• Questo topic ha 4 risposte, 2 partecipanti ed è stato aggiornato l'ultima volta 13 anni, 6 mesi fa da ScimmiaTek..
Stai visualizzando 5 post - dal 1 a 5 (di 5 totali)
  • Autore
    Post
  • #4677
    ScimmiaTek.
    Partecipante

      Liceo artistico,non c’è niente di più bello,non potevo scegliere di meglio.
      Mi han dato da leggere un libro del fisico Antonino zichichi (mi ci sto documentando adesso,non viene visto come una persona tanto apposto O.o) ma on line non riesco a trovarlo,il libro si intitola L’infinito.
      Qualcuno di voi l’ha letto?Sa dirmi dove trovarlo on line e le proprie impressioni? Lo so che non è un forum di scuola ma magari sapere cosa ne pensate di lui e del suo libro può aiutarmi nella relazione.
      Unbacio :*
      Lesa.

      #12227
      Volontario
      Moderatore

        Ciao Lesa, devo ammettere di non averlo mai sentito questo libro nè autore…sei riuscita a trovare qualcosa? :-)


        #12228
        Volontario
        Moderatore

          Cara Lesa,

          Antonino Zichichi è un fisico italiano importante.
          Lo puoi trovare su google inserendo Antonino Zichichi, ma immagino tu lo abbia già trovato.

          E’ strano? NO!!ha le sue convinzioni e le descrive, come la Hack.
          E’ uno dei pochi scienziati che affermano che scienza e fede non sono in contrasto. Questo a molti dà fastidio. Perchè? Io lo trovo stupido.
          Se uno pensa il contrario? ha il diritto di farlo! ma non di denigrare chi la pensa diversamente.

          Tu, molto individualista, sono sicura che mi capisci perfettamente.

          Io sono del parere che ciascuno di noi abbia il diritto di pensare in modo diverso dalla massa.
          Se poi si tratta di scienziato che cerca di dimostrare quello che dice e ne fa oggetto di studi profondi ancora di più…

          Eccoti due righe su di lui e sul libro L’infinito

          Antonino Zichichi (Trapani, 15 ottobre 1929) è un fisico e divulgatore scientifico italiano attivo nel campo della fisica delle particelle elementari.

          È noto al grande pubblico soprattutto per la sua attività di divulgatore scientifico, come autore di numerosi libri e saggi e per la partecipazione a programmi televisivi della RAI, in cui Zichichi sottolinea spesso la sua certezza nell’assenza di contrasti tra la scienza e la fede.[/size=3]

          [size=3]L’INFINITO di Antonino Zichichi

          Archimede ha calcolato quanti granellini di sabbia c’erano nel mondo allora noto. E ha trovato che il loro numero era enorme, ma non infinito, come pretendevano gli altri. Ancora oggi è cosi, nonostante le scoperte della Scienza Moderna si sono estesi i confini del cosmo e sostituito i granellini di sabbia con elettroni e quark. Eppure il nostro cervello concepisce l’infinito e ne subisce il fascino. Riesce a studiarlo in modo rigoroso attraverso la fisica e la matematica. E a porlo sotto controllo, scoprendo che l’infinito non è solo e soltanto uno.

          Fra tutte le invenzioni dell’intelletto, quella dell’infinito è, forse, la più affascinante. Tanto più che nella realtà del mondo fisico, nulla parla d’Infinito. Eppure dalla matematica alla filosofia, alla poesia, alla pittura, l’uomo per secoli e secoli, ha cercato di percepirlo, anzi di conquistarlo.

          E, grazie a Georg Cantor, c’è riuscito: si tratta di una delle più grandi conquiste di tutti i tempi.

          Di infinito ci sono tanti, moltissimi livelli, non quindi uno e uno solo: unico, come l’uomo aveva creduto per più di tremila anni.

          Questo è quanto afferma Antonino Zichichi, uno dei più famosi fisici e divulgatori scientifici, in questo libro. Attraverso il suo straordinario stile porta a conoscenza il lettore a verificare alcuni aspetti della scienza che sembrano essere proibiti per l’uomo comune.

          Il libro si divide in tre parti.

          Nella prima si passano in rassegna le realtà del mondo che ci circonda. Esso è fatto tutto di cose finite.

          Nella seconda, prendendo spunto da un’antica favola, si porta il lettore, nel modo più semplice possibile, verso la scoperta di concetti fondamentali su cui si basa la costruzione dell’Infinito.

          La terza parte, infine, analizza le radici di questa grande conquista dell’intelletto umano.

          La cosa più straordinaria di questo libro, nonostante il tema complesso, è che Zichichi riesce con una favola a raccontare la concezione dell’Infinito in una forma accessibile a tutti, e questo non è una cosa da poco.
          [/size=3]

          Ciao cara, Buon Natale!

          P-S. Ho letto in altra parte che per te il Natale è un giorno come un altro. Peccato….
          Vorresti avere vicino tuo fratello.
          So che è un’idea balzana la mia perché è troppo tardiva, ma…perché non ci provi?

          Dì ai tuoi genitori di invitare tuo fratello con la promessa che non parleranno dei loro problemi passati e presenti con lui e chiedi a tuo fratello di fare altrettanto.
          Chissà forse riuscirete a passare qualche ora sereni e contenti di essere tutti insieme.
          Capisco che ci possano essere situazioni che non permettono la convivenza e, piuttosto che bisticciare sempre, è meglio vivere separati, ma qualche ora, suvvia!, deve essere possibile!
          Ovviamente tuo fratello si deve presentare semplicemente senza alcuna acredine.
          Un abbraccio


          #12229
          Volontario
          Moderatore

            Cara Lesa,
            il giorno del Natale è appena trascorso, come ti è andata?.

            L’idea pazza che ti ho scritto più sopra, soprattutto per l’impossibilità di realizzarla per il giorno di Natale, puoi tenerla buona per un altro giorno, per esempio il 1° gennaio.
            Che ne dici?

            Tanti Sorrisi


            #12230
            ScimmiaTek.
            Partecipante

              Nono mio fratello l’ho visto anche oggi,oltre a natale e st stefano,che si è chiuso fuori casa ._.
              Comunque il suggerimento su A.zichichi mi sta aiutando un po’,anche se fare 5 facciate di relazione è difficile T_T.

              L’originalità è morta. Ora,cio che è diverso fa moda. Che schifo.

            Stai visualizzando 5 post - dal 1 a 5 (di 5 totali)
            • Devi essere connesso per rispondere a questo topic.
            Scrivici su WhatsApp
            Scan the code
            Ciao!
            Ti ricordiamo che il servizio è attivo il martedì e il giovedì dalle ore 14:00 alle 17:00.
            Come possiamo aiutarti?