• Questo topic ha 5 risposte, 3 partecipanti ed è stato aggiornato l'ultima volta 12 anni, 11 mesi fa da Return.
Stai visualizzando 6 post - dal 1 a 6 (di 6 totali)
  • Autore
    Post
  • #4648
    nica16
    Partecipante

      Salve a tutti, mi chiamo federica e ho 16 anni. Inizio con il dire che all’inizio non ero certa di iscrivermi a questo forum perchè non trovavo il coraggio di riuscire a sfogarmi con qualcuno ma poi ho cambiato idea e adesso, eccomi quì! Questa è la mia storia:fino a tre anni fa ero una ragazza abbastanza normale,solare, a cui piaceva divertirsi e direi anche molto felice: avevo molti amici e un ragazzo di cui ero follemente innamorata (poi è finita la nostra storia)e,non per essere presuntuosa, ero una calamita per i ragazzi e per quanto riguarda la scuola non mi interessava molto all’epoca.Purtroppo da quando mi sono iscritta al liceo classico noto un certo cambiamento in me e mi vedo un pò troppo “MATURATA”. Forse non è successo questo cambiamento per il fatto della nuova scuola ma forse perchè sono state le circostanze a farmi diventare la persona che sono oggi. Da una parte ne sono felice ma d’altra penso che non mi lascio più andare nel senso che non ho più interesse per i ragazzi e non sono più socievole come prima. Il primo anno di liceo è stato un vero fallimento a livello di voti perchè non mi trovavo bene con la mia prof di latino e greco e nelle altre materie me la cavavo ma gli altri prof sono stati influenzati da quella Bastarda se così posso definirla. A dire la verità stavo davvero male in quel periodo perchè la mia situazione familiare non era davvero al top sia per salute che per situazione economica. Alla fine dell’anno mi lasciarono la materia così caddi in una DEPRESSIONE TOTALE e la mia autostima rasava terra.Mi continuavo a ripetere che non sarei stata capace a nulla nella mia vita e che non avrei mai potuto realizzare i miei progetti futuri. Quest’anno è andata decisamente meglio anche se la famosa prof di latino e greco ha continuato a punzecchiarmi per l’intero anno e i miei voti sono saliti di molto ma nonostante tutto non sono felice lo stesso perchè nella mia famiglia non mi sento considerata un cervellone e mi sento sempre essere paragonata a mia cugina Francesca che abbiamo fatto le elementari e le medie insieme ma in realtà non è così! Avevo anche un amica solo che ci siamo litigate e adesso ha come dire… coinvolto la classe facendomi passare per la stronza della situazione e adesso non si fanno nemmeno sentire più.

      #13312
      Volontario
      Moderatore

        Ciao nica16, eccoti qui fra noi e ne siamo felici! E’ sempre molto importante non tenersi dentro ciò che si prova e poterne parlare, anzi…..scrivere ! [^]
        Ci hai raccontato un po’ di te, delle tue crisi a scuola lo scorso anno e del superamento quest’anno. Intanto di questo puoi senz’altro essere fiera tu, per te stessa.
        I tuoi genitori impareranno, con il tuoi aiuto, ad apprezzare la loro figlia senza fare paragoni odiosi: diglielo, semplicemente, che il confronto ti fa soffrire perchè ognuno di noi è unico, con i suoi pregi e i suoi difetti (se tua cugina è un cervellone, non per questo sarà perfetta, per il semplice motivo che nessuno di noi lo è) ;-)

        Quanto ai sentimenti e alle amicizie, come dici tu stessa, sei maturata e quindi hai un approccio diverso e vedi i tuoi coetanei in maniera differente da com’era negli anni passati o anche solo l’anno scorso (i cambiamenti in adolescenza sono davvero repentini e ci si impiega un po’ ad accorgersene[:0]). Dicci un po’ di più dell’amica con cui hai litigato: era di vecchia data? Per cosa avete bisticciato?
        :-) :-) :-)


        #13313
        Volontario
        Moderatore

          non sono felice lo stesso perchè nella mia famiglia non mi sento considerata un cervellone e mi sento sempre essere paragonata a mia cugina Francesca.

