MI PRESENTO!

  • Questo topic ha 153 risposte, 8 partecipanti ed è stato aggiornato l'ultima volta 11 anni, 2 mesi fa da Piccola donna.
Stai visualizzando 4 post - dal 151 a 154 (di 154 totali)
  • Autore
    Post
  • #11660
    Volontario
    Moderatore

    Cara Piccola Donna,andiamo con ordine.

    vorrei che mi aiutaste ad analizzare il rapporto che ho con mio papà

    Come lo consideri? Che è poco presente in casa ce l’hai già detto, ma la sua assenza ti fa male oppure ti rende indifferente? Ti è capitato spesso di maledire il fatto che non ci fosse proprio in quel momento? Lo temi o lo temevi quando avevi un po’ di anni in meno? Se c’è o c’era qualcosa da chiedere, preferisci o preferivi chiederlo al papà o alla mamma? Iniziamo da qui e poi approfondiremo insieme.

    Rispetto all’ultimo post, vorrei dirvi che ho seguito alcuni consigli vostri e le cose sono leggermente migliorate. Però sono io che non cambio.

    Se le cose sono migliorate, seppur leggermente, non può che voler dire che sei cambiata anche tu, magari leggermente non trovi? ;-) [^] Io non credo molto al caso, al destino e simili, credo che gran parte di quello che ci succede (naturalmente con le dovute eccezioni) sia frutto del nostro agire. L’affermazione che hai fatto potrebbe forse essere significativa di un altro aspetto: non è che non hai stima di te stessa, è che non la sai vedere. Che ne pensi?

    Vedete? La mia autostima dipende ANCHE da un sms. Sono fragile in realtà. Faccio la dura ma ho poca stima di me stessa. Anche se sto cercando di fregarmene di meno di quello che pensano gli altri

    L’ esempio che riporti non mi sembra che sia pertinente: quando si tratta di sentimenti, di emozioni, è sempre molto complicato avere il controllo della situazione, ma questo non vuol certo dire essere forti o fragili, direi … semplicemente umani. Sei d’accordo?

    A volte penso di non ringraziarvi mai abbastanza per tutto ciò che fate per me… Perciò anche se non sono tanto brava nel farre questo ve lo dico dal profondo. GRAZIE. MI AVETE AIUTATA MOLTISSIMO. Quasi quasi vi voglio bene….. :-)

    E’ una frase che ci riempie di gioia immensa perchè vorremmo che ogni nostro intervento (telefonico o sul Forum che sia) portasse proprio a questo; non sempre ce lo sentiamo dire apertamente come hai fatto tu, ma siamo già felicissimissimi :-D :-D quando possiamo anche solo percepirlo dalle vostre risposte

    Un Sorriso :-D


    #11661
    Piccola donna
    Partecipante

    Ok, da quello che ci hai scritto vengono fuori alcuni aspetti senz’altro importanti:
    – intanto che fra i tuoi genitori c’è intesa, si amano e sono simpaticamente complici, cosa della quale non puoi che essere felice ;-) :-);
    – poi che vuoi bene a entrambi, come dici apertamente, e ti spiace farli soffrire, il che è naturale nei confronti di chi amiamo;
    – sembri stimare solo tua madre, mentre la mancanza di cultura di tuo padre te lo fa automaticamente porre un gradino più sotto. Quando parli di questo sei molto severa nel giudizio che esprimi su tuo papà. Magari se ha fatto solo la terza media è perchè non si trovava nella possibilità di proseguire gli studi per motivi vari. Aggiungerei che la cosiddetta cultura molto spesso, anzi ultimamente sempre di più, è solo deludente aria fritta rispetto ad altri aspetti della vita, altrettanto se non di più, importanti. Per esempio la sensibilità che, come nell’esempio che ci hai riferito, tuo padre ha dimostrato di più rispetto a tua madre.

    Con queste premesse, mi pare che tu sia alla ricerca di un rapporto più profondo con tuo papà, che non sia superficiale come sembra essere stato finora. Vorresti sotto sotto conoscerlo meglio e ti piacerebbe che lui imparasse a conoscere meglio te. Mi sbaglio?
    Se mi sbaglio, approfondiamo ancora, ma se invece, riflettendoci sopra, provi dentro di te questa voglia, non c’è che un modo: parlagli apertamente, diglielo. [^] Quando vorresti che fosse a casa un po’ di più, diglielo, invece di pensarlo solamente (E io ogni volta penso: “beh, se fossi a casa un po’ di più….”) . Il fatto di non temerlo dovrebbe esserti di aiuto ad aprirti con lui, dicendogli ciò che pensi e provi, senza pregiudizi o giudizi.

