mi vergogno…

  • Questo topic ha 18 risposte, 7 partecipanti ed è stato aggiornato l'ultima volta 10 anni, 6 mesi fa da Volontario.
Stai visualizzando 15 post - dal 1 a 15 (di 19 totali)
  • Autore
    Post
  • #5619
    Io
    Partecipante

    Buonasera a tutti.
    Ho bisogno d’aiuto… sono sempre stata grassa e ho sempre avuto problemi col cibo. Circa 5 anni fa le cose sono peggiorate: digiuni, vomito, tante lacrime. Ho chiesto aiuto e all’inizio andava bene ma dopo un anno ho cominciato a mentire alla psicologa e sono rimasta di nuovo sola con il mio problema.Ho ricominciato a ingrassare fino a quando un mio amico ha deciso di prendersi cura di me e mi ha fatto da personal trainer. Così ho perso 20 kg. Purtroppo la sorella di questo ragazzo ha litigato con me e così… addio amico. Adesso sono passati sei mesi e non riesco più a dimagrire. Ho paura di riprendere i kili persi e la scorsa settimana ho ricominciato i digiuni. Non volevo farlo ma combattere con lo specchio, con i sensi di colpa, con la nausea è veramente difficile. E dopo due giorni di digiuno, dopo un’abbuffata, mi sono ritrovata di nuovo in bagno ma ho detto di no a quella voglia pazzesca di vomitare perchè non voglio cadere più in basso… mi vergogno tanto, mi sento una fallita… mi vergogno di chiedere aiuto… mi vergogno di non riuscire a farcela…

    #18170
    Volontario
    Moderatore

    Ciao cara, benvenuta sul forum innanzitutto! :)

    Posso chiederti quanti anni hai?
    E’ stato molto bello quello che il tuo amico ha fatto per te, posso chiederti nello specifico cosa faceva come “personal trainer” per aiutarti? :)
    è anche molto triste che per colpa di una litigata con la sorella non siate più amici :( quando è successo?

    Ci racconti che avevi contatti con una psicologa e all’inizio ti ha aiutato…come mai poi hai sentito di mertirle? Di finire quell’esperienza?

    Ci scrivi molte volte che non vorresti chiedere aiuto e ti vergogni a farlo…cara Io, chiedere aiuto è un grande atto di coraggio!! Non te ne devi assolutamente vergognare! E il fatto che tu abbia scelto noi per raccontarci di te, ci fa moltissimo piacere :) speriamo di poterti dare una mano, anche nel nostro piccolo :)

    Posso chiederti cosa fai nella vita? Come va con i tuoi genitori? Hai fratelli, sorelle? Altri amici che un po’ ti stiano vicini?

    A presto e tanti sorrisi!! :) :) :)


    #18171
    Io
    Partecipante

    Grazie per avermi risposto… ero un po’ preoccupata.
    Ho 25 anni (sono vecchia, povera me!).
    Il mio amico, stile militare, una domenica mattina si è presentato a casa mia con un paio di pesetti. Primo giorno: un’oretta di allenamento circa, tra urla e risate :-) (io tra l’altro amo fare attività fisica). Mi ha pesato (ha dovuto insistere parecchio) e mi ha consigliato di non mangiare certi cibi. Così tre volte a settimana mi allenavo con lui anche quando non avevo voglia di farlo e se mi rifiutavo, minacciava di abbandonare l’attività: metodo adeguato al mio carattere incostante! E se avevo un momento NO, bastava una chiamata e lui sapeva risollevarmi per telefono o, dipende la gravità della situazione, correva a casa mia, magari per un allenamento improvviso per sfogare rabbia e nervosismo. Dimenticavo: questo ragazzo aveva 16 anni, io 24. La nostra meravigliosa amicizia è durata fino al mese di agosto. La sorella, mia migliore amica, era gelosa di lui e mi ha accusata di avere intenzioni “amorose” nei confronti di suo fratello. Lui è rimasto impassibile di fronte alla lite e neanche successivamente mi ha cercato: ho quindi sospettato che anche lui pensasse questo di me.
    Andiamo ora all’argomento psicologa…. All’inizio la psicologa era molto interessata a me e diverse attività, infinite domande, anche se difficili o pressanti, erano piacevoli e davano dei risultati. Naturalmente, dopo un anno, le domande si esauriscono e lei pensava di sapere tutto di me: “Non devi fare questo, non devi fare quello. Non puoi continuare così. In questo modo non concludiamo niente”. Non era più interessata ai motivi che mi spingevano a mollare, erano diventati motivi sciocchi per lei. Non voglio cmq darle colpe. Io sono un tipo difficile e lei si sarà stancata di me.
    Studio lettere moderne.
    Mio padre è morto. Vivo con mia madre e mia nonna. Loro mi amano e, a modo loro, sanno dimostrarlo. Io sono, invece, fredda. Ho una sorella sposata e due nipotine che passano più tempo a casa mia che nella loro.
    Amici??? Cosa s’intende per amici??? C’è una persona che considero amica perchè le voglio un bene immenso; entrambe ci consideriamo cugine-amiche-sorelle ma… lei non si confida pienamente con me e io, con i miei assurdi complessi non potrei mai parlare con lei di tutto.
    Ho scritto parecchio… poveri voi, non vorrei infastidirvi ma avere qualcuno (o più di uno) con cui parlare è meraviglioso. E poi le domande erano tante :-)

