• Questo topic ha 78 risposte, 11 partecipanti ed è stato aggiornato l'ultima volta 11 anni, 10 mesi fa da Volontario.
Stai visualizzando 15 post - dal 1 a 15 (di 79 totali)
  • Autore
    Post
  • #6084
    principe di maggio
    Partecipante

      buongiorno a tutti…premetto che ho letto alcuni degli altri topic e mi sento veramente un egoista ingrato ad aprire un topic, visto che la mia situazione non è lontanamente paragonabile a molte altre più problematiche. Ma se mi sono iscritto a questo forum stasera è perché evidentemente non sto bene. Oggi è sabato, e io non sono uscito. Come lo scorso sabato, come quello prima forse, non ricordo. Il punto è che non sono io a non voler uscire, non sono neanche i miei a tenermi in casa, ma so che se esco, qualsiasi cosa si faccia, i miei amici tornano a casa molto tardi; se io torno tardi i miei genitori me la menano, e a una certa ora cmq mi viene l’ansia perché mi aspetto un sms di mia madre che mi chiede dove sono ecc. Lo so, detta così sembra una caxxata, ma ho 19 anni e non posso passare i miei sabati in casa. E non voglio essere sempre quello che deve/vuole tornare a casa prima rovinando la serata agli altri (abitando in un piccolo paese si esce con l’auto, e se torno a casa io devono tornare gli altri in macchina con me….) Oltretutto trovo ingiusto che ragazzini di prima superiore passino nottate in discoteca mentre io che faccio l’università non posso. Stasera ho ricevuto due inviti a uscire e li ho rifiutati entrambi dicendo che “non ho voglia”, ma non è così…non sto male in casa e con i miei vado piuttosto d’accordo, ma alla mia età devo anche uscire e divertirmi! Una delle cose che mi da più fastidio è cosa pensa la gente. Mi spiego: non me ne frega se pensano che sono gay, è vero. Non me ne frega se mi vedono grasso, io mi piaccio molto e so di piacere ad abbastanza gente. Non me ne frega se passo x alternativo, ci tengo a non essere omologato. Ma mi da fastidio che passo x il “vecchio” del gruppo, quello che non vuole uscire, che sta in casa sempre. Xk io non sono così. Se abitassi da solo uscirei spesso, ma nel rapporto che ho con i miei c’è un blocco: non riesco a parlare loro liberamente di cose “serie”. Per questo escludo di parlare con loro di questa cosa. Ne parlerei a un’amica, ne ho tante, ma un pò mi vergogno e poi non potrebbero fare altro che invitarmi a parlare con i miei. Ho pensato di parlare alla migliore amica di mia madre affinché le parli lei ma ho paura che le dica che gliel’ho chiesto io..non è una persona che sa tenersi le cose per sé. E preciso che sono figlio unico, non ho fratelli o sorelle che possano prendere le mie veci.. Una cosa è certa:questa situazione non può perdurare finché abito con i miei, sono appena al primo anno (anzi mese) di università! domando scusa per aver sottratto tempo con un problema più frivolo di altri, e per la mia scrittura sgrammaticata ma sto scrivendo dal cellulare. Un abbraccio

      #14358
      Anonimo

        Ciao principe di maggio, benvenuto…
        A questa eta come dici tu stesso, hanno voglia di divertirsi e uscire sino a tardi con gli amici del sabato sera, pero allo stesso tempo ce un qualcosa che ce lo impedisce.
        Secondo me qui oltre a risolvere questo problema, bisogna risolvere anche quello del comunicare di cose piu serie con i propri genitori.
        Visto che hai un buon rapporto con i genitori, riesci ad esprimere quello che ti senti dentro quando vorresti andare da loro ed esprimere le tue cose piu difficili?
        Non hai tu la macchina? Se no perche non ti prendi la patente?
        Molte volte i genitori si preocupano quando i propri figli sono fuori casa di notte, anzi sono sempre in pensiero perche loro ci vogliono bene e poi perche cercano di proteggerci.
        Hai detto anche che se vivresti da solo, usciresti tutti i giorni, ma purtroppo non e sempre cosi facile, lo so perche anche io lo dicevo.
        Non devi vergognarti di parlare di queste cose con i tuoi amici o i migliori, poiche loro ci sostengono e ci aiutano a superare il momento, magari cercheranno anche di convincere i tuoi, se sono in gamba.
        Ciao

        Il sorriso e la vita, la forza di andare avanti.

