• Questo topic ha 78 risposte, 11 partecipanti ed è stato aggiornato l'ultima volta 11 anni, 11 mesi fa da Volontario.
Stai visualizzando 15 post - dal 46 a 60 (di 79 totali)
  • Autore
    Post
  • #14402
    Volontario
    Moderatore

      Caro Principe di Maggio,

      Sto gettando via gli anni che dovrebbero essere più spensierati.

      Su principe, non esagerare! Certamente le madri apprensive non sono il massimo. E’ necessario fargli capire un po’ alla volta che tu e i tuoi amici volete solo divertirvi e non fate corse in macchina, non vi ubriacate e non vi drogate. Per il resto si deve allenare un po’ alla volta a non pensare tragedie ogni volta che non sei sotto i suoi occhi. Un po’ alla volta si abituerà vedrai.
      Conosco una signora che non è riuscita a non essere più apprensiva, quindi dopo una certa ora si metteva alla finestra del bagno fino a quando vedeva arrivare la macchina del figlio. Quindi andava immediatamente a letto per non farsi vedere dal figlio.
      E’ stata eroica? No, ha scelto quello che per lei costava meno, avendo capito che non doveva rovinare il figlio ultra (ma non di molto) ventenne.
      Lui si è ribellato più volta ai suoi inseguimenti,non solo con SMS, talvolta anche alzando la voce chiedendogli se voleva un figlio-madre dipendente o no. Speriamo che tua madre lo capisca prima.

      Circa i tuoi zii, devi essere molto diplomatico, ma vedo che lo sai già, ma gli inviti che coincidono con tuoi impegni di qualsiasi tipo, devono essere rifiutati con delicatezza e dicendo loro il perché, ma fermamente. Altrimenti rischi di avere due mamme.

      Auguri e Sorrisi :-) :-)


      #14403
      principe di maggio
      Partecipante

        ho capito ma io sarò stato 4 o 5 sabati di fila a casa tutta la sera perché sapevo che uscendo ci sarebbe stata sempre la stessa storia..a quel punto ti giuro è più facile starmene in casa…che poi voglio dire, tuo figlio non esce per 4 o 5 sabati, chiediti se c’è qualcosa che non va! Invece no a quanto pare va sempre tutto bene..
        Io esagererò ma non è normale che un ventenne stia a casa di sabato per più di un mese. Magari quando lavorerò non potrò passare la nottata fuori, quindi per quel che ne so davvero potrei stare buttando (w l’italiano) via le occasioni che i miei coetanei invece colgono fin troppo.

        #14404
        Volontario
        Moderatore

          Ciao Principe!
          Hai ragione, non è la cosa più normale che un ragazzo della tua età trascorra a casa molti sabati di seguito.
          Alla tua età si esce e si va per il mondo. Se la cosa viene concessa facilmente ed ottenuta automaticamente.Oppure se la cosa non viene così facilmente concessa e si deve faticare per ottenerla.
          Avere vent’anni non significa solo fare come si vuole, ma conquistare quello che si vuole.Sai argomentare molto bene, dai agli altri ragazzi risposte e suggerimenti attenti e validi, e anche parlando di te stesso sei molto chiaro. Non vuoi provare ad instaurare una comunicazione efficace con la tua famiglia?
          Ciao caro, sorrisi :-) :-)


          #6874
          Anonimo
            wrote:
            Ciao Principe!
            Hai ragione, non è la cosa più normale che un ragazzo della tua età trascorra a casa molti sabati di seguito.
            Alla tua età si esce e si va per il mondo. Se la cosa viene concessa facilmente ed ottenuta automaticamente.Oppure se la cosa non viene così facilmente concessa e si deve faticare per ottenerla.
            Avere vent’anni non significa solo fare come si vuole, ma conquistare quello che si vuole.Sai argomentare molto bene, dai agli altri ragazzi risposte e suggerimenti attenti e validi, e anche parlando di te stesso sei molto chiaro. Non vuoi provare ad instaurare una comunicazione efficace con la tua famiglia?
            Ciao caro, sorrisi :-) :-)