    #18174
    Volontario
    Moderatore

    Ciao Io :-)

    Certo che a 25 anni sei vecchia, tra poco dovrai studiare lettere moderne(bell indirizzo!) all università della terza età 😆 😆
    Circa il personal trainer, come mai la sorella, pure tua amica, si era cosi arrabbiata? Se anche tu avessi avuto delle intenzioni “amorose” verso suo fratello, ci sarebbero stati problemi? Avete poi provato con calma a parlarvi tutti e tre per chiarire meglio la situaz? È un peccato litigare magari a causa di malintesi…
    Riguardo alla psicologa, ci spiace che poi il vostro rapporto si sia un po sfilacciato. In ogni caso, hai mai pensato a trovare una valida alternativa? Per una psicologa che si stufa, magari ce ne sono molte altre valide pronte a darti una mano e a suggerirti vie diverse che potrebbero migliorare il tuo Problema con il cibo. Evenutalm potresti provare anche in un consultorio, dove gli incontri sono anche gratuiti! Che ne pensi? :)
    Ci spiace per tuo padre :( Peró ci descrivi il resto della famiglia come persone che comunque ti vogliono bene :) Come mai preferisci essere fredda con loro? Hai mai pensato che qualcuna di queste persone, (magari tua sorella grande?) potrebbero esserti utili per parlare un po di te? Dici che potrebbero aiutarti in qualche modo?
    Oppure quell amica con cui per ora non ti apri? Alla fine dici che vi volete molto bene e questo é molto importante anche per provare eventualm ad instaurare un rapporto di confidenza nuovo, costruendo una fase nuova della vostra amicizia.

    Intanto, noi ci siamo :-) :-)

    Coraggio e sorrisi :cheer:


    #18179
    Io
    Partecipante

    Eccomi!
    Università della terza età… arrivooo!!!
    Torniamo a parlare di cose meno divertenti.
    Abbiamo provato a riparlare, ma le offese da parte di lei sono state talmente tante e dure che ricominciare un rapporto di intensa amicizia, come lo era prima, era impossibile. Le intenzioni amorose non sarebbero state sbagliate… era l’età. Lui 16 e io 24! E cmq con lui avevo instaurato solamente una bellissima amicizia così come con lei.
    Sono alla ricerca di qualche esperto che possa aiutarmi. Vivo in un paese in provincia di Palermo e la mentalità degli abitanti non mi permette di fare tutto allo scoperto. Pochi hanno una buona opinione sugli psicologi. E quindi mi tocca svolgere la mia ricerca come se fossi in missione segreta. Sono più orientata verso uno psicoterapeuta. Si vedrà… Ho un po’ di paura. Dovrò prima trovare il coraggio di chiedere aiuto… Per il momento preferisco parlare con il Forum del Sorriso :-)
    Non vorrei essere fredda con i miei familiari, ma in qualunque momento di vicinanza potrebbe capitare qualche frase poco carina riferita al mio aspetto o mia nonna potrebbe offrirsi di farmi un massaggio (buffo!) e io odio essere toccata. Non posso parlare con loro, so che non potrebbero capire. Penserebbero che sono una stupida… Loro pensano che mente e cibo siano separati, ma io so che per me non è così. Non si accorgono neppure quando sto male… Mia sorella ha già i suoi problemi e nonostante sia più grande, spesso mi prendo io cura di lei :-)
    E quell’amica… ho provato a parlarle di queste cose ma nel suo mondo non esistono.
    è bello sapere che voi ci siete e vi sono grata del vostro sostegno.
    Se solo vi avessi trovato prima :-)

    #18181
    Volontario
    Moderatore

    Ciao Lo,

    il problema “disturbi alimentari” quando è diventato “mentale” e cioè non riesci a mangiare come desideri, non per golosità, ma come se fossi comandata da una forza superiore a te, è un ploblema serio e deve essere curato da uno specialista e quindi dovresti tornare ad aver fiducia in una o uno psicoterapeuta e pur come un segugio, trovare un’altra persona giusta.
    Se ti dovesse capitare di nuovo di “fallire”, sappi che fa parte del decorso della cura, quindi invece di mentire devi spiegare cosa ti sta succedendo…e….riprendere.

