Errore
  • Kunena Errore Interno: La tabella di configurazione del forum non esiste. Controllare e salvare la configurazione del forum
Benvenuto, Ospite
Nome Utente Password Ricordami

Non ci riesco, sono stanco!
(1 Online) (1) Ospite
  • Pagina
  • 1
  • 2

ARGOMENTO: Non ci riesco, sono stanco!

Re: Non ci riesco, sono stanco! 2 Anni, 4 Mesi fa #133076

  • BreakDan
  • Offline
  • Junior Boarder
  • Messaggi: 21
  • Karma: 0
Tutto quello che sento và a tratti, un giorno sto bene, l'altro sto male, triste, depresso, senza voglia di fare e tanta rabbia dentro che mi prende perchè non capisco risolvere tutto questo, tutta questa insicurezza e rabbia verso me stesso. Mi dà fastidio non poter vivere bene, sereno come fanno un pò tutti e invece niente, tutti questi problemi in testa che mi affliggono, pensieri, paranoie, il mio cervello sembra una macchina industriale di pensieri in continua rotazione, il fumo esce ma la macchina non si ferma, sembra in avaria.
Non so come comportarmi con me stesso, a volte mi sento estraneo nel mio stesso corpo, come se la mia testa stesse per i cavoli propri, distaccata da tutto il resto, ho un'altra percezione della realtà, vedo il male, lo sento a distanza, sento anche il bene, ma quest'ultimo molte poche volte.
Che odio... quel momento in cui sei compagnia di persone e ti sale quell'ansia con quella vocina in testa che ti dice: "e ora? Ora che dico?".
Ultimamente poi beh... sono molto annoiato, esco ma le persone mi annoiano, sono un pò tutte le stesse, stesse mentalità plasmate a caso, con pensieri troppo finti e idioti.
Mi annoio, vorrei provare emozioni diverse, adrenalina pura magari...
Mi piacerebbe a volte ritrovarmi da solo con qualcuno che mi abbracci e mi dica che và tutto bene. Qualcuno che mi faccia capire che conta su di me e che se voglio spacco tutto, mancanza d'affetto? Chissà.
Vorrei starmene tranquillo e sereno con la persona che amo. Qualcuno che sappia e mi capisca davvero. Voglio stare bene ma non riesco. Mi avveleno io stesso, con i miei pensieri, ed è orribile. È il secondo momento nero della mia vita, quando lasci la presa dalla corda, questa viene tirata da qualcun'altro e se la porta avanti e tu invece resti indietro. Mi tocca farmi un'altra salita ma non trovo le forze per farlo, mi sento stanco, come un corpo morto senza forze che ha voglia di rinascere ma non trova la giusta energia. Sono pieno di bad vibes... troppe, vibrazioni, energie negative che mi butto addosso io stesso infondo. Voglio vivere, vivere bene davvero, no avere questa lunaticità e non sapere come comportarsi.

Cosa faccio nel tempo libero? Skate.

"Prendi per mano il bambino dentro di te e incoraggialo. Aiutalo a compiere i primi passi e piano piano tornerà a correre!"

Il problema è che c'è una società che fa rabbrividire e far uscire certe parti di sè stessi è come dire: "gente avanti, buttatemi nella fossa, dai sù" sembriamo una società di zombi, penso che questo mondo non ci appartenga più di tanto.

Re: Non ci riesco, sono stanco! 2 Anni, 4 Mesi fa #133102

  • volsarafo
  • Offline
  • Moderator
  • Messaggi: 85
  • Karma: 0
Ciao BreakDan

troviamo che il modo in cui descrivi ciò che accade dentro e intorno a te sia sempre ricco di interessanti intuizioni e spunti su cui riflettere.

Provando a riassumere quello che hai raccontato finora, sembra che in te convivano due personalità distinte, che nel corso della tua vita si sono alternate, senza mai riuscire a integrarsi e coesistere.

La prima parte, che associ al tuo bambino interiore, è quella insicura, debole, non all'altezza, che si lascia trascinare dalle emozioni e si vergogna. E' la parte di te che odi e che ti fa sentire paralizzato dalla paura, imprigionato, come se vivessi la tua vita in terza persona.

L'altra parte al contrario, quella adulta, è capace, sicura, determinata e ambiziosa, mette se stessa al primo posto ed è consapevole di meritare il meglio. E' la parte di te che ami e che ti fa sentire libero di fare ciò che vuoi, di prendere in mano la tua vita.

A proposito della tua ex ragazza dici che in qualche modo ti ha trasmesso la sua insicurezza e che finchè siete stati insieme ti sei in un certo senso affidato a lei, le hai "ceduto le redini", al punto che quando vi siete lasciati ti sei sentito smarrito e ancora una volta spaventato; è rientrato in gioco il bambino insicuro che odi tanto e, proprio perchè lo odi, ora ti trovi in un circolo vizioso per cui vorresti cambiare ma non puoi farlo, dal momento che non ti senti all'altezza nemmeno di te stesso, nemmeno di essere tu il motivo del tuo stesso bene.

Sembra quindi che, almeno una delle possibili soluzioni, sia quella di amarti anche quando hai paura, non soltanto quando sei coraggioso, perchè anche in quel momento sei tu, anche in quel momento sei al primo posto e meriti di prenderti tutto quello che ti spetta! Sei d'accordo?

Sarebbe anche interessante capire meglio cos'è successo durante la relazione con quella ragazza, come mai invece di contagiarla con la tua intraprendenza e la tua determinazione, sia stato tu ad adattarti a lei. Cosa ne pensi, hai qualche idea?

Speriamo di ricevere presto la tua risposta e di essere altrettanto rapidi con la nostra!

