Errore
  • Kunena Errore Interno: La tabella di configurazione del forum non esiste. Controllare e salvare la configurazione del forum
Benvenuto, Ospite
Nome Utente Password Ricordami

Mondo del lavoro
(1 Online) (1) Ospite
  • Pagina
  • 1

ARGOMENTO: Mondo del lavoro

Mondo del lavoro 4 Anni, 7 Mesi fa #128559

  • Am3deo
  • Offline
  • Fresh Boarder
  • Messaggi: 2
  • Karma: 0
Salve mi chiamo Davide e ho 18 anni, sono nuovo su questo forum e mi scuso in anticipo per non essermi presentato come si deve, ma ho veramente bisogno di parlare con qualcuno di questa cosa: frequento un istituto tecnico più precisamente turismo e la nostra scuola per legge prevede degli stage nell'ultimo periodo. Ho già provato quest'esperienza anche l'anno scorso, infatti per due settimane sono stato in un hotel, purtroppo però non è andata per niente bene: il lavoro di receptionist richiede delle qualità che sfortunatamente io non ho come ad esempio essere solare e pronto a stare a contatto con il pubblico oltre a essere molto svelto e veloce, io al contrario sono veramente molto timido e introverso e quindi questa caratteristica insieme all'ansia di svolgere un lavoro che non avevo mai fatto e alla paura di sbagliare mi hanno fatto passare un periodo d'inferno: mi sentivo veramente inutile, ho commesso più volte vari errori e non riuscivo a svolgere magari anche i compiti più semplici, inoltre anche i dipendenti dell'albergo mi rimproveravano, o perché magari non ero abbastanza dinamico e svelto o perché non riuscivo a fare qualcosa, facendomi sentire una sorta di buono a nulla e di non essere in grado di svolgere neanche il minimo indispensabile. Il mio unico compito alla fine è stato quello di finire a portare i bagagli dei clienti.
Alla fine dello stage ero davvero felice perché pensavo al fatto che fino all'anno prossimo non se ne sarebbe più parlato.
Purtroppo però adesso si ripresenta la stessa situazione la nostra professoressa ha deciso anche di anticipare gli stage, e poco tempo fa una mia amica mi ha riferito le cose che lei aveva detto davanti all'intera classe in mia assenza, ovvero ciò che il proprietario dell'albergo le aveva riferito sul mio conto: che ero poco dinamico e che non riuscivo a portare a termini anche mansioni di poco conto.
Io ho provato in tutti i modi a non pensarci, ma purtroppo certe cose mi hanno fatto davvero male e sentire umiliato, tutti i miei compagni non hanno avuto nessun problema e questo mi ha fatto sentire ancora più sminuito e insicuro delle mie capacità.
A causa dell'esperienza con l'hotel quest'anno ho chiesto di provare a svolgere lo stage in un'agenzia e sempre la professoressa ha deciso di mettermi in un tour operator dove lavora anche mia madre, la cosa mi mette ancora più timore e ansia perché se dovessi fare la stessa figura fatta in precedenza, nel posto di lavoro di mia madre mi sentirei ancora più umiliato.
Con questo ho finito, mi piacerebbe tanto se qualcuno potrebbe veramente darmi dei consigli visto che dovrò trovare anche un lavoro quest'estate per non stare sulle spalle della mia famiglia e non sopporterei di essere trattato come la volta precedente.
A me piacerebbe davvero avere un carattere totalmente differente dal mio dinamico, espansivo, che non si vergogna di niente, ma purtroppo non posso e dovrò continuare a lottare con me stesso per superare questa insicurezza e la paura di non essere in grado di fare niente proprio per questo per me è molto difficile parlarne per la ragione che non vorrei sembrare un incapace agli occhi degli altri, data anche la mia età mi sembra di essere un bambino impaurito e non un ragazzo pronto ad affrontare il mondo del lavoro.
Grazie mille della vostra pazienza e attendo una vostra risposta

Re: Mondo del lavoro 4 Anni, 7 Mesi fa #128591

  • volms
  • Offline
  • Moderator
  • Messaggi: 193
  • Karma: 0
Ciao Davide benvenuto in questo forum
siamo contenti di conoscerti!

non preoccuparti di fare grandi presentazioni, non sono necessarie, l'essenziale di ciò che ti preme lo hai esposto.
La tua timidezza si legge da questo tuo inizio, ti scusi subito pensando di non aver detto abbastanza...
non siamo tutti uguali, c'è chi è estroverso e dinamico, chi più introverso e riflessivo e non è sbagliato, è solo un altro modo di essere!

Il problema non sei tu... è che viviamo in un mondo in cui bisogna essere sempre scattanti, veloci e funzionali, un sistema che bada poco alle persone e molto al profitto e quindi pretende da giovani inesperti capacità che devono ancora apprendere!

Certo alcuni sono più portati per natura a un tipo di lavoro ma magari sono meno bravi in un altro

Non ti scoraggiare o giudicare negativamente per una prima esperienza andata "male", la paura di sbagliare, come hai detto tu, ci fa brutti scherzi ma non sei né inutile né buono a nulla sei solo alle prime tue esperienze nel mondo del lavoro e non è poco visto quanto è difficile anche per i più grandi!

Ti potrà sicuramente essere utile fare un 'esperienza come tour operator, magari proprio la presenza di tua mamma potrebbe aiutarti invece che ostacolarti...
Ti potrebbe spiegare in anticipo come gestire meglio le situazioni che incontrerai.
Pensi di poterne parlare apertamente con lei spiegando le tue difficoltà?
A proposito che rapporto hai con i tuoi genitori e/o fratelli se ne hai, hai voglia di parlarcene un po'?