    Nel frattempo, vediamo come possiamo sostenerti ed incoraggiarti.

    Ci necessita però qualche notizia in più.

    Quanto sei alta e quanto pesavi quando non avevi ancora il problema in modo parossistico?

    Dici che hai sempre avuto un problema con il cibo. Ci vuoi dire quando è iniziato il problema e se è stato in corrispondenza di qualche fatto che ti ha fortemente toccata?
    Oppure cosa c’era che non ti andava completamente?
    Ti sei rivolta ad una psicologa perché eri peggiorata o perché volevi dimagrire ma non riuscivi?

    Sei riuscita a stare in cura un anno senza ricadute. Non è poco sai? Ci vuoi parlare di questo anno? Come è trascorso, eri contenta? facevi sport? quanto sei diminuita?
    Perché, secondo te, hai iniziato a dire bugie? Ci dici che ti sembrava che la psicologa avessere perso in parte l’interesse verso il tuo problema? Ma a te perché importava tanto il suo pensiero?

    Ti ho riempita di domande. Queste non sono importanti solo per noi, ma anche per te.
    Ciascun fisico ha il suo peso; se vuoi scendere sotto questo è molto più difficile sia per il fisico che per la mente. E’ importante anche accettare questo principio.

    Parli di 20 kg che vanno e anche vengono?
    Ora come sei?
    Il sistema del tuo amico per farti dimagrire era sicuramente divertente e anche valido, ma era valido perché a te piaceva e ti eri impegnata.
    Sei sicura che sarebbe durato più della psicologa?

    Troppe riflessioni tutte insieme? Spero di no.
    Leggile un po’ alla volta!

    Tieni presente comunque che i disturbi alimentari si attenuano man mano che noi realizziamo noi stessi. Quindi la fine degli studi, un amore, un lavoro soddisfacente, una famiglia propria, ecc, contribuiscono fortemente alla soluzione del problema.

    Coraggio lo ! noi siamo qui per aiutarti. Abbi fiducia nella tua rinnovata volontà e nel nostro aiuto.

    :-) :-) :-) :-)


