• Questo topic ha 31 risposte, 6 partecipanti ed è stato aggiornato l'ultima volta 11 anni, 7 mesi fa da nemesy.
Stai visualizzando 15 post - dal 1 a 15 (di 32 totali)
  • Autore
    Post
  • #6014
    Meeri
    Partecipante

      Ciao a tutti, mi chiamo Maria e ho 12 anni. In verità su questo forum non ho visto nessuno della mia età ma vabbè.. beh, innanzitutto non posso dire che la mia vita sia un paradiso, visto che non siamo molto ricchi, ma di certo nemmeno dei senzatetto.
      Mmh.. vivo con mia madre (non ho un gran rapporto con lei,anzi pessimo) , Riccardo (il “compagno” di mia madre) che poi compagno non si può chiamare visto che non si sono mai amati, ma almeno per un tempo sì visto che hanno fatto un figlio, mio fratello Matteo.
      Questo Riccardo mi maltratta.. non mi picchia forte ma quando lo faccio arrabbiare diventa nervoso e potrebbe fare di tutto. Mi dice delle parolacce e la cosa peggiore? Beh, quando avevo 7/8 anni .. oh, beh, non ha abusato di me ma.. mi ha fatto vedere la parti intime e me le ha fatte toccare. Io non è che non capivo ma di certo non sapevo cosa fare e quindi il giorno dopo l’ho raccontato a mia madre. E lei? A Quella s*****a non credo gliene sia fregato molto visto che per un piccolo periodo gli siamo stati lontani ma poi siamo tornati a vivere insieme. A quanto pare lo ha fatto per i soldi..in quel tempo lui lavorava e mio fratello non c’era ancora,(lui ora ha 2 anni) ma ora ha perso anche lui il lavoro e mia madre ha un piccolisimo lavoro dove quadagna pochissimo. Il problema è che mia madre non capisce che io non voglio vivere con lui.. infatti anche perchè una mattina mi sono svegliata (2 anni fa credo) e mi sono accorta che le mie mani erano sopra il “coso” di Riccardo e altre volte mi ritrovavo sporca di sperma. Io lo voglio denunciare ma.. cosè che mi ferma? Mia madre non sò perchè non vuole. Io ho parlato molto volte a mia madre di questo ma lei non sò perchè non mi ascolta. Mia mamma ha detto anche che se lui se ne và dopo lei andrà a lavorare e mio fratello dovrà stare con me visto che a quanto pare non ci possiamo permettere una baby-sitter. Le mie migliori amiche non sanno queste cosa,anzi: sono ricchissime e non credo che capiranno mai. In questi momenti ha peggiorato le cose anche il terremoto: la nostra casa FORTUNATAMENTE è AGIBILE e quindi NoProblem ma quando c’erano le scosse forti mia mamma e Riccardo dormivano in macchina e io in tenda con delle mie amiche nello stesso campo. Di fronte c’era la casa di mia zia e la casa di una delle mie amiche ed è lì che mi facevo la doccia ecc. .. ma un giorno è venuta una signora della protezione civile per dire a me,mia mamma , mio fratello e Riccardo che c’era un posto in un hotel per noi lontano dal posto in cui vivevamo ma io e mia madre non volevamo andare Riccardo ma il problema e che quello era l’unico posto libero per noi quindi le alternative erano due: 1. Andare in hotel con lui per un pò 2. Rimanere nella nostra città non sapendo dove andare (la casa era agibile ma la paura era tanta) e mia zia ci aveva praticamente cacciati via. Quando la signora della protezione civile venne io le raccontai di come lui mi maltrattava ma non le ho raccontato quello che aveva fatto all’età di 7 anni. Riccardo promise (addirittura baciandole la mano) che non mi avrebbe mai più sfiorato ma tutt’oggi continua a minacciarmi dicendo cose come “ora ti faccio piangere”. Scegliemmo la prima alternativa ma quasi quasi pentendocene completamente. Beh, ora siamo tornati nella nostra cara casa vivendo come prima , ma sapendo che qualcosa è cambiato: siamo tutti pi cattivi. Ahah.. beh una cosa che non vi ho detto è che .. ho tentato il suicidio. Sono più che sicura che penserete “Stupida ragazzina di 12 anni, cosa ne sà lei del suicidio..” ma io questa vita non la voglio vivere.Dai, vivere con Riccardo è difficile .. non riesco nemmeno a guardarlo in faccia ripensando a come mi trattava e come mi tratta. Beh.. la cosa che volevo chedervi è.. cosa devo fare? Devo denunciarlo? L’altro giorno ho telefonato al Sorriso Telefono Giovani e la signora con cui ho parlato mi ha detto che a questo deve pensarci mia madre. Ma sono sicura che lei non lo farà mai.. COSA DEVO FARE ?! Vi prego, aiutatemi :unsure:

