• Questo topic ha 7 risposte, 3 partecipanti ed è stato aggiornato l'ultima volta 11 anni, 8 mesi fa da Volontario.
Stai visualizzando 8 post - dal 1 a 8 (di 8 totali)
  • Autore
    Post
  • #4835
    awkward
    Partecipante

      Ciao a tutti!
      Ho scoperto solo ieri sera l’esistenza di questo forum, ma ho subito deciso di iscrivermi. Credo che in questo momento l’unica cosa che potrebbe farmi stare bene sia parlare e sfogarmi con qualcuno. Cosa posso dire di me? Sono una ragazza e ho 18 anni. Sono molto timida. Troppo. Arrossisco per qualsiasi cosa e questo non solo mi dà molto fastidio ma è il motivo per cui non mi sento a mio agio con altre persone, infatti tendo sempre ad evitare gli sguardi. La mia autostima è bassa, non ho fiducia in me stessa e ho paura dei giudizi. A volte mi capita di pensare che gli altri siano migliori di me, sono insicura e complessata. In compenso cerco di mostrarmi “forte”(ovviamente è tutta apparenza) e di non chiedere aiuto ad altri se ho un problema da risolvere.
      Per quanto riguarda la mia famiglia posso dire di non avere un buon rapporto con mio padre. Praticamente 10 mesi su 12 li passiamo senza rivolgerci nemmeno una parola, viviamo in casa come se fossimo degli sconosciuti. Con mia madre ho un rapporto abbastanza buono, anche se lei è il tipo di persona che non prende mai posizione, non affronta le situazioni, si lascia “sopraffare”(è un termine un po’ forte ma è l’unico che mi è venuto in mente) da mio padre. Non ho la stessa libertà che hanno i miei coetanei, sono pochi i sabato sera che passo fuori. Quelle serate rare le passo perennemente con l’ansia di tornare tardi e di subirmi una strigliata. Oggi come oggi spero solo che quest’anno passi in fretta così da poter finire la scuola, iscrivermi all’università e andare via da questa casa e vivere una vita autonoma. Un altro problema è quello degli amici. Non ho una compagnia di amici vera e propria. Certo, non sono una “forever alone”, perché ho una migliore amica fantastica che conosco da ben 11 anni, ho un bel rapporto con i miei compagni di classe, ho dei conoscenti…ma quando si tratta, magari, di organizzare un uscita siamo sempre io e questa mia amica. Ovviamente se c’è il problema “amici” è inevitabile anche il problema “ragazzo”. Ecco. Altro tasto dolente. Ad agosto si è chiusa una situazione che era iniziata già tre anni fa. E’ una storia lunghissima, complicata che racchiude in sé anche la questione distanza. A questo punto mi viene da chiedermi, perché niente va come vorrei? Perchè non posso essere veramente felice? Cos’ho in meno degli altri?
      So che questi non sono problemi gravi, che c’è di peggio, ma avevo bisogno di sfogarmi con qualcuno che potesse guardare “da fuori” la mia situazione e magari cercare di aiutarmi a superare questo momento. Grazie:) e scusate se mi sono dilungata un po’.

      #16775
      Volontario
      Moderatore

        Ciao awkward, benvenutissima sul nostro forum :-)

        A scuola come va? che superiori stai facendo? L’ultimo anno sta per iniziare e ci parli di università, hai già scelto cosa fare dopo? :-)

        Avere un’amica così importante e vicina è una bellissima cosa! Ci dici però che spesso uscite solo voi due, lei è in classe con te? Con i tuoi compagni dici di avere un bel rapporto, come mai ogni tanto non uscite insieme?

        Quest’estate come l’hai passata invece? :-) Hai qualche interesse particolare? Hobby, sport?

        Con tuo padre invece come mai ci sono questi lunghi silenzi? é perchè litigate o perchè non avete nulla da dirvi?

        Cara awkward, a volte capita di avere dei momenti in cui tutto sembra andarci storto…ma vedrai che passerà!! Ti senti triste per la storia finita con il ragazzo?

        Scusa per la miriade di domande, ma, come immaginerai, è per capirti un po’ meglio :-)
        A presto e tanti sorrisi!!


        #16776
        awkward
        Partecipante

          Innanzitutto vi ringrazio per l’attenzione.
          A scuola vado abbastanza bene, sto frequentando il liceo delle scienze sociali e sì a breve comincerò la quinta. Per quanto riguarda l’università non ho ancora scelto quale facoltà intraprendere, ho solo qualche idea, ma nulla di definitivo e preciso. Ho ancora un po’ di tempo per pensarci su.
          Sì, questa mia amica è in classe con me, ed è così fin dalla seconda elementare. Non usciamo con i nostri compagni perché molti non abitano qui vicino e poi hanno i loro amici, fidanzati, ecc…
          Bella la domanda sull’estate. Diciamo che se non fossi stata male per quel ragazzo, avrei passato un’estate diversa. Non è stata uno schifo,per carità, però sarebbe stata sicuramente migliore senza quella delusione. Non pratico nessuno sport, però quest’anno mi piacerebbe iscrivermi in palestra o iniziare qualche sport. Con mio padre ci sono lunghi silenzi perché litighiamo spesso, anche per cose futili. (attualmente è da un mese che non ci parliamo)
          Penso ancora a quel ragazzo e di conseguenza ci sto ancora male.
          Me lo ripeto in continuazione che tutto alla fine passa, che bisogna solo aspettare, che si sistema tutto…ma ancora, purtroppo, non ho visto grandi passi avanti.

