mai stata baciata…. (veramente)

  • Questo topic ha 15 risposte, 4 partecipanti ed è stato aggiornato l'ultima volta 10 anni, 11 mesi fa da GreenApple.
Stai visualizzando 15 post - dal 1 a 15 (di 16 totali)
  • Autore
    Post
  • #5552
    GreenApple
    Partecipante

    salve a tutti,
    prima di leggere questo post, chiedo di andare a leggere quello che ho messo in ‘disturbi dell’alimentazione’ per comprendere meglio la situazione.
    mi sento triste anzi tristissima. alla soglia dei 19 anni posso ‘vantarmi’ di non essere mai stata fidanzata. ho avuto due sole esperienze quest’estate, ma appunto perché erano estive non posso essere contate, in quanto il sentimento non era contemplato.
    a causa del mio aspetto fisico sono sempre stata rifiutata dalle troppe e stupide cotte che mi venivano e come una cretina ci stavo male e piangevo schiacciando ancora di più la poca autostima che avevo di me stessa. ogni volta pensavo che fosse quello giusto e potesse accedere il lieto fine tanto aspettato. ma come una cretina mi facevo castelli in aria e mi illudevo che i rispettivi innamoramenti potessero avere cervelli abbastanza sviluppati da andare oltre la superficie e apprezzare quello che veramente sono. in fondo non è mai morto il briciolo i speranza che avevo, ma ogni volta veniva feriti da esseri insignificanti (ora che ci penso). non venitemi a raccontare la storia del principe azzuro, ho smesso di crederci da tempo e se mai dovesse esistere veramente… ragazze rassegnamoci il principe azzurro è GAY! (senza offesa ovviamente :D).
    non so perché in molti casi pensavo di essere all’altezza di certe possibilità ma il risultato era sempre lo stesso: un’atra frattura al cuore. tre anni fa oramai dopo una lunga storia di litigi con un amico scoprì che era gay nel momento in cui mi resi conto che nascondevo a me stessa il fatto che ero innamoarata di lui (ero moto legata anche a livello affettivo). fu un brutto colpo per me, con la conseguenza che per per parecchio tempo non notai nessun essere vivente machile. successivamente aprii gli occhi nuovamente,ma non ci fu nessuno che mi interessava particolarmente. l’estate scorsa conobbi un amico di una mia cara amica e ne fui folgorata era diventato un’ossessione, e lui sembrava anche amichevolmente interessato a conoscermi si può dire, in dal mio canto mi comportavo normalmente senza far sospettare nulla (non volevo che finisse come tutte e altre volte)ma ale mie amiche invece le tormentavo con messaggi e lagne su di lui. per due settimane mi assentai per andare in vacanza e al mio ritorno chissa come mai lo trovai freddo e poco interessato, mi evitava. ne ho parlato con l’amica in comune e lei mi ha giurato che lei non aveva proferito parola, accettai, ma ho sempre sospettato che fosse stata lei, anche se non so per cuale motivo visto che era fidanzata con i suo migliore amico. mi passò in fretta e senza tragedie fortunatamente. fino a che arrivò il fatidico giorno: 3 settembre. io e altre amiche avevamo deciso di festeggiare insieme il compleanno e una di loro aveva chiamo una sua amica per aiutarci nei preparativi. si era portta il suo ragazzo. io non li conoscevo. avevo visto lui di sfuggita e l’avevo trovato carino, ma nulla di più. fatto sta che iniziano ad uscire con noi, poi diventa parte del gruppo e io in tutti modi cercavo di non cascarci, ma era più forte di me: simpatico, fisico asciutto, bel sorriso, il classico ragazzo d’oro e impeccabile dal punto di vista morale. ci sono cascata come una pera cotta. per avvicinarmi mi comportavo da amica ci messaggiavamo, in più avevo scoperto che lei l’aveva già tradito aveva ripensaenti ed era corteggiata da un altro. un giorno di dicembre ho tagliato da scuola e ho preso il pulman per andare in città, con mia più grande sorpresa e felicità dopo qualche fermata mi si è seduto davanti e abbiamo incominciato a parlare lui doveva andare al’uni ma ha saltato le prime ore e siamo stati tutta la mattinata insieme da soli sempre come amici, ero alle stelle. dopo qualche ora mi manda un messaggio chiedendo di non dirlo alla sua ragazza, io rimango stupita pennsando che io e lei eravamo abbastanza amiche e l’incontro era stato casuale e normalissimo, mi sentivo realizzata, lui non l’aveva inteso solo come amicizia. ma purtroppo era un venerdi 17. mia madre non so come scoprì che avevo tagliato e mi fa una scenata, ma poco mi importava dopo quello che avevo passato quel giorno, ora ripensandoci l’avrà fatto solo per pena.
