• Questo topic ha 9 risposte, 9 partecipanti ed è stato aggiornato l'ultima volta 11 anni, 7 mesi fa da Anna.14..
Stai visualizzando 10 post - dal 1 a 10 (di 10 totali)
  • Autore
    Post
  • #5081
    asia
    Partecipante

      salve, sono in questo forum perchè sono mamma e non ci capisco più niente.
      ho tre figli 18, 16, 7. Qualcuno può spiegarmi cosa c’è di inaccettabile nell’andare
      a letto ad un’ora decente (entro le 24), tenere le cose sugli scaffali o dentro gli armadi e non esplose sul pavimento miste tra pulite e zozze, le pantofole ai piedi? eresia, un libro in mano, il cellulare lontano dal proprio corpo, il pc a raffreddarsi un pochino… e altro. Perchè non è possibile farsi la doccia ed usare il phon prima di mezzanotte e mezza? Perchè non si può mettere l’abbigliamento adeguato alla stagione e non frugare tra la roba estiva in inverno o mettere le maniche lunghe in estate? Perchè il 7 fa così sfigato.? Perchè il libretto non si trova mai? Perchè la bistecca fa skifo ma il mac va alla grande? e i wurster secondo i miei figli non sono di carne…e forse in questo hanno ragione. Perchè continuare a mettersi sempre le stesse cose e pretendere di metterle a lavare e trovarle pulite dopo due giorni senza essere passati (di propria iniziativa) per la lavatrice? Perchè la tazza non va da sola nel secchiaio?
      Esattamente come la roba sporca non va dentro la cesta delle cose da lavare ma si ferma fuori, a terra o a penzoloni.Se non addirittura in camera sotto il letto. Perchè non si possono buttare le bottiglie vuote di shampoo, o di schiuma per capelli o di deodorante o le bottigliette di coca dove sta scritto che vanno conservate in camera??????????????? perchè non si possono mai staccare le spine del cell mp3 pc piastra eccetera? Che stufa che sono. Mai un’aiuto, una soddisfazione, sempre pensieri per la scuola, per come si comportano in giro. E non ho detto tante cose che mi fanno urlare da quando entro in casa a quando si va a letto la notte. I miei colleghi pensano che io sia una donna tranquilla, paziente, spiritosa, che fa mille cose contenta. I miei figli pensano che sia una pazza isterica, che devo darmi una calmata e non devo stressarli e sono proprio contenti di sentire che sono tornata a casa ….ma io sono la stessa persona! Sto meglio in ufficio che a casa. Senza contare che il marito è depresso, siamo pieni di debiti e non si fa mai niente. Ma questo i tre mostri non lo capiscono. A loro e’ garantita la vacanza studio, il soggiorno estivo, la paghetta, i soldi per il pranzo, la ricarica del cell e adesso anche la ricarica della card di h&m. Scusate ma vorrei una risposta. Io cerco di educare queste persone.
      Loro cercano di boikottarmi. Io penso che se anche non fanno e non sono come vorrei, comunque
      gli ho martellato nel subconscio e prima o poi qualcosa verrà fuori. Qualcosa rimarrà, o no?
      O rimane solo un gran fastidio di questa mamma pazza che pretende scemenze che non servono a niente e loro quando diventeranno genitori sapranno come non essere. Mah! Non so se riuscirò a vederli invecchiare. Pero’ che stufa!!!

      #15757
      Volontario
      Moderatore

        Ciao Asia,

        grazie per averci scritto, il tuo sfogo può essere d’aiuto a te e a tanti altri genitori che si trovano nella tua stessa situazione. Si tende a pensare che il “peggio” capiti solo a noi, ma ti garantisco che non è così, se può esserti di consolazione.

        Quanti anni hai? E tuo marito? Che lavoro fai?

        Dici che avete problemi economici e che nonostante tutto riuscite a non far mancare nulla ai vostri figli, questo è molto bello per loro, ma forse può dar loro un’idea distorta della realtà che vivono, non credi?

        Hai provato a parlar loro delle tue difficoltà in modo che ti possano capire meglio? Spesso si pensa che gli altri debbano capire da soli… ma soprattutto quando si tratta di ragazzi è più facile (e comprensibile) che siano concentrati sui loro bisogni senza capire quelli di chi gli vive accanto, genitori o fratelli che siano.