            ciao principe,
            Come stai?
            Trovo giusto quello che ti ha scritto il sorriso, sopratutto quando ti dice, sul forum sei cosi chiaro quando scrivi, quando scrivi degli ottimi suggerimenti agli altri, perche non riesci a farlo anche con i tuoi?
            E sempre corretto, quando dici, se mi vedono a casa il sabato sera per un mese intero, loro non si preocupano a chiederti il xke.
            I ventenni di oggi escono, il sabato sera piace uscire, e mi sembra giusto uscire e divertirsi, pero forse tu prima dovresti spiegare ai tuoi come stanno le cose.
            Vedi io ho quasi ventanni, ma ti posso dire che anche a me piace uscire e divertirmi, eppure sono io che molte volte non esco, perche magari un giorno non mi va perche non ho macchina io e non mi fido di andare con tizio in macchina perche so che beve, oppure perche magari io un giorno non me la sento.
            Pero non ti devi abattere, fai chiarezza con i tuoi, e poi conquista la loro fiducia

            #6691
            Chelsea-
            Partecipante

              Oh, sono consapevole di non essere in grado di risolvere i problemi della gente, non solo per l’età, ma anche perchè non so molto di queste cose, però qualcosa mi spinge a risponderti. Di solito i genitori dicono “Finchè abiti con noi fai quello che ti diciamo” hai mai provato a ribellarti? Io l’ho fatto, anche se c’è voluto un po’ che accettassero questa cosa ( non sull’uscire ma altre cavolate più piccole ) . Magari poi ci fanno l’abitudine, ma non puoi rinchiuderti in casa perchè i tuoi non vogliono che torni tardi, no! Su, un attimo di ribellione ci vuole, ma poi che ti potrebbero fare di così grave? Se ti mettono in castigo rifallo, e se non lo accettano ancora? Beh, rifallo ancora. Fagli capire che ormai non hai più 15 anni, sei grande ormai!

              #6181
              Anonimo
                wrote:
                Oh, sono consapevole di non essere in grado di risolvere i problemi della gente, non solo per l’età, ma anche perchè non so molto di queste cose, però qualcosa mi spinge a risponderti. Di solito i genitori dicono “Finchè abiti con noi fai quello che ti diciamo” hai mai provato a ribellarti? Io l’ho fatto, anche se c’è voluto un po’ che accettassero questa cosa ( non sull’uscire ma altre cavolate più piccole ) . Magari poi ci fanno l’abitudine, ma non puoi rinchiuderti in casa perchè i tuoi non vogliono che torni tardi, no! Su, un attimo di ribellione ci vuole, ma poi che ti potrebbero fare di così grave? Se ti mettono in castigo rifallo, e se non lo accettano ancora? Beh, rifallo ancora. Fagli capire che ormai non hai più 15 anni, sei grande ormai!
                #15867
                frankekka57
                Partecipante

                  Ciao,
                  Posso dirti che mi ritrovo nella tua identica situazione.
                  Ho 18 anni e ogni volta devo ritirarmi ad orari assurdi…i miei,se ritorno mezz’ora più tardi sono capaci di vietarmi tutto…ma perchè vorrei capire?cosa c’è di male ritirarsi un pò più tardi? alle 10 dovrei ritirami,ogni sabato, non parliamo nella settimana..

                  #15873
                  Volontario
                  Moderatore

                    Ciao Frankekka, le 22 sono davvero un pò presto per la tua età. Ti hanno spiegato i motivi della loro intransigenza? Anche d’estate la situazione resta la stessa?
                    Ciao cara :-) :-)


                    #15889
                    frankekka57
                    Partecipante

                      In realtà non ho mai capito perfettamente il motivo…alcune volte mi dicono che, come alla mia età mia sorella era costretta a ritirarsi devo farlo anch’io, alcune volte mi dicono che non c’è bisogno di ritirarsi tardi tanto non c’è niente da fare e altre volte,nel momento in cui cerco di spiegare la situazione riguardo le mie amiche che possono ritirarsi quando vogliono mi rispondono che sono fatti che riguardano le loro famiglie e non la loro. Diciamo di si, in estate divento cenerentola :D mezzanotte a casa se no non si esce più..!