    a capodanno come una cretina ho bevuto troppo e anche se non glielo detto l’hai capito benissimo. poco dopo si lasciano e io sono contentissima… ma proprio in quel momento arriva la batosta: a sera stessa in cui si lascia chiede ad una mia amicail numero di cellulare e a tutti i costi la vuole riaccompagnare a casa, per ultima (eravamo ad una festa), fa i complimenti ad un’altra mia amica per il suo seno prosperoso mentre era già impegnata e si difende davanti al ragazzo dicendo che erano frasi da amici, che aveva ineso male lei, che non eravo vero e che nessuno doveva venirlo a sapere perché lui non era così (la sua immagine da bravo ragazzo dovva rimanere intaccata),sput***a la sua ex agli occhi delle sue amiche e della madre, fa proposte indecenti su possibili prstazioni orali, alle mie amiche (e come mai a me non manda nemmeno un mezzo messaggio per sapere come sto!?) e quando gli fanno capire che ha veramente superato il limite si scusa difendendosi che era ovviamente solo uno scherzo da amici… ma successivamente gli basta fare due lacrimucce e dire che è veramente pentito, per dimenticare tutto e fr finta che nulla sia successo. ma invece per me non è stato così dopo capodanno sono rimasta a casa per una settimana in stato vegetativo, non mangiavo, non bevevo, andavo avanti con qualche ccioccolatino che non mi serviva atirarmi su il morale, ero in uno stato di accidia comatoso passavo le giornate sul letto ad ascoltare musica deprimente, i pomeriggi sul divano a guardare la tv e la sera nel letto a piangere. non riuscivo a crederci ero arrabbiata per sentirmi in quello stato per una persona che non meritava tutte quelle energie, ma allo stesso tempo non riuscivo a rialzarmi, ogni volta che inziavo a sentirmi meglio scoprivo qualcosa su di lui o che aveva fatto che mi faceva piombare nella depressione. mi sentivo tradita,ma soprattutto delusa, non perché non condividesse i miei sentimenti (non era la cosa principale almeno), ma perché lui viveva di un’immagine che si era costruito alla perfezione. dietro alla maschera c’era un pezzo di m. di cui solo io mi rendevo veramente conto e passavo dalla parte del torto in quanto solo più io non lo accetavo nel gruppo. decisi che di quello schifoso ne avevo abbastanza canellai numero di cellulare e contato facebook, non lo volevo nemmeno sentre nominare e casualmente si aggiungeva al gruppo nelle serate in cui non potevo andare. riuscì a non pensarlo per due mesi, ma chissà come mai un giorno così per caso si fece di nuovo sentire per telefono. ci rimasi di stucco: come poteva avere ancora il coraggio di ripresentarsi a me dopo tutto ciò, dentro di me ero in preda all’agitazione e al panico,ma lo trattai con sufficenza e dopo qualche messaggio di dileguò. a giugno l’ho incontrai per caso ad una festa della scuola, mi salutò splendidamente come se ci fossi visti sino al giorno prima, e rivolgendosi a come se nulla fosse, ma sentivo che ogni frase che mi diceva era fatta apposta per punzecchiarmi e farmi cedere (purtroppo le mie amiche dicevano che ero in adorazione quando era nei paraggi -.-), ma io gli ho risposto facendogli capire che poteva fregare le altre, ma io avevo capito che schifoso era. dopo di ché mi è passata definitivamente in questi ultimi giorni l’ho rivedo lo saluto e ci scambiamo frasi di convenzione velocemente come dei conoscenti, quando lo vedo penso che comunque fisicamente mi piacerà sempre, ma odio riverderlo e ricordare come sono stata, la delusione immensa e il perché.
    come al solito mi sono dilungata su questo tasto dolente non pienamente guarito, ma io sono stufa di stare da sola e non per il discorso ‘che le mie amiche hanno trecento ragazzi e io nemmeno uno’ non siamo mica alle medie! io ho bisogno di una persona che mi voglia bene per quello che sono e che provi quel sentimento che provo io per lui. e purtroppo per questo gli affetti fmiliari non bastano, sento continuamente un buco incolmabile dentro di me.
    mi scuso nuovamente per gli errori, ma quando scrivo voglio lasciar scorrere il flusso dei miei pensieri così come vengono per non dimenticare nulla, e successivamente non ho voglia di rileggere tutto da capo. perdonatemi :-)

