Benvenuti nel Forum del Sorriso

Avviso per gli utenti già iscritti al forum del Sorriso Telefono Giovani:

Accedi al nuovo forum utilizzando la procedura "password dimenticata" e segui la procedura fino alla fine... grazie!
Dovrai inserire il tuo indirizzo mail di registrazione: se l'indirizzo mail non è più valido oppure non lo ricordi scrivi a primoaccesso@sorrisotelefonogiovani.it indicando il tuo nick.
Riceverai una password provvisoria per il tuo primo accesso.

Nome Utente
Password
 
  Ricordami

  • Pagina
  • 1

ARGOMENTO: Perché tanto dolore?

Perché tanto dolore? 27/02/2018 21:36 #1

Ciao, sono una ragazza di 17 anni e vivo a Milano. In quest’ultimo periodo mi sono accorta che fino ad ora ho fatto finta che molte cose della mia vita non ci fossero come se non mi importassero o non mi scalfissero minimamente quando invece avrei dovuto fare il contrario. Facendo così mi sono accorta di avere tantissime persone false e addirittura squallide attorno a me, che più che farmi del male non facevano. Ora però sono quasi sempre da sola, mia madre se potessi la cancellerei dalla faccia della terra, l’unica persona a cui io mi sto aprendo completamente, ovvero il mio migliore amico, quasi sempre mi risponde male o mi tratta male senza che se ne renda conto e nonostante io glie lo faccia notare, lui in qualche modo trova sempre qualcosa per farmi arrabbiare o intristire. Il problema è che sono segretamente innamorata di lui e anche se vorrei creare un minimo di distacco fra me e questo ragazzo, al pensiero di non everlo accanto mi uccide.
Ho paura di rimanere da sola, anche se provo questa sensazione da ormai otto anni, da quando è morto mio fratello gemello.
Da quel giorno convivo con la paura di rimanere da sola tra me e la mia tristezza.
A volte sento il bisogno di sfogarmi (come per esempio sto facendo ora) ma non posso farlo perché l’unica persona a me affianco non può aiutarmi nonostante tutto. Io mi chiedo, perché devo sopportare tanto dolore dentro di me?
Ultima modifica: Da .

Re: Perché tanto dolore? 28/02/2018 15:05 #2

  • Volontario del Sorriso (moderatore)
Ciao Atreiu e benvenuta sul forum del Sorriso!

Innanzitutto vorremmo dirti che abbiamo trovato il tuo post particolarmente "vivido": ci ha fatto rivivere, davvero "ri provare" i ritmi, i tempi dell'adolescenza: in 12 righe, 18 spunti e 28 problemi! Ci sta eh, non vogliamo assolutamente "minimizzare"! solo sottolineare che l'adolescenza è un periodo davvero turbolento in cui - principalmente a causa dei continui sbalzi ormonali - tutto si muove a una velocità pazzesca e tu sei stata molto brava a trasferirci "l'atmosfera" emotiva e relazionale che ti circonda!

Ma proviamo a vederli bene uno alla volta, gli anelli di questa "catena di problemi", ti va?

Noi vorremmo proporti di cominciare con una questione che ci sembra "fondativa": ci dici che sei una gemella e che ora sei rimasta sola.
Come è stato, cosa ha significato per te "essere gemella"?
Cosa ha significato essere rimasta sola, ci dici la paura di rimanere triste e sola, ma che altro?
Potrebbe essere in conseguenza di questo che tu hai
fatto finta che molte cose della mia vita non ci fossero come se non mi importassero o non mi scalfissero minimamente quando invece avrei dovuto fare il contrario
?

Per quanto riguarda il ragazzo, il grande amico di cui sei innamorata, hai mai valutato di sondare se per caso per lui non è lo stesso?

Se preferisci invece parlarci di altro non c'è problema, noi siamo qua per ascoltarti!
A presto e un grande sorriso!
Ultima modifica: 28/02/2018 15:08 Da Volontario del Sorriso
  • Pagina
  • 1
Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.
Navigando sul sito accetti di esserne al corrente.