    #18182
    Io
    Partecipante

    Buondì Volontario.
    So che ho bisogno d’aiuto… purtroppo queste “malattie” sono difficili soprattutto per questo: il chiedere aiuto. Se ti viene l’influenza, una bronchite, un’indigestione o qualunque altro malessere è tutto più semplice: nessuno potrà mai dirti che l’hai voluto tu!
    E adesso procediamo con le notizie…
    Sono alta 173 cm e… la storia è lunga.
    Ricordo che a 5 anni ero un po’ più rotondetta, cmq accettabile anche perchè ero abbastanza alta per la mia età. Mia madre ha cominciato a proibirmi certi cibi e io li mangiavo di nascosto. La cosa è peggiorata all’età di 10 anni. Mio padre è morto. Non era un padre molto presente e mia madre non era felice con lui. Quindi, per paura di dare un dispiacere a mia madre, non ho pianto e ho finto di essere contenta della sua morte. Cercavo così di dar forza a mia madre che invece soffriva terribilmente. In realtà amavo mio padre nonostante tutti i suoi difetti e la sua perdita mi ha lasciato un dolore terribile. Anche adesso, se qualcuno mi chiede di mio padre, io rispondo che sto bene, che non mi manca, ma in fondo so che non è vero!
    Ho quindi cominciato ad alternare giorni di digiuno a giorni di abbuffate.
    E già a 14 anni pensavo di ingurgitare una certa quantità di pillole…
    Nessuno si accorgeva del mio malessere e se osavo nominare “psicologo”… mi prendevano per stupida: “Non ti manca nulla, stai bene e ti crei problemi”. E mia madre mi portava da un dietologo all’altro perchè nel frattempo ero arrivata a 80 kg.
    E i dietologi funzionavano all’inizio… perchè digiunavo. Perdevo 10 Kg e poi li riprendevo con gli interessi.
    18 anni, finalmente maggiorenne, tra alti e bassi, maturità e arriva l’amore (100 kg).
    La lotta con il cibo si attenua e vado da un nutrizionista (114 kg). Perdo 11 kg.
    Un bel giorno vado a conoscere il mio nuovo medico e fa un commento poco carino sul mio aspetto che cmq era in fase di sistemazione; cosa ancora più grave: mia madre è presente all’episodio. Smetto di andare dal nutrizionista e ricomincio con i giorni di digiuno.
    Finchè una sera mia nonna, durante la cena: “è un periodo particolare il tuo, visto che non riesci a dimagrire?”. Il suo tono non era bellissimo.
    L’indomani… ho cominciato a vomitare. Da anni volevo farlo ma non ci riuscivo. è stato semplice: il primo giorno sono bastate due dita e il giorno dopo bastava la mente. Naturalmente riuscivo a dare un nome a questo problema e la cosa mi ha fatto paura così ho chiesto subito aiuto e il mio ex mi ha portato da una psicologa.
    Nel frattempo ero arrivata a 118 kg. Ho riportato alla luce il lutto che mi aveva distrutto e ho perso 10 kg circa. Amo lo sport. Ho fatto nuoto all’età di 8/9 anni con dei buoni risultati (2 medaglie: I e III posto ;-)), pallavolo a 14-16 anni (poi ho lasciato perchè mi vergognavo dei miei kili di troppo)… Ho ripreso con lo sport dopo essere andata dalla psicologa. Mi vergognavo da morire!
    Ho cominciato a dire bugie perchè non credevo più nel suo metodo, non credevo più in me…
    Hai ragione sulla durata di quel sistema del mio amico… probabilmente non sarebbe durato molto però ha dato una grande svolta alla mia vita. Da 125 Kg sono passata a 103 e adesso sono guardabile anche perchè i vari sport fatti mi hanno permesso di sviluppare una notevole muscolatura. Guardabile ma ancora oscena per molti…
    I disturbi alimentari si attenuano man mano che realizzi te stesso… ma come realizzare se stessi con i disturbi alimentari???
    Del vostro aiuto mi fido :-)
    Della mia volontà… no!

    #18185
    NicoleLovell
    Partecipante

    Diciamo che il tuo è un disturbo che colpisce la maggior parte degli adolescenti e dei ragazzi giovani. A volte si arriva fino a ciò a causa di brutte esperienze, come ad esempio la morte di tuo papà. Non so se sei ingrassata per questo, ma sicuramente ti creava disagio il fatto di non avere più accanto una figura maschile.
    Posso chiaramente capirti, perché anche io mi sento sempre insicura, ma cerco ogni giorno di più di maturare e di accettare il fatto di essere nata così. Devi capire che ci sono problemi enormi nella vita, molto più enormi dei problemi di autostima..ma nonostante ciò devi cercare di ”guarire” perché nessuno è perfetto..tutti abbiamo dei difetti ma siamo lo stesso belli.
    Non puoi pretendere che la gente ti accetti se nemmeno tu lo fai..e non puoi vivere una vita positiva con una mente negativa..
    Io ti consiglio di riflettere un po’, perché la bellezza non è determinata dalla taglia dei pantaloni o dai capelli o dagli occhi.
    So che non è facile riuscire a fare tutto ciò, ma credimi che ce la farai :-)
    Io spero di esserti stata d’aiuto, un bacione, Nicole :kiss:

    #18191
    Volontario
    Moderatore

    Ciao,
    Grazie per il post articolato e dettagliato! Sicuramente ci hai dato tanto materiale su cui riflettere… io andrei un po’ per ordine, sperando di non dimenticare niente :-)

    Quote:
    So che ho bisogno d’aiuto… purtroppo queste “malattie” sono difficili soprattutto per questo: il chiedere aiuto. Se ti viene l’influenza, una bronchite, un’indigestione o qualunque altro malessere è tutto più semplice: nessuno potrà mai dirti che l’hai voluto tu!

    Non l’hai voluto tu :-)
    Ci sono persone che non si “ammalano mai” di problemi alimentari e persone che non si ammalano mai di influenza intestinale, ma non è una scelta.
    Tu a differenza di molte altre persone sai bene quale siano i tuoi problemi e non tenti di ignorarli/negarli/sottovalutarli…

    Posso chiederti come/quando hai deciso di andare da una psicologa?
    Come hanno reagito tua mamma e tua nonna hanno reagito a questa tua scelta?