    un bacio <3

    Ps: work in progress’s post :P

    #13357
    Volontario
    Moderatore

    Ciao cara GreenApple! Inanzitutto devo dire che mi ha molto colpito questa tua frase:

    Quote:
    io ho bisogno di una persona che mi voglia bene per quello che sono e che provi quel sentimento che provo io per lui. e purtroppo per questo gli affetti fmiliari non bastano, sento continuamente un buco incolmabile dentro di me.

    E posso dirti che sicuramente troverai questa persona, non è facile sapere quando e dove, ma sicuramente accadrà, sei una ragazza davvero in gamba!
    Tornando al ragazzo che ti ha delusa…forse l’avevi idealizzato un po’ troppo? Ad ogni modo mi sembra tu abbia ora le idee chiare su di lui e sia passata oltre. le tue amiche che ne pensano?
    Ci hai detto anche che hai avuto delle esperienze quest’estate, ma che non coinvolgono i sentimenti…ce ne vuoi parlare? Che ne pensi di queste esperienze?
    Hai 19 anni ho letto, hai finito la maturità? Che vorresti fare nella vita? Andrai magari all’università? Ti chiedo questo perchè spesso, soprattutto nelle relazioni interpensonali, c’è un abisso tra liceo e università. Lì troverai persone molto diverse, potrebbe essere anche uno stimolo per te e un’occasione di conoscere persone nuove :-)

    a presto!!! e un :-)