        #14359
        principe di maggio
        Partecipante

          ma se io abitassi da solo non dico che uscirei tutte le sere perché cmq sono uno a cui fa piacere stare in casa a guardare film, magari invitando qualcuno, o organizzare cene e poi fare un gioco da tavola….cosa che ogni tanto facciamo, ma il punto è che a me piace anche fare queste cose, ma piacerebbe anche fare quello che fanno gli altri…finché eravamo piccoli che uscivamo in paese potevo tornare all’ora che volevo, ma ora andando in altre città non posso…sì ho la patente, anche se non ho una macchina tutta mia, uso quella di mio padre o quella di mia madre…ma sia che guido io o che guidino gli altri ognuno non ha una macchina, anche xk chi non guida ha piacere di bere e quindi si fa un pò a turni….quindi se io torno a casa prima sono obbligati a farlo anche quelli in macchina con me

          #14360
          Silvietta
          Partecipante

            Ciao èrincipe di maggio, benvenuto!! Io non credo che si tratti di un problema frivolo o poco importante, anzi! Credo che all’università, con gli studi impegnativi e tutto, sia essenziale divertirsi, staccare un po’. sinceramente però non riesco a capire bene la tua paura: sei maggiorenne, i tuoi non ti possono far pesare il fatto che esci e torni tardi, sopratutto se abiti in un paese piccolo e presumo, abbastanza tranquillo, e sei in compagnia. Io cercherei di discutere con loro tenendo presente questo, tranquillamente, ma anche facendogli capire quanto questa situazione ti pesi e quanto ti piacerebbe farla cambiare.
            Che cosa studi? Quali sono i tuoi interessi?
            A presto, Silvietta

            #14361
            Volontario
            Moderatore

              Ciao principe, benvenuto sul forum innanzitutto! :-) Non pensare che i tuoi problemi siano di poco conto, nessuno ha un problema di seconda categoria finchè è un problema per lui! ok? :-)
              Quoto quello che hanno scritto Vadim e Silvietta e quindi aspetto che tu risponda alle loro domande. Intanto ti chiedo questo: come mai malgrado il vostro bel rapporto, ti è difficile parlare di cose serie con i tuoi? Hai qualche idea? Cosa fanno i tuoi per menartela se torni a casa tardi? Qual’è il problema secondo loro se questo succede?

              a presto! E tanti sorrisi :-)


              #14362
              principe di maggio
              Partecipante

                lo so che sono maggiorenne ma il succo del loro pensiero è che finché abito con loro faccio come dicono loro…e vivo sempre con loro xk studio da pendolare,ci metto mezz’ora di treno ad andare….studio scienze amministrative e gestionali, sotto scienze politiche :-) cmq i miei interessi sono la storia, i libri, soprattutto i romanzi ambientati nel passato e preferibilmente con storie di amori e intrighi…sono appassionato del telefilm desperate housewives e ascolto molta musica, specialmente il pop…. Cmq è il mio carattere, non mi sono mai confidato con i miei, non ho mai fatto loro richieste dirette…la pensiamo diversamente su molte cose e penso che loro siano x molti versi “all’antica”….

                #14363
                Volontario
                Moderatore

                  Ok, detto questo, cosa pensi che ti direbbero o che potrebbe succedere se provassi a dirgli questa tua esigenza?


