• Questo topic ha 78 risposte, 11 partecipanti ed è stato aggiornato l'ultima volta 11 anni, 11 mesi fa da Volontario.
Stai visualizzando 15 post - dal 61 a 75 (di 79 totali)
  • Autore
    Post
  • #16613
    Anonimo

      Hai ragione, avrei dovuto starmi zitto e non dire nulla….
      Mi spiace, ma non stavolta non te lo dico, xke mi fa stare male a me, per quello che non te lo voglio dire.
      In quello che hai scritto, e il modo con qui lo hai scritto, mi ha fatto ricordare una cosa che mi fa stare male.
      Forse sbaglio nel dire, sai come la pensi, perché capisco che mi conosci solo perché ti ho scritto e non hai letto molti dei miei post.
      Fai finta che non ti abbia detto nulla…..

      Ciao principe

      #16614
      principe di maggio
      Partecipante

        Mi spiace che tu stia male per qualcosa che ho scritto. Ti assicuro che, qualunque cosa sia, non ne avevo il minimo intento. Mi spiace davvero.
        Possiamo parlare in privato?

        #16615
        Anonimo

          Non ti preocupare principe, e solo che mi hai fatto ricordare……
          Se vuoi scrivimi in privato, trovi la mia e-mail nel mio profilo, pero non entro oggi, poiche non ne ho vogli, quindi se vuoi possiamo sentirci domani in privato.

          #16617
          principe di maggio
          Partecipante

            Scusa ma non leggo da nessuna parte la tua mail nel tuo profilo…

            #16618
            Anonimo

              Guarda ora nel mio profilo, te lo scritto….
              Una volta copiato dimmelo che lo tolgo e rimetto l’altro tipo di scritta

              #16619
              principe di maggio
              Partecipante

                Fatto! Ti ringrazio :)

                #16620
                Anonimo

                  prego principe

                  #16621
                  principe di maggio
                  Partecipante

                    Io ti ho scritto, quando vuoi rispondermi rispondimi, tranquillo ;)

                    #16622
                    Anonimo

                      Ok principe

                      #16642
                      Volontario
                      Moderatore

                        ciao Principe! Bentornato :-)

                        Ci fa piacere che tu abbia passato una bella vacanza con i tuoi amici!! In effetti come hai già concluso tu, sembra essere proprio arrivato il momento di parlare chiaramente con la mamma. Da adulto ad adulto, chiarire la situazione: le tue esigenze e i contrasti che vedi nelle sue azioni. Probabilmente il solo parlarne sbloccherà la situazione e ti permetterà di essere più trasparente e libero! Anche perchè, hai ragione, avere tutte queste maschere addosso è proprio pesante, non fa bene a nessuno quindi non preoccuparti di essere te stesso qui, noi vogliamo un principe senza maschere! :-)

                        Spero anche che tu e Vadim vi siate spiegati in privato per quella che penso sia stata semplicemente un’incomprensione :-)

                        tanti sorrisi!!!


                        #16646
                        principe di maggio
                        Partecipante

                          So che il mio discorso sarebbe sensato, ma mi manca comunque il coraggio per affrontarlo.
                          Davvero non ne capisco il perché…insomma, sarebbe un discorso irreprensibile, ma a parte ciò…alla peggio mi viene detto di no. Trovo immotivato questo mio “blocco psicologico”, eppure sono consapevole che c’è e che non riesco a superarlo.
                          Eppure sarebbe proprio il periodo ideale…
                          Certe volte mi sento davvero un inetto :(

                          Quanto a Vadim, ci ho parlato privatamente ed è tutto a posto. :D
                          Grazie anche a voi per il bentornato!!

                          #16660
                          Volontario
                          Moderatore

                            Ciao Principe! Non sentirti giù per questo, ognuno ha i suoi limiti/blocchi…che possono manifestarsi nei più svariati ambiti… Se però questo blocco stoppa qualcosa di importante allora è necessario lavorarci su e romperlo, che dici? :-) E direi che mi sembra anche la tua volontà.

