• Questo topic ha 12 risposte, 3 partecipanti ed è stato aggiornato l'ultima volta 12 anni, 8 mesi fa da Silvietta.
Stai visualizzando 13 post - dal 1 a 13 (di 13 totali)
  • Autore
    Post
  • #5179
    Silvietta
    Partecipante

      Ciao a tutti, mi presento: mi chiamo Silvia e ho quasi quindici anni; vivo a Milano con mia mamma. Allora, mettetevi comodi, perchè la mia lista di problemi è piuttosto lunga. In pratica, nulla della mia vita va come io vorrei, quando si risolve un problema se ne creano altri dieci molto più gravi, non sono mai serena e sempre insoddisfatta. Mio papà lavora e abita fuori Milano, ed è la persona che mi capisce di più al mondo, mentre con mia madre, sempre tesa e nervosa, oltre che sempre pronta a fraintendere tutto e trovare mille appigli per far guerra, il rapporto è conflittuale.
      Da sempre, non sono mai stata dotata di un carattere molto estroverso, a causa della mia timidezza, della mia insicurezza e quindi sono circondata da ben pochi amici, con i quali mantengo comunque non molti contatti, e mai al di fuori della scuola; i miei compagni mi rispettano, mi trovo bene, ma niente di più: sono quasi tutte persone a posto, con cui puoi ridere e chiaccherare durante l’intervallo, ma io ho solo quelle due o tre persone, con cui tra l’altro mi vedo una volta ogni sei mesi. Ho sempre inoltre la sensazione di non essere la prima scelta di nessuno, gli altre non fanno granchè caso alla mia presenza e credo che nessuno mi consideri un punto di riferimento in caso di bisogno. Eppure io cerco sempre di presentarmi carina, gentile, modesta; non so più cosa fare. Ultimamente mi sento molto sola, anche se papà viene a trovarci ogni settimana e ho sviluppato anche un’ossessione per il mio corpo e non riesco a uscirne nonostante un aiuto psicologico. Spero che potrete essermi d’aiuto.
      Grazie per essere arrivati alla fine :D

      #14153
      Anonimo

        Ciao silvietta, benvenuta…..
        Innanzi tutto volvo chiedere, che tipo di problemi si creano tra te e tua madre?
        Quando parli con tuo padre, ne parli con lui di tutte queste cose, per quanto riguarda gli amici, e i problemi che tu cerchi di affrontare?
        Inoltre non capisco xke dici che niente della tua vita va come tu vorresti, cosa intendi per questo?
        Come mai tua madre e sempre nervosa e stressata?
        Xke non ci racconti un po piu di te, dei tuoi compagni e dei tuoi genitori?
        A presto

        Il sorriso e la vita, la forza di andare avanti.

        #14154
        Volontario
        Moderatore

          Ciao Silvietta, benvenuta sul nostro forum!
          Alla tua età è normale entrare in conflitto con i genitori, soprattutto con la madre.Ci vuole un pochino di tempo anche per lei per abituarsi ai cambiamenti portati dalla crescita.
          Ed è il periodo in cui il corpo, che sempre è in trasformazione, lo fa nel modo più eclatante.Cosa intendi dicendo che stai sviluppando un ossessione nei sui confronti?
          Ciao, a presto :-D :-D


          #14155
          Volontario
          Moderatore

            Ho sempre inoltre la sensazione di non essere la prima scelta di nessuno, gli altre non fanno granchè caso alla mia presenza e credo che nessuno mi consideri un punto di riferimento in caso di bisogno.

            Silvietta cara,
            spesso le sensazioni che si hanno su come ci percepiscono gli altri o quello che crediamo pensino di noi non sono giuste e, peggio ancora, non ci fanno essere spontaneamente noi stessi ;-)
            Non ho capito chi sono quelle due o tre persone che vedi solo ogni tre mesi.
            Sei figlia unica?