Intanto un abbraccio e tanti sorrisi

Re: Non ci riesco, sono stanco! 2 Anni, 4 Mesi fa #133105

  • BreakDan
  • Offline
  • Junior Boarder
  • Messaggi: 21
  • Karma: 0
Buongiorno, hai detto super bene, mi sento paralizzato come se vivessi la mia vita, ma in terza persona, da esterno, come un narratore a cui a volte mancano le forze, le energie, le risposte, le parole per continuare, per rispondere a tutto ciò che succede attorno al mio essere, e questo di conseguenza inferisce su quello che credo sia la psiche, la mia testa, il mio cuore, le mie emozioni ed i miei pensieri, inferisce sulla mia persona, come se venissi trafitto da lance e fossi senza armatura, ciò non succedeva ai tempi in cui me ne fregavo altamente di tutto, e automaticamente la mia mente sembrava avesse un pilota automatico, ad ogni commento, botta e risposta e ciò mi faceva sentire bene, sò che nulla poteva più farmi crollare, mi ero creato un armatura indistruttibile, che ho tolto e messo da parte nel momento in cui incontrai lei, con lei e la sua famiglia è tornato il bambino che era in me, sincero, che si fidava e pieno di emozioni ed impulsività, perchè da una parte mi sentivo bene, a mio agio, dall'altra stavo in una sconfortevole zona di comfort assurda, ho risceso le scale dell'inferno senza accorgermene e adesso che tutto è finito mi tocca rifarmi la salita, ma ci sono giorni in cui mi sento troppo ferito e non riesco, come quando ti manca il fiato e non riesci a continuare, ai tempi puntavo a superare ogni tipo di limite mentale e fisico, mi ero costruito un mindset della luna, con lei ho messo da parte il mio "ego" che in fin dei conti era uscito fuori quasi dal nulla. Come se qualcuno avesse intravisto in me tutta la sofferenza degli anni passati e avesse detto, "adesso ci sono io con te, distruggiamoli tutti" questa presenza, persona nuova dentro di me, la sento molto, molto meno, mi sento pieno di ansia, stress, terrore.
La mia mente mi gioca brutti scherzi ed è una cosa che non mi piace.
Sembra che sia talmente addestrata da riuscire a restare in loop perenne tutto il giorno, anche facendo altro.
Mi manca quella personalità, quella persona nuova in cui mi ero tramutato.
In questo mondo non c'è spazio per il bene, riesci a farlo solo attraverso il male.
Le emozioni non contano più nulla e mi sale tanto ribrezzo a pensare come ci si possa ridurre così. Penso questo.
Per finire comunque, io ho sempre cercato di trasmettere un pò di determinazione e intraprendenza a lei, ma lei niente viveva e vive in una bolla di vetro, dalla quale non riesce ad uscire per paura, per timore, quando non ci si riesce a ribellare, si resta piccoli e senza riuscire a farsi una vita "vera".
Ma per lei ormai è troppo tardi per capirlo, ha scelto altro, ha scelto di darla vinta, la sua mente è plasmata ed infondo mi dispiace per lei, si meritava una vita diversa. Infondo mi dispiace anche per lei, per come sono andate le cose, non ce lo meritavamo entrambi, ma quando la gente non sa stare al suo posto ed ha una personalità più invasiva rispetto a quella del soggetto in questione, questo è quello che succede, le auguro il meglio e me lo auguro anch'io, ho ancora tante montagne da scalare di nuovo.
Ciò che voglio adesso è migliorarmi, capire, fare mente locale di me stesso, dei miei pensieri, delle mie idee, vorrei prendere tutti quei fili usciti sparpagliati dal cassetto e riordinarli uno alla volta, ho bisogno di stare bene, mi piacerebbe stare bene con una metà che stavoltà sia alla mia altezza, che mi sappia fronteggiare, che mi capisca davvero. Ma penso che prima di tutto questo devo riuscire a non abbandonare me stesso, a legarmi (col mio me / coi miei me "interiori" ) devo cercare di non abbandonarmi ogni volta che sto bene, devo pensare più a me stesso e mettermi al primo posto davanti a tutto. Chi mi vuole bene ci sarà sempre, a chi non sto bene, poco importa, meglio soli, la solitudine a volte è una compagna che và apprezzata ma che non và amata, altrimenti ci si esterna da quella che è la società e la cosa peggiora per tre volte.

Re: Non ci riesco, sono stanco! 2 Anni, 4 Mesi fa #133158

  • volsarafo
  • Offline
  • Moderator
  • Messaggi: 85
  • Karma: 0
Ciao BreakDan!

Nell'ultima parte del tuo messaggio si riconoscono finalmente la grinta e la speranza! Ne siamo molto contenti

Conoscerti più a fondo e migliorarti ci sembrano degli ottimi propositi. Siamo sicuri che riuscirai piano piano a costruirti una personalità più solida e coerente, e a trovare la tua stabilità.

E' giusto che in questo momento dedichi le tue energie e la tua attenzione a questo obiettivo, anche perchè stare bene con se stessi è l'unico modo per stare in pace e in equilibrio anche con gli altri.

Vedrai che quando sarai abbastanza sicuro di te, quando sarai te stesso nella forma più completa e sincera, non ti sentirai vulnerabile, non dovrai indossare un'armatura per difenderti e avrai più fiducia anche verso chi ti circonda.

Sì, per un momento hai perso la presa e sei scivolato, ma hai avuto le forze per arrivare fino a quel punto e le hai anche per proseguire, la via è quella giusta!

Abbiamo piena fiducia in te e ti abbracciamo forte!
  • Pagina
  • 1
  • 2
Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.
Navigando sul sito accetti di esserne al corrente.