    #13358
    GreenApple
    Partecipante

    si sicuramente avevo un ‘idea distorta di questo ragazzo ‘perfetto’ e intoccabile in ogni suo aspetto. ma ci sono arrivata purtroppo solo mesi dopo. anche le mie amiche dicevano che avevo un immagine di lui troppo eterea rispetto alla persona che realmente, ma ovviamente per loro è rimasto il caro bravo ragazzo che ha sempre fatto credere di essere.
    bho non sento l’esigenza di parlare più di tanto di queste ‘avventure’ perché in fondo sono solo questo: ragazzi conosciuti una sera, due chiacchiere e quacosa da bere, ma non si è andati oltre la pomiciata (menomale). c’è ne un terzo dell’estate passata, ma non lo si può considerare esperienza in quanto non c’è stato il tempo di concludere nulla. una sera sono uscita con una mia amica e il suo rgazzo e dovevamo raggiungere in città un amico di lui e la sua migliore amica. abbiamo passato una bella serata, questo ragazzo era molto simpatico mi faceva ridere e siamo subito andati d’accordo. io ero in una situazione di stallo non ero in cerca ma se fosse capitato qualcosa non avrei rifiutato. a fine serata mi chiede il numero e mentre ci riporta a casa e scambiamo le ultima frasi tutti insieme mi tiene la mano mi accarezza, qundo ci salutiamo per poco non mi bacia in bocca. a quanto pare sembrava presissimo. la mattina dopo vado su facebook e mi aveva già aggiunto, io ero un pò spaesata non sapevo bene cosa pensare, in fondo ci conoscevamo da tre ore al massimo, nel pomeriggio gli invio un messaggio ciedendo se quella sera ci si vedeva, io intendevo con tutti gli altri. mi risponde freddo che non può e che ha altre cose da fare. io facendo finta di non cogliere il suo tono gli rispondo in modo leggero che non importava e che sarebbe stato per un’altra volta. non sapevo davvero che pensare! un giorno sembri folgorato e il giorno dopo mi rispondi in questo modo!?
    la sera dopo mi vedo con la mia amica e il suo ragazzo (per tutto il giorno non l’vevo sentito) e mi dicono che in teoria dobbiamo vederci con lui e l’amica, ma all’ultimo ci scrive che preferisce stare con la sua amica perché le è venuta la febbre. due giorni dopo vengo a sapere dalla mia amica che il suo ragazzo parlando con Lui è venuto a sapere che con me non se ne faceva nulla perché era successo qualcosa di importante con un’altra sua amica. sentendomi presa in giro gli ho scritto che io se fossi stata nella sua situazione (ovvero che era già interessato ad un’altra) non mi sarei comportata in quel modo nei miei confronti, eprché mi sembrava scorretto. ho aggiunto che cmq er solo il mio punto di vista. lui non sapendo che rispondere ha ripetuto che erano appunto i miei punti di vista. da quel momento ho eliminato il suo numero e cancellato da facebook, non avrei perso tempo con una persona del genere. non ci sono nemmeno rimasta solo un pò delusa, perché mi rendo conto che sono poche le persone come me che non agiscono solo per i propri comodi nei rapporti interpersonali.

    #13359
    Return
    Partecipante
    Quote:
    GreenApple

    ….’che le mie amiche hanno trecento ragazzi e io nemmeno uno’ non siamo mica alle medie! io ho bisogno di una persona che mi voglia bene per quello che sono e che provi quel sentimento che provo io per lui. e purtroppo per questo gli affetti fmiliari non bastano, sento continuamente un buco incolmabile dentro di me.

    ciao carissima,

    dopo aver letto questo tuo post lunghissimo, mi sono accorto che ti è andata molto bene perchè hai saputo la verità sul quel tipo che ti piaceva, hai saputo come era fatto, il suo modo di fare etc etc. Penso sia il desiderio di tutti di avere accanto nella vita una persona speciale per condividere una storia d’amore. Per alcuni arriva presto, per altri bisogna aspettare la Provvidenza. Comunque, so che potevi cedere ma non lo hai fatto perchè sei una ragazza assennata, di questi tempi ce ne sono poche….

    #13360
    GreenApple
    Partecipante

    grazie return! come ho detto in un messaggio nella sezione presentazioni, è da un pò che vi seguo ma solo da poco che sono iscritta. sono contenta di conoscerti :-)
    cmq tutto ciò è ormai acqua passata.
    quello che mi premeva più dire alla fine non l’ho fatto perché presa dai ricordi .
    sabato sera sono andata in un pub con una mia amica, dove lei va abitualmente, e dopo un pò che eravamo sedute ad un tavolo è arrivato un suo amico che molto spesso si reca nello stesso loale. io non l’avevo mai visto; incominanciano a parlare, poi lui si allontana per prendere una cosa da bere, dopo poco ritorna prende una sedia e si mette al nostro tavolo e comincia di nuovo a parlare con lei. io mi infilo nell conversazione in modo naturale e alla fine si fa una conversazione a tre. mi sono stupida di questo mio comportamento, perché sono molto chiusa con le persone che non conosco, sopratutto con i ragazzi (a questo proposito


