• Questo topic ha 887 risposte, 35 partecipanti ed è stato aggiornato l'ultima volta 1 settimana, 1 giorno fa da Maria Pia.
Stai visualizzando 15 post - dal 796 a 810 (di 888 totali)
  • Autore
    Post
  • #36942
    FURIOSO
    Partecipante

      Per chi ancora fingesse di non aver capito in Sicilia se vuoi un lavoro immediato e decente ti devi aprire un’attività con tutti i rischi che ne comportano… Affitto del locale da pagare, contributi Inps, commercialista, utenze, materie prime, e un eventuale finanziamento… Oppure avere le giuste ” conoscere… Altrimenti rimane soltanto la fuga in Germania a lavare i cessi… E stare in casa con gente estranea… E quest’ultima strada mi è sempre sembrata INEVITABILE come la morte fisica…😡😡😡😡😡😡😡 Altre soluzioni? Cosa proponete?……………………

      #36943
      FURIOSO
      Partecipante

        l’Italia che offre? Lavori stagionali bene che vada 6 mesi… Tutto il resto imparare un mestiere o qualsiasi altra cosa con stipendi sotto i 1400 al mese… Viveteci voi così… 500 di affitto di casa a Roma, la spese le utenze ecc… Quanto resta? ….. Vediamo cosa avete da dirmi maestri di vita 🤣🤣🤣… Senza una laurea in Italia si fa la fame… Lo sapete anche voi che non si può mettere un cazzo da parte …..

        #36944
        FURIOSO
        Partecipante

          Il mio obiettivo è mettere uno stipendio da parte ogni mese per un anno, non buttare tanti soldi nei corsi di formazione, avere se tutto va bene un bel contratto a tempo indeterminato e comprare successivamente un locale avviato da molti anni che funziona e mi fa fatturare molto…. Non è impossibile arrivarci ma (quasi)… Ma è inevitabile provarci partendo dal pulire i cessi a lungo………….

          #36945
          FURIOSO
          Partecipante

            Un ultima cosa, voi non siete più intelligenti di me… Ma semplicemente più fortunati, perché siete cresciuti in un territorio molto migliore della Sicilia… Più facile trovare lavoro, e anche aprire un’attività a Milano e meno rischioso che in Sicilia…. Io in questa terra non ci aprirei nulla nemmeno se ero milionario, perché mi dà un forte senso di sfiducia….

            #36946
            Volontario
            Moderatore

              Sbagli se pensi che noi ti diamo giudizi. Noi non ti abbiamo mai giudicato, cerchiamo solo di farti riflettere sui fatti che tu ci racconti che riguardano te e la tua vita.

              Se tu non vedi neanche una cosa positiva nella tua vita è perché sei accecato dalla brama di ricchezza e perché odi gli altri senza vederli veramente. Gli altri non sono solo quelli belli ricchi e felici, che stanno meglio di te, ma anche tutti quelli brutti, poveri e malati, che stanno peggio. Hai una vista selettiva, vedi solo quello che ti manca, non quello che hai.
              Ecco le prime cose che ci vengono in mente. Che tu sia nato in Italia e non in Africa, fatto che ti permette quando vai in Germania di andarci comodo in aereo, senza rischiare la vita coi barconi. Che tu abbia un corpo sano, è una cosa che tutti i tuoi coetanei disabili o malati ti invidiano. Il fatto che tu viva a casa della nonna, con pranzi e cene garantite, con luce, gas e Internet. Il fatto che tu sia arrivato a 26 anni senza doverti piegare a fare un lavoro qualsiasi pur di mangiare. Che tu abbia avuto la possibilità di fare le scuole superiori. Che tu abbia una nonna e una mamma che ti vogliono bene e si occupano di te. Che tu non debba partire per la guerra. Eccetera. Sono tante le cose in cui la vita ti ha favorito. Queste sono cose molto importanti che dovresti sforzarti di riconoscere.