                      #15900
                      Volontario
                      Moderatore

                        Cara Frankekka57,

                        tua sorella accettava supinamente i limiti di orario posti dai tuoi genitori?
                        Anche se la risposta dovesse essere sì, ne avrà sofferto, si sarà sentita anomala o no?
                        Cerca di fartela complice e di farti aiutare ad allentare un po’ le redini. :(

                        Vedi, purtroppo, ogni lunedì giornali e televisione danno il resoconto dei morti dell’weekend.
                        La maggior parte a seguito di incidenti automobiliatici guidati da ragazzi che avevano bevuto troppo…
                        Alcuni genitori poi diventano eccessivamente ansiosi nei confronti dei propri figli.

                        Quando cerchi di spiegare a tua madre che gli altri hanno altri orari e lei ti risponde che sono fatti che riguardano le loro famiglie, tu puoi anche dirgli che tu sei con loro e sei tu che ti trovi a disagio. Sei tu che perdi le amicizie, ecc.
                        Certo occorre parlarne in un modo pacato e serio. Devono capire che così facendo possono influenzare negativamente la tua capacità di relazione e il tuo carattere.

                        Sorrisi. :-) :-) :-)


                        #16602
                        principe di maggio
                        Partecipante

                          Era un bel po’ di tempo che non venivo qui sul forum!
                          Inizialmente il motivo era che, con il passaggio al nuovo forum, collegarmi con il cellulare era diventato insostenibile per la lentezza. Nel frattempo mi è stato regalato un computer portatile, quindi finalmente ho una connessione stabile da pc, solo che essendomi già “disabituato” a venire qui non ero più venuto.
                          Vabè, mi fa piacere essere di nuovo qui, spero che per voi sia lo stesso.

                          La situazione con i miei genitori non è cambiata moltissimo.
                          Mi spiego: per un periodo al sabato sera c’era Amici, e quindi io passavo la serata a casa di un’amica con altre amiche a guardare la tv. Era una sorta di “compromesso”: non uscivo, però mi divertivo lo stesso perché stavo in compagnia.
                          Poi l’estate ha fatto presto ad arrivare, e certi weekend non c’ero…per dieci giorni, per esempio, ho fatto l’animatore al campeggio estivo della parrocchia, in montagna, e quindi il problema uscire non si poneva… sono poi andato una settimana al mare con i miei genitori.
                          Poi in estate il sabato è un giorno come gli altri in fondo, dal momento che i miei amici escono tutte le sere. Dico “i miei amici” perché io esco poco alla sera, ma in questo non attribuirei l’intera “colpa” ai miei genitori e ai loro orari: semplicemente non ho voglia di uscire tutte le sere. I miei amici invece sembra che impazziscano se non escono quotidianamente, passano le loro serate seduti su una panchina o su una scalinata, nel nostro paesino di 2500 abitanti, a guardarsi, a giocare con i telefonini e a parlare.
                          Io onestamente mi rompo a passare delle ore così a far nulla ogni santa sera, preferisco starmene in casa a leggere o a guardare telefilm al computer. E quando esco, dopo un paio d’ore non ne posso già più e me ne vado a casa.
                          Certo, un po’ c’entra anche il rapporto con i miei genitori, perché se una sera si decidesse di andare in un altro paese, io non andrei per il fatto che dipendere dagli altri in macchina non mi permetterebbe di tornarmene a casa prima. Quando invece esco, posso andarmene all’ora che voglio a casa, a piedi, senza che agli altri cambi qualcosa (anche se spesso insistono per farmi restare di più).
                          Viceversa al pomeriggio esco più volentieri, sia perché si può andare da qualche parte tipo centro commerciale, oppure anche se stiamo lì so che entro le 19 tutti tornano a casa e quindi nessuno mi rompe per farmi stare più di quanto io voglia.