      #16344
      Volontario
      Moderatore

        Carissima Maria,

        12 anni sono veramente pochi per affrontare da sola tutto quanto.
        La zia di cui parli è sorella della mamma o del papà? Perché vi ha cacciato via? Non potresti fartela alleata circa il tuo desiderio di non vivere sotto lo stesso tetto di Riccardo?
        Il papà è morto o è lontano?

        Cara Maria, sei molto giovane e hai già sofferto molto. Non puoi e non devi continuare così.
        Visto che la mamma non ti protegge per suoi motivi (ha paura delle ritorsioni di Riccardo? è debole?), se non trovi appoggi nella zia o in qualcun altro che ti sta vicino, l’unica soluzione è quella di rivolgerti a una assistente sociale, se la conosci o sai dove trovarla, altrimenti ti rivolgi alla Polizia affinché siano loro a metterti in contatto con le persone adeguate. Se è necessario fare una denuncia, falla, ma è meglio che chiedi loro come muoverti. Non credo che la denuncia sia un problema immediato.
        La situazione è molto delicata sia per te che per tua mamma. E’ però assolutamente necessario che tua mamma comprenda la gravità della situazione.
        Non può sottovalutare la tua posizione difficile, anzi impossibile.
        Visto che da sola sembra non si renda ben conto, ci deve essere qualcuno che le faccia comprendere i rischi che corre: potrebbero toglierle la “patria potestà” ed affidarti ad un’altra famiglia.
        L’ultima cosa da fare è andare a vivere con Riccardo e gli altri. Le promesse non hanno alcun valore. Riccardo ha dimostrato già più volte di aver messo gli occhi su di te da ormai 5 anni!

        Cara Meeri, per la tua età sei molto in gamba e quindi…forza! agisci come già stai pensando di fare.

        Noi ti siamo e saremo sempre vicini.
        La signora al telefono probabilmente ha voluto dirti che in casi come il tuo è la mamma che deve agire con la figlia e solitamente è così, ma tu hai già parlato con la mamma e lei ha dimostrato di sottovalutare il problema.
        Sei stata bravissima nello spiegarci il tutto e quindi siamo sicuri che sarai brava anche nel proseguire nella tua azione.

        Ci sarebbe utile sapere qualcosa di più di te: la posizione del papà, l’età della mamma e di Riccardo, da quanto tempo stanno insieme, che scuola fai, ecc. Anche se pensi che non ci sia nessuno fra le tue insegnanti che ti possa aiutare.
        Comunque, quanto detto sopra non cambia.