    > leggere post nella sezione disturbi alimentari) passiamo più o meno tutta la serata in questo modo. io e lui alla fine si può dire che facciamo comunella per prendere scherzosamente in giro la mia amica. l’ultima mezz’ora lui incontra altre sue amiche allora si distacca da noi per prlare con loro. stiamo un altro pò li poi dobiamo andare per non perdere l’ultimo pulman. la mia amica che lo conosce lo saluta a abbracciandolo e dandogli due baci, io non mi oso e gli dico solo ciao e lui fa lo stesso facendomi l’occhiolino. sinceramente trovo che questo ragazzo mi abbia abbastanza colpito, forse perrché lo reputo molto carino, però è anche simpatico. non so qualche volta ci penso ma non voglio assolutamente dire che mi piaccia. in questi giorni lo rivedrò perché parteciperemo a delle serate dove di sicuro lui sarà presente.
    il fattto che è cmq semmai riuscirò a conoscerlo meglio, mi verrai la voglia di farmi notare, da lui però so già che non servirà a nulla, cioè mi sento scofitta già in partenza quindi penso che è inutile interessarsi o sperare perché non ne ricaverò nulla, come è sempre successo fino ad ora. uno come lui non noterà mai una come me. e oltre tutto non sa nemmeno il mio nome.

    #13361
    Return
    Partecipante

    Pensa a fare amicizia, non partire col fatto che vuoi gia’ avere una relazione… La fretta e’ nemica dell’uomo… Non fartene sopraffare.

    #13362
    GreenApple
    Partecipante

    ahaha no… e solo che ci ho pensato e ho ripensato a tutte le mie cotte fallimentari. poi si vedrà l’ho visto solo una volta e la cosa che mi ha colpito di più è stato il suo fisico, che è una cosa importante si, ma non fondamentale.

    #13363
    Volontario
    Moderatore

    D’accordo sul fatto che l’aspetto fisico di una persona è importante, ma non fondamentale [^].
    Può succedere, infatti, che qualcuno ci sembri bello (ma non lo sia oggettivamente) perchè è simpatico, comunicativo e ha quel non so che che, invece, un adone non possiede;-)

    Però, cara GreenApple, cerca di rimuovere l’idea della sconfitta in partenza. Certo le sconfitte sono all’ordine del giorno per tutti noi, in vari ambiti, ma a volte ci servono per capire cose che se no non avremmo mai capito e quindi alla fine le accettiamo e voltiamo pagina.
    Ma pensare che sia così prima che le cose accadano (mi sento scofitta già in partenza quindi penso che è inutile interessarsi o sperare perché non ne ricaverò nulla) non mi sembra giusto per noi stessi! Che ne pensi? Mi viene in mente lo slogan di una pubblicità, noi valiamo, ognuno di noi e nessuno escluso ;-) Sei d’accordo?
    :-) :-) :-)


    #13364
    GreenApple
    Partecipante

    bhe è difficile pensarlo dopo tutti i rifiuti ricevuti

    #13365
    atlas
    Partecipante

    Tu hai ragione, più sono le volte che incontriamo dei fallimenti (sentimentali, sul lavoro, nella vita in generale), più diventa difficile credere di potercela fare la volta successiva.
    Però concordo col volontario che ti ha spronata a non cedere, a non partire già pensando che tanto andrà male. Certo, le cose possono apparire difficili per lungo tempo, ma non dobbiamo mai perdere la speranza che possano migliorare e, ovviamente, dobbiamo fare la nostra parte affinché questo possa accadere.
    Quindi cerca di sollevare la tua autostima e affrontare le situazioni pensando che potrebbero andare bene. Magari non sarà così, ma sicuramente avrai contribuito attivamente a migliorarle, mentre se ti lasci abbattare è quasi certo che andranno male!
    Sembrano banali frasi fatte, lo so, ma con l’esperienza vedrai che è l’unico modo per affrontare positivamente la tua vita.
    Coraggio. :-)

