Me

  • Questo topic ha 10 risposte, 4 partecipanti ed è stato aggiornato l'ultima volta 10 anni, 9 mesi fa da Silvietta.
Stai visualizzando 11 post - dal 1 a 11 (di 11 totali)
  • Autore
    Post
  • #4968
    confusa96
    Partecipante

    Eccomi. Una 15enne. Beh per presentarmi potrei dire che non ho grossi problemi: ho due genitori che mi amano molto, un migliore amico ecc. Mi ritengo una ragazza intelligente, diplomatica e solare, ma ci sono alcuni momenti bui nei quali mi sento molto sola, credo che nessuno al mondo possa capirmi e non mi confido coi miei genitori. Mi sento senza amici. Il mio migliore amico, in questo messaggio lo chiameremo Luca, è anche lui particolare. Infatti è gay e io sono l’unica persona al mondo che lo sa. Con lui posso confidarmi, ma è molto critico. Poi avevo un’altra migliore amica, che però mi ha delusa e quindi ormai la ritengo una delle tante.
    I miei principali problemi sono stati causati da 3 fattori principali, 3 fatti avvenuti tutti nello stesso periodo, tra febbraio e marzo: ho avuto 2 fratellastri, una grande delusione d’amore e sono stata operata per un tumore al cervello.
    Ma andiamo per ordine.
    Verso settembre dello scorso anno ho saputo che quella strega della moglie di mio padre era incinta di 2 creaturine e ci sono rimasta malissimo perchè, abituata ad essere la principessa incontrastata di mio padre ho temuto di poterlo perdere. Questo particolare dispiacere ha accentuato dei sintomi che avevo già prima. Mi è stato diagnosticato un tumore al cervello e sono stata operata lo scorso marzo. L’operazione a dire il vero è stata la cosa che mi ha sconvolta di meno e l’ho vissuta abbastanza bene. Non ho pianto nemmeno una volta e non ho avuto paura.
    Torniamo un po’ indietro: dall’inizio dell’anno scolastico ero innamorata di un ragazzo che era un mio caro amico, chiamiamolo Andrea. Pensavo che fosse la persona più intelligente, più saggia, più bella, dolce ecc. del mondo e anche lui mi mandava dei segnali che mi facevano capire che gli piacevo. Io, Andrea e Luca eravamo un trio fantastico. Uscivamo insieme ogni pomeriggio ed eravamo inseparabili. Quando sono tornata nella mia città dopo essere stata operata ho saputo che loro due avevano litigato, non ho mai saputo il perchè, e non si parlavano più. Mi trovavo in una situazione difficile, perchè amavo l’uno ed ero molto amica dell’altro. Dopo qualche mese Andrea ha cominciato ad essere molto freddo con me e non è più tornato lo stesso. In seguito ha trovato la sua anima gemella, ha cambiato classe e adesso ci sentiamo molto raramente. Naturalmente io ho vissuto molto male questa delusione, che mi ha cambiata profondamente.
    E’ da quel momento che ho cominciato ad avere queste crisi, in cui mi chiudo in me stessa e vorrei che qualcuno si sforzasse di capirmi, ma nessuno lo fa. Mia madre è la migliore. E’ dolcissima e cerca di consolarmi. Lei mi capisce. Ma questo non mi sta bene. Insomma, ho bisogno di avere amici veri, non posso contare sempre e solo su di lei.
    Ieri si è verificato un fatto che a molti può apparire superficiale, ma che mi ha ferita profondamente. C’è da premettere che io non credo assolutamente nella Chiesa Cattolica e ho molti dubbi su Dio.
    Come dicevo, ieri nell’ora di religione di parlava dell’esistenza di Dio ed io ho esposto i miei dubbi. Molti mi hanno aggredita accusandomi di non credere in Cristo e di essere una persona superficiale e materialista.
    La cosa mi ha ferita soprattutto perchè queste accuse provenivano da persone che credevo amiche.
    Sono tornata a casa piangendo, ma mio padre è venuto a consolarmi, a dirmi che me ne devo fregare e che non me la devo prendere troppo.
    Oggi sono stata molto silenziosa a scuola e molti lo hanno notato. Luca mi ha accusata di essermi comportata molto male perchè non l’ho potuto aiutare nel compito di chimica. Questo mi ha atterrita ancora di più e mi ha portata a chiedermi Ma sarà un vero amico, se non mi sta vicino nel momento del bisogno?
    Eccomi. Questa sono io e questa è la mia storia. In questo momento mi sento una persona debole che fa finta di essere forte.

    #14405
    Volontario
    Moderatore

    Cara confusa, benevenuta sul nostro forum prima di tutto!

    Ci hai esposto molto chiaramente la tua storia e ciò che più ti angoscia. Sembra però che la cosa che, a occhio esterno, sembra più importante e grave, ossia il tumore al cervello, sia quelle che ti ha turbata meno e tutto sommato non ti ha segnato…ce ne vuoi parlare un po’ di più? Ora la situazione com’è? La malattia è stata sconfitta?