                            Ci dici che nemmeno tu capisci bene come mai non riesci a superarlo. Prova a pensare a questa situazione se capitasse ad un tuo amico, cosa penseresti di lui? Come lo aiuteresti?

                            Una possibilità potrebbe essere di iniziare a parlare con la mamma in generale, anche di qualche cavolata e poi buttare lì qualche indizio. Tipo: “tizio ha iniziato ad uscire una volta alla settimana, secondo te è giusto? La madre all’inizio non voleva…ma poi hanno parlato”. Potrebbe essere qualcosa di non troppo diretto, ma che arriva bene al punto :-)
                            Tuo papà potrebbe aiutarti?

                            sorrisi!
                            :-)


                            #16661
                            principe di maggio
                            Partecipante

                              Se capitasse a un mio amico? Beh, ora come ora non saprei come aiutarlo perché sarei nella sua stessa situazione. Se invece io non fossi in questa situazione, probabilmente penserei che sta annegando in un cucchiaino d’acqua…come del resto penso di me stesso!
                              Gli consiglierei di trovare qualcuno che parli con sua madre al posto suo, ma da parte mia non saprei come fare, non saprei individuare questa persona.

                              In generale parlo a mia madre…molto più di un tempo. Prima per esempio non parlavo quasi mai dei fatti dei miei amici (se tizio o caio sono fidanzati, se erano ubriachi in determinate circostanze, situazioni familiari ecc…) ora invece se viene il discorso ne parlo. Oppure, fino a non troppo tempo fa non le avrei certo mostrato foto in cui si intende che ho avuto un “incontro ravvicinato” con qualcuno, e invece l’ho fatto con la donna conosciuta in vacanza, sebbene abbia tolto le foto in cui ci baciamo (quello proprio non l’avrei sopportato!!)…ricordo che quando avevo delle fidanzatine (l’ultima in quarta superiore, quindi due anni e mezzo fa) non gliene parlavo assolutamente se non quando diventava inevitabile, per esempio quando portavo a casa regali ingombranti, o quando dovevo farmi portare o venire a prendere in determinati posti. Sono sempre stato piuttosto timido in materia, anche se era evidente che i miei genitori erano felici quando sapevano che uscivo con qualche ragazza (almeno nella loro testa voleva dire che non ero gay)…qualcuna l’hanno anche conosciuta.
                              Ricordo che solo in terza media avevo detto loro, in due occasioni, di avere una fidanzatina…che poi non era nulla di serio, erano quei fidanzamenti in cui si messaggiava e basta senza vedersi quasi mai, pensate che non ci eravamo manco baciati….e in quelle due volte mia madre mi aveva tempestato di domande. Non che fosse ansiata o cosa, era contenta, però ogni due secondi mi chiedeva se stavo messaggiando con la fidanzata, e mi diceva di invitarla a uscire altrimenti si sarebbe stufata, ecc….insomma, si intrometteva. In modo bonario, ma lo faceva. Tipico di lei. Come quando entra in camera mia e inizia a guardare tutti gli oggetti o i fogli che trova (e sono piuttosto disordinato, quindi ce n’è sempre) e li commenta tutti….sono piccole cose che mi danno estremamente fastidio.
                              E’ come se volesse avere il totale controllo su tutto, e so che è così.

                              Una cosa di cui mi sono stupito molto, questa estate, è che sia mentre ero in campeggio che quando ero in Francia, mi scriveva poco. Di solito mi scrive continuamente, per raccontarmi qualcosa che succede o anche solo che sente in tv, per chiedermi novità, per sapere cosa faccio…invece in entrambe le occasioni ci siamo sentiti relativamente poco. E mi faceva fin piacere sentirla e le raccontavo di mia spontanea volontà qualcosa!
                              Ma per il resto quando sono da qualche parte e mi chiede dove sono, mi sale la bile, perché se esco a piedi in questo paesino dove vuoi che sia!!! Oppure persino oggi pomeriggio, lei era a riposare e una mia amica e vicina di casa mi ha chiesto di fare un salto da lei a discutere dei preparativi di una cena che intende fare…roba di un quarto d’ora, non vado certo a rischiare di svegliarla mentre dormiva per dirle che andavo da questa vicina. Se per caso capita che so di uscire a lungo mentre lei dorme, o passo a dirglielo oppure le scrivo un sms. Ma stavolta non era proprio il caso.
                              Non ero ancora arrivato davanti a casa della mia vicina (abitiamo a 5 o 6 numeri civici di distanza!) che mi arriva un sms “Dove vai?” …è una di quelle cose che mi da estremamente fastidio! Ma cosa pensa, che scappo di casa?! Infatti le ho risposto “Dalla XXXXX! Big Brother!” alludendo al fatto che sembra di vivere costantemente monitorati come nella casa del Grande Fratello.

