#6753
Holly
Partecipante

    @ Ciao Sara,
    se ti può consolare una volta (forse pure un paio) è capitato pure a me di andare oltre la fermata, addirittra prendendo un treno di altra direzione.
    Mi piace molto leggere si, anche se nell’ultimo anno e mezzo ho trovato poco tempo x farlo, a causa del trasferimento del mio ufficio (sono fortunta però perchè sempre in zone belle e abbastanza centrali di Milano), ho dovuto cambiare leggermente perchè pur essendo l’ufficio in un zona centrale, non ha la metro proprio vicina quindi bisogna prendere altro mezzo x tre fermate o farsela a piedi come preferisco sempre fare.
    Questo mi ha fatto scegliere di non prendere la metro al terminal (pur essendo più comoda e vicina) dove mi potevo sedere da subito e più o meno in pace leggere (a parte gli urlatori quelli che raccontano a voce alta tutti i fatti loro), e di spostarmi in auto ad altra stazione per diciamo rendere meno traumatico il rientro (boh!)
    Quindi all’andata la metro non è più vuota e non mi siedo prima di un bel pò; poi c’è Metro, Leggo o City da leggere e i libri poveri sono stati trascurati con mio sommo dispiacere, Ma ora proverò ad organizzarmi magari leggendo un libro al rientro ed i piccoli quotidiani all’andata.
    Ho letto quello che hai scritto della mamma e della conseguente e legittima preoccupazione. Non la perderai tesoro (abbiamo pochissimi anni di differenza) ed anche se naturale ormai che ogni cosa ci faccia pensare ad un tumore, non sarà così, ok? (Può essere un’ulcera o dei diverticoli o non so, ma non sarà ciò che temi).
    Capisco che la preoccupazione per mamma e la tensione/attesa per l’esito dell’esame ti abbia tolto ieri sera l’appetito, ma solo ieri sera intesi?
    Ora abbiamo conosciuto quanto Euphralia sappia combattere e risollevarsi, quindi come tu stessa hai suggerito a Lesa e ad altri, non mollare e tira fuori le unghie: ora la mamma deve vederti tranquilla e tu devi credere che tutto si risolverà presto.

    Parla smpre con il tuo ragazzo Sara apertamente senza nascondere le pene del tuo cuore e ascoltalo quando lui ha bisogno di te; è una ricettina che se c’è amore funziona sempre, fidati.
    Mi sembra di aver capito che siete così voi due, vi compensate perchè ognuno di Voi sa essere un supporto per l’alro, ho capito bene?
    Ciao Sara, passa un sereno week-end; al Sorriso poi c’è sempre qualcuno pronto ad ascoltare. Un abbraccio
    [:X]

    ..Dal tuo cuore mi sono giunte le tue parole… (N.Hikmet – Le fate Ignoranti)

    Scrivici su WhatsApp
    Scan the code
    Ciao!
    Ti ricordiamo che il servizio è attivo il martedì e il giovedì dalle ore 14:00 alle 17:00.
    Come possiamo aiutarti?