                          Una cosa che mi lascia un po’ perplesso, comunque, è la seguente:
                          sono stato in vacanza in Costa Azzurra con tre mie amiche, i primi nove giorni di agosto (i giorni più belli dell’estate, la vacanza più bella della mia vita) e là òa giornata tipo non poteva essere più diversa di quella che ho qui.
                          Passavamo tutto il pomeriggio in spiaggia, cenavamo tra le nove e le dieci di sera (dove abito io alle otto la maggior parte della gente ha già finito di cenare) e poi andavamo a ballare verso l’una, tornando poi a casa non prima delle cinque del mattino.
                          Su otto sere, cinque volte siamo andati in discoteca, e ogni volta facevamo molto tardi, una volta addirittura siamo andati a dormire alle sette e mezza del mattino perchè dopo la discoteca siamo andati in spiaggia ciascuno con i ragazzi rimorchiati quella sera a ballare. E a me quella vita piaceva, mi piaceva ballare in modo provocante con le mie amiche, mi piaceva lasciarmi andare anche grazie all’alcol (non pensiate che sono alcolista però! XD ), conoscere altra gente italiana e non….
                          E non è che ai miei genitori ho raccontato cose tanto diverse da quelle che abbiamo fatto, ho detto che tornavamo a casa che era praticamente mattina, che siamo andati in discoteca cinque sere, che bevevamo…ho anche fatto vedere a mia madre le foto (anche se, per pudore, ho omesso le foto peggiori…per esempio le ho fatto vedere foto in cui ballavo con una donna francese di 44 anni, ma ho evitato di farle vedere quelle in cui avevamo posizioni piuttosto spinte, oppure quelle dove si vede inequivocabilmente che ci stiamo baciando….così come non le ho raccontato di essermi baciato con due delle mie amiche, o meno che mai le ho fatto vedere le foto in cui mi rotolo sulla spiaggia, ubriachissimo, avvinghiato al fratello della donna suddetta baciandolo – in pratica dopo essermi fatto lei ho scoperto che il fratello era gay e sono finito a farmi pure lui – …ma come è normale che sia, sfido chiunque a raccontare ogni singolo dettaglio della vita privata alla propria madre, ma il fulcro del discorso era che non le ho taciuto il nostro stile di vita….)
                          Ed è proprio questo che mi lascia perplesso. Perché, pur sapendo che in vacanza vado a ballare tre sere di fila, poi un giorno di pausa e poi altre due sere, qui poi non mi lascia andare neanche una volta ogni tanto? Che poi io non ho più affrontato l’argomento, ma so cosa ne penserebbe, cioè non vorrebbe.
                          Ma non è un po’ insensata come cosa?

                          Ieri sera, per esempio, c’era una festa in un paese dei dintorni, una specie di discoteca all’aperto che si fa tutti gli anni e a cui io non avevo mai partecipato. Quest’anno c’era la possibilità di fermarci a dormire a casa di un’amica che abita poco distante da quel paese, e allora sono andato pure io. Perché se mi fermo a dormire fuori, non fa neanche troppe domande…non mi ha neanche chiesto a che ora siamo tornati a casa, per esempio, anche se è evidente che siamo tornati tardi! (Penso che siamo tornati intorno alle cinque, non ricordo perché ho bevuto e non ero molto in me) e stamattina sono tornato a casa alle undici, con le scarpe infangatissime e la maglietta lurida piena di chiazze di drink, ma mica mi ha detto qualcosa….

                          Non so, o sta capendo che è giusto lasciarmi più “libero”, oppure boh….
                          Però al contempo io non ce la faccio a dire qualcosa tipo “Mamma, non penso che andare a ballare una volta al mese e fare mattino sia molto diverso o più grave del farlo cinque sere in vacanza. Inoltre tutti i miei amici ci possono andare, compresi quelli che fino a pochi mesi fa non potevano – quindi ora della mia età del mio paese sono proprio l’unico!- …posso andarci anche io una volta ogni tanto?”
                          Che poi mi conosco, non sono il tipo che ci andrebbe ogni sabato, perché come mi piace darci dentro quando ne ho l’occasione, così mi piace avere una vita tranquilla durante gli altri giorni. Mi piace starmene tranquillo in casa, l’unica cosa è che non intendo farci la muffa dentro!
                          Poi c’è anche da dire che andare a ballare nella discoteca dove vanno tutti i miei amici di sabato, non sarebbe divertente come andarci all’estero oppure come andare a una festa come quella di ieri sera. E’ un posto dove ti devi vestire elegante e che è pieno di fighetti, e io odio queste cose, però boh, è un po’ una questione di “status”, mi farebbe piacere far vedere ai ragazzi della zona che anche io esisto, mi farebbe piacere incontrare vecchi compagni di classe o conoscenti e scambiarci due parole…come ieri sera, che ho visto moltissima gente conosciuta. Questo perchè abitiamo in una zona provinciale di paesini piccoli, e gira e rigira tutti conoscono tutti, o per lo meno tutti hanno già visto tutti.
                          Non andare mai a ballare mi esclude un po’ dal giro, mi mette in disparte…