              Il tuo principale problema pratico è che non accetti che PROPRIO PERCHÉ SEI NATO POVERO AVRESTI DOVUTO STUDIARE E IMPEGNARTI PIÙ DEGLI ALTRI PER SMETTERE DI ESSERE POVERO. Un povero che non studia, che non si specializza, che non si prepara, che non impara un mestiere, si autodertmina a rimanere povero.

              Se hai abbandonato la scuola a 16 anni, non è stato per mancanza di soldi, ma per mancanza di impegno. E’ stata una tua scelta.
              Se dici che fare il lavapiatti in Germania è la tua migliore prospettiva, perché non sei rimasto l’anno scorso, che adesso avresti da parte 15 mila euro? Non impegnarti e tornare indietro subito è stata una tua scelta.
              Ti lamenti che la tua famiglia non ti aiuta. Ma tu che dimostrazione di affidabilità, di serietà, di impegno hai dato per convincerli a investire su di te? Che cosa puoi affermare di aver realizzato in questi 10 anni da quando hai abbandonato la scuola? Anche qui si tratta delle conseguenze delle tue scelte.

              E’ un peccato che tu non sia nato abbastanza ricco per non dovere lavorare mai e fare comunque una bella vita, perché questa è la fonte di tutta la tua rabbia.

              Hai scritto che ti piacerebbe fare il Vigile. Se fosse vero, sapresti che per fare il vigile non serve il diploma. Ma siccome non è vero che vorresti fare il vigile (o il carabiniere) non hai mai googlato per vedere come si fa, dove si presenta la domanda e dove sono attivi i concorsi. Pensi che fare il vigile ti sia precluso come fare il notaio. Ma non è vero!
              E intanto il tempo passa e a non impegnarsi la situazione peggiora, le opportunità finiscono, le cose fattibili costano più fatica.
              Fino a qualche mese fa ti mostravi ancora leggermente aperto, almeno ogni tanto, a una certa autocritica, che è basilare per poter cambiare un modello di pensiero e comportamentale che non funziona. Ma ormai stai entrando nel ruolo dell’adulto, il che nel tuo caso non è una buona notizia, perchè invece che diventare più responsabile, ti stai irrigidendo nell’autogiustificazione e nell’autoassoluzione. Ti stai convincendo che tu non hai responsabilità. Non concepisci più che la tua vita insoddisfacente è frutto del tuo mancato impegno e delle scelte sbagliate, molto più che dell’essere nato povero. Ti stai arroccando nel ruolo della vittima impotente. E intanto scoppi sempre più di rabbia.
              Ma non sei stufo di vivere così? Perché non vuoi provare a cambiare?


              • Questa risposta è stata modificata 1 anno fa da Volontario.
              • Questa risposta è stata modificata 1 anno fa da Volontario.
              • Questa risposta è stata modificata 1 anno fa da Volontario.
              • Questa risposta è stata modificata 1 anno fa da Volontario.
              #36951
              FURIOSO
              Partecipante