    #13366
    GreenApple
    Partecipante

    una notizia buona e una cattiva
    la buona e che ieri sono andata a fare la prova come cameriera, penso che sia andata bene! una sera tranquilla poche persone, così ho potuto farmi notare positivamente visto che non c’era troppo da correre ho far vedere troppo di cosa sei capace. spero mi richiamino!

    la brutta e che l’altra sera sono andata in discoteca con le amiche, inizialmente mi vedevo carina davanti al mio specchio, poi vedendo le altre mi sono resa conto di quanto facevo schifo pure se mi ero truccata e messa un minimo in tiro. un ragazzo ci ha provato anche con una mia compagna che è ‘stata decretata’ la più brutta della classe! (perdonatemi per questi sfoghi da quindicenne xD)
    in discoteca tutte quante erano guardate mentre se io notavo che qualcuno mi fissava era solo per ridere con gli altri. mi sentivo goffa e fuori luogo come un elefante che deve attraversare una stanza senz calpestare il pavimento pieno di uova (è la mia metafora preferita per descrivere come mi sento in queste situazioni -.-) sono tornata a casa triste e delusa. nel locale c’erano altre ragazze un pò in carne e tondette ma tutte erano abbiagliate in modo grazioso, mentre io mi sentivo un barbone.
    wow viva l’autostima, ogni volta che mi si alza di un centimentro c’è sempre qualcosa o qualcuno che me la tira giù di un metro.

    #13367
    Volontario
    Moderatore

    greenapple….pensa a te proprio come la mela verde: rotondetta si ma gustosissima e bella da vedere.
    lo hai detto tu che c’erano anche altre ragazze più in carne ieri in discoteca…a loro agio e serene.
    purtroppo il nostro modo di porci influisce irrimediabilmente su come gli altri ci vedono.
    tu sei bella come sei.
    i am beautiful no matter what they say.
    words can’t bring me down
    i am beautiful in every single way…….
    lo canta christina aguilera
    tu pensalo sempre e non dimenticarlo mai.
    :-) :-) :-)