                  #14364
                  Anonimo
                    Quote:
                    volontario del sorriso
                    Ok, detto questo, cosa pensi che ti direbbero o che potrebbe succedere se provassi a dirgli questa tua esigenza?

                    Il sorriso e la vita, la forza di andare avanti.

                    #14365
                    principe di maggio
                    Partecipante

                      non riesco proprio a immaginare di parlargliene. Cmq probabilmente cercherebbero di trovare un compromesso…

                      #14366
                      Volontario
                      Moderatore

                        Ciao Principe! :-D
                        Se non hai mai provato, potrebbe essere diverso da come immagini, ma anche se loro cercassero un compromesso…sarebbe meglio che niente, non credi? E potrebbe essere utile a tutti almeno chiarire le motivazioni.
                        Come vanno gli studi? Se dimostri un impegno potrebbe essere un motivo in più per chiedere maggior elasticità.
                        Per quanto riguarda l’organizzazione macchine, se non esci i tuoi amici certamente avranno trovato il modo di spostarsi ugualmente, perchè al posto di trasportarli non viaggi autonomamente? Potresti così stare con loro il più possibile senza temere di rovinare la serata a nessuno.
                        A presto! :-D


                        #14367
                        principe di maggio
                        Partecipante

                          sì ma non possono essere d’accordo….altrimenti quando esco mia madre non starebbe a scrivermi di non fare tardi, e sempre intorno a mezzanotte mi chiede dove sono….cmq sì, ieri x esempio andavano a fare aperitivo e io ho detto che li avrei raggiunti dopo…almeno ero indipendente…ma poi mi è passata la voglia, anche xk non ha molto senso arrivare dopo e andarsene prima….anche xk non direi “devo essere a casa presto” xk non voglio passare x s****to…così dico “sono stanco” e passo x vecchio dentro oppure se non esco “non ho voglia”e passo x asociale. Il weekend dovrebbe essere divertente, invece mi fa venire l’ansia xk spero sempre che decidano di fare cose che mi permettano di tornare a casa presto, o alle scuse che posso inventare x le altre cose….ci credete che è domenica notte e ho già l’ansia x venerdì? A cena un’amica mi ha anticipato che vogliono andare a cena in un posto lontanuccio, non ci sono mai stato ma credo sia un posto in cui si sta fino a tardi, tanto più che non è vicino….mi ha detto che se ho impegni rimandano a un’altra volta….capite è come se fossi indispensabile, ma è una responsabilità troppo grossa, se non vado faccio saltare la sera a tutti….ho pensato che potrei dire di sì e fingermi malato il giorno stesso, o trovare un impegno e convincerli a fare a meno della mia presenza, o dire che non ho soldi, o al massimo spiegare la cosa alla mia amica e chiederle di dormire da lei…dormendo da lei i miei non sanno fino a che ora sto in giro e potrei andare senza ansia…. Questa cosa però mi sta logorando….scusate lo sfogo…ma prima di dormire è il momento in cui penso di più e in cui do più libero sfogo alle emozioni

                          #14368
                          Anonimo

                            Ciao,
                            Non pensi che mentire non serve a niente?
                            Se qualcuno mentisse a te, tu come reagiresti?
                            Come caspita fai a sapere o a immaginarti come potrebbero andare le cose?
                            Se a te ti direbbero una cosa, ma poi fanno tutt’altro che quello, come reagiresti?
                            Come vedi se si inizia con una bugia, poi e difficile smettere, ed e come una droga.
                            Secondo me sbagli a non parlarne con i tuoi, o con i tuoi amici di questa cosa, per il momento accantona da parte le loro critiche, pensa a risolvere le cose con umilta.
                            Questo nn vale solo per te, ma per molti ragazzi che sono iscritti qui.
                            Se ti sei iscritto qui, e forse perche tu stesso vorresti risolvere il tuo problema, non per trovare scuse per mentire ai tuoi.
                            Se hai un buon rapporto con loro, e loro ti hanno sempre sostenuto, dicendoti tutto, e cosi via, perche ora tu devi rovinare tutto questo per una piccola bugia che poi potrebbe anche scoprire, tu come ci rimmaresti?
                            Ciao

                            Il sorriso e la vita, la forza di andare avanti.