                Si sono stato avvantaggiato su alcune cose e meno male ho una buona salute, ma ormai per me è cambiato tutto…. Purtroppo le condizioni di salute di mia nonna sono abbastanza peggiorate, è costretta a stare nella sedia a rotelle perché non ha più le forze nemmeno di reggersi all’impiedi, io esco anche poco e nulla perché la mia presenza ha casa è diventata importante, purtroppo io sono costretto a utilizzare quasi completamente tutta la mia forza fisica per dare assistenza a mia nonna, la porto in bagno la devo alzare, la devo sedere, la devo alzare dal letto e riaccompagnarla di sera,le tolgo e le metto il pannolone, ovviamente mi dà una mano mia madre, anche se lei fisicamente non ha le forze per aiutare mia nonna, io sono molto ma molto dispiaciuto di vedere tanta sofferenza, e allo stesso tempo mi dispiace che lei si fa male quando la devo alzare… Tenerla in piedi per pochi minuti in bagno a farla pulire da mia madre… Io non sopporto che si fa male a causa della forza che devo utilizzare per tenerla… Come ho scritto da subito, per me è cambiato veramente tutto e solo da un paio di settimane mi sono reso conto della gravità delle mie scelte, in particolare aver lasciato la Germania, se fossi rimasto lì per 3 anni a fare quella vita oggi mi sarei ritrovato con molti soldi… Provo adesso una minore invidia per gli altri ma… C’è sempre un certo rancore specialmente per le donne… E le coppie… L’altro giorno ero per strada e ho visto una Ferrari che mi passava davanti all’inizio ho provato una grande invidia ma poi in pochi minuti ho smesso, perché mi sono reso conto che era sbagliato, perché se avessi imparato un mestiere e avessi fatto i sacrifici anche io mi sarei potuto permettere quella macchina ovviamente usata… Ormai ho capito tutto, mi sono molto chiare le vostre parole, e non posso che essere pienamente d’accordo con voi.. tranne sulla mia famiglia che così tirchi come sono so bene che non mi avrebbero aiutato… Io ormai temo molto che la vita di mia nonna possa finire, ormai la vedo come una seria minaccia, mi sono scritto 3 settimane fa a un corso di pizzaiolo ottenendo ottimi risultati nella parte teorica…. Adesso sto aspettando che mi facciano iniziare la parte pratica che se tutto va bene inizierà questa settimana… Domani deve avvicinare a casa una signora per vedere se possa essere idoneo a dare assistenza a mia nonna, perché io poi sarò molto occupato con il corso e quando terminerà tra 2 mesi io partirò all’estero… Stamattina mi è successo che mentre io stavo camminando per strada qualcuno mi colpisce violentemente dietro il collo e io ho sentito un forte dolore e poi mi sono accorto che erano stati tre ragazzi in bicicletta io a quel punto mi sono estremamente incazzato e li ho inseguiti con l’intenzione di picchiarli abbastanza violentemente da mandarli in ospedale ma purtroppo non ci sono riuscito perché loro andavano molto più veloce di me e poi io nella corsa mi stanco subito.. ma loro nonostante le mie chiare intenzione di volerci massacrare non hanno avuto il coraggio di affrontarmi… Cosa che francamente mi sono molto meravigliato perché sarebbero stati 3 contro 1.. mentre loro hanno preferito la fuga.. poi ho fermato per strada una pattuglia dei carabinieri che stava passando e gli ho raccontato che mi avevano dato molto probabilmente uno schiaffo dietro al collo.. loro mi hanno detto che non erano della zona e hanno chiamato la caserma della polizia del posto.. questi vigliacchi che mi hanno colpito alle spalle se ne sono andati via dalla circolazione entro 10 minuti e non avevano nessuna intenzione di avvicinarsi.. io sono rimasto incazzatissimo che non li ho mandati all’ospedale, sono stati veramente fortunati che non ho la macchina, altrimenti gli avrei fatto più male possibile, perché nessuno deve osare mettermi una mano a dosso uomo o donna che siano per me diventano carne da macello anche con un solo schiaffo… O con provocazione pesante.. io posso facilmente diventare estremamente violento… E poi un vero uomo non colpisce mai alle spalle e nemmeno scappa allo scontro fisico…. Li maledico a questi pezzi di merda….

                #36952
                FURIOSO
                Partecipante

                  Dimenticavo assolutamente sì la fonte primaria del mio odio deriva dal fatto che non sono nato ricco ma come ho già detto ho capito tante cose, e le condizioni di salute di mia nonna per me sono come una spinta a impegnarmi il più possibile… E sono anche d’accordo quando un altro volontario mi ha risposto che non importa da dove partiamo, dal poco nel tempo possiamo raggiungere tanto… Io mi sento completamente diverso di prima… Non temo nessuno.. e farò del mio meglio a finché io possa imparare questo lavoro

                  #36953
                  Volontario
                  Moderatore

                    Caro Furiosuccio nostro!

