solitudine del malato

Re: La solitudine del malato 2 Mesi, 1 Settimana fa #134892

  • clay1991
  • Offline
  • Expert Boarder
  • Messaggi: 122
  • Karma: 0
Penso che sto diventando pazzo. Sono paranoico. Ma tra i problemi a casa e al lavoro mi sento stetto in una morsa, mi sembra di impazzire. Vorrei scappare via. Io non ce la faccio più

Re: La solitudine del malato 2 Mesi fa #134895

  • volsg
  • Offline
  • Moderator
  • Messaggi: 164
  • Karma: 0
Ciao Clay!

Scusaci ancora per il ritardo nella risposta.

Ci dispiace sentire che ci sono problemi in condominio che ti disturbano, è difficile trovare pace in casa se attorno a noi c’è malessere.

Dopo tutto quello che ci hai scritto non crediamo che tu stia diventando pazzo, ma è normale che certe cose provochino tanta frustrazione e voglia di scappare. Cerca di non scoraggiarti, anche se non è facile.

Ci ha colpito la tua frase dell’ultimo post “sono paranoico”… hai voglia di scriverci che cosa intendi tu per paranoico?


Mentre riguardo al tuo lavoro, percepiamo che sei in una situazione difficile, ti andrebbe di spiegarcela un po’?


Un grande abbraccio e un Sorriso!
Noi ci siamo!

Re: La solitudine del malato 2 Mesi fa #134896

  • clay1991
  • Offline
  • Expert Boarder
  • Messaggi: 122
  • Karma: 0
Praticamente penso che Tutti per qualche motivo possano avercela con me o qualsiasi cosa dica o faccia ho paura venga interpretata male dagli altri e per poi ritorcersi contro di me. O ad esempio la settimana scorsa c’è stata una litigata furibonda in condominio che mi ha molto scosso e ora appena sento qualcuno con un tono di voce alto ho paura possa succedere ancora. Per quanto riguarda il lavoro ci sono stati tagli al personale e ora mi ritrovo con responsabilità addosso che non voglio è una pressione assurda sulle mie spalle. Non me la sento ma l unica alternativa e cercarmi un altro lavoro. Ho paura.

Re: La solitudine del malato 2 Mesi fa #134899

  • volgp
  • Offline
  • Moderator
  • Messaggi: 108
  • Karma: 1
Caro Clay,

da quello che ci hai scritto ci sembra di capire che, a seguito della lite condominiale, ti senti in ansia e hai paura che le tue parole o comportamenti possano essere interpretati male dagli altri.

Qualche condomino ti ha fatto delle osservazioni o ha mostrato scortesia nei tuoi confronti?
Della lite dei giorni scorsi che cosa in particolare ti ha scosso?

Riguardo al tuo lavoro immaginiamo che con i tagli del personale, il lavoro degli altri dipendenti si sia appesantito parecchio
Ci parli di maggiore responsabilità oltre al maggior carico di lavoro. Rispetto a prima quali responsabilità in più ti trovi ad affrontare?

A presto

Re: La solitudine del malato 1 Mese, 4 Settimane fa #134907

  • clay1991
  • Offline
  • Expert Boarder
  • Messaggi: 122
  • Karma: 0
Ciao amici, no che io sappia nessuno mi ha criticato in particolare. È che ho cercato invano di riunire tutti per trovare una soluzione ma ognuno pensa per se ed è diventato un muro contro muro. Quindi ho deciso di lasciar perdere e farmi i fatti miei come fanno tutti. Basterebbe così poco per andare d accordo!

Re: La solitudine del malato 1 Mese, 4 Settimane fa #134910

  • volcr
  • Offline
  • Moderator
  • Messaggi: 5
  • Karma: 0
Ciao Clay,

hai ragione! basta poco per andare d'accordo. Piccoli gesti e grandi intenzioni... come la tua di voler riunire tutti i tuoi condomini al fine di accordarsi. Hai una bellissima qualità!
Certo è che se poi, non colgono altro che la lite, lasciali litigare e vieni via. Non succede niente, è un problema loro, vivilo con un certo distacco. Tu hai fatto il tuo possibile se non addirittura più di quanto normalmente viene fatto.

Per quanto riguarda il tuo lavoro di quali responsabilità ti hanno caricato?
Non pensi che potrebbe essere una buona 'sfida' per dimostrare il tuo valore nel mondo del lavoro?
Capiamo bene che tutto il 'nuovo' spaventa un po'... altroché... ma da un altro punto di vista può risultarti anche stimolante.
Facci sapere qualcosa in più, se ti va.

Noi siamo qui con un gran Sorriso.

A presto.
Ciao
Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.
Navigando sul sito accetti di esserne al corrente.