                              Quanto a mio padre, non parlo mai di lui…in primis è via dal lunedì al venerdì per lavoro, e lo vedo solo nei weekend. ma neanche molto perché o io o i miei usciamo, io magari vedo gli amici, loro fanno commissioni….
                              In secondo luogo non prende quasi mai decisioni, lascia che sia mia madre a prenderle…ricordo che una volta mia madre era via, non so quanti anni fa fossero, sicuramente facevo le medie. Tutti i miei amici potevano tornare a casa alle undici o anche un po dopo, a me mia mamma diceva sempre di tornare alle dieci e mezza (tranne nei weekend)…quella sera mia mamma non c’era, e io ho chiesto appositamente a mio padre a che ora potessi tornare…e lui “regolati tu…non ti do un orario ma non esagerare..” e io ho insistito un paio di volte per avere un orario ma lui non me l’ha dato! E sono tornato alle undici! Comunque quell’episodio lo trovo esemplare, è assai difficile che lui prenda una posizione.
                              Però da SEMPRE ragione a mia mamma, a priori, quindi qualsiasi decisione prenda mia mamma (specie riguardo a me) lui non si oppone.
                              Pertanto escludo totalmente di poter subire un suo appoggio.
                              Tanto più che, non lasciatevi ingannare da queste cose…mia mamma è molto più decisa, ecc…mentre mio padre è più calmo e remissivo….ma mio padre è ancora più inquadrato di mia mamma!!! Con la differenza che mio padre ha le sue idee antiquate e non le cambia per nulla al mondo, ma cerca meno di importele….mia mamma pur essendo un po’ più moderna (dopotutto insegna, e con i suoi studenti va d’accordissimo, tutti hanno un inspiegabile moto di adorazione per lei!!!) vuole tenere tutto sotto controllo. Dove per “tutto” intendo principalmente me!

                              #16670
                              Volontario
                              Moderatore

                                Ciao Principe,
                                ho letto i riletto i tuoi post per cercare di capire perché hai un blocco per chiedere a tuo madre la “giusta libertà”.
                                Mi sembra che dalle sue reazioni ai tuoi resoconti delle vacanze sia più che pronta, almeno razionalmente, a concederti di rientrare all’ora che a te va meglio.
                                C’è una differenza però. Il resoconto delle vacanze lo facevi a posteriori quando il tutto era passato e tu stavi bene, mentre può darsi che lo stare ad aspettare mentre tu sei fuori sia per lei, come per molte altre mamme, molto più difficile.

                                Il problema è solo questo, ma questo è un suo problema che non deve diventare anche un tuo problema. Su questo devi essere chiaro. Una mamma ansiosa non aiuta i figli ma rischia di rovinarli.
                                Tuo padre, anche se ti sembra poco influente, a me sembra positivo, almeno su questo argomento. Quando gli hai chiesto a che ora voleva che rientrassi, ti ha dato una risposta adulta dicendoti “regolati tu…non ti do un orario ma non esagerare”. Tu affermi che non ha voluto prendere una decisione, invece l’ha presa nel migliore dei modi.
                                L’ora precisa si dà ai ragazzini, non a un figlio ormai adulto.