          Cara Federica,

          ognuno di noi è UNICO e quindi non va paragonato a nessuno.
          Anche per i tuoi genitori forse è un momento difficile e tu cerca di farglielo capire che fare il licea classico con buoni voti, come mi sambra tu abbia fatto il corrente anno, è già un ottimo risultato.
          La scuola è importante, ma non è tutto. Parecchi scienziati e, anche qualche premio Nobel, non erano al top a scuola. Ciascun cervello ha i suoi tempi e i suoi modi per dare il massimo.
          Quello che prende tutti 9 a scuola, ma non ha elasticità di pensieri, opinioni, curiosità continue e la necessaria caparbietà, sarà un ottimo impiegato o professionista, ma potrebbe essere una persona scialba e senza quella inventiva e fantasia che fa fare i salti in avanti in qualsiasi situazione.
          Questo per dirti, cara Federica che mi sembra tu dia troppa importanza al fatto che i tuoi genitori non ti considerino un cervellone (ma è poi vero?).
          Potrebbero essere dei genitori che seguono la filosofia che con i ragazzi capaci non ci si deve mai accontentare, ma bisogna segnalare loro sempre obiettivi elevatissimi.
          Se sono così …..beh non aspettarti chissà cosa. Sii soddisfatta di te stessa e, soprattutto, non permettere che questo tipo di osservazione influenzi la tua autostima.
          Il liceo classico non è una scuola facile e tu hai dimostrato che, dopo un inizio per vari motivi un po’ sottotono, sei riuscita ad emergere brillantemente.
          Sei d’accordo?
          Per il resto, la cugina, l’amica, il tuo ridotto interesse per i ragazzi, ecc., lascia perdere. Alla tua età si hanno questi alti e bassi e chi parla male di qualcuno solitamente col tempo si danneggia da solo.
          Ora ci sono le vacanze, goditele al meglio e non preoccuparti per il prossimo anno.

          Ci vuoi parlare anche d’altro? genitori, fratelli, sorelle, altri parenti, vacanze.

          Un bel Sorriso.
          :-) :-) :-)


          #13314
          nica16
          Partecipante

            Grazie per gli ottimi consigli che mi avete dato ma non mi riferivo ai miei genitori anzi loro specialmente mia madre mi hanno sempre appoggiato e apprezzato per quella che sono. Mi riferivo soprattutto ai miei parenti come zie e quant’altro e mi da molto fastidio ciò. Vi faccio un esempio: quando sono usciti i risultati finali una mia zia ha chiesto a mia madre:” A federca le hanno lascito qualche materia?quale?” Come se fosse gà cosa sicura. Con la mia amica ci siamo litigate per un motivo un pò stupido. Io ho sempre aiutato quest’amica ad impare i promessi sposi e le altre materie di italiano e quando ho avuto bisogno d’aiuto normalmente da amica ho chiesto a lei ma non ha voluto aiutarmi e per giunta all’interrogazione di italiano lei ha preso un voto più di me e sinceramente ci sono rimasta male. Poi non ne potevo più e le ho detto quello che pensavo cioè che il suo voto non era meritato. E’ scoppiata a piangere e io mi sono sentita un pò in colpa ma se non le avrei detto quelle cose ci sarei stata ancora più male per il semplice motivo che non sarei stata sincera. La sera stessa le manda un messagino con scritto scusa ma lei mi ha risposto :” Preferisco che rimaniamo compagne di banco senza troppi pretesti consolazioni e uscite “. Dopo questo non ci siamo parlate per un pò e le ho richiesto scusa ma lei dice che sta bene così. Sinceramente io le ho fatto passare tante cose e per una volta che ho sbagliato io prende decisioni così drastiche.

            #13315
            Volontario
            Moderatore

              Ciao Nica,

              è molto bello avere l’appoggio dei propri genitori, sei molto fortunata sai. Ti apprezzano per come sei, è una cosa molto bella, davvero. Riesci a sentire quanto è bello ed importante questo?

              E’ così importante per te cosa pensano o dicono gli altri parenti? Se fanno dei confronti sbagliano loro e, forse lo fanno solo perchè sono persone insicure, puoi provare a non dare troppa importanza oppure provare a dire chiaramente ai tuoi genitori di evitare che vengano fatti questi inutili e fastidiosi confronti.

              Il motivo per cui hai litigato con la tua amica non mi sembra stupido, anzi, nell’amicizia è fondamentale che ci sia Aiuto Reciproco, quindi, l’aver percepito di non ricevere questo scambio ti ha fatto giustamente mettere in discussione questa amicizia.
              Non mi sembra affatto che tu abbia sbagliato, anzi.
              Potresti magari provare a parlare con questa tua amica e spiegarvi un pò meglio come sono andate le cose e come vi siete sentite. Un incontro potrebbe essere un modo per riaprire la comunicazione e cercare di chiarire qualcosa che magari non è stato capito.
              Se senti di voler bene a questa persona e ci tieni a riprovare a ricreare un rapporto di amicizia con lei, la comunicazione chiara è di sicuro il modo migliore.

              Un abbraccio e facci sapere come va e come ti senti!
              ;-)


              #13316
              Return
              Partecipante

                Ti faccio i complimenti x i tuoi miglioramenti scolastici. Hai lottato e ce l’hai fatta. Non e’ poco credimi. Pazienza se non c’e nessuno che lodi. Oggi hai trovato persone che lo fanno sinceramente. La nostra vita e’ sempre in evoluzione, fattene una ragione, non puoi sempre rimanere fanciulla o adolescente. :-)

              Stai visualizzando 6 post - dal 1 a 6 (di 6 totali)
              • Devi essere connesso per rispondere a questo topic.
              Scrivici su WhatsApp
              Scan the code
              Ciao!
              Ti ricordiamo che il servizio è attivo il martedì e il giovedì dalle ore 14:00 alle 17:00.
              Come possiamo aiutarti?