• Questo topic ha 24 risposte, 11 partecipanti ed è stato aggiornato l'ultima volta 6 anni, 8 mesi fa da greys69.
Stai visualizzando 15 post - dal 1 a 15 (di 25 totali)
  • Autore
    Post
  • #6047
    pacca
    Partecipante

      Ciao sono Polly, alcuni forse mi conoscono dal post su “Mi presento”… io ho avuto un problema alimentare dove sono arrivata a pesare 47kg per 180cm, una volta risolto il pes quest’anno o, la questione ormonale è tutto, torna il ciclo, sono felice, un po’ sofferente perché non capisco perché io debba morire una volta al mese se poi non posso avere figli. Ma dettaglio, ora il ciclo non torna e sono 40gg chenlo attendo. Sono sempre stata regolare tranne quando è scomparso ma da quando era tornato era stato come sempre. Io non ho perso peso ma ho messo su massa muscolare snellendomi dal mese scorso però senza cambiare il mio metodo alimentare se non aumentando visto lo sport. Mi sale l’ansia perché ho paura di averlo fatto saltare di nuovo.. per colpa del cibo. Ora peso 58 e sono serena e non mi dispiacerebbe aumentare ma non ci riesco il mio corpo non assorbe più il nutrimento come una volta e il mio pancreas e fegato hanno una brutta cera..
      Sono tesa.
      Qualcosa non funziona e io temo di andare dal medico

      #30721
      FiumeFenice
      Partecipante

        Non sono un medico, quindi non posso sapere perchè il tuo corpo reagisca in questo modo. Quello di cui sono sicura, perchè l’ho vissuto io stessa, è che lo stress e l’ansia possono ritardare il ciclo. Non ti devi preoccupare così tanto concentrando tutte le tue energie su questa paura. Pensa solo ad alimentarti abbastanza e in modo sano, sii serena e vedrai che era solo un po’ in ritardo.

        #30728
        Volontario
        Moderatore

          ciao Polly
          ha ragione Fiume Fenice, lo stress e l’ansia possono ritardare il ciclo, ma noi pensiamo anche che il tuo medico sia la persona più adeguata per tranquillizzarti e darti quella serenità che forse è l’origine del problema.

          hai già parlato con il tuo medico?
          E importante che in ogni incertezza tu ti senta sostenuta e appoggiata da una persona competente.

          Ma forse ora tutto è passato?
          ciao+
          aspettiamo notizie.
          :-)


          #30763
          pacca
          Partecipante

            Ciao! No non è ancora passato, sono ancora in attesa. Non ho sentito un medico mia mamma non lo vede necessario. Io sono una ansiosa che soffre di panico ormai sotto controllo con ansiolitici è roba varia.
            Se il ciclo è scomparso ne sono forse felice, io tanto non posso avere figli.

            Continuo ad attendere se arriva ai 3 mesi di assenza mi rivolgo a qualcuno è in modo urgente

            #30770
            pacca
            Partecipante

              Arrivato

              #30774
              Volontario
              Moderatore

                Ciao Pacca!
                Siamo molto contenti che ti sia arrivato il ciclo e che ci hai informati subito!
                Come ti dicevamo è normale avere sbalzi anche di giorni e irregolarità quando ci sono problemi di peso e stati d’ansia.

                Anche se affermi di non poter avere figli, e se hai voglia di dirci di più sei libera di farlo oppure no,avere il ciclo è qualcosa di molto vitale e importante per una donna, aiuta il corpo a rinnovarsi e depurarsi ogni mese il che non è da poco…per cui se ti succedesse ancora perché non insisti con tua mamma per farti visitare da un medico?

                ti abbracciamo e ti aspettiamo!
                I Sorrisi :-) :-) :-)


                #30778
                pacca
                Partecipante

                  Ho problemi di salute che però mi fanno vivere una vita piuttosto normale. Il mio corpo anche se fecondo dicono non accetta corpi estranei (non accetta se stesso con una malattia autoimmune figuriamoci corpi esterni) quindi qualsiasi tentativo che avrò di diventare madre fallirà e se nascerà nascerà malato perché gli trasmetterò i geni malati, entrambi i miei cromosomi X sono malati. Non dico i nomi perché mi prendereste per pazza.

                  Oggi sono a casa sono esausta e non ho voglia di fare nulla. Sono stanca ma mi sento in colpa perché la mia famiglia mi vorrebbe pimpante è attiva per aiutare in casa.
                  Ora sono in Svezia dai parenti perché ho avuto un lavoro in una scuola prestigiosa a Stoccolma ma non mi fa stare bene il dover essere attiva e non riuscire.