                                Trovo invece molto più difficile risolvere il problema inerente la caratteristica di tua madre che vuole avere il controllo di tutto. Qui puoi solo arginare, prendendo l’abitudine di dare per scontato che non lo deve fare. Come? Dipende dalle situazioni.
                                Entra in camera e commenta tutto. Tu chiudi la porta, così che debba bussare per poter entrare e quando la vedi che guarda tutto, intervieni prima che lei inizi a parlare dicendo: non iniziare a criticare, questo è uno spazio mio dove io organizzo le cose come voglio.

                                Devi arginarla con gentilezza ma senza maschere, altrimenti rischi di crescere col filo in testa. Non credi?
                                Inoltre, penso che sarebbe opportuno trovare un momento per parlarne a tuo padre a tutto tondo, soprattutto circa la caratteristica/necessità che tua madre ha di conoscere tutto ed avere tutto sotto controllo che per te è umiliante e limitante. E’ una caratteristica che sicuramente lui conosce e può parlarne a tua madre.

                                Coraggio Principe! Non sono discorsi strani e quindi difficili da fare. Sono un tuo diritto/dovere per crescere sereno ed orientarti al meglio.

                                Non approvo per nulla, invece, il fatto che per divertirsi uno debba bere fino a rotolare perché incoscente. Purtroppo è una abitudine che si è troppo diffusa e sta diventando un vero problema.

                                Ciao Principe, tanti incoraggiamenti e auguri.
                                Sorrisi :-) :-) :-)


                                #16672
                                anke i pagliacci piangono
                                Partecipante

                                  caro il nostro Principe :) c’ho messo un pò a scriverti perché volevo prima approfondire la questione leggendo anche quelli che erano gli interventi precedenti. La tua situazione non è rara, ci sono molti ragazzi che puntualmente devono fare i conti con genitori protettivi. Probabilmente il fatto di essere figlio unico è un aggravante nel tuo caso però io penso che arriva un momento nella vita di una famiglia ed è normale che sia così, in cui inevitabilmente il genitore deve prendere coscienza che il proprio bambino è cresciuto e deve lasciargli comunque i modi e le possibilità per fare le proprie esperienze e arrivare a costruirsi la propria identità. Per un genitore accettare la crescita di un figlio è difficile, spesso viene vissuta come una separazione o peggio come un lutto che, se unita alla crisi di mezza età cui essi prima o poi andranno incontro li fanno sentire soli e questo aumenta l’angoscia.
                                  Per quanto riguarda la tua situazione mi sembra di capire che tua madre che risulta essere l’ostacolo maggiore si stia piano piano preparando a lasciarti andare…è un percorso delicato da affrontare con altrettanta delicatezza però assolutamente evitare ogni scontro è improduttivo perché si finisce per portare dentro rancori e alla lunga creano distanza maggiore e incomprensione. Devi tenere aperto il canale comunicativo con tua mamma può essere importante rendere partecipe tua madre di qualcosa di te(solo quando lo reputi giusto, appunto come hai fatto) così da aiutarla a sopportare meglio il dolore dell’allontanamento e non sentire allentare il suo ruolo di madre. E vedrai che con i propri tempi anche lei riuscirà ad accettare il tuo mondo.
                                  Questa situazione deve essere affrontata ed il terreno ormai è abbastanza spianato per farlo;fai comprendere a tua mamma il disagio che provi nel dover dipendere dagli altri per farti riportare prima e che spesso per questo preferisci non uscire affatto oppure, cosa succederebbe se a uno dei tanti messaggi di tua mamma tu rispondessi comunicando un ritardo? Poi volevo anche chiederti se tua mamma conosce le persone con le quali poi dovresti tornare….magari non si fida e conoscerle potrebbe già essere un passo! Vai tranquillo Principe anche tua mamma ha avuto 20 anni, la necessità di fare le proprie esperienze se la ricorderà… Inizia a parlarci come ti hanno consigliato! Un abbraccio forte, Marty

                                Stai visualizzando 15 post - dal 61 a 75 (di 79 totali)
                                • Devi essere connesso per rispondere a questo topic.
                                Scrivici su WhatsApp
                                Scan the code
                                Ciao!
                                Ti ricordiamo che il servizio è attivo il martedì e il giovedì dalle ore 14:00 alle 17:00.
                                Come possiamo aiutarti?