        Ti siamo vicini e ti salutiamo con tanto affetto, e se hai bisogno di uno sfogo più diretto chiamaci!

        A presto con la speranza di sapere che sorridi anche a casa!! :-) :-)


        #15762
        Volontario
        Moderatore

          3 figli, il marito, il lavoro, la casa e magari anche i genitori anziani
          oltre alla situazione economica e gli impegni da sostenere perchè tutto funzioni…
          il tuo post, cara mamma, scritto tutto d’un fiato è sincero e pieno di esasperazione.
          Preso tutto insieme sembrerebbe una situazione senza speranza di cambiamento.
          Invece no.
          Partendo dalle cose più semplici puoi fare un elenco e organizzare un’assemblea familiare … chiedi a cisacuno se vive bene così o se vuole contribuire alla “ricostruzione”, forse partendo da cose semplici, concrete ma chiare e condivise da tutti il gruppo famiglia può partecipare alla riorganizzazione.

          Certo ci sono problemi più gravi dell’ordine, la salute, il lavoro…
          tuttavia hai ragione a non voler subire questo individualismo e questo pensare che ogni cosa accade naturalmente e sia dovuta.
          Non arrenderti, continua a non sopportare le cose così come sono:
          il tuo impegno sia non di avere una casa più in ordine, ma dei figli più maturi e responsabili, figli che devono diventare uomini attenti e generosi, compagni affettuosi e buoni genitori .
          Tu puoi permettere che questo si realizzi: non smettere mai di crederci, e comincia da una cosa.
          :-)


          #15781
          Volontario
          Moderatore

            Cara Asia e carissimi ragazzi.

            A questo punto la parola è ai ragazzi.

            Volete dare qualche suggerimentro, consiglio, parere, soluzione a questa mamma, affinché sia più serena?

            Vi impegnate a risponderle entro domenica?

            Bravissimi !!!

            Tanti Sorrisi


            #15811
            Anonimo

              Ciao Cara Asia benvenuta sul forum del sorriso…..
              Sai fino tempo fa, non avevo tutto quello che ho oggi, come: pc, telefono, tablet, mp3, tv, ricariche, paghete, e cosi via……
              In pratica vivevo in un “inferno” come si suol dire, In un ORFANOTROFIO, e li si che dovevi rispettare le regole.
              La mattina come ti alzavi dovevi farti il letto, andare in mensa, apparechiare per tutti, e poi mangiare, (ovviamente apparecchiare, si facevano i turni).
              In fine si sparecchiava, e si andava a scuola, mentre dopo la scuola si tornava in istituto e si andava a mangiare, e ovviamente uno dei tanti apparecchiava per tutti.
              Finito cio si studiava sino alle 5, e dopo di che si era liberi di andare a fare quello che si voleva.
              Il sabato e la domenica, dovevamo pulire le nostre stanze, come passare la scopa, lavare per terra, spolverare, e cosi via……
              In fondo noi ragazzi abbiamo capito che dovevamo fare noi, per andare avanti, e che nessuno lo doveva fare al posto nostro.
              Forse avevamo delle regole un po rigide, ma abbiamo imparato, e lo facciamo ancora oggi, almeno io lo faccio ancora oggi.
              Io aiuto molto mia madre nelle facende domestiche, e sopratutto non chiedo soldi per una ricarica, xke in fondo non mi va, ma mi danno una paghetta per un mese, che io devo farmi bastare.
              Ovviamente se ogni tanto sforo, mi danno un qualcosina in piu, ma non sempre.
              Io non sono una persona che chiede molto, mha uno che aiuta molto, e lo dico per davvero.

              Vedi il ruolo genitore e complicato, ma a volte i genitori non dovrebbero farsi mettere i piedi in testa dai figli, e cosi viceversa.
              Devi fare una riunione ai tuoi figli, e farle vedere le regole che si devono tenere quando sono a casa tua, e farli capire che devono collaborare.
              Altrimenti fai come la mia vicina di casa, “una persona bravissima” che ha anche lei tre figli…..
              Se uno non collabora fuori niente pagheta e niente uscite, a tal punto che vedrai che otterrai dei risultati.
              Ovviamente non li devi viziare, e che all’inizio sara difficile.
              Se poi ti dicono che se ne vogliono andare via da casa, tu rispondi cosi, scegli il ponte dove vuoi andare, e io verro a trovarti, vedrai che all’inizio saranno sorpresi, ma poi penseranno che fai sul serio e capiranno.
              Non se ne vanno tranquilla.
              Anche quando non fanno le cose, lasciale cosi come sono, anzi mettigliele in camera, e vedrai che capiranno che forse ce un qualcosa che non va.
              E sopratutto le devi spiegare che tu non sei la loro schiava personale, e devi farli capire che avete delle difficolta ad arrivare a fine mese, e che se a volte dici di no, non e perche li vuoi dire no, ma e perche devi mantenere la casa ecc……

