• Questo topic ha 106 risposte, 9 partecipanti ed è stato aggiornato l'ultima volta 11 anni, 4 mesi fa da Anonimo.
Stai visualizzando 15 post - dal 16 a 30 (di 107 totali)
  • Autore
    Post
  • #17093
    Volontario
    Moderatore

      Ciao Elmander! :-)
      Hai avuto infezioni agli occhi? Sei particolarmente a rischio, rispetto chiunque altro?
      Se non puoi cimentarti nel calcio, non c’è nessun’altro sport che ti piacerebbe fare, compatibilmente con la tua salute? Sarebbe un modo per uscire di casa e stare con altre persone.E ti fornirebbe anche qualche argomento in più a scuola. Anche la tua mancanza di stima per la tua fisicità migliorerebbe parecchio ;)
      Al giorno d’oggi si rivolgono all’estetista sia femmine che maschi. Non ti va di fissare un appuntamento con una comoda per te, per avere qualche suggerimento pratico? Non credere che tutti i ragazzi e le ragazze con cui ti paragoni siano così perfetti, molti dedicano tempo e attenzione al proprio aspetto. Non ti va di provare almeno a sentire un altro parere?
      Sorrisi :-) :-)


      #17094
      Elmander25
      Partecipante

        Diciamo che io ho sempre diffidato un po da queste cose dell’ estetista,perchè secondo me ci sono cose piu importanti dell’aspetto fisico,non è raro trovare qualche ragazzo brutto come me che però ha amici…Io credo che ci stiamo allontanando dal problema principale,ovvero quello che il mio rapporto con la classe sia oramai irrecuperabile,poichè dopo tre anni che non ho mai ricevuto inviti ne rapporti,è alquanto stupido pensare che io possa averne ora.Questo è il mio problema,sono legato ad un vincolo senza via di fuga,io non voglio starci in questa classe,li odio tutti,colpa anche loro se passo il sabato sera a casa cosi come tutti gli altri giorni della settimana,ma cosa posso fare allora?Cambiare classe? Non se ne parla proprio,non sarei capace di stare con gente che gia ha fatto gruppo,starei nella stessa identica situazione se non peggio…Non riesco a trovare una soluzione,per questo mi sono rivolto a voi

        #17108
        Volontario
        Moderatore

          Ciao Elmander! :-)
          Ricapitolando la questione ci hai detto:
          – che con i tuoi compagni non hai rapporti. perchè li odi, perchè sono fighi, perchè all’inizio li hai rifiutati, perchè ora ti deridono e ti escludono
          – ti definisci sfigato perchè non hai amici, perchè ti trovi irrimediabilmente brutto, perchè pensi che non puoi fare nulla per modificare la situazione che ti genera sofferenza, perchè ritieni di non avere la possibilità di dedicarti al calcio per motivi di salute, che tutti badano solo all’esteriorità che è l’unico mezzo per essere accettati.
          – ci dici che la sofferenza continua ti impedisce di concentrarti nello studio e per questo non ottieni risultati brillanti.
          Noi siamo un’associazione di ascolto. Cerchiamo di trovare insieme a voi degli spunti di riflessione o delle possibili soluzioni. Non abbiamo ricette che possano soddisfare tutti i bisogni. Lo strumento che utilizziamo è il dialogo. Nel profilo hai dichiarato una data di nascita forse errata, se attraverso il tuo profilo la modifichi possiamo conoscerti meglio.
          Rivedendo le conversazioni appare evidente che a molte domande non hai risposto,( forse preso dal tuo racconto) e questo impedisce l’avanzare della conversazione stessa.
          Come possiamo aiutarti?
          Noi pensiamo che tu, come ci dici, sia in una situazione di sofferenza, ma è necessario che tu ti ponga in una posizione di maggiore disponibilità e di volontà a voler risolvere i tuoi problemi.
          Cosa vorresti che ti dicessimo?
          Come possiamo aiutarti?
          Cosa ci stai chiedendo?
          Quando tutto non va bene, da qualche parte bisogna iniziare.
          Da che parte vuoi iniziare?
          Sorrisi :-) :-)


          #17116
          Elmander25
          Partecipante

            Scusamtemi,è morto mio nonno stanotte ed oggi e domani non starò in città,andrò al funerale fuori regione…Vi dispiace se rimandiamo la discussione piu a Domenica? :( :( :(

