• Questo topic ha 6 risposte, 4 partecipanti ed è stato aggiornato l'ultima volta 12 anni, 6 mesi fa da Nevermind98.
Stai visualizzando 7 post - dal 1 a 7 (di 7 totali)
  • Autore
    Post
  • #5069
    Gunsnroses
    Partecipante

      Salve..
      Non riesco più a stare in casa mia, c’è caos, tensione e troppo movimento che mi innervosisce. Sarà l’adolescenza? Mia madre non smette di dirmi che molte cose che faccio non sono giuste, mi costringe a mettermi le pantofole in casa (so che è una cosa banale, ma sono anni che me lo dice e se non lo voglio fare ci sarà anche un motivo, no?), vuole sapere tutti i fatti miei, pretende che sia una figlia modello. Mio padre è uno stress. Sono al liceo Scientifico e prendere un 6 non è facile. Beh, a lui non va bene! Ma che vuole da me se sono al primo anno e non sono ancora capace di esprimermi bene con i nuovi professori? Si lamenta per darmi dieci euro il sabato e poi quando torno la sera a casa ho voglia di stare un pò al computer ma lui mi dice:Sei uscita, può bastare. Spegni subito il computer. NON HO DUE ANNI! Perchè non vogliono capirlo? Non si comportavano così quando ne avevo 10 e lo fanno adesso?
      I miei fratelli (molto più grandi di me) mi prendono in giro, mi irritano ed io sono costretta a reagire passando per quella pazza ed esaurita.
      Piango spesso ormai e.. sto andando in rovina.

      #14486
      Volontario
      Moderatore

        Ciao

        siamo contenti di essere per te un occasione di sfogo, proprio per questo c’è il forum.

        Fra le tante occasioni di pianto che racconti raccolgo il punto scuola.

        Il primo anno e soprattutto i primi mesi del liceo scientifico sono difficili, molto difficili:
        i professori non vogliono azzardare buoni giudizi per paura di doversi ricredere; i genitori pensano che la scuola sia la scuola e che nulla è cambiato, invece TUTTO è cambiato: si è diventati grandi e le scuole superiori sono molto impegnative.

        Accenno anche al computer perchè forse tuo padre pensa che il pc sia una distrazione e porti via tempo allo studio, per questo il sei uscita… può bastare è riferito al tempo dedicato agli amici e non allo studio.

        Forse potresti cercare di spiegare la tua voglia di essere grande,il tuo impegno a scuola a cui corrisponderanno voti anche migliori nei prossimi mesi.
        Certe volte al parlare e farsi capire corrisponde anche la comprensione e le motivazioni degli altri. Che ne pensi.

        raccontaci della tua famiglia, hai fratelli grandi? quanti?
        che cosa fanno?
        ciao

        ciao
        :-)


        #14487
        Gunsnroses
        Partecipante

          Grazie mille! Però parlare con loro è molto difficile, mi mette ansia..
          Ho due fratelli di 19 e 24 che vanno all’università, comunuque. :-)

          Chiara

          #14488
          Volontario
          Moderatore

            Certo che è difficle parlare con loro cara Gunsnroses, lo è da che mondo è mondo fra generazioni diverse ;-)

            Non demordere, però, forse si tratta solo di cogliere la giusta occasione o di parlarne con i tuoi fratelli, che ci sono già passati e qualche suggerimento te lo possono dare o possono mediare con i tuoi. Che dici? E’una buona idea? Che rapporto hai con loro?


            #14489
            Gunsnroses
            Partecipante

              Sì, grazie. E’ una buonissima idea. Alla fine noi siamo molto legati, grazie del consiglio! :-)

              Chiara

              #14490
              Silvietta
              Partecipante

                Ciao Chiara! Non sei certo la prima in questa situazione! Come ha già detto il volontario, il primo anno di liceo e in particolare il primo quadrimestre, sono difficilissimi! So cosa vuol dire cercare di parlare a dei genitori che ti mettono ansia, ma cosa ci guadagni a rimanere in questa situazione? Niente, credo. E credimi se ti dico che nulla cambierà finchè non ne parlerai con loro, perchè dimostrerai anche di essere una persona adulta che si sa prendere le sue responsabilità, che si confronta e che merita quindi una certa fiducia. I tuoi fratelli vivono a casa con te? Ti piace las cuola, in quanto ad argomenti e indirizzo? Hai spieato ai tuoi la difficoltà della situazione scolastica e l’impegno che ci vuole per prendere un voto che a loro sembra brutto ma che in realtà ti costa molto impegno? Scusa per le tante domande :D
                A presto
                Silvia

                #14491
                Nevermind98
                Partecipante

                  è sempre difficile con i genitori, sono sempre gli ultimi ad accorgersi dei problemi.

                Stai visualizzando 7 post - dal 1 a 7 (di 7 totali)
                • Devi essere connesso per rispondere a questo topic.
                Scrivici su WhatsApp
                Scan the code
                Ciao!
                Ti ricordiamo che il servizio è attivo il martedì e il giovedì dalle ore 14:00 alle 17:00.
                Come possiamo aiutarti?