              Spero di essere stato diretto, a presto :-) :-) :-) :-)

              #15817
              Volontario
              Moderatore

                Quanta saggezza Vadim, complimenti!!
                davvero :-)


                #15927
                Volontario
                Moderatore

                  Asia,gentile amica,

                  crescere i figli è un bell’impegno per tutti i genitori perchè sempre più i ragazzi sembra facciano attenzione alle cose che osservano o vedono svolgersi all’esterno della loro casa e della loro famiglia piuttosto che agli sforzi e agli impegni che ogni giorno coinvolgono i genitori nel loro lavoro, nella gestione della casa, nella cura che mettono nel seguire i figli e i loro bisogni.
                  Dunque sembra che i tuoi ragazzi vivano lontano e forse non conoscono lo sforzo e la fatica quotidiana tua e di tuo marito nel gestire la vostra vita.
                  Tenendo in considerazione ciò penso che serenamente e semplicemente bisogna parlare con loro e comunicare quali confini e quali limiti devono essere usati in questo momento nella vostra famiglia, e che quindi è richiesta ed è necessaria la loro collaborazione ogni giorno nelle spese, nella rinuncia ad alcuni desideri, nell’aiuto domestico neccessario.
                  Così va precisata cosa e quale partecipazione viene a loro richiesta nel gestire insieme la casa, il tempo, il denaro, gli affetti,ecc…. . Credo che mettendo al corrente i figli delle neccessità della famiglia gli stessi sappiano rispondere nel giusto verso in funzione
                  della loro età.

                  Saluti


                  #15954
                  Anonimo

                    Ma la signora non risponde piu????
                    Voi volontari che la avete accolta, e che avete letto tutti i post a differenza mia che ne ho saltati alcuni, sa dirmi se ha voluto scrivere solo per i primi giorni e basta, o e sparita cosi?

                    #15961
                    Volontario
                    Moderatore

                      Ciao Vadim, Asia ci ha scritto una volta sola. Capita, se vuole sa che ci siamo….
                      Ciao :-) :-)


                      #17560
                      Anna.14.
                      Partecipante

                        Scusate l’estremo ritardo, ma sono nuova ;) comunque… Ho 14 anni e volevo dire a questa mamma che purtroppo é un periodo normale e inevitabilé della nostra vita, e forse dovrebbe stavcare la spina per mezz’ora e dedicarsi un pó di tempo per pensare… E pensare non vuol dire: ho chiuso il gas? Cosa stará facendo mio figlio? E l’altro? Saranno a scuola? Fumano? Hanno amici che fanno uso di droghe? Hanno avuto esperienze sessuali non protette? Etc etc… No! Pensare in questo caso sará: cosa ho fatto fin ora? Cosa faró? E per abbreviare la carrellata di pensieri che queste domande ti faranno venire in mente ti chiariró delle cose:
                        1-noi adolescenti ci sentiamo invincibili, inossidabili, perennemente protetti da ogni male… Alla fine sappiamo che non é cosí, ma dobbiamo affermarci anche sui nostri genitori. Ed é per questo che rispondiamo male, vi ignoriamo, continuiamo a non ascoltarvi etc etc…
                        2-dare punizioni é inutile. Formano rabbia e ribellione, e nella nostra testa avremmo comunque ragione.
                        3-il nostro pensiero é che alla vostra generazione sia stata negata l’adolescenza, e quindi vi “vendichiate su di noi”…
                        Si risolverá col tempo… Tranquilla…

                      Stai visualizzando 10 post - dal 1 a 10 (di 10 totali)
                      • Devi essere connesso per rispondere a questo topic.
                      Scrivici su WhatsApp
                      Scan the code
                      Ciao!
                      Ti ricordiamo che il servizio è attivo il martedì e il giovedì dalle ore 14:00 alle 17:00.
                      Come possiamo aiutarti?