            Comunque ho sedici anni,la data l’ho sparata cosi

            #17117
            Elmander25
            Partecipante

              Scusatemi,visto che oggi e domani non ci sarò,possiamo continuare il dialogo domenica?

              grazie mille

              #17110
              lillian182
              Partecipante
                wrote:
                Apprezzo i consigli ricevuti,ma purtroppo non sono soluzioni,perchè per quanto riguarda la festa…Mi riderebbero in faccia,non esiste proprio…Poi non posso coltivare la mia passione calcistica perche ho problemi respiratori…

                Per quanto riguarda il fatto che odiavo cio che sono diventato,e che quando ero alle medie e vedevo mio fratello piu grande di me (ora frequenta l’università) con tanti amici,che usciva sempre aveva tanti amici e tante amiche,io sognavo di diventare come lui alle superiori,e non come uno ‘sfigato’...Purtroppo sono diventato quello,si vede che non ero all’altezza e che non meritassi di stare con gente superiore,e questo mi fa malissimo a tre anni di distanza dall inizio della scuola.

                Sto nel punto della mia vita fin ora piu brutto…

                sinceramente, come ti dicevo, so come ti senti… e non ho la ricetta per uscire da questa situazione! magari l’avessi! :dry:

                mi sento solo di dirti un paio di cose che a me hanno aiutato a vedere il bicchiere non proprio tutto vuoto…

                innanzitutto non fare paragoni con gli altri, soprattutto con i fratelli/sorelle… anche io ho 2 sorelle, e entrambe sono piene di amici, ma non per questo sono felici, serene, e senza problemi… ognuno ha le sue difficoltà, i suoi problemi e le sue fatiche… qualcuno ne ha di più, qualcuno meno, qualcuno in questa cosa, qualcuno in altre… ma non ti credere che chi ha 1000 amici stia meglio di te e di me!
                questo non lo dico per consolare/consolarmi, ma lo dico perchè osservo e ascolto chi mi sta intorno… e la realtà che ho visto e sentito è questa… il mondo dell’amicizia è un mondo complicato!

                seconda cosa… la tua vita non può ruotare intorno al tuo problema… so che è un grosso problema, perchè anche io l’ho vissuto e lo sto vivendo in prima persona… ma la tua vita non si può “ridurre” al tuo problema…non è solo quello…
                se continui a pensare che non hai amici, che 6 brutto, che nessuno vorrà mai stare con te, non cambierà mai nulla!! e ogni tua azione dev’essere fine a se stessa… non so se si capisce…
                esempio: non puoi dire “mi taglio i capelli” oppure “mi vesto firmato” oppure “mi comporto in un certo modo” così almeno tizio e caio mi noteranno, e poi diventerò loro amico e non sarò più da solo…. fidati, se ragioni in questa maniera, non otterrai mai niente… come non otterrai mai niente se continui ogni secondo della tua giornata a pensare che non ci sia soluzione… gli altri lo percepiscono questo modo di pensare, non so come, ma lo percepiscono!
                (questo non vuol dire che io pensi che ci sia una soluzione… purtroppo finora non l’ho trovata, quindi non ti so dire se c’è… un po’ ci spero, spero che la ruota giri, ma non mi illudo più di tanto… più che altro mi sto muovendo per fare più mia questa condizione – la consapevolezza è fondamentale, secondo me – in cui mi trovo, e cercare di prendere il lato “positivo” della cosa, come dicevo nell’altro post… è inutile combattere una cosa che fa parte di te e della tua vita… non è una cosa che si può scacciare via, per quanto lo desideri… prima capisci che la solitudine fa parte di te, e credo di ogni uomo almeno una volta nella vita, e prima riuscirai a trovare un tuo equilibrio, e a capire tante tante cose… sto filosofeggiando, ma spero si capisca…)

                credo che per tutto ciò che ci succede ci sia una ragione, anche se non la capiamo subito…
                forse questa nostra situazione che ci accomuna potrebbe essere una opportunità per confrontarci con noi stessi e i nostri limiti…
                io lo sto facendo con l’università… mi pongo un obiettivo, e poi cerco di raggiungerlo… l’anno scorso ce l’ho fatta, vedremo quest’anno…
                oppure, come dicevo nell’altro post, per fare tante cose che non abbiamo mai avuto l’occasione di fare…
                oppure un’occasione per pensare un po’ di più a noi stessi, per migliorarci, per cambiare ciò che non ci piace di noi (ma se lo fai, fallo per te stesso, non per risolvere il tuo problema e trovare più amici!)
                qualche volta è vero che non tutto il male viene per nuocere…

                di solito non do consigli… ti ho scritto solo qualche pensiero derivante dalla mia esperienza… spero possa esserti utile…
                pensaci! :-)

