depressione…

  • Questo topic ha 26 risposte, 7 partecipanti ed è stato aggiornato l'ultima volta 11 anni, 1 mese fa da Volontario.
Stai visualizzando 12 post - dal 16 a 27 (di 27 totali)
  • Autore
    Post
  • #11112
    chat_noir
    Partecipante

    Sono caduta di nuovo nel baratro….ce la farò da sola o devo andare dalla psichiatra di nuovo?Non riesco a gestirmi…quando sto da sola voglio privarmi di ogni piacere compreso il cibo e cerco pensieri negativi per essere triste…

    #11113
    atlas
    Partecipante
    Quote:
    chat_noir
    Sono caduta di nuovo nel baratro….ce la farò da sola o devo andare dalla psichiatra di nuovo?Non riesco a gestirmi…quando sto da sola voglio privarmi di ogni piacere compreso il cibo e cerco pensieri negativi per essere triste…

    Cercare un aiuto professionale serve soltanto quando davvero non ce la facciamo da soli, né con l’aiuto di amici o parenti.
    Inoltre il tuo cercare pensieri negativi non è un buon segno, ci sono già tanta tristezza e problemi nella vita senza andarseli a cercare, non pensi?
    Se non riesci a gestirti, devi agire prima di crollare definitivamente, mi raccomando, dopo diventerebbe più difficile.

    #11114
    Return
    Partecipante

    ciao chat noir, in certi momenti rivivo la tua situazione, so che con i tuoi genitori hai un certo tipo di rapporto maturato nel tempo, non come volevi tu; in questo momento difficile, potresti provare ad essere assistita dalla tua famiglia, presso la quale ricevere l’aiuto necessario per superare questo periodo. In tal caso, sarebbe una cosa buona non rimanere da sola, almeno fino a quando le cose si sistemano.

    #11115
    Volontario
    Moderatore

    Cara Chat,

    lo scorso anno eri riuscita a stare meglio mi sembra di capire. Come hai fatto? Ce l’hai fatta solo con l’aiuto della famiglie e/o degli amici? Se invece ti sei fatta aiutare come in passato,rivolgiti allo stesso specialista. La depressione è una malattia seria, non è un momento o periodo breve di tristezza, ma una alterazione che porta la persona a pensare tendenzialmente in negativo, come già tu hai rilevato.
    Quindi, non avere dubbi, fatti aiutare come hai già fatto e non interrompere le cure appena stai meglio, ma continua, sotto sorveglianza medica, fino a quando ti sentirai completamente bene.
    Questo psichiatra non lavora anche con uno psicologo? il tuo caso mi sembra possa essere ben curato con la collaborazione di entrambi.
    Ricordati però che il nostro cervello è ancora poco conosciuto e che la psichiatria e la psicologia non è matematica, anzi è il suo esatto contrario. Si basa molto su intuizioni, oltre che sulla chinica che aiuta.

    Sei una ragazza in gamba ! Come va l’università?
    Se hai bisogno di un periodo di riposo, prenditelo e non sentirti in colpa. Il tuo avvenire-vita è molto più importante di qualche mese di tregua.

    Ciao cara, tanti auguri e …tanti … :-) :-) :-) :-)


    #11116
    chat_noir
    Partecipante

    grazie ragazzi del vostro sostegno…io ero riuscita a rimandare il problema e non a risolverlo perchè anche quando andavo dalla psichiatra non le dicevo sempre la verità. Cercavo di far vedere che tutto era meglio ma solo perchè non vomitavo più. Poi son stata sormontata dalla tristezza, il vedere che esami si accumulavano…il problema è che io conduco una vita che non mi piace, vorrei solo sparire: le persone a cui voglio bene temo che prima o poi se ne vadano e le altre vedo solo giudizi su giudizi; pensate che ieri sera la mia nuova coinquilina(ho dovuto cambiare casa perchè sfrattata) mi ha detto che voleva chiedere a una sua compagna di venira prima di trovare me ma ha cambiato idea perchè ha scoperto che era anoressica. Capite io ormai ho una maschera…sono marchiata a vita, se la gente veramente sepesse di queste cose penso che pochi rimarrebbero…
    il problema fondamentale è che quando son in settimana da sola a gestirminon mangio nulla, o il minimo indispensabile, frutta o verdura se proprio mi gira la testa, poi quando torno a casa nel fine settimana allora devo mangiare perchè i miei non si accorgano di nulla, ma capite così non può andare avanti; non riesco a vivere la mia solitudine ma nello stesso tempo non desidero tornare a casa perchè non ho molto dialogo con i miei, mi sento controllata anche perchè loro temono in continuazione che possa dimagrire troppo;
    Ora ho deciso di tornare dalla psichiatra da cui andavo una volta..sperando di ricominciare da capo…

    #11117
    Volontario
    Moderatore

    Cara chat,

    fai bene ma vale poco se non sei completamente sincera. Inoltre rischi di prendere delle cure non perfette per te.

    Come abbiamo detto più sopra, il tuo tipo di malattia avrebbe bisogno di un lavoro sinergico psichiatra-psicologo.

    Quando vai dalla psichiatra, non dico la prima volta, ma appena sarai riuscita a sfogarti in modo completo e sincero, chiedile se ritiene opportuno anche una terapia psicologica.
    Solitamente sono loro a suggerirlo quando il paziente sta meglio
    in modo da poter iniziare la terapia psicologica con maggior successo.