    Quello che faceva il fratello della tua amica era molto bello…ma hai mai pensato di rivolgerti a una palestra in modo da essere seguita da un professionista, qualcuno che sappia quali esercizi farti fare e come spronarti?

    Ci parli di un ex ragazzo… vuoi parlarci un po’ di lui?
    Vi sentite ancora?
    E’ una persona su cui puoi contare anche se non avete più una relazione?

    Quote:
    perché la bellezza non è determinata dalla taglia dei pantaloni o dai capelli o dagli occhi.

    Questa frase che ha scritto Nicole è molto bella. T
    u che cosa ne pensi?

    Quote:
    I disturbi alimentari si attenuano man mano che realizzi te stesso… ma come realizzare se stessi con i disturbi alimentari???

    Forse… bisogna lavorare su quello che “c’è sotto”, su quello che ha portato i problemi alimentari… forse non sono un male di per sè, ma un sintomo di problemi che si annidano dentro di noi e andando a lavorare su questi problemi, sciogliendo questi nodi anche i problemi alimentari si attenueranno.. che ne pensi?

    Di sicuro non è un percorso facile o veloce, ma puoi farcela.
    Noi ci crediamo :-)
    Tanti sorrisi :-)


    #18203
    Io
    Partecipante

    Ciao Nicole,
    Grazie per la tua risposta.
    …non penso sia giusto “accettare il fatto di essere nata così”. Io non sono nata così! E sicuramente neanche tu! E’ proprio questo che fa stare più male: dovremmo vivere bene, in armonia con noi stessi e con il prossimo e, invece, mi ritrovo a lottare con me stessa. So che esistono problemi più grandi e, credimi, veder morire un tuo caro con un tumore… vedere soffrire qualcuno che ami mi fa sentire ancora peggio, proprio perchè so che QUESTI sono problemi gravi e non i miei. Non è questione di autostima… mi guardo allo specchio e non penso di essere brutta, anzi. Poi magari mi volto e mia madre fa un commento poco carino e la mia mente parte. Povera me: schiava delle opinioni altrui!!!
    Un bacio Nicole.

    Ciao Volontario,
    l’anonimato è meraviglioso perchè mi dà l’impressione di parlare sempre con la stessa persona :-) e sicuramente, invece, siete molti.

    A 16 capii di aver bisogno di uno psicologo, ma a quell’età non potevo da sola e non avrei mai avuto il coraggio di parlarne con mia madre. Quando poi cominciai a vomitare capii che il problema era serio e io ero grande. Purtroppo non conoscevo nessuno ma nella rubrica del cell avevo il numero di medico, amico del mio ex, e gli mandai un sms. Lui mi fissò un appuntamento e per l’occasione era presente una psicologa. Raccontai a miei familiari quello che stava capitando dopo 3 sedute circa. Non la presero bene, ma mia madre, dopo un paio di giorni, notoò che la cosa mi faceva stare meglio. Perfino pochi giorni fa, forse in un momento di buio mentale, mi ha detto: “Avresti bisogno di nuovo d’aiuto, non stai bene!”. Poi, dopo pochi minuti, ha pensato che posso benissimo farcela da sola.

    Vado in palestra ma non sono seguita personalmente da un istruttore. Ho una scheda con su scritti una serie di esercizi creata da un istruttore eccellente che però si trova alle prese con una trentina di persone. A Palermo è complicato trovare palestre che offrano il servizio Personal Trainer o istruttori qualificati che lo facciano privatamente in modo serio.

    Ex ragazzo… Vorrei passare solo dieci minuti con lui in una stanza, soli per… prenderlo a pugni. Quattro anni e mezzo di fidanzamento, prossimi al matrimonio, reduce (lui) da un incidente automobilistico in cui rischia la paralisi e reduce (io) dall’accettare di sposare anche un paralitico perchè amavo il suo essere…Poi una domenica scopro che ha fatto delle proposte indecenti a una nostra amica sposata (scoperti dal marito) e mi crolla il mondo addosso. Lo lascio immediatamente e leggo alcuni mex inviati da lui a lei
    – “Vorrei baciare il tuo collo perchè è meraviglioso”
    – “Vorrei baciare le tue labbra carnose”
    – “Fammi sapere quando tuo marito non è in casa”
    Avrei preferito che mi avesse detto di non amarmi più.
    Mi guardo allo specchio e spesso penso che il mio collo, probabilmente troppo pieno, non poteva piacergli. Il confronto è umiliante e terribile.
    Sono passati tre anni e non riesco ad avere una storia. Ogni volta che qualcuno mi corteggia l’angoscia e la paura e la sicurezza che nessuno può innamorarsi di me prendono il sopravvento.