                            #14369
                            principe di maggio
                            Partecipante

                              ma dormendo dalla mia amica non direi alcuna bugia a nessuno…

                              #14370
                              Volontario
                              Moderatore

                                Ciao Principe di maggio,

                                è vero che dicendo di dormire dalla tua amica non diresti bugie a nessuno (e può essere una buona soluzione) ma la bugia più grossa resterebbe: far finta che il rapporto con i tuoi vada bene quando invece non è così [:(]

                                E’ una situazione delicata e non facile da gestire dal punto di vista pratico, mentre in teoria risulta più chiara: da un lato, tu soffochi le tue esigenze per amore dei genitori e, per non entrare in conflitto diretto con loro, non ti ribelli facendo comunque ciò che vuoi; dall’altro, loro hanno paura di quello che ti può succedere stando in giro fino a tardi e, sempre per amore, ti impediscono alcune scelte.

                                Che fare?

                                Un po’ tutti ti hanno già detto che dovreste parlarne apertamente. E’ così, è davvero importante finchè vivrete sotto lo stesso tetto !! [^]

                                Fai appello alla fiducia che ti meriti e anche al fatto che non potranno di certo proteggerti a vita e quindi devono superare le loro paure perchè, per quanto fondate (visto che la cronaca è piena di brutti fatti che succedono ai giovani nei fini settimana), non è comunque impedendoti di uscire e mettendoti sotto una campana che ti insegnano a vivere.

                                Non ci hai ancora detto se i tuoi genitori sono più giovani che anziani, o viceversa, e se hanno, a loro volta, interessi o una compagnia di amici con cui dividere il tempo libero. Sarebbe importante….sicuramente capirebbero meglio il tuo punto di vista.

                                Un abbraccio
                                :-) :-) :-)


                                #14371
                                Anonimo
                                  Quote:
                                  volontario del sorriso

                                  E’ una situazione delicata e non facile da gestire dal punto di vista pratico, mentre in teoria risulta più chiara: da un lato, tu soffochi le tue esigenze per amore dei genitori e, per non entrare in conflitto diretto con loro, non ti ribelli facendo comunque ciò che vuoi; dall’altro, loro hanno paura di quello che ti può succedere stando in giro fino a tardi e, sempre per amore, ti impediscono alcune scelte.

                                  Concordo con e quoto pienamente quello che ti e stato detto dagli altri.
                                  Prova a confidarti, se no non si va avanti, inventando sempre scuse ecc…
                                  Come si suol dire e anche un modo di crescere, questo che ho citato e solo un esempio.
                                  Non ci stancheremo di dirti prova a confidarti e tenerti queste paure di come reagirebbero o di cosa ti possono dire.
                                  Nn possono tenerti sempre sotto protezione poiche e giusto che tu viva la tua vita, pero allo stesso tempo tu devi darli quella fiducia che ora nn saprei come descrivertela, ma spero che tu abbia capito.
                                  E vero che ti puo succedere un qualcosa quando tu sei via di notte, ma a volte succede quel che deve succedere anche quando nn ce la aspettiamo anche a casa o che tu sia con loro.
                                  Ah mi sono spiegato male, ma purtroppo sono in metro con tanta folla attorno, spero che mi perdoni.

                                  Il sorriso e la vita, la forza di andare avanti.

                                Stai visualizzando 15 post - dal 1 a 15 (di 79 totali)
                                • Devi essere connesso per rispondere a questo topic.
                                Scrivici su WhatsApp
                                Scan the code
                                Ciao!
                                Ti ricordiamo che il servizio è attivo il martedì e il giovedì dalle ore 14:00 alle 17:00.
                                Come possiamo aiutarti?