                    Ci dispiace tanto del peggioramento della nonna 🙁 ma pensa che consolazione per lei poter contare su di te oggi nel momento del bisogno! Ti stai comportando davvero bene! Non temere di farle male, purtroppo quando le condizioni di una signora molto anziana sono di tale debolezza che non si regge in piedi, anche ad appoggiarle un dito sul braccio le si farebbe male, quindi che nel sostenerla tenendola o alla vita o sotto le ascelle lei senta male, è ahimè normale, per la sua condizione di estrema fragilità. Tu cerca di dosare il minimo di forza possibile per le necessità, senza stringere troppo.

                    Cerca anche e soprattutto di farle sentire tutto il tuo amore per lei in questi gesti della nuova quotidianità in cui dipende da te e da tua mamma. Tutta la gratitudine che hai per lei per tutto il bene che ti ha fatto, cerca di farglielo percepire. Fare i servizi alla nonna con amore e gratitudine è il massimo che puoi fare per lei. Non c’è niente di più frustrante per una persona anziana che perdere l’autonomia, doversi appoggiare proprio fisicamente ai parenti per andare in bagno… lei sarà triste, si vergognerà, si sentirà un peso… tu cerca di essere forte e allegro per lei, standole vicino con leggerezza per non farle pesare ancor di più la sua condizione. Anzi, per cercare di sdrammatizzare il dramma che state vivendo. Tirala su anche moralmente se occorre! 🙂 E’ un momento intenso che avrà un suo tempo che non conosci. E’ importante per lei e anche per te e tua mamma. Tu cerca di essere il famoso “bastone della sua vecchiaia” al meglio delle tue possibilità e avrai fatto bene.
                    Questo è uno dei momenti più importanti della tua vita, perchè nel servizio agli altri, nell’amore e nella sofferenza si formano le nostre forze migliori, si cresce e si cambia in meglio! E tu ci dici di sentirti molto diverso grazie all’impegno nei confronti della nonna. Questa tua constatazione ci sembra di enorme valore, coltivala dentro di te per non perderla!

                    E’ una bellissima notizia che le tue emozioni negative (rabbia, odio, invidia, ecc) si stiano smorzando. E’ una gioia per noi leggere “Ormai ho capito tutto, mi sono molto chiare le vostre parole, e non posso che essere pienamente d’accordo con voi.” Caro Furioso, lo sforzo e il sacrificio ce lo dobbiamo mettere tutti, per tutta la vita, pensiamo alla nonna e alla fatica che sta diventando per lei vivere questa sua ultima fase! Consolati, nello sforzo e nel sacrificio si cambia.

                    Molto bene anche il corso di pizzaiolo. Furioso, testa bassa e avanti con determinazione fino alla fine della parte pratica e poi via in Germania!

                    Osserviamo con meno entusiasmo la tua reazione al colpetto alla nuca. Certo quei ragazzini non sono stati allevati come si deve se vanno in giro a fare queste cose, fanno molto male e bisognerebbe correggerli, però volerli “picchiare abbastanza violentemente” per un colpetto alla nuca, per quanto dato alle spalle e poi scappare e sottrarsi al confronto, adesso a mente fredda, ti sembra una cosa proporzionata, giusta? Uhm…
                    Nella vita capitano le ingiustizie e noi dobbiamo imparare a dosare la nostra reazione. Se no ci sarebbe la guerra permanente per le strade di tutto il mondo. Perchè ogni minuto in ogni parte del mondo qualcuno fa un dispetto, uno sgarbo, un torto, un’ingiustizia, provoca un dolore, un’offesa, un incidente a un altro. Se ognuno reagisse senza riflettere, istintivamente, alzando le mani e menando… ci possiamo figurare che casino avremmo fuori. Molto meglio segnalare l’accaduto alle forze dell’ordine, come hai poi fatto! 🙂

                    E’ proprio vero che dal poco, piano piano si può raggiunge il tanto! A noi sembra un miracolo che tu abbia riconosciuto tante cose che prima non vedevi e ci auguriamo che questo tuo cambiamento persista, prosegua e ti guidi verso il tuo migliore futuro!