    Passiamo al secondo punto: i tuoi nuovi fratellini! Sono già nati? Da quello che ci scrivi pare chiaro che non hai un bel rapporto con la nuova moglie o compagnia di tuo padre…può capitare purtroppo, ma come mai ti sta così antipatica? Sembra invece che con tuo padre il rapporto sia bello e forse potresti dirgli che provi un po’ di gelosia? paura? ansia? per l’arrivo dei tuoi nuovi fratelli. Potrete discuterne insieme e sicuramente capirà e reagirà di co nseguenza (a proposito, gli hai mai detto che non ti piace molto la sua nuova compagna?)

    Terzo punto che direi possiamo condensare in amicizia e amore…perchè non provi ad indagare sul come mai Andrea e Luca hanno litigato? Forse Andrea si è sentito non capito perchè tu continuavi a frequentare Luca…non che non dovessi, ma forse c’è qualcosa che non sai che vale la pena di esplorare. Come ci dicevi, Andrea ti piaceva tantissimo, ok ora è fidanzato, ha cambiato classe ecc, ma non lasciare che la bella relazione che avevate si sgretoli così, senza nemmeno un vero motivo!! Prendi in mano la situazione e per esempio chiedigli di uscire, così parlerete un po’, vi spiegherete o cmq ritroverete quei momenti di vera amicizia che avevate. E poi chissà non si sa mai!!

    Quanto alla tua ex migliore amica, come mai ti ha deluso? E Luca dov’era quando avete fatto quella discussione sulla religione? Ad ogni modo io non me la prenderei per questa cosa, la religione, così come la politica è un tema talmente caldo che può separare anche i migliori amici se non coppie o famiglie! Poi però passata la discussione, tutto come prima :-)

    a presto cara e tanti sorrisi!! :-) :-) :-)


    #14406
    confusa96
    Partecipante

    Grazie per il conforto. In questo periodo ho tanto bisogno di parlare con una persona esterna alla mia vita.
    Per rispondere alle domande… La malattia è stata sconfitta. Ormai è solo un ricordo che sembra anche lontano e a dire il vero non ci penso molto perchè sono sanissima ed è come se tutto questo non fosse mai accaduto.
    I miei fratellini sono nati e ormai non provo più molta gelosia nei loro confronti, anzi mi piacerebbe vederli, cosa impossibile. Dalla loro nascita (febbraio) li ho visti soltanto una volta e di sfuggita perchè la loro madre mi odia e mi impedisce di vederli. Non è lei che mi fa antipatia, è l’esatto contrario. Infatti lei è sempre stata gelosa di me perchè sapeva che mio padre amava più me che lei. Mio padre sa questa di questa ostilità. All’inizio cercava di fare da mediante e voleva che diventassimo amiche ma quando entrambi abbiamo capito che la cosa non era fattibile io stessa l’ho pregato di non forzare questo rapporto: preferisco starle lontana vista la sua paranoia.
    Per quanto riguarda Andrea… siamo usciti un paio di volte da buoni amici, e io ho cercato di avvicinarmi a lui. Il problema è che lui è cambiato… Il rapporto che c’era tra noi era troppo speciale e credo che se tornassimo a frequentarci comunque non sarebbe più lo stesso.
    Oggi a scuola sono scoppiata a piangere senza un motivo preciso e mi sono buttata tra le braccia di Luca che ha cercato di consolarmi. Non capisco cosa mi succede… Mi sento molto triste ma nemmeno io ne conosco il motivo preciso. Credo che quello che sia successo nell’ora di religione sia stata soltanto la goccia che ha fatto traboccare il vaso e penso di aver covato questa cosa già da prima. Non mi va di parlare con mio padre, che cerca invece sempre di aiutarmi e di darmi molti consigli. Ma io non voglio mettermi a piangere davanti a lui e mostrargli il mio lato più fragile, perchè un po’ mi imbarazza, anche se lui è il mio papà e la cosa non dovrebbe essere un problema. Piano piano mi sto chiudendo nel mio guscio di tartaruga senza uscirne… Potrebbe essere questa sofferenza e questa vulnerabilità instabile causata dallo stress?
    Cari saluti :-)

    #14407
    confusa96
    Partecipante

    Lo so, lo so… Di fronte a tanti altri ragazzi della mia età i miei problemi sono minuscoli. Qualcuno potrebbe anche pensare che io sia un’egoista e menefreghista, ma non è così… Se sto scrivendo in questo forum è perchè sento la necessità di aprirmi e sfogarmi con qualcuno.

    #14408
    Volontario
    Moderatore

    Cara confusa96, come abbiamo scritto altre volte, nessuno che abbia capito lo spirito e i motivi del nostro forum può pensare che i tuoi problemi siano minimi o, peggio ancora, darti della menefreghista ed egoista: nessun problema è minimo per chi lo vive e per il resto, sono tutti giudizi e, in quanto tali, la regola è che sono banditi dal forum!!