                  L’unica cosa buona forse è che ho fame cosa che non provavo da anni.
                  Si ho fame ma non quella fame da buco nello stomaco di quando si digiuna non quei crampi e nemmeno il vuoto che hai quando rimetti. Io ho fame e basta xD forse come dici tu fa bene il ciclo.

                  #30780
                  Volontario
                  Moderatore

                    Ciao Polly :-) è bello risentirti

                    ma questa è una bellissima notizia!! che sia per il ciclo o no, siamo contentissimi :-) a te come ti fa sentire questa cosa?
                    Siamo anche molto curiosi riguardo l’esperienza che stai facendo in Svezia, ti va di raccontarci qualcosa in più?
                    Per quanto riguarda la stanchezza capiamo che a volte può dispiacere il sentire di dover fare qualcosa ma non riuscire a farlo, però magari è solamente il tuo corpo che ti chiede di riposare un po, vorresti dirci come mai secondo te ti sentivi così esausta?

                    Speriamo di sentirti presto :-)
                    Un abbraccio


                    #30796
                    pacca
                    Partecipante

                      Ciao sono sparita lo so. Il 7 aprile alle 13.06 da esausta e svogliata mi sono decisa di alzare dopo una giornata di scuola, mi sono diretta in centro, io abito dietro l’angolo proprio dove è successo l’attentato e io ero lì molto vicino. Sono tornata di corsa a scuola a prendere i miei cugini piccoli perché gli zii tutti bloccati a lavoro con l’ordine di non uscire, non sono riuscita a prendere mia cugina di 8 che fino alle 19 non ho avuto sue notizie finché non sono tornati alle 19.30 gli zii a casa. Questa cosa mi ha spaventata molto ma è passata, ha dato una scossa alla mia giorbatabtenendomi sveglia per 2 giorni con una stanchezza addosso, sabato sono svenuta. Ero esausta dal ciclo e dallo stress. Sia stress da prestazione perché la mattina avevo avuto un incontro con la preside secondo per lo stress dell’accaduto accanto a casa.
                      Ho trovato lavoro in una scuola, una sistemazione e ho la mia famiglia su ma la cosa che più mi mancherà saranno le mie sorelle e la mia comunità parrocchiale e scout.
                      Tornando al post precedente. Io ho imparato a vivere con il ciclo, non sono una sua grande fan ma viviamo insieme. Quando mi tornò dopo essere sparito per tanto tempo diedi di matto e tornai a ristringere per non averlo più. Ora stiamo bene insieme non ci odiamo.

                      #30797
                      pacca
                      Partecipante

                        Giornata* temendomi*

                        #30798
                        karla
                        Partecipante

                          Ciao Polly,

                          ho notato solo adesso che scrivi anche in questa parte del forum. Intervengo solo per mandarti un caro saluto e congratularmi ancora una volta con te anche per il coraggio che hai nell’affrontare questa nuova avventura lontano da casa, nientemeno che a Stoccolma! Certo che l’attentato a due passi deve essere stato uno shock, oltre a tutto il resto…
                          Volevo dirti anche che il ritorno del ciclo è una bella notizia, per quanto possa essere fastidioso. Sai, in passato anche io ho sofferto per irregolarità del ciclo mestruale dovute allo stress (nel mio caso per una situazione ambientale a dir poco ostile che dovevo vivere quotidianamente) e quando avviene non è mai un buon segno, significa che siamo sottoposte a uno stato di forte alterazione. Bene dunque non odiarlo, questo ciclo. Dobbiamo conviverci ;-)

                          Con tutto il cuore voglio farti gli Auguri per una Buona Pasqua sapendo che per te che sei credente questa ricorrenza, in cui si celebria la Resurrezione, ha un significato speciale.

                          Un abbraccio forte, con tanta simpatia ;-)

                          #30803
                          pacca
                          Partecipante

                            Karla! Carissima!! Che bello risentirti e ritrovarti pure qui! <3

                            Si sopravviviamo, è finito finalmente questo ciclo e non devo più pensarci fino al mese prossimo

                            #30812
                            Volontario
                            Moderatore

                              Ciao splendente Polly!