                    Un carissimo abbraccio!


                    • Questa risposta è stata modificata 11 mesi, 1 settimana fa da Volontario.
                    #36955
                    FURIOSO
                    Partecipante

                      ti ringrazio per le belle parole, ma gestire mia nonna ormai è molto complesso.. serve tanta forza fisica ma anche tanta pazienza.. perchè mia nonna oltre ad essere completamente non autosufficiente purtroppo non le è nemmeno con il cervello, non capisce quasi piu nulla, ogni volta che l’aiuto lei crede sempre che le voglio far del male… diventa facilmente molto aggressiva e scontrosa con tutti.. ma io le sue parole spesso me le faccio scivolare via… peccato solo che non lo capisce che le mie intenzioni sono buone… ma purtroppo capisco che non è colpa sua ma ormai si è ridotta veramente molto ma molto male… stamattina ho fatto il corso di pizzaiolo la parte pratica, anche se mi sono trovato male, perchè non ho la manualità ne la velocità e poi non mi è per nulla piaciuto il pizzaiolo che invece di venirmi incontro faceva tutto l’opposto… mi ha detto che potevo imparare ben poco, perchè di giorno si lavora poco e la sera molto di piu e io poi a raggiungere casa a una certa ora per me è un problema, e poi ho visto che era ben poco predisposto a farmi imparare il lavoro…. mi ha dato molto la sensazione che se la tirasse……. il suo atteggiamento non mi è piaciuto per nulla è così ho “congelato” il corso…. per un futuro momento (se succederà) una nuova ripetizione… poi le condizione di mia nonna continuano a peggiorare perchè a da 2 settimane che rifiuta il cibo… insomma da male in peggio.. ho capito troppo bene i miei errori, il problema non è stato solo che sono nato povero ma bensi sono stato completamente incapace di voler cambiare la mia vita… e per questo mi sono aggrappato commettendo un grave errore sulle spalle di mia nonna, credendolo un appoggio sicuro…….. sono stato invece un povero illuso…. oltre ad essere una persona completamente inutile… la rabbia e l’invidia sono sentimenti che ancora provo ma in modo molto minore di prima, perchè ormai non vedi piu la reale utilità di invidiare gli altri… se sono nato povero non è colpa degli altri, e se sono rimasto povero non è nemmeno colpa degli altri… ho fatto molto errori ma il piu grave di tutti è stato lasciare la germania e sono aver avuto le capacità di sacrificarmi almeno per tre anni………… cosa che adesso la mia vita sarebbe molto diversa da ora…….. le persone che davvero invidio ora sono i milionari dalla nascita, i politici e i figli di papà… e gli uomini che hanno una donna accanto… ma poi per il resto non vedo tutta questa utilità di invidiarli perchè non hanno nulla di speciale…… credo che se sono realmente cambiato è stato tutto per le condizioni di salute di mia nonna… adesso non ho piu nemmeno il tempo di invidiare gli altri, perchè sono troppo occupato a pensare a mettermi in salvo da un possibile mancamento di mia nonna……. che ormai il la guardo con un certo terrore….. non conta piu nulla stare in sicilia, non perchè non mi piace piu ma ormai tutto è cambiato…. anche la mia fame e diminuita… sono pieno di rimorsi e di fallimenti causati dalla mia volontà… non mi interessa nulla degli altri, non contano nulla… ormai devo darmi una mossa e anche alla svelta!!! e così ho comprato il biglietto del flixbus diretto per la germania, parto il 21 e arrivo il 23… non vedo l’ora di ritornare in germania.. sarà bellissimo questa volta per me… anche se partirò con il dolore che potrei non rivedere mai piu mia nonna e questo è veramente molto brutto…. mia nonna e mia madre sono la mia famiglia e separarmi da loro è sempre una cosa dolorosa per me specialmente con la situazione che si è creata……. la vita mia ha riservato il prezzo molto salato dei miei errori……… adesso che tornerò in germania i sacrifici che farò a confronto che dare assistenza continua a mia nonna dalla mattina alla sera, mi sembreranno poca roba… la cosa che mi mette piu paura al mondo in questo momento e sapere che la morte di mia nonna è vicina…. e quando arriverà quel maledetto giorno completamente INNEVITABILE.. porterà i suoi effetti… anche se già su di me hanno avuto il loro impatto prima del tempo… mi è arrivata un’offerta di lavoro in germania come cuoco, e fare le insalate, il titolare mi ha garantito che sarò messo in regola e che mi darà una buona paga iniziale, che sinceramente una cifra così alta non l’avevo mai ricevuta.. in gastronomia.. mi ha lasciato molto sorpreso… e io ho accettato subito senza pensarci due volte anche se so bene che all’inizio non sarà una passeggiata… a beh il mondo è pieno di ingiustizie di ogni tipo secondo me… ma per me quei ragazzi se li meritavano di santa ragione… anche solo per la vigliaccheria di colpire alle spalle e scappare… questa gente non vale nulla e meriterebbe di scomparire dalla società esattamente come me in questi anni………