    #13368
    GreenApple
    Partecipante

    volevo raccontare una cosa che mi è successa due giorni fa… è mi un pò lasciato così.. non bene come spiegare la situazione.
    io e due mie amiche siamo scese in città perché in una discoteca c’era un locale con un evento gratis. in un primo locale ci siamo pree una cosa da bere. quindi eravamo un pò brille , ma nulla di che. poi visto che era ancora troppo prsto per endare in disco ci siamo fatte un giretto per le strade del centro, quando abbiamo incontrato due ragazzi che ci hanno chiesto se uella sera c’era qualcosa di bello da fare, per veniveno da un’ altra regione. noi gli abbiamo detto della serata e allora si sono aggiunti a noi, abbiamo cominciato a parlare del più e del meno e abbiamo scoperto che avevano qualche anno in più di noi. entrati in discoteca ci siamo prese un altro cocktail e abbiamo cominciato a ballare, dopo un pò i ragazzi sono usciti fuori dal locale per fumare e io e un mia amica abbiamo detto all’altra che uno dei due era proprio carino, ma io bho in realtà non volevo farci nulla perchè sembrava simpatico e magari ci si poteva risentire. ei però è andata da loro e gli ha detto che tutte e due eravamo interessate e lui ha risposto ‘vedo che posso fare’. quando me l’ha detto ho capito che sta sera si faceva la mia amica. tra una cosa e l’altra se le portata via per baciarsela due volte. io sono diventata triste sia perché ero ubriaca sia perché pensavo che ogni volta finiva così in qualsiasi situazione, che io ragazzi non scelgono mai me. non mi importava di per se del tipo. poi sinceramente questa mia amica è magra come un chiodo senza forme non si trucca e si acconcia pure male.. ero scazzata. siamo rientrate e un amico ci ha offerto un chupito di vodka lisca… e li è stata la fine eravamo proprio perse (io non mi soo sentita bene, avvo aml di pancia e mi veniva voglia di vomitare). siamo tornate ballare e dopo un pò io e una mia amica siamo andare in bagno per far pipì. quando siamo uscite abbiamo visto il tipo e l’altra mia amica che se la stava portando in bagno. lei non ragionava e sotto voce ci diceva di portarla via. quella che era in bagno con me la subito presa dicendo a tipo che non voleva e lui minimizzava che voleva ‘solo’ una cosa orale e doveva decidere lei. la mia amica infatti continuava a dirci che voleva andare via, di portarla via, e che non era in grado di intendere e di volere. io l’ho presa e portata nel’altro bagno, sono subito diventata lucida e con l’altra mia amica le abbiamo detto per non so quante volte che non doveva più succedere una cosa del genere, che se lei non voleva fare certe cose doveva avere la forza di dire no anche se era ubriaca e cose simili che non voglio riscrivere. uscite lei mi ha detto che non voleva più vederlo allora siamo uscite fuori e abbiamo deciso di tonare a casa. con l’aria fresca di fuori mi sono ripresa e mi sono veramente resa conto della situazione e mi è venuto un nervoso! fuori li abbiamo rivisti e io l’ho portata via perché non voleva vederlo, mentra l’altra mia amica è andata da lui dicendogli di andarsene perchè non voleva vederlo, lui continuava a scherzare dicendo che doveva decidere lei, la mia amica si alterata dicendo che se non se ne andava glialzava le mani anche da ubriaca e lui preso mai le fa ‘ma chi c…o sei per dirmi questo?’ e lei gli ha risposto ‘no chi c…o sei tu per approfittarti della mia amica che ha solo 19 anni per di più ubriaca in un bagno della discoteca’ hanno continuato ancora un pò coì ma non li ho più sentiti perché mi sono allontanata con l’altra. quando siamo rimaste sole ci siamo sedute per riposare, le continuavamo a dire della gravità del situazione e ei rispondeva si e se ci aveva fatto qualcosa che non voleva, ma era come parlare ad un bimbo, non ti ascoltva veramente perché non ci riusciva. fortunatamente poi siamo riuscite a tornare a casa senza altre storie.
    mi sono presa veramente male, pensando che se io e la mia amica non fossimo uscite dal bagno in quel preciso istante , sarebbe successo chissa che cosa! penso che sia una coa che mi ha segnata in un certo senso anche se non l’ho vissuta in pria persona nel senso che non sono stata io la ‘vittima’. non bisogna mai fidarsi di nessuno anche se sembrno brave persone.

    #13369
    GreenApple
    Partecipante

    l’ho messo qui percé non trovavo una sezione adatta.

    #13370
    Volontario
    Moderatore

    Cara Greenapple che brutta storia questa, grazie di avercela raccontata comunque perchè credo ogni tanto serva sentire, o in questo caso leggere, brutte storie che purtroppo sono all’ordine del giorno.
    Da questa storia però io coglierei una morale diversa. Più che non bisogna fidarsi di nessuno forse non bisogna mettersi in condizione che qualcuno possa prendersi un vantaggio su di noi. Nel caso specifico se la tua amica non fosse stata ubriaca tutto questo non sarebbe successo, sarebbe stata perfettamente cosciente di decidere cosa fare con quell’ orribile ragazzo.
    Ovviamente quel ragazzo non ha capito ancora niente della vita e chissà tra qualche anno se ne accorgerà…il fatto è che come lui ce ne sono parecchi. Cosa puoi fare tu (o le tue amiche)? Essere in condizione di capire quando la situazione diventa insostenibile e mandare a quel paese l’idiota di turno. Per questo forse bisognerebbe fermarsi al primo bicchiere.

    Domanda per curiosità: a te piace andare in discoteca?

    un abbraccio!


Stai visualizzando 15 post - dal 1 a 15 (di 16 totali)
  • Devi essere connesso per rispondere a questo topic.
Scrivici su WhatsApp
Scan the code
Ciao!
Ti ricordiamo che il servizio è attivo il martedì e il giovedì dalle ore 14:00 alle 17:00.
Come possiamo aiutarti?