        Ciao cara, un forte abbraccio e tanti Sorrisi.
        :-) :-) :-)


        #16355
        Volontario
        Moderatore

          Ciao cara, aggiungo a quello che ti ha detto il volontario precedente che puoi rivolgerti alla Polizia, dove troverai ascolto qualificato per il tuo caso,in tutta Italia hanno persone capaci di accogliere e di seguire minori oggetto di molestie o abuso, o se vuoi puoi telefonare al Telefono Azzurro, ce ne sono due nella tua zona:
          Telefono Azzurro Modena 059.9787.000
          Telefono Azzurro Bologna 051.225222

          Noi ci siamo e vogliamo sostenerti, siamo però un’associazione che lavora in anonimato e non possiamo dar corso a una denuncia direttamente.
          Facci sapere cara, non scoraggiarti assolutamente, sei in tempo per sistemare tutto e crescere dimenticandoti questa triste storia.
          Un abbraccio. :-) :-)


          #16356
          Meeri
          Partecipante

            Grazie, comunque la zia è la sorella di mia madre.. ci ha “cacciati” via perchè mia madre e Riccardo litigavano sempre e disturbavano i vicini e anche mia zia. In più mi sono dimenticata di dirvi che io non sono Italiana ma Russa. Mio padre e mia madre stavano insieme in Russia ma lui quando io io era neonata era diventato un Alcol-Dipendente e mia madre lo lasciò, lui se ne andò di casa e noi non lo vidimo mai più. Anche questa è una cosa brutta per me: non avere un padre che mi vuole bene, che mi abbraccia… non mi ha nemmeno mai contattato. Potrebbe addirittura essere morto, ma noi non lo sappiamo.Certe volte penso a lui e mi arrabbio.. lo detesto e penso di non volerlo nemmeno vedere, ma poi mi sento sola e conoscerlo mi farebbe sentire meglio,almeno credo. Comunque mia mamma ha quasi 42 anni e Riccardo credo 47/48. Quando siamo venuti qui in Italia io avevo 5 anni. Un amica di mia mamma era fidanzata con il migliore amico di Riccardo e così ha presentato mia madre a lui. Comunque quest’ anno farò la seconda media (che bello, sono stata promossa! 😆 ) Ah, vi dico anche che questo Riccardo è napoletano.
            Grazie per i vostri consigli, ma dovete sapere che ho una paura terribile di chiamare la polizia. Se devo farlo , cosa dovrei dirgli? Devo andare subito al sodo? Grazie ancora :)

            #16357
            Meeri
            Partecipante

              Ma esattamente il telefono azzurro a cosa serva? Scusate l’ignoranza ^^

              #16359
              Volontario
              Moderatore

                Ciao Meeri,

                complimenti per la promozione! Sei una ragazzina in gamba!

                Non credi che potresti parlare con tua zia affinché ti sia vicino in questo momento ed anche per decidere insieme quale azione intraprendere?

                Ecco le informazioni sul Telefono Azzurro: è nato nel 1987 con lo scopo di difendere i diritti dell’infanzia.
                Il 114 è il numero di emergenza al quale rivolgersi tutte le volte che un bambino è in pericolo. È attivo 24 ore su 24, sette giorni su sette ed è gratuito. Chiunque, ragazzo o adulto, può chiamare il 114 per denunciare un’emergenza che coinvolge un bambino o per segnalare immagini, messaggi e dialoghi che possono nuocere ai ragazzi.

                Un grande abbraccio e facci sapere! :-) :-)


                #16360
                Meeri
                Partecipante

                  No,no. Mia zia è tutta un’altra persona! Non me ne frega di lei, anzi devo dire che è una vera s*****a! Ha cacciato fuori me, mio fratello e mia mamma sotto la pioggia perchè le davamo fastidio! Comunque grazie per le informazioni :-)

                  #16361
                  Volontario
                  Moderatore

                    cara, ti riporto qui sotto la descrizione di come opera telefono azzurro quando un minore chiama: (trovi sul loro sito diverse info)

                    1) QUANDO SQUILLA IL TELEFONO AZZURRO

                    ….”Pronto Telefono Azzuro”…

                    Il volontario formato che collabora alle attività delle Linee di Ascolto riceve la telefonata, effettua una prima lettura del bisogno espresso dal bambino o dall’adolescente e trasferisce le richieste di aiuto che necessitano di un intervento specialistico all’operatore professionista.