                      #36956
                      FURIOSO
                      Partecipante

                        Ho avuto modo di ascoltare la conversazione di due zii e adesso sono incazzato ma proprio di brutto, quando mia nonna stava bene l’oro non vedevano l’ora che io me ne andassi, ora che do assistenza a mia nonna dalla Mattina alla sera 7 su 7 GRATIS… Per loro è un dovuto che io mi prenda sempre cura di mia nonna, a me sta situazione mi ha dato molto sui nervi perché io gratis non intendo fare il badante di NESSUNO, poi non ho chiesto di essere mantenuto da mia nonna fin da piccolo, anche se come vi ho detto ho riconosciuto perfettamente la gravità delle mie scelte… Mi sa che nessuno dei miei zii si è reso conto che anche io ho bisogno dei mie spazzi, e non mi posso vendere per nessuno… Io non intendo sacrificarmi per nessuno… Ognuno si pianga le proprie disgrazie… Se sono nato povero non gli è né mai fottuto nulla a nessuno, se a 11 anni e mezzo mi sono preso cura di mio nonno senza chiedere nulla a nessuno, andava tutto bene perché certo era un dovuto, quando mio zio ha avuto l’incidente e mi sono preso cura di lui per 19 giorni, poi alla fine dopo che lo hanno risarcito, mi aveva regalato appena 60 euro e allora alla sua ragazza gli dava 300 euro al mese, e gli aveva pure comprato il telefono di 200 euro e questa tizia non è venuta mai ad aiutarlo… Loro non si sono resi conto che nella vita NULLA e un dovuto e i sacrifici vanno RICOMPENSATI, perché io non sono SCHIAVO di nessuno…. Voi non avete la minima idea di quanto io mi sia pentito AMARAMENTE di non essermi sacrificato per 3 anni in Germania… Ora non voglio sapere un cazzo di nessuno, vaffanculo a me… E a tutta la mia famiglia… Non vedo l’ora che me ne vado a non intendo più rivolgere la parola a nessuno dei mie zii… Odio a morte la gente IPOCRITA.. mia nonna li ha mantenuti e un giorno avranno pure l’eredità della casa di mia nonna, e nel frattempo stanno parlando anche troppo su di me……

                        #36957
                        FURIOSO
                        Partecipante

                          Voi non potete immaginare la mia stanchezza di sentire dalla mattina alla sera le gride di mia nonna e la sua sofferenza incessante.. ha problemi ormai di ogni tipo, il cervello totalmente assente, un corpo ormai più morto che vivo, problemi di stitichezza, rifiuto del cibo… E altri ancora.. io sono troppo stanco di questa situazione, mai mi sarei immaginato di vedere l’inferno su questa terra… Prima vivere in Germania e fare lavori umili e vivere in casa con altra gente per 1300 euro al mese. Mi sembrava una tortura immensa, mi sentivo come se fossi in galera, e mi sentivo molto sfruttato… Adesso mi sono reso conto quanto mi sbagliavo… Adesso invece vedo la Germania come una via di uscita, come una “liberazione” adesso e proprio dove mi sono adagiato per tanti anni che mi sembra un inferno…. Non vedo l’ora di rimettere piede in Germania… Questa volta credo che sarà tutto molto diverso dal passato… Penso che in Sicilia non tornerò più, perché questa esperienza sarà indimenticabile per me…