                #17133
                Elmander25
                Partecipante

                  Bhe,per prima cosa vorrei che anche voi entraste nell’ ottica dell’ impossibilità di aggiustare le cose con la mia classe,perchè oramai è impossibile…Non si puo aggiustare un bel niente,ed onestamente è gente di cui neanche io vorrei la compagnia,non mi piacciono e non voglio starci piu di tanto a contatto…Sulla base di cio,vi chiedo che cosa posso fare,perchè non ne ho proprio idea…Sono talmente confuso…

                  lillian182,mi dispiace che anche tu sia stato/a nella mia situazione…Purtroppo è talmente complicato trovare una soluzione,io non ho proprio idea di come procedere,per questo mi affido un po a voi

                  #17134
                  Volontario
                  Moderatore

                    Ciao Elmander,
                    le cose impossibili nella vita sono altre. Nelle relazioni umane invece, molto è modificabile, e, anche se con difficoltà le cose si possono cambiare, ovviamente se si tratta di relazioni per cui vale la pena impegnarsi, altrimenti che senso avrebbe?
                    Al di là dei compagni di classe, che, alla fine ognuno ha quelli che gli capita di trovare e non necessariamente si deve diventare amici, al di là di questo, volevo chiederti se quello che studi ti piace.
                    Quali sono le tue materie preferite? Cosa ti piacerebbe fare “da grande”?
                    A scuola come anche al lavoro di solito ci si trova in un contesto di gruppo; gruppo che è fatto di persone, ognuna di queste persone ha una propria personalità particolare e non è detto che ci si debba trovare per forza bene con gli altri. E, anzi, a volte, come anche tu ci dimostri, non è così, sia a scuola che al lavoro.
                    Se ho capito bene, ciò che tu esprimi è un bisogno di amicizia. Bene, questo è un bisogno sano che tutti abbiamo e che cerchiamo di soddisfare impegnandoci per prima cosa ad essere noi stessi più “amichevoli”.
                    Prova a capire con chi esattamente delle persone che incontri vorresti diventare amico. E, una volta capito questo puoi provare ad aprirti e “conquistarti” piano piano la simpatia e l’amicizia di questa persona. Se fai un passo alla volta vedrai che le cose ti sembreranno meno difficili.
                    Ok?


                    #17135
                    lillian182
                    Partecipante
                      wrote:
                      Bhe,per prima cosa vorrei che anche voi entraste nell’ ottica dell’ impossibilità di aggiustare le cose con la mia classe,perchè oramai è impossibile…Non si puo aggiustare un bel niente,ed onestamente è gente di cui neanche io vorrei la compagnia,non mi piacciono e non voglio starci piu di tanto a contatto…Sulla base di cio,vi chiedo che cosa posso fare,perchè non ne ho proprio idea…Sono talmente confuso…

                      lillian182,mi dispiace che anche tu sia stato/a nella mia situazione…Purtroppo è talmente complicato trovare una soluzione,io non ho proprio idea di come procedere,per questo mi affido un po a voi

                      sono una ragazza :-)

                      mah, sinceramente a posteriori, io non mi sono pentita di aver perso ogni contatto con la maggior parte delle persone della mia ex classe… quando sono uscita da quella scuola, mi sono detta “mai più”! in realtà sono andata ad una pizzata di classe dopo le superiori, perchè pensavo che a distanza di un anno le persone fossero cambiate e maturate, ma non è stato così, quindi ho chiuso definitivamente con loro… hanno fatto altre pizzate, ma non sono andata (e credo che qualche volta non ci abbiano nemmeno invitato… ma la cosa non mi tocca)…
                      sono dell’idea che i compagni di classe non te lo scegli, quindi quelli che ti becchi ti devi tenere… purtroppo siamo stati sfortunati in questo! :S