    Hai ragione quando dici che vorresti che qualcuno ti capisse, ma non può succedere se resti chiusa in te stessa a rimuginare ;-)

    Hai la fortuna di avere un bel rapporto con il tuo papà, ma anche con la mamma, che definisci dolcissima e la migliore, approfittane e non temere di aprirti, anche se ti può succedere di scoppiare a piangere con il papà, non ti giudicherà e in virtù del bene che ti vuole, capirà lo sfogo! Manifestagli anche il desiderio di vedere i tuoi fratellini e cercate insieme, direi con complicità, il modo: sono anche figli suoi, non solo della compagna [^]

    Quanto alle amicizie, per alcuni aspetti ha ragione tuo padre quando dice di imparare a fregartente: non tutto quello che di negativo ci accade (o che magari negativo non è ma sembra a noi) è degno di essere preso in considerazione e proprio tu, carissima, che hai toccato con mano la malattia, sicuramente hai fatto tesoro di cosa può essere davvero oggetto delle nostre preoccupazioni e cosa no o meno.

    Ok, il rapporto con Andrea era troppo speciale, ti capisco se non vuoi riallacciare i contatti, ma magari è solo perchè la ferita è ancora aperta…..più avanti nulla vieta che possiate restare amici, anche per capire perchè ha litigato con Luca. Hai l’amicizia di entrambi su fb??

    Hai altri amici al di fuori della classe o della scuola? E quanto a hobby, come sei messa??

    :-) :-) :-)


    #14409
    confusa96
    Partecipante

    Sia Luca che Andrea sono miei amici su facebook anzi li ho aggiunti anche come fratelli.
    Fuori dalla scuola ho alcuni amici, ma niente di che… Frequento più che altro l’amica di cui parlavo prima, anche se non mi fido molto di lei perchè a volte quando le racconto i miei progetti, i miei sogni e a volte le mie debolezze lei mi prende in giro, mi ferisce e cerca di sentirsi superiore a me, perciò ho smesso di confidarmi con lei.
    In quanto a hobby mi piace tantissimo leggere e mi piace disegnare, anche se non sono proprio un’artista, e a breve credo che mi iscriverò in palestra per fare un po’ di ginnastica.
    Passo la maggior parte del pomeriggio a studiare, visto che frequento il liceo classico e i compiti non sono pochi. In ambito scolastico non ho problemi, anzi… Sono abbastanza brava anche se il programma è pesante.

    #14410
    Volontario
    Moderatore

    Bene, direi che sono tutte buone notizie.
    Se Luca e Andrea sono tuoi fratelli, li puoi seguire e intervenire quando ritieni opportuno (soprattutto Andrea, se verrà il momento di riallacciare i rapporti).

    In palestra puoi conoscere altre persone e poi fa senz’altro bene scaricare un po’ di tensione!

    Se a scuola vai bene e ti avanza tempo libero e se c’è la possibilità dove abiti, potresti iscriverti a qualche corso di pittura, anche questa è un’opportunità per scaricare tensione e condividere un gran bell’interesse!!

    :-) :-) :-)


    #14411
    confusa96
    Partecipante

    Grazie dei consigli… In questo periodo ho tanto bisogno di esprimermi e sfogarmi e mi avete aiutata. Il mio problema di fondo sono queste crisi di depressione che mi vengono qualche volta e devo capire perchè questo accade. Comunque vi ringrazio ancora… :-)

    #14412
    Anonimo

    Ciao confusa, benvenuta anche da parte mia

    Il sorriso e la vita, la forza di andare avanti.

    #14413
    Volontario
    Moderatore
    Quote:
    Piano piano mi sto chiudendo nel mio guscio di tartaruga senza uscirne… Potrebbe essere questa sofferenza e questa vulnerabilità instabile causata dallo stress?

    Se le tue energie sono dirottate a coprire la tua sofferenza e a chiuderti certamente crei una situazione di stress.
    E’ come chiudere in una scatola un gas… quando poi è troppo esplode.
    Non rinunciare a esprimere i tuoi sentimenti, tuo padre, i tuoi amici magari non saranno felici in un primo momento… ma le relazioni importanti appoggiano sulla sincerità e la condivisioni dei propri sentimenti.
    Cosa vorresti davvero dire a loro? invece di tenerti dentro?


    #14414
    Silvietta
    Partecipante

    Scusate se mi intrometto, ma volevo darti anch’io il benvenuto e dirti che secondo me non devi assolutamente pensare che i tuoi problemi siano minimi. Sono assolutamente d’accordo con quello che hanno detto vadim e il volontario, ma vorrei farti una domanda: come vede tuo papà questa ostilità da parte della tua matrigna? Anche se ha smesso di fare da mediatore, di sicuro, se ha un rapporto tanto buono con te, non dovrà vedere tanto bene la cosa, visto che la sua compagna ti impedisce di vedere quelli che alla fine, sono i tuoi fratelli; vivi con tua mamma o con tuo papà? Come si comporta la tua matrigna? Non ti parla, ti tratta male? Scusa per le tante domande, volevo solo cercare di capire qualcosa in più su di te!
    A presto
    Silvia :D

Stai visualizzando 11 post - dal 1 a 11 (di 11 totali)
  • Devi essere connesso per rispondere a questo topic.
Scrivici su WhatsApp
Scan the code
Ciao!
Ti ricordiamo che il servizio è attivo il martedì e il giovedì dalle ore 14:00 alle 17:00.
Come possiamo aiutarti?