            :-) :-)


            #14156
            Silvietta
            Partecipante

              Innanzitutto, grazie a tuttti per le risposte; tra me e mia madre ci sono problemi di ogni tipo: lei è molto rigida, non accetta nulla che non sia fatto secondo i suoi canoni, praticamente litighiamo appena una delle due fa qualcosa. Sembra sempre che ci provi quasi gusto a riprendermi. O forse, no, non ci prova gusto, ma non è pronta a sacrificare nessuna delle seu posizioni per venirti incontro, per cercare di capirti: anche quando sembra che ti ascolti, in realtà non ti sta a sentire, perchè ha già i suoi preconcettti in testa, quello che lei reputa giusto, oro colato. A volte parlo di questa situazione con papà, ma mi pesa perchè so che a lui non fa piacere dover discutere con mia mamma proprio quei due giorni che è a casa; inoltre non c’è certo bisogno che gliene parli, lui vede tutto ciò che succede, a volte prova a parlarne, ma capisco che nel suo caso non sia facile. Alla fine cerco anch’io di farlo stare un po’ rilassato e di non farlo troppo preoccupare di tutti i miei problemi.
              Dico che nella mia vita niente va come voglio perchè ogni cosa della mia vita sembra fatta apposta per creare problemi, per essere fonte di litigi; mia mamma è sempre nervosa per via del lavoro, perchè comunque non le piace Milano come città, ma lei è un po’ il classico tipo di persona che si fa problemi per tutto, come ho detto, che ingigantisce sempre tutto.
              I miei compagni, sono, nella maggior parte, simpatici, nel senso che ci puoi parlare durante l’intervallo cinque minuti, ma io non mi sento mai a mio agio, ho paura di essere noiosa, faccio fatica a esprimermi, mi sento sempre vulnerabile, come se dovessi soppesare con cura ogni parola; ho sviluppato con molti rapporti di amicizia superficiale, insomma, con cui non dici di esere in antipatia, ma nemmeno troppo in sintonia. Mi pesa, perchè non ho mai nessuno con cui confidarmi, alla fine è così. E nesssuno lo fa con me. Non riesco a capire perchè: cerco sempre di correggermi e di riconoscere i miei errori, loro mi vedono come una persona educata, ma niente di più. Con le persone cui esco una volta ogni sei mesi, ho un rapporto migliore, ma nemmeno molto profondo; una relazione tra compagni un po’ più approfondita. Sono persone che, come me, non sono molto integrate all’interno della classe e allora stiamo insieme tanto per fare un gruppo, anche se dobbiamo ammettere di non essere molto uniti ; anche con loro non so mai bene cosa dire e spesso mi sento a disagio.
              Come avete intuito, non ho nemmeno un fratello o una sorella, con cui magari potrei confidarmi.
              Ultimamente sto sviluppando anche problemi alimentari,vadim micheev e anche questo è fonte di grandi litigi con mia madre

              #14157
              Volontario
              Moderatore

                Ciao Silvietta!
                E’ giusto alla tua età sviluppare un proprio punto di vista, che può essere differente da quello dei genitori. Potresti con bel modo provare a spiegare alla mamma che anche tu hai il tuo, e che potrebbe essere interessante confrontarsi. In ogni caso ogni punto di vista è da rispettare.
                Hai qualche interesse particolare? Che cosa studi?
                Te lo chiedo perchè forse ti aiuterebbe a superare un pò la timidezza trovare un attività da svolgere in gruppo, uno sport, o una disciplina artistica di qualche tipo ad esempio.
                Cosa intendi con problemi alimentari? Mangi troppo o non mangi a sufficienza?
                Ciao, a presto :-D :-D


                #14158
                Silvietta
                Partecipante

                  Mia mamma non è cattiva, si rende conto che sbaglia, anche se non sempre, ma comunque troppo tardi, prima ti ferisce e poi viene a chiederti scusa, ma nemmeno troppo esplicitamente, perchè dire semplicemente scusa sarebbe come una sconfitta della guerra di potere in cui ai suoi occhi si è trasformato il nostro rapporto; quando le parli, lei, se sente che il suo punto di vista è in pericolo, comincia ad attaccarti, a dire cose, tanto per dire, che non honno pertinenza, buttate lì tanto per non stare zitta e ammettere di aver sbagliato;
                  Il mio interesse è il pattinaggio sul ghiaccio, che pratico a livello agonistico; ho iniziato da tre anni; studio in un liceo linguistico,: le lingue mi piacciono molto e non è nemmeno escluso che frequenti un’università all’estero.
                  Con problemi alimentari intendo dire che non mangio abbastanza.
                  Grazie a tutti per l’appoggio e le risposte, vi sono molto grata.
                  A presto :D