                      per il resto, io credo che un buon punto di partenza sia cercare di capire perchè siamo finiti in questa situazione, e individuare “la nostra parte di colpa”, se così si può chiamare (esempio: cosa in noi non va quando ci relazioniamo con gli altri, nel nostro modo di porci, nei nostri pensieri, ecc.)… avere voglia di crescere, di cambiare e migliorarsi, e di fare un lavoro su se stessi è il secondo passo…
                      solo lì capisci che la tua vita va oltre quel problema lì, che tu NON SEI IL TUO PROBLEMA!!
                      io lo sto facendo, mi sto facendo aiutare da uno psicologo a fare questo lavoro su me stessa… non ho risolto il mio problema, e non so se mai lo risolverò, ma sto raggiungendo piano piano un equilibrio, un po’ di serenità…

                      ciao! :cheer:

                      #17137
                      Volontario
                      Moderatore

                        Grande Lillian, continua così! ;)


                        #17142
                        Elmander25
                        Partecipante

                          Cara lillian,purtroppo parli di una serenità che io non vedo neanche in lontananza…Non so come resisterò per altri tre anni in questa classe,davvero,non ne ho idea,ma non trovo un altra soluzione…Purtroppo,come hai detto tu,gli amici di classe non si scelgono,e quelli che prendi devi tenerti,ed è vero alla fin dei conti…

                          Per quanto riguarda lo studio,onestamente,a me piace poco studiare,lo faccio ma senza passione,anche se è presto per avere risultati ora…Da grande a me piacerebbe molto insegnare nelle scuole materie come storia o filosofia,quindi fare lettere e filosofia,ma so che è un sogno destinato a rimanere tale dato che,con tutte le difficoltà che trovo in un liceo,non oso immaginare quante potrei trovarne all’ università…I miei non hanno lavori che possono ereditarmi,e piu passa il tempo e piu la prospettiva di un futuro felice si restringe…

                          #17147
                          lillian182
                          Partecipante
                            wrote:
                            Grande Lillian, continua così! ;)

                            :-) io ce la metto tutta… poi lo so che i momenti no ci sono e ci saranno sempre, ma cerco cmq di guardare oltre, di guardare avanti!

                            caro Elmander, tu però qui fai un discorso diverso…

                            se posso darti un consiglio sincero, non fasciarti la testa prima di essertela rotta! nessuno sa già ora cosa gli riserva il futuro!!
                            tu per ora inizia a uscire da lì… se vuoi fare qualcosa a lettere e filosofia (come lettere moderne, filosofia, e simili) non è necessario nemmeno uscire con 100 alla maturità, perchè spesso sono facoltà ad accesso libero (non so da te, qui a Milano lo sono)…
                            hai ancora tempo cmq per capire la tua strada… e in ogni caso non c’è nulla di definitivo, fai sempre in tempo a cambiare direzione! io ne so qualcosa… :pinch:
                            per quanto riguarda l’università, ti posso dire, ma anche qualche volontario penso possa confermare, che è tutto diverso dalle superiori!!!!
                            per quanto riguarda gli amici, puoi stare con chi ti pare, e se uno ti sta antipatico, lo eviti senza problemi, non ti ci devi sedere vicino per forza!! in questo si è molto più liberi!
                            questo non vuol dire che sia tutto roseo… spesso si conoscono persone semplicemente opportuniste, che si fanno amiche solo per avere gli appunti, copiare nei compiti, ecc, o persone che vogliono la tua amicizia in modo leggero e superficiale (e fuori dall’università ognuno ha la sua vita!)… in ogni caso, se ti poni nel modo giusto, senza la pretesa di trovare “la persona giusta”, stai certo che conoscerai un sacco di gente!!!

                            se posso darti un altro consiglio sull’università, ma in generale vale per tutto… fai quello che ti piace!!! non pensare al lavoro futuro, perchè altrimenti rischi di scegliere una cosa che ti fa schifo, e non ti passa più!! il lavoro va molto a fortuna, quindi anche a stare lì a far tutti i calcoli, poi non è detto che quello che pensiamo succeda…
                            all’università si studia in modo diverso, rispetto alle superiori… certe materie non le vedrai mai più, e certe le approfondirai…
                            e se fai qualcosa che ti piace, la fai con passione, e fidati che i risultati si vedono!