Oltre alla scuola che immaginiamo e speriamo hai scelto tu, quali sono i tuoi interessi?
C'è qualcosa che ti piace fare, che ti soddisfa, in cui ti senti più sicuro di te?
I nostri punti di forza, se ne siamo consapevoli, ci possono aiutare nelle situazioni che ci mettono in difficoltà...cosa ne pensi?

Non voler essere diverso da ciò che sei, tu sei quello che sei, hai il carattere che hai, sei sicuramente in grado di fare tante cose, devi solo capire qual è la modalità adatta a te, cerca di scoprire cosa va bene per te e quali sono i tuoi punti di forza senza badare ai giudizi degli altri!
Se vuoi possiamo provarci insieme...

Ti aspettiamo, un sorriso e un abbraccio!

Re: Mondo del lavoro 4 Anni, 7 Mesi fa #128602

  • Am3deo
  • Offline
  • Fresh Boarder
  • Messaggi: 2
  • Karma: 0
Grazie mille della vostra risposta e di tutti i consigli molto utili che mi avete dato, li cercherò di seguire d'ora in avanti.
Allora rispondendo alle domande con mia madre ho un bel rapporto, è molto comprensiva e se sapesse del mio problema credo mi aiuterebbe senza alcun dubbio, però sono proprio io che preferisco non parlarne perché vorrei dimostrare che io lo posso affrontare senza problemi e mi vergognerei a dirle che il mio primo stage è stato un disastro perché ancora una volta dimostrarebbe il fatto che io non riesca a fare un lavoro o essere in grado di svolgere qualche compito.
Riguardo ai fratelli ne ho due un fratello più piccolo e una sorella più grande, anche con loro i rapporti sono buoni a parte qualche normale litigio.
Ecco prendendo per esempio mia sorella io vorrei avere davvero un carattere come il suo: espansiva con tutti e molto indipendente lei ha cominciato a lavorare ormai da qualche anno e non ha avuto alcun tipo di problema anzi tutti le fanno i complimenti e io vorrei davvero essere alla sua altezza. Per questo ho molta ansia per quest'estate visto che dovrò per forza trovare un lavoro, ho paura di non essere in grado e di fare l'ennesima figuraccia.
La scuola sì l'ho scelta io solamente perché era un'alternativa al liceo linguistico dato che qui nel paese dove abito io non c'è, la mia seconda scelta sarebbe stata il liceo umanistico e se dovessi rifare la scelta forse sceglierei la seconda visto che la scuola che sto facendo a parte le lingue straniere non ha molto che mi faccia impazzire.
Sulle mie passioni e i miei interessi posso dire che amo molto la musica e soprattutto il cinema, lo sport in generale invece a parte un po' la pallavvolo non mi piace, prima facevo danza ma poi ho deciso di smettere perché non sono molto costante nelle cose questo lo devo ammettere, una cosa che mi piace abbastanza e mi fa sentire sicuro di me forse è la scrittura, considero la mia fantasia e la mia creatività uno dei pregi maggiori del mio carattere e mi piace molto inventare storie o racconti.
Infine rispondendo alla domanda sui punti di forza sono pienamente d'accordo: se si conoscono possono venire molto utili nelle situazioni di difficoltà, ma il problema è appunto riconoscerli in se stessi.
Spero di aver risposto in modo esaustivo alle domande e mi piacerebbe davvero impegnarmi e lavorare su me stesso per riuscire ad affrontare questa mia timidezza nel frattempo vi ringrazio e aspetto una risposta.

Re: Mondo del lavoro 4 Anni, 7 Mesi fa #128618

  • volangelo
  • Offline
  • Moderator
  • Messaggi: 309
  • Karma: 0
Caro Am3deo bentornato al Sorriso

Dunque ci hai scritto che il rapporto con tua mamma è positivo, che è comprensiva e che ti aiuterebbe senza dubbio. E dici giustamente di voler portare a termine in autonomia i compiti che ti vengono assegnati. Benissimo! [:D] Quali sono le ragioni per cui secondo te lavorare in un ambiente in cui troveresti comprensione sarebbe in conflitto con il tuo desiderio di realizzarti? Se provi a immaginarti al lavoro insieme a lei, che sensazioni provi? Pensi che potrebbe aiutarti ad acquisire maggiori competenze e a vivere un'esperienza formativa, e che queste cose insieme ti possano dare maggiore sicurezza? Apri il cuore a chi ti è vicino e di cui sai di poterti fidare, forse non avrebbe lo stesso giudizio che ti stai dando tu...cosa ne pensi?

Hai raccontato di un fratellino e di una sorella maggiore che ammiri per il suo carattere espansivo e per il fatto che sta facendo un'esperienza positiva sul lavoro. Ci sono delle qualità che riconosci in lei, o nelle persone che ti circondano e che ti ispirano, che vorresti fare tue? Non si tratta di essere diversi da sè stessi ma semplicemente di "integrare", fare proprie delle qualità che potresti sentire in risonanza con la tua vita. Cosa ne pensi? Rimane il fatto che tu sei unico e che crediamo sia importante che tu cerchi di esprimere ciò che sei...

Riguardo ai tuoi punti di forza, visto che ti piace la scrittura, hai mai pensato se le tue storie e i tuoi racconti potrebbero aiutarti ad affrontare la tua timidezza, magari condividendoli e leggendoli alle persone che potrebbero apprezzarli?

Ti mandiamo un forte abbraccio e ti aspettiamo presto al Sorriso!
  • Pagina
  • 1
Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.
Navigando sul sito accetti di esserne al corrente.