                    2) ASCOLTIAMO SEMPRE

                    L’operatore accoglie la telefonata e dà vita ad una relazione di aiuto attraverso un ascolto attivo, la comprensione del bisogno presentato e la valutazione delle azioni e degli interventi di prevenzione, supporto, sostegno e tutela più idonei alla risoluzione del problema e al contenimento del disagio nell’ottica di aumentare e/o favorire il senso di benessere dei bambini e dei ragazzi.

                    3) ATTIVIAMO LA RETE DEI SERVIZI

                    In alcuni casi, l’ascolto telefonico rappresenta la prima fase di un processo che può prevedere un ulteriore passaggio operativo affidato alla Rete dei Servizi presenti sul territorio al fine di attuare specifici interventi di sostegno psicologico, di supporto educativo e/o socio-assistenziale. Un ascolto attento e sensibile unitamente all’offerta di un aiuto competente e al coinvolgimento dei Servizi presenti sul territorio risultano essere spesso decisivi nella gestione di tutte quelle situazioni in cui il benessere emotivo relazionale è pregiudicato e/o l’incolumità psicofisica di bambini e adolescenti è messa in serio rischio o grave e imminente pericolo.

                    4) SEGUIAMO PASSO DOPO PASSO… SEMPRE

                    Gli interventi coordinati delle Agenzie del territorio preposte alla tutela dei bambini possono ridurre la ripetizione delle violenze, prevenire l’acuirsi delle problematiche e fornire un supporto a lungo termine per il bambino e la sua famiglia. L’operatore di Telefono Azzurro continua a garantire il proprio ruolo di collaborazione e di facilitatore di comunicazione tra bambini, adolescenti e famiglie e professionisti del territorio.Ecco cosa succede quando un bambino chiama Telefono Azzurro


                    #16362
                    Meeri
                    Partecipante

                      Ok, ti ringrazio tantissimo.. ma non credo che ce la farò! Ho troppa paura delle conseguenze :(

                      #16366
                      Volontario
                      Moderatore

                        Tesoro, è comprensibile che tu abbia paura delle conseguenze. Continuando però a vivere con quell’uomo sei in pericolo. Quando eri più piccola ha già agito in modo inaccettabile, e fino ad oggi ha continuato ad essere violento. Noi speriamo che non succeda più nulla, ma non ci si può fidare di una persona così. Hai anche un fratellino, e non vogliamo spaventarti, ma anche lui è in pericolo. Da quello che ci racconti sembra che anche la mamma sia in una posizione di debolezza, vorrebbe allontanarlo ma non ha la forza, forse lui la minaccia.
                        Esistono tante possibilità di aiuto, ci sono luoghi dove le famiglie di uomini così possono trovare asilo. Non accettare ancora la sua prepotenza, se non vuoi denunciarlo perchè temi le conseguenze, cerca almeno di ottenere da tua madre attenzione e perlate di quello che è successo, è importante che lei vi protegga e che sia consapevole del rischio che correte.
                        Fai qualcosa, è importante, non accettare che le cose restino come sono, l’unica persona che sta sbagliando è lui.
                        Un abbraccio :-) :-)


                        #16367
                        Meeri
                        Partecipante

                          Ok, proverò a parlarne con mia mamma di nuovo… lui non la minaccia ma le dice che si prenderà mio fratello e io e mia madre questo non lo vogliamo :(

                          #16368
                          Volontario
                          Moderatore

                            Parlatene, noi siamo sempre qua se vuoi anche delle informazioni pratiche. Un uomo passibile di denuncia non ha molta voce in capitolo e non può permettersi minacce di quel tipo, di questo dovete essere ben consapevoli. Nessun tribunale lascerebbe un minore affidato a lui. La tua mamma ha i documenti di soggiorno in regola? A cosa si aggrappa lui per farle credere che terrebbe il bambino? E’ solo per il reddito?
                            Ciao, a presto :-) :-)