    Coraggio Chat white, sei una ragazza in gamba e con un buon equilibrio. Hai però assolutamente bisogno di un aiuto professionale di qualità.

    Saluti cari e tanti :-) :-) :-)


    #11118
    Volontario
    Moderatore

    il problema è che io conduco una vita che non mi piace, vorrei solo sparire: le persone a cui voglio bene temo che prima o poi se ne vadano e le altre vedo solo giudizi su giudizi

    Cara chat,
    la frase riprodotta più sopra, sai che potremmo dirla tutti se fossimo depressi?, perché daremmo corpo solo ai pensieri negativi e alle paure insite in noi, ma che devono servire solo a proteggerci con comportamenti corretti, non a bloccarci.

    Curati e vedrai che l’entusiasmo e la fiducia in te stessa torneranno perché ne hai tutti i presupposti!

    Un’infanzia tutto sommato serena e tante vittorie scolastiche e su vari fronti devono farti pensare che sei tra i ragazzi migliori e non viceversa.
    Privarsi di tutti i piaceri della vita compreso il buon cibo…….è veramente grave. Non parlo di quantità, ovviamente.

    Trovi giusto pensare che le persone a cui vuoi bene possano sparire?

    Comunque tu sei consapevole di tutto quanto, quindi curati e sii sicura che in un lasso di tempo adeguato, tornerai la ragazza di prima.

    Non farci caso a quello che dicono alcune persone attorno a te…lesbica, bisex, ecc. :-D [B)] Anche i tuoi genitori, fa pure loro presente che si comportano come i loro genitori che hanno tanto criticato, ma non volerli cambiare, difficilmente riusciranno a farlo.
    Farli riflettere però serve.;-)
    Comunque stai costruendo la tua vita, quindi pensa prevalentemente a te stessa.

    Tanti auguri e un Sorriso
    :-) :-)


    #11119
    chat_noir
    Partecipante

    Cercherò di essere sincera a schietta…anche se certe volte affrontare le difficoltà porta a voler tirarsi indietro in un certo senso anche se so che non è segno di maturità. Vi dirò come procede…grazie di tutto..siete dei grandi!

    #11120
    Return
    Partecipante

    cara Chat_noir, io non penso che tu non capisca quanto sia importante una sana alimentazione e sono convinto che presto guarirai da questa spiacevole situazione, solo abbi la forza di amare te stessa, in questo modo riuscirai ad uscire da tutti i tuoi problemi. Inoltre ti vorrei dare un consiglio per costruire un rapporto con i tuoi genitori: comincia a raccontare loro qualche piccola esperienza, anche se breve ma è importante iniziare a costruire una relazione con loro. Chi ti scrive ha cominciato così.

    #11121
    Volontario
    Moderatore

    Ciao chat_noir,
    allora come procede[?][?]
    E’ da un po’ che non ti fai viva[:0]


    #11122
    chat_noir
    Partecipante

    Ciao a tutti, è vero è da un bel po’ che non mi faccio viva…la situazione è sempre uguale, anzi, purtroppo la mia migliore amica per problemi diversi di salute è dimagrita tantissimo e il mio umore è pessimo; da una parte sono molto preoccupata, dall’altra come voi sapete la magrezza è in un certo senso contagiosa; poi per me si avvicinano gli esami e sono ricominciate le ansie; tuttavia inizio a credere un po’ di più in quello che faccio, ho trovato un altro gruppetto con cui studiare e le mie giornate passano più leggere; cerco di fare un po’ di moto quando posso e ho ricominciato una terapia di sostegno con la vecchia psichiatra da cui andavo; l’unica cosa è che questa fissa del cibo non passa mai;
    ho una bella cosa da dire: parlando con la mia psichiatra ho capito questo:i disturbi alimentari sono dati da un disagio emotivo, è sempre e comunque quella la radice, non per forza è un problema di mangiare ma io sfogo il mio disagio non adempiendo alle funzioni umane, e questo per un’altra persona può sintetizzarsi nel non dormire, nel non lavarsi o altro…sembra stupido ma questa cosa mi ha fatto sentire bene perchè ho capito che non sono inumana, ho solo qualche cosa da mettere a posto nei miei sentimenti verso la mia vita;
    e poi ora non mi vergogno più di ammettere il passato ed è un passo difficile vi assicuro perchè uno si sente qualcosa di nascosto, le persono che conosce dopo sente che mancano di qualcosa, che potrebbe essere terribile ai loro occhi, ma non è importante perchè le persono devono accettarmi nella mia interezza come sono e se non capiscono peggio per loro.
    COsa ne pensate?Un sorriso ragazzi!!

    #11123
    Volontario
    Moderatore

    ciao chat, :-)
    penso che hai fatto grandissimi passi avanti! :-)
    bravissima. :-D :-D :-D
    aver compreso che il problema con il cibo non è altro che un disagio personale, uno stato d’animo ,e quindi risolvibile,….non è cosa da poco.
    continua a curare il tuo essere( tanto per rubare una frase di euphralia!!![:p]) e il tuo benessere e vedrai come tutto ti sorriderà. :-)


Stai visualizzando 12 post - dal 16 a 27 (di 27 totali)
  • Devi essere connesso per rispondere a questo topic.
Scrivici su WhatsApp
Scan the code
Ciao!
Ti ricordiamo che il servizio è attivo il martedì e il giovedì dalle ore 14:00 alle 17:00.
Come possiamo aiutarti?