                            spero di averti chiarito un pochino le idee su questo…

                            #17152
                            Elmander25
                            Partecipante

                              Il problema è che io fatico tantissimo al terzo liceo,veramente sono in difficoltà gia ora dopo una ventina di giorni di scuola,per la mia scarsa applicazione allo studio,sono superficiale e non ho voglia di farlo,non lo faccio con passione,e se ho difficoltà in un terzo liceo non voglio pensare all’ università come possa essere…Poi la mia condizione sociale in questo non mi è per niente d’aiuto,anzi,rende solo le cose piu difficili…

                              #17156
                              lillian182
                              Partecipante

                                caro Elmander, se questo può darti un barlume di speranza, ti posso assicurare che in 3 anni possono cambiare un sacco di cose… io ne sono la prova vivente…

                                la faccenda è che uno un po’ deve volere… è vero che non sempre basta la forza di volontà per fare qualcosa/ottenere qualcosa, ma è anche vero che se uno vuole qualcosa e ci mette tutto se stesso per ottenerla, ha molte più probabilità di farcela di chi parte pessimista e convinto che non ce la farà mai… su questo non puoi darmi torto, è così!!!
                                poi io sono la prima che non crede nelle proprie capacità, e ogni volta che tenta di fare qualcosa, la paura di fallire prende il sopravvento… ma poi le volte che riesco in qualcosa è una piacevole sorpresa! :silly:

                                quello che ti voglio dire è che la vita è TUA, e ciò che ti capita non è un fiume, una valanga di cose che ti scivola addosso e che tu non puoi arrestare nè controllare…

                                se davvero vuoi che qualcosa cambi nella tua vita, DEVI PRENDERLA IN MANO, devi agire, fare qualcosa perchè qualcosa cambi… ripeto, la VITA è TUA, tu sei agente attivo, anzi protagonista della tua vita, e non qualcosa di passivo…

                                ok, hai questo problema, ti senti solo, non stai bene in quella classe, e il rendimento scolastico ne risente… lo capisco anche fin troppo bene, per questo ti rispondo, perchè so benissimo cosa vuol dire, quindi mi spiace sentire che ci sono altre persone che provano ciò che provo io… credo cmq che il fatto già di chiedere aiuto qui sia un primo passo importante…

                                ma la domanda fondamentale è: tu cosa sei disposto a fare per cambiare le cose??

                                coraggio! :-)

                                #17163
                                Elmander25
                                Partecipante

                                  Il problema è che e tutto cosi complicato,io non so neanche che cosa devo fare per migliorare la mia situazione,non so davvero da dove iniziare…E’ che in classe sono tutti piu fighetti e che emarginano sempre quelli piu deboli,me compreso,ed io mi sento completamente escluso…Tre anni con loro ed inizio a pensare se sono tutti i ragazzi che sono cosi (e in tal caso sarei perso) o se sono stato totalmente sfortunato in quella classe,che non fa assolutamente per me…io non ho amici neanche fuori scuola,quindi non riesco a fare paragoni…per esempio a scuola i professori mi hanno messo al primo banco vicino ad una persona che non sopporto,davanti ad altre due persone che non sopporto,e in pratica passo le 5 ore nella tristezza e nella solitudine…

                                  vengo da altre 5 ore infernali,inizio a pensare al futuro,ai miei 18 anni che passerò da solo in casa,ai viaggi scolastici che probabilmente non parteciperò,e sto male,malissimo…

                                  io non so cosa sono disposto a fare per migliorare le cose,sono totalmente confuso,non so neanche se lo voglio,mi sto quasi rassegnando ad una vita di tristezza scolastica (ma anche fuori,non è che ho un buon rapporto coi miei genitori,specialmente con mio padre) e di delusioni.

                                Stai visualizzando 15 post - dal 16 a 30 (di 107 totali)
                                • Devi essere connesso per rispondere a questo topic.
                                Scrivici su WhatsApp
                                Scan the code
                                Ciao!
                                Ti ricordiamo che il servizio è attivo il martedì e il giovedì dalle ore 14:00 alle 17:00.
                                Come possiamo aiutarti?