Benvenuti nel Forum del Sorriso

Avviso per gli utenti già iscritti al forum del Sorriso Telefono Giovani:

Accedi al nuovo forum utilizzando la procedura "password dimenticata" e segui la procedura fino alla fine... grazie!
Dovrai inserire il tuo indirizzo mail di registrazione: se l'indirizzo mail non è più valido oppure non lo ricordi scrivi a primoaccesso@sorrisotelefonogiovani.it indicando il tuo nick.
Riceverai una password provvisoria per il tuo primo accesso.

Nome Utente
Password
 
  Ricordami

  • Pagina
  • 1

ARGOMENTO: alcol

alcol 18/10/2015 09:19 #1

Ho 16 anni compiuti da poco, e solo ora, purtroppo mi accorgo delle conseguenze dei mie stupidi comportamenti. Vado bene a scuola, faccio sport, ho buoni amici e amiche e una splendida famiglia. Non faccio uso di droghe, tanto meno di sigarette e mi sono ritenuto sempre responsabile. Ma la storia dell'alcol va avanti da troppo: a 14 anni, con le prime esperienze, ho avuto il mio primo approccio con esso. Da allora, con più o meno frequenza è diventata quasi un'abitudine. Una, due volta al mese bevo. Vedi tutti che lo fanno come se fosse niente, e di conseguenza li seguo. Non so perché, lo facevo in compagnia e basta. Niente è cambiato, ne nella scuola, ne nella famiglia. Mi è bastato nell'ultimo periodo dare un'occhiata ai danni che causa al cervello e giuro che sarei voluto morire. Ho la paura di essermi rovinato il futuro, inutilmente. Mi sento un coglione. Non riesco a parlarne coi miei genitori per quanto loro possano essere disposti, e chiaramente non lo sanno. So che ci sono problemi peggiori... ma secondo voi, ciò che ho fatto si può riparare?
Ultima modifica: Da .

Re: alcol 18/10/2015 16:49 #2

  • Volontario del Sorriso (moderatore)
Ciao Marco!
Benvenuto nel nostro forum, grazie per aver pensato a noi.
Noi desideriamo tranquillizzarti: quello che hai fatto si può si riparare, non preoccuparti.
Il primo passo importante è riconoscere di avere avuto un comportamento sbagliato, e tu questo passo lo ha già compiuto.
Scrivi che i tuoi genitori sarebbero disposti ad aiutarti. Questo è il secondo grande passo che devi compiere: il passo è lì, che ti aspetta di essere compiuto. Hai questa fortuna, dei genitori disponibili.....non sprecarla, per favore!
Parlane con loro, avvia un dialogo profondo, sincero, sentito, doloroso, emozionante. Potrebbe davvero essere l'occasione non solo per risolvere questo problema ma anche per creare un legame ancora più forte e più bello con loro.
Che dici, caro Marco, te la senti di compiere questo secondo passo?
Il terzo passo potrebbe essere quello di avviare una bella riflessione - anche da solo se vuoi - col cuore in mano sul perché "Vedi tutti che lo fanno come se fosse niente, e di conseguenza li seguo." Ma perché?
Che dici, carissimo Marco, te la senti di compiere anche questo terzo passo?
Noi ci crediamo!
Un abbraccio, e un sorrisone, siamo qua anche per te!
Ultima modifica: Da .

Re: alcol 18/10/2015 17:38 #3

Grazie della disponibilità. Sono sicuro che i miei capiranno, ma la mia paura è sempre quella di deluderli: si aspettano tanto da me, mi dispiacerebbe che sapessero di una cavolata così stupida e credo di riuscire a risolverla da solo. Per quanto riguarda gli amici, è incredibilmente facile farsi trasprtare, e magari te ne accorgi troppo tardi. Credo che sia ora di rivedere le mie amicizie, farmene di nuove, più costruttive, basate su un livello diverso (in meglio) di divertimento. Di sicuro ora basta bere, ci ripenserò quando sarò adulto; le cose da grandi le devono fare i solo grandi. Forse è per questo che lo facevo, per sentirmi autonomo, cresciuto. Il vostro rincuoro è molto importante, grazie dal più profondo del cuore.
Ultima modifica: Da .

Re: alcol 19/10/2015 15:24 #4

  • Volontario del Sorriso (moderatore)
Caro Marco,
non dovresti avere il timore di deluderli...anzi potrebbe essere l'occasione per loro di avere una conferma in più - perché già lo sanno - che il loro figlio è un essere umano come tutti e che può sbagliare. Da quel che racconti, penso che sarebbero felici di aiutarti....

E' bello quando scrivi che è ora di rivedere le tue amicizie...Hai voglia di provare a spiegare perché è così incredibilmente facile farsi trasportare? Dove è in quel momento il vero Marco, quando si faceva trasportare? Cosa succede quando decideva di bere pur di stare al passo con gli altri?

Guarda che bere non è una cosa da grandi.
Bere bene, ad esempio vini di qualità, un bicchiere o due al giorno, può persino essere una cosa da intenditori! L'Italia insieme alla Francia è la culla del vino, del vino buono!
I superalcolici, invece, sono più pericolosi, perché sono composti perlopiù di alcol e zucchero e fanno la ricchezza delle multinazionali. Si è disposti a pagare 10, 15 euro per tenere un bicchiere in mano che contiene in realtà materie a bassissimo costo, soltanto perché offre uno status, un atteggiamento da "giusti"...
Capisci la fregatura?

Secondo te, cosa potrebbe farti realmente sentire più autonomo, più grande?
Hai voglia di continuare a riflettere con noi?
Un abbraccio, Marco!
Ultima modifica: Da .
  • Pagina
  • 1
Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.
Navigando sul sito accetti di esserne al corrente.