                          #36958
                          FURIOSO
                          Partecipante

                            i mei parenti mi hanno chiesto quanti soldi io volevo per dare assistenza a mia nonna, ma io non ho voluto chiedere nessun prezzo, perchè ormai per me non conta nulla, so benissimo che mia nonna continuando così vivrà ancora per poco.. quindi fare un prezzo non ha senso, io posso starle vicino sono se ho una quota dell’immobile della sua casa oppure meglio ancora una certezza di un lavoro a tempo indeterminato in ospedale a palermo, ma siccome queste due cose sono impossibile, io preferisco andarmene, perchè non intendo finire in mezzo a una strada quando mia nonna finirà… ormai punto solo su certezze economiche.. ho l’assoluto terrore di finire per strada e non voglio che accada per nessuno motivo…

                            #36959
                            Volontario
                            Moderatore

                              Caro Furioso
                              fai bene a scrivere qua per sfogarti di quello che succede, noi ti leggiamo sempre e ti siamo vicini.

                              Siamo tristi per la tua nonna, hai fatto bene a non dare un valore monetario al tuo aiuto, innanzitutto perchè tu la gratitudine e il contraccambio lo fai direttamente a lei che ti ha spupazzato da quando facevi le medie, e non ai parenti a cui nulla devi. E secondariamente perchè così non prendi impegni di lungo periodo, visto che pensi di andare in Germania, così sei libero di andare quando ti pare, previo accordo con chi ti dovrà sostituire.

                              Non vorremmo peccare di ottimismo, sei lì tu e sai tu bene com’è la situazione. Però non dare la nonna per spacciata, ci sono molti casi di persone novantenni che non ragionano più e non si muovono più, che vivono anni in queste tristi situazioni, nonostante l’età avanzata, soprattutto le donne, che solitamente non hanno fumato, bevuto ecc, e quindi sono “fisicamente” (intendiamo rispetto agli organi interni vitali, cuore, fegato, polmoni, ecc) in relativa buona salute e possono quindi sopravvivere anche anni in questo stato deplorevole.

                              Volevamo anche segnalarti che se la nonna urla ed è agitata, è bene chiamare il medico che le prescriva i calmanti che danno a tutti gli anziani che ne hanno bisogno. Ce ne sono diversi, per tutte le esigenze, per calmarsi, per dormire, per tirarsi su… chiama il medico e fallo venire a casa se riesci, se no vai tu con un video della nonna e chiedi che ti diano qualcosa. Sarebbe anche da chiedergli di avviare la pratica per l’invalidità con indennizzo per accompagnamento (che fornisce circa 500 euro al mese come sostegno per la badante). Proprio perchè non si sa quanto a lungo la nonna potrebbe rimanere invalida.

                              Ma come mai non hai voluto fare la pratica da pizzaiolo? Sarebbe stato importante, tutti sono capaci di fare la pizza, ma farne 200 al giorno è cosa diversa, e bisogna avere l’esperienza. Va bene che devi badare alla nonna, ma non riuscivi a ritagliarti 3/4 ore almeno per praticare all’ora di cena? Non sarà che anche questa volta, appena hai contatto ravvicinato con un altro essere umano del tipo “datore di lavoro”, tu rimetti su le arie, ti dimentichi che è a te che conviene star lì, e te ne vai di nuovo invece che COMPLETARE IL PERCORSO, e prenderti sto cavolo di diplomino?