                  #14159
                  Volontario
                  Moderatore

                    Carissima,
                    considera che per la mamma è più difficile perchè, essendo sempre presente, si sente molto più responsabile della tua educazione e formazione rispetto al papà, che lavora e abita fuori, come ci hai detto; questo porta oggettivamente a rapporti più tesi con lei che non con il papà (spesso è così anche per il rapporto di coppia: la lontananza fa crescere il desiderio di stare vicini e, quindi, quando ci si vede, tutto è più facile ;-)).

                    Probabilmente è perchè fai pattinaggio su ghiaccio a livello agonistico che non devi mangiare molto, per mantenerti come …una farfalla :-D
                    Se è a livello agonistico, magari ci sono medici esperti che vi seguono anche nell’alimentazione. Mi raccomando, è fondamentale sia corretta, per lo sport e per una vita sana!

                    Sorrisi e Baci


                    #14160
                    Silvietta
                    Partecipante

                      No, non credo che sia per pattinaggio: sono sempre stata magra per costituzione e le mie insegnanti anzi, mi dicono di mangiare di più. Ho cominciato verso febbraio a mangiare tanto, anche se non a livello di abbuffate e poi vomitare; verso maggio è finito tutto, senza che nessuno si sia mai accorto di nulla: sempre magra come prima, nessuno notava che scappavo in bagno. Poi, verso la fine dell’estate, non lo so, ho cominciato a preoccuparmi leggermente del mio peso, e, non mi ricordo come, sono capitata a guardare su youtube un film sull’anoressia. Riconoscevo perfettamente i comportamenti di quella ragazza, le azioni che mi sarebbero venute spontanee, così, qualche giorno dopo, ho cominciato a mangire molto meno, a saltare la colazione, a nascondermi il cibo addosso o a darlo, senza farmi vedere, al cane, a dire ai miei che avevo mangiato quando invece ero a digiuno, a vomitare quando credevo di aver mangiato troppo. E ora non riesco più a smettere.

                      #14161
                      Volontario
                      Moderatore

                        Carissima Silvietta, hai ragione ad essere preoccupata per il tuo disturbo alimentare. Sicuramente è una cosa che non si deve sottovalutare; può darsi anche che tu sia rimasta molto impressionata dal film che hai visto.
                        Nel tuo primo post dici di essere in contatto con uno psicologo. Gliene hai parlato? E ai tuoi genitori hai accennato qualcosa? Al tuo papà, per esempio, con cui dici di avere un così bel rapporto?


                        #14162
                        Silvietta
                        Partecipante

                          Sì, i miei sono a conoscenza dei miei disturbi alimentari, sono stati loro a mandarmi in un centro per la cura delle patologie alimentari; con mio papà ne parlo, ma come al solito, fino a un certo punto, perchè, non ho voglia di farlo preoccupare ancora di più. Anche loro stanno andando da un’altro psicologo del centro, che è una donna che ha avuto problemi alimentari per circa vent’anni e da molti consigli ai genitori, li tranquillizza, gli spiega come comportarsi. Grazie ancora per tutte le risposte; davvero!!

                          #14163
                          Volontario
                          Moderatore

                            Bene, la situazione sembra essere sotto controllo, quindi. Non sottovalutarla mai, intesi ;-)

                            Un abbraccio e un [:X]


                            #14164
                            Silvietta
                            Partecipante

                              Grazie mille, a tutti per i consigli :D

                            Stai visualizzando 13 post - dal 1 a 13 (di 13 totali)
                            • Devi essere connesso per rispondere a questo topic.
                            Scrivici su WhatsApp
                            Scan the code
                            Ciao!
                            Ti ricordiamo che il servizio è attivo il martedì e il giovedì dalle ore 14:00 alle 17:00.
                            Come possiamo aiutarti?