          #16795
          Volontario
          Moderatore

            Ciao cara, qual’è il motivo attuale per cui ora non parli con tuo padre? con tua mamma invece com’è il rapporto? Hai fratelli/sorelle?

            E’ un peccato che i vostri compagni di classe abitino tutti un po’ lontano…deduco quindi che abiti in un paese? Però magari una volta ogni tanto si potrebbe riuscire ad organizzare…quest’anno magari se qualcuno ha già preso la patente sarà più facile :-)

            Che sport ti piacerebbe fare? Quando sei a casa che non studi o non sei con la tua amica cosa fai?

            a presto e tanti sorrisi! :-)


            #16799
            awkward
            Partecipante

              Non parlo con lui perché mi controlla troppo la vita. Pretende che faccia tutto quello che vuole. E a me questo non va giù. Ok posso capire che, visto che ancora non sono autonoma, io debba rispettare e accettare le sue regole/divieti, però non posso accettare il fatto che mi impedisca di andare a trovare una mia zia (moglie del fratello di mia madre) e accettare un regalo che ha preso per i miei 18 anni, solo perché per delle loro questioni non si parlano da tempo. Io non c’entro con le loro questioni, non ho fatto niente di male, mi ha accusato/ fatto sentire in colpa solo per aver accettato un regalo! Pretendeva anche che lo riportassi indietro! Questo è il motivo.
              Con mia madre il rapporto è molto diverso. Anche se, però, molto spesso non riesce a farsi valere con mio padre, perché il più forte è lui.
              Ho un fratello di 13 anni. Siamo cane e gatto, litighiamo, discutiamo (cosa più che normale tra fratelli) ma in fondo siamo molto uniti fra noi.
              Per quanto riguarda i miei compagni, qualcuno ha già preso la patente e alcuni stanno frequentando il corso, quindi sì spero che quest’anno riusciremo ad organizzare delle uscite insieme.
              Lo sport. Allora premetto che io e lo sport non siamo mai andati d’accordo. Eppure da piccola ho provato ginnastica artistica, pallavolo, basket, canottaggio, ping pong(si va bè non è proprio un sport)…sono l’anti-sport in persona! Ma quest’anno io e la mia amica ne abbiamo parlato e abbiamo pensato che sarebbe carino fare qualcosa. Non c’è uno sport che mi attira particolarmente, infatti avevo pensato ad un semplice corso di ginnastica, la mia amica però non è molto d’accordo ahahahah (pensa che sia un corso frequentato solo da anziani). Vi farò sapere quando sceglieremo!;)

              #16811
              Volontario
              Moderatore

                Ciao cara :-)

                Bella idea quella della ginnastica! Non è detto che sia solo per anziani, e poi se vai con la tua amica sareste comunque gia in due giovani, no? B)
                Ora poi sta per iniziare la scuola e magari sarà anche piu facile e naturale organizzare uscite anche con gli altri compagni!

                Peccato per il litigio tra tuo padre e tua zia: che tu sappia non si tratta di qualcosa che possano chiarire e risolvere? In ogni caso, tu non c entri nei loro problemi: hai provato a spiegare a tuo padre (con calma e senza litigare o usare toni gia alterati e magari con l aiuto di tua mamma) che per te il rapporto con tua zia è importante e che tu non intendi rinunciarci? Magari lui non l ha capito o sottovaluta questo aspetto.

                Coraggio e sorrisi :cheer:


                #16819
                awkward
                Partecipante

                  Non credo che ormai riusciranno a chiarirsi e a risolvere questa situazione. Non ho mai avuto la possibilità di spiegargli che non voglio chiudere i rapporti, e non credo riuscirò mai ad affrontare questo argomento. So come è fatto, di certe cose non si può parlare e non vuole che se ne parli.
                  Comunque a parte questo, vorrei davvero ringraziarvi perché con voi sono finalmente riuscita a sfogarmi, e adesso mi sento molto meglio. Anche se questo “momento no” non è ancora passato, mi sento più positiva e piena di speranze. In fondo prima o poi si sistema tutto, no? Bisogna solo aspettare. Grazie e a presto :)

                  #16873
                  Volontario
                  Moderatore

                    Facci sapere se ci sono degli sviluppi! Se vuoi sfogarti noi siamo sempre qui :)

                    Tanti sorrisi :cheer:


                  Stai visualizzando 8 post - dal 1 a 8 (di 8 totali)
                  • Devi essere connesso per rispondere a questo topic.
                  Scrivici su WhatsApp
                  Scan the code
                  Ciao!
                  Ti ricordiamo che il servizio è attivo il martedì e il giovedì dalle ore 14:00 alle 17:00.
                  Come possiamo aiutarti?