                          Non so se mi sono spiegato bene.
                          Di sicuro sono stato esageratamente prolisso, e me ne dispiaccio, ma d’altronde era molto tempo che non postavo qui….spero che qualcuno abbia avuto la pazienza di leggere :)
                          Besitos, Principe di Maggio

                          #16607
                          Anonimo

                            Ciao principe di maggio,
                            Bentornato sul forum del sorriso….
                            Vedo che quest’estate ti sei divertito e te la sei spassata, e di questo sono contento.
                            Quando scrivi che per uscire devi contare sugli altri, bhe hai ragione, e molte volte quando si è in queste occasioni ci si stanca e si infastidisce molto velocemente.
                            Hai anche ragione quando scrivi, rimango a casa a guardare la tv o a fare altro, purchè andare sempre allo stesso posto a giocare con i telefonini o a parlare sempre di stesse cose alla fine.
                            Ogni tanto si può fare, ma come dici te non sempre.
                            Hai pienamente ragione quando hai raccontato in parte le cose a tua madre…..

                            A noi hai raccontato di più e in modo più esplicito, e su molte cose non sono d’accordo, mi dispiace principe.

                            A presto principe

                            #16609
                            principe di maggio
                            Partecipante

                              Sono fatto così, quando racconto qualcosa mi perdo in molti dettagli.
                              Ma trovo che sia meglio così, preferisco dire tutto in modo che chi legge abbia la certezza delle cose che ho scritto. Restare vaghi è come rimettere l’interpretazione alla fantasia delle altre persone, e su cinque persone che leggono ci sarebbero cinque interpretazioni diverse. Invece la trasparenza e la schiettezza lasciano ben poco spazio alle interpretazioni.
                              E poi, egoisticamente parlando, mi piace rievocare certi momenti di spensieratezza, dal momento che non li vivo così frequentemente, e dal momento che a voi posso raccontare tutto lo faccio….devo già fare i conti con troppe versioni da raccontare alla gente, di tutta la mia vita io ho “una versione da dire ai miei genitori” “una versione da dire ai miei amici intimi” “una versione da dire ai miei amici che non sanno che sono gay” “una versione da dire a quelli che non possono sapere determinate cose che riguardano terze persone” e via discorrendo. Sono stufo marcio di portare con me tre o quattro maschere da indossare a seconda delle persone con cui interagisco, per cui qua, dietro a uno schermo, parlando con persone di cui non conosco neanche il viso o il nome, non intendo censurarmi.
                              Sarò logorroico.

                              Comunque ti ringrazio dell’attenzione, del tempo che mi hai dedicato, delle ragioni che mi hai dato e del bentornato. Grazie. :)

                              #16610
                              Anonimo

                                Ciao Principe non fraintendermi in qualche mia affermazione scritta precedentemente….
                                Io non ho detto che non devi scrivere tutto quello che ti succede o quello che tu sei durante il giorno.
                                Io sono contento che tu dica tutto a noi, e che noi possiamo capirti meglio, e suggerirti in meglio .
                                Ho solo detto che ci sono delle cose, che a me non sono piaciute, e in questo caso non voglio esprimere il mio parere.
                                Uno di questi giorni ti posto una mia foto, cosi mi presento meglio a te……
                                Anche se sai come la penso io, o almeno se lo ricordi.

                                #16611
                                principe di maggio
                                Partecipante

                                  So come la pensi, riguardo a che cosa?
                                  Comunque, detto con molta onestà, non vedo il senso di dire “c’è qualcosa che non mi piace ma non voglio dirti cosa”….potevi semplicemente non dire nulla, ora che mi hai messo la pulce nell’orecchio, mi interessa sapere su cosa non sei d’accordo, dopo aver letto tutte le cose su cui sei d’accordo…

                                Stai visualizzando 15 post - dal 46 a 60 (di 79 totali)
                                • Devi essere connesso per rispondere a questo topic.
                                Scrivici su WhatsApp
                                Scan the code
                                Ciao!
                                Ti ricordiamo che il servizio è attivo il martedì e il giovedì dalle ore 14:00 alle 17:00.
                                Come possiamo aiutarti?