                              I tuoi post nel topic ‘Mi presento’ sono così luminosi e incoraggianti che vorremmo quasi chiederti di fare da testimonial della gioia di vivere! Ci dai il permesso di pubblicare anonimamente uno stralcio dei tuoi scritti sulla pagina Facebook del Sorriso? Sai già che il forum è pubblico e quindi già ti leggeranno in tanti, ma così diamo ancora più visibilità alle tue parole che rischiano davvero di fare un sacco di bene ad altri! :kiss:
                              Certo che la gioia di vivere spesso viene sperimentata proprio da chi ha sofferto molto, come se per accorgersi della luce sia necessario aver vissuto al buio (non siamo originali con le metafore come la tua del tappeto, ma ci abbiamo provato! ;) ). E tu stai già imparando ad accettare l’alternanza di luce e ombra nella tua vita, così come avviene nel tuo corpo.
                              Ci ha colpiti che relativamente al ciclo hai parlato di “morire” e, da quanto hai scritto in questo topic, ne intuiamo le ragioni e ti capiamo. E ti abbracciamo forte.
                              Non c’è bisogno di andar a scavare dentro a un dolore, anche se tu sai che noi ci siamo per te per qualunque cosa tu voglia esternare e condividere, difficile o facile che sia.
                              E’ grandiosa la forza che hai trovato nell’affrontare un cambio di vita così importante e trovare la tua strada. Ci racconti della tua vita in Svezia, se ti va, cosa ti piace e cosa apprezzi meno? Ti senti soddisfatta e realizzata? Come sono le persone?
                              Dalla gioia e capacità di riflessione e accettazione che spicca dai tuoi scritti, siamo certi che saprai trovare il modo di vivere il tuo essere “donna” (il rosso è simbolo di vitalità e di portar frutto) in un modo creativo e non convenzionale.

                              Un enormissimo abbraccio!


                              #30824
                              pacca
                              Partecipante

                                Ciao Cara/Caro Volontaria o Volontario del Sorriso

                                Emmm grazie, sono un po’ in imbarazzo, è una cosa importante che mi chiedete e io voglio accettare se voi ritenete che la mia presentazione possa essere di aiuto ad altri ragazzi e ragazze che stanno affrontando un periodo buio. Pibblicate perciò quello che volete :)
                                Il buio c’è e non lo posso negare ma almeno lo vivo bene.
                                Per la metafora dovete ringraziare la mia psicologa che se mai leggerà, la saluto :)
                                Tranquilla/o fa male ma non troppo, non sarò mai mamma? Sarò sorella,amica, zia,sposa,donna.. io amo i bambini, lavoro con i bambini dai 0-6 anni. non credo di essere poi chiamata a fare la mamma.
                                La forza non l’ho trovata mi è stata data dalle mie sorelle, dalle mie amicizie e dalle mie amicizie in parrocchia.
                                Circondatevi perciò di persone che vi ricordano che siete preziose, preziose non solo per loro ma preziose a prescindere!
                                La strada non la conosco, non conosco il passo successivo, ma mi fido, e non importa se non ho il controllo di tutto.

                                In Svezia tutto bene, tra un po’ dovrò decidere se venire qui definitivamente o rimanere in Italia. Mi mancheranno le mie sorelle, le amicizie, la mia parrocchia. La cosa che più mi spaventa è non sapermi orientare lì, io in Italia dove abito mi so muovere so arrivare ovunque con i mezzi, conosco tutte le fermate e i tempi previsti di tutti autobus treni e tram e macchina quando c’è traffico e non. Qui non so nulla e non ho ancora la tessera dei mezzi e mi tocca andare a piedi. La consideri una forma di controllo? Mi fa sentire più sicura. Io però non voglio più tenere sotto controllo nei minimi dettagli la mia vita..
                                E mi spaventa il cambio di alimentazione che è ancora un work in progress perché a volte instabile. Non dico che rischio di tornare indietro ma mi sento instabile anche se ora mi amo. (Io non ho lo stimolo della fame, se mi gira così mangerei solo perché devo o perché mi gira la testa).

                                Un grande abbraccio anche a te! :)

                                #30836
                                FURIOSO
                                Partecipante

                                  ti rispondo qui e non da quell’altro utente……….. in tanto non faccio gara con nessuno di soffre di + ok? forse non sarò gentile xke sono estremamente triste e nervoso cmq non mi conosci e non hai idea di quanto soffro e stare solo come un cane mi fa male ma forse non puoi capire………

                                Stai visualizzando 15 post - dal 1 a 15 (di 25 totali)
                                • Devi essere connesso per rispondere a questo topic.
                                Scrivici su WhatsApp
                                Scan the code
                                Ciao!
                                Ti ricordiamo che il servizio è attivo il martedì e il giovedì dalle ore 14:00 alle 17:00.
                                Come possiamo aiutarti?