                            #16373
                            Meeri
                            Partecipante

                              Ciao a tutti, beh ieri è successa una catastrofe.
                              Io ero andata in piscina tutto il giorno con una mia amica.. mia mamma ha deciso di dire a Riccardo che lo voleva denunciare (che idea intelligente :blink: ) e lui cosa ha fatto? Ha iniziato ad urlare e chiamare “pu****a” mia madre e ad un certo punto le ha preso il telefono e l’ha buttato giù dalla scale, e poi ha buttatto lei. PER FORTUNA mia madre è riuscita a tenersi e non si è fatta niente ma non ce la faceva più e così è andata dai vicini e ha chiamato i carabinieri dicendoli di venire a casa nostra. Essi sono venuti e sono stati a casa nostra per un bel pò (così mi ha detto mia madre) e Riccardo ha iniziato ad inventarsi le cose. Il problema è che che mia mamma non ha abbastanza soldi per comprarsene uno nuovo (di telefono) ma stamattina abbiamo scoperto che il telefono và solo che il vetro sullo schermo si è rotto all’ intero e si vede metà bianco metà nero ma le chiamate fortunatamente arrivano (anche se non si vede chi chiama).. allora i carabinieri hanno detto a mia mamma che se vuole può sporgere denuncia, ma lei ha detto che ci avrebbe pensato.Ora almeno sappiamo l’indirizzo dove si possono denunciare le persone e io sto supplicando mia mamma di farlo. La cosa “bella” ora è che Riccardo ha una paura terribile visto che pensava che mia mamma fosse troppo debole per chiamare i carabinieri. B)

                              #16376
                              Volontario
                              Moderatore

                                Ciao Meeri,

                                mi spiace molto per l’accaduto, evidentemente in questo caso è Riccardo che si è sentito minacciato.
                                Brava, sei stata sicuramente di aiuto alla tua mamma che è riuscita, chiamando i carabinieri, a fare un primo passo per cercare di uscire dalla situazione in cui vi trovate. Speriamo trovi il coraggio di andare avanti e fare tutto quanto necessario per proteggere il tuo fratellino e te da situazioni pericolose. Ricorda comunque, come ti è già stato detto, che anche tu puoi chiedere aiuto direttamente.

                                Ma ora dove siete, ancora tutti sotto lo stesso tetto?

                                Ed il tuo fratellino dov’era mentre succedeva tutto questo?

                                Ti sei spaventata al rientro a casa? Pensi che i vostri vicini possano esservi di aiuto?

                                Un abbraccio grande e sorrisi! :-)


                                #16377
                                Meeri
                                Partecipante

                                  Sì, viviamo ancora sotto lo stesso tetto, e questo mi fa arrabbiare tantissimo.
                                  Mio fratello comunque dormiva mentre loro litigavano ma si è svegliato quando mia mamma è andata a chiamare i carabinieri dai miei vicini. E quindi non credo che abbia visto niente, per fortuna. Io sono tornata a casa alle 23.15 di sera e non sapevo niente, mia madre mi ha raccontato tutto la mattina seguente (oggi). Ai miei vicini non credo gliene freghi molto ma sono stati gentili ad aiutare mia mamma. Grazie mille per l’aiuto che mi state dando.. non credo che tutto questo sarebbe successo senza il vostro aiuto. Un abbraccio anche a voi, Maria ;)

                                Stai visualizzando 15 post - dal 1 a 15 (di 32 totali)
                                • Devi essere connesso per rispondere a questo topic.
                                Scrivici su WhatsApp
                                Scan the code
                                Ciao!
                                Ti ricordiamo che il servizio è attivo il martedì e il giovedì dalle ore 14:00 alle 17:00.
                                Come possiamo aiutarti?