    Che ne pensi [?][?]

    Questa volta lungo il filo faccio correre anche un abbraccio, oltre a un Sorriso !!!

    #11662
    Volontario
    Moderatore

    Questa volta lungo il filo faccio correre anche un abbraccio, oltre a un Sorriso !!!

    Forse è perchè il filo del telefono regge solo i sorrisi e non anche gli abbracci, che questo post è uscito con l’autore sbagliato !!!

    Scusa Piccola Donna.

    A presto!


    #11663
    Piccola donna
    Partecipante

    No, non credo di volerlo conoscere di più. O forse non lo so. So che mi da tanto fastidio quando lui si comporta come un bambino, fa quegli scherzi idioti… Boh, è strano…. Sapete che io divento matta quando i miei genitori (soprattutto mia mamma) mi toccano? Magari anche finchè siamo sul divano a guardare la tv e si appoggiano alle mie gambe o cose del genere…. Divento pazza. Sento una cattiveria e una rabbia crescernmi dentro che non vi immaginate. Tra l’altro parlando della situazione di un bambino che seguo io, lo psicologo ha detto testuali parole…. probabilmente X ha una forte repulsione nei confronti dei suoi genitori…. penso che se sua madre o suo padre si avvicinano lui si allontani e non voglia essere toccato…. Unica differenza: i suoi sono tossicodipendenti e lui è cresciuto per 8 anni a casa poi in varie comunità….. Io non ho questi problemi……
    So che mi sento una merda a parlarvi così dei miei… Perchè mi sento sempre in colpa?

    Prima mentre ero in autobus mi è venuto in mente l’episodio di quest’estate quando volevo andare al lago con la mia amica vi ricordate? Non riuscivo a togliermelo dalla testa, non riuscivo a non pensarci avevo quell’immagine davanti e quella rabbia che ho provato è rinata in me.

    E appena sono tornata a casa cos’è successo? Che mia mamma mi ha chiesto se domani vado a raccogliere ciliegie.
    Non poteva chiedermelo in un momento peggiore. Le ho detto che non ne ho tanta voglia e lei mi ha risposto che “i soldi guadagnati vengono spesi per tutti dunque devo andarci anche io”. MA CHE PALLE. Non voglio. Apparte che sono due settimane che lavoro 10 ore al giorno, parto alle 7 e mezza da casa e ritorno alle 20. Non che mi dispiaccia, certo al mattino maledico il fatto che devo alzarmi, ma poi durante il giorno mi accorgo che ne vale la pena.

    Ho sempre odiato raccogliere le ciliegie. Vorrei dare fuoco a tutti i campi. Ogni estate spero sempre che per tutto giugno grandini e il raccolto si rovini. Provo odio per tutto questo. E domani mi tocca andare. Mi tocca e piuttosto mi rinchiuderei in un canile. (Non so se ve l’ho mai detto ma io ho il terrore dei cani!)

    Perché? Ditemi solo perché. Ho deciso che d’ora in poi metterò in un libretto tutti i soldi del mio stipendio, per comprare la macchina. Sto pensando anche di non fare le vacanze. O di farle da sola. Vado al mare una settimana da sola. E non è vero che è da s****ti ho letto tante cose su internet, e tutte bene o male dicevano che è un esperienza utilissima se senti di aver bisogno di stare da sola.

    Ah si, vi ricordate il mio collega? Ho fatto una settimana a flirtare un po’, ma a quanto ho capito non gliene frega un benemerito cavolo di me. E al momento non mi interessa più di tanto. Perché devo essere io a stare male per uno che se ne frega e che vuole solo portarmi a letto? Ce ne sono di meglio…..
    Per ora il mio io è forte e in equilibrio…. vediamo la settimana prossima! :-)

    Qualcuno di voi ha letto il libro intitolato “Vietato ai minori” scritto da “Veronica Q.”? >Io l’ho comprato due settimane fa l’avrò letto 15 volte….. non è questo gran romanzo, parla di una ragazza dei tempi nostri dell’alta borghesia che diventa una prostituta per noia e solitudine…
    Contiene delle frasi che a volte rispecchiano i miei pensieri…. fatemi sapere….

Stai visualizzando 4 post - dal 151 a 154 (di 154 totali)
  • Devi essere connesso per rispondere a questo topic.
Scrivici su WhatsApp
Scan the code
Ciao!
Ti ricordiamo che il servizio è attivo il martedì e il giovedì dalle ore 14:00 alle 17:00.
Come possiamo aiutarti?