                              Per come ce l’hai raccontata, ci sembra strano che ti sia arrivata l’offerta di lavorare come cuoco, non avendo tu nessuna esperienza. Sei sicuro che vi siete spiegati bene, prima che torni in Germania un’altra volta e scopri che si tratta di nuovo di lavare i piatti?

                              Coraggio, i momenti difficili sono orribili da vivere, ma estremamente formativi, come tu stesso riconosci. Vedi come tutto si relativizza di fronte alle cose gravi. Il coraggio si forma imparando a fare fronte alle necessità.

                              Torna presto, noi siamo qua per te 🙂

                              Un abbraccio


                              #36960
                              FURIOSO
                              Partecipante

                                Intanto vi ringrazio per la vostra vicinanza, per quanto riguarda mia nonna ormai è messa male, e io non riesco a vedere il bicchiere mezzo pieno, almeno gli organi interni credo siano in buono stato, tutto il resto purtroppo no.. l’accompagnamento lo abbiamo già richiesto da novembre del 2022 ma il medico diceva che ci voleva come minimo 1 anno per ottenerlo…. Stamattina mia madre mi ha detto che il medico è venuto a casa e gli hanno prescritto a mia nonna diversi medicinali tra cui come immaginavo io le flebo……. Io a da stamattina che sono fuori casa e domani arrivo a Milano Lampugnano faccio lo scalo di 3 ore e poi prendo l’altro pullman per arrivare in Germania venerdì mattina… Bhe sinceramente non ho mai provato tutta questa grande paura di finire per strada… perché ormai lo so benissimo cosa succederà quando finirà mia nonna, poi dato una certa età lo sappiamo bene che non si riprenderà mai più…. Poi per quanto riguarda il corso la sera è decisamente complicato, in quanto serve che qualcuno mette nel letto mia nonna… E poi dopo le 22:30 non ci sono più treni disponibili, quindi essendo a piedi la vedo un po’ complicato anche perché la stazione del treno è a 2 km da dove abito e di sera con il buio cammina a piedi non è molto indicato….. Poi anche quel pizzaiolo sinceramente non è stato il massimo… Adesso non vedo l’ora più che mai di tornare in Germania.. per quanto riguarda l’offerta lavorativa non mi pare proprio di aver capito male, in quanto mi hanno detto che mi avrebbero insegnato tutto loro.. a questo punto non resta altro che andare a vedere… Ma sarei partito ugualmente anche per una paga molto più bassa… E avrei tranquillamente accettato pure se dovevo fare il lavapiatti, ormai quello che conta per me è avere un tetto, due pasti caldi e i soldi per vivere… Adesso non mi importa nulla se i miei zii non avranno sicuramente approvato la mia partenza se non gli sta bene sono padroni di cancellarsi il mio numero…

                                #36961
                                FURIOSO
                                Partecipante

                                  Sono arrivato stamattina in Germania, ho ricevuto una chiamata da parte di mia madre poco fa, purtroppo come temevo io mia nonna è morta.. le sue ultime parole sono state voglio andare a riposare, niente non vi dico come mi sento.. ho la pelle d’oca, e sono scoppiato a piangere… Purtroppo lo sentivo nel mio cuore che non ne aveva per molto… Domani inizio a lavorare ma ora mi sento troppo male, spero Dio mi possa perdonare se non ho saputo fare abbastanza per mia nonna… Spero adesso mia nonna possa riposare in pace… 😭😭😭😭😭😭😭😭😭😭😭😭😭😭😭😭😭😭😭😭😭😭😭😞😞😞😞😞😞😞😞😞😞😞😞😞😞😞😞😞😞😞😞😞😞

                                Stai visualizzando 15 post - dal 796 a 810 (di 888 totali)
                                • Devi essere connesso per rispondere a questo topic.
                                Scrivici su WhatsApp
                                Scan the code
                                Ciao!
                                Ti ricordiamo che il servizio è attivo il martedì e il giovedì dalle ore 14:00 alle 17:00.
                                Come possiamo aiutarti?