Errore
  • Kunena Errore Interno: La tabella di configurazione del forum non esiste. Controllare e salvare la configurazione del forum
Benvenuto, Ospite
Nome Utente Password Ricordami

La solitudine del malato
(1 Online) (1) Ospite

ARGOMENTO: La solitudine del malato

Re: La solitudine del malato 2 Settimane, 5 Giorni fa #134915

  • clay1991
  • Offline
  • Expert Boarder
  • Messaggi: 122
  • Karma: 0
Si infatti ho deciso che me ne frego d ora in poi, sono grandi e vaccinati. Mah è difficile da spiegare, diciamo che sono venute a mancare persone che si occupavano di ordini, relazioni con rappresentanti e gestire ad esempio un reparto e anche se non in modo ufficiale ora tutto questo è nelle mie mani. Fino a qualche tempo fa vi avrei risposto che l idea era una bella sfida è che mi avrebbe stuzzicato. Adesso proprio no, non ho la testa sul lavoro e non lo considero più una priorità come prima seppur essenziale per vivere. Mi fa schifo come ambiente e c’è gente che non tollero più. È ora di cambiare aria, ma mi manca il coraggio

Re: La solitudine del malato 2 Settimane, 4 Giorni fa #134917

  • voldg
  • Offline
  • Moderator
  • Messaggi: 4
  • Karma: 0
Ciao Clay1991,

capiamo i tuoi dubbi e le tue ansie: periodi difficili e di elevato stress a lavoro possono capitare e sicuramente ci si affligge un pò.

Vogliamo dirti però che i periodi di questo tipo solitamente non durano in eterno

Comunque ci sembra che tu abbia una visione chiara di quel che sta accadendo nella tua vita e di come la pensi: vorresti "cambiare aria" ma ti manca il coraggio.
Probabilmente questa situazione e questi cambiamenti ti hanno un pò destabilizzato ed è naturale che sia così.

Ti invitiamo però a riflettere sulle cose positive come il fatto che abbiano licenziato personale ma non te, anzi, da quel che abbiamo capito ti è stato dato un ruolo di maggiore responsabilità.

A volte capita di pensare che "fuori" ci sia di meglio ma può essere un pensiero illusorio.
Dato che questa situazione nuova si è creata da poco magari puoi provare a rivalutarla dopo che sia trascorso un po'di tempo.

A quel punto, nel momento in cui avrai preso dimestichezza con il tuo nuovo ruolo, e probabilmente il mercato del lavoro sarà tornato "normale", potrai valutare con maggior consapevolezza le scelte migliori per te.

Un caro Sorriso!
Ultima modifica: 2 Settimane, 4 Giorni fa Da voldg.
Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.
Navigando sul sito accetti di esserne al corrente.