    Anch’io qualche anno fa pensavo che la bellezza non è determinata dalla taglia dei pantaloni o dagli occhi o dai capelli… Non è così! L’ho capito a mie spese (e troppo tardi)!

    Penso che ho la mente contorta come pochi e so che il percorso è lungo e difficile. Vorrei trovare il sentiero…

    VOI ci credete…
    Sorrisi :(

    #18206
    Volontario
    Moderatore

    Cara Io,
    prima di tutto vorrei ringrazianti per le tue belle parole su di noi, volontari del Sorriso.
    Per questo motivo( ma non solo B) ti manderei un :-) one ,.E’ grande perché dentro c’ e’ il sorriso di ciascuno di noi!

    Dopo i dovuti ringraziamenti , se ti va , parliamo un po’ di te.
    Credo che anche la tua mamma abbia tenuto ,come te, nel suo animo il dolore per la perdita di tuo padre.Soffrire spesso porta a chiudersi e quindi non è’ facile capire chi ci sta accanto.
    Non credi che un giorno, quando starai meglio, potrai essere tu ad indicare alla tua mamma il miglior modo per stare , voi due insieme,serene e consapevoli del vostro legame?

    Lo sport…. Ma , scusa , sbaglio o tu vivi a due passi da Mondello e per di più sai nuotare benissimo 😆
    e allora arriva la primavera e potresti nuotare, remare , pagaiare , prendere una tavola e via un sacco di calorie col vento in poppa ;)

    Ed ora al punto dolente , il cuore. :( .
    Tu dici che il tuo ex ti ha tradita perché non gli piacevi come l’ altra?
    Io ti propongo di pensare a questo: quando leggi sulle riviste di gossip( ebbene si’ confesso, le leggo) che la tale vip, b e l l i s s i m a , e’ stata tradita ( e anche pubblicamente :blush: ) non è’ che il problema non è’ la bellezza di lei ma qualcosa d’ altro?
    Se suggerissi una cosa tipo : lui è’ uno che non si accontenta di una sola, e’ un tipo ” sultano” ;) magari?
    Che ne dici?

    Intanto un bel :-) solare , come e’ alle tue parti!


    #18252
    Io
    Partecipante

    Il :-) one è arrivato. Thanks!

    Siamo chiuse entrambe e io molto più di lei. Sarà complicato!

    Bello Mondello! Peccato che ci siano troppe persone per i miei gusti… Non ci sono mai stata a mare da quelle parti. Al solo pensiero mi vedo già con la testa sotterrata nella sabbia dalla vergogna. Le persone più belle vanno a Mondello! Io non sono tra quelle…ahimè!

    La teoria sull’ex è interessante! :huh:

    Volontari ho individuato una psicoterapeuta che, spero, mi possa aiutare. Adesso devo trovare il coraggio di chiamarla per fissare un appuntamento. Vi sembrerà sciocco: ho paura! Paura di ricominciare un percorso che potrebbe fallire, paura di non farcela, paura di deludere chi mi aiuterà, paura di deludere me stessa, paura di scavare nei miei problemi…

    Comunque vada non vi libererete più di me! :P
    Parlare con voi mi dà coraggio e… mi fa sorridere :-)

    #18255
    Volontario
    Moderatore

    Ciao Io! :)

    sono contenta tu abbia trovato una psicoterapeuta che sembra fare al caso tuo :) E’ comprensibile che un po’ di timore ci sia…c’è un po’ in tutte le cose nuove, ed ancora di più quando le cose non sono nuove ma le abbiamo già sperimentate e ci siamo rimasti un po’ bruciacchiati! Ogni periodo della nostra vita però è diverso, nuovo, così come le persone che incontriamo…quindi: buona fortuna!

    Raccontaci come va!! :)
    tanti sorrisi :)


    #18407
    Io
    Partecipante

    Buondì!!!
    Finalmente mi trovo davanti lo studio della psicoterapeuta aspettando l’orario dell’appuntamento… Ho una paura enorme. Spero vada bene. Del resto peggio di così non può andare.
    Vi farò sapere quando starò meglio Se starò meglio…
    Un abbraccio
    W i volontari del sorriso :-)

    #18410
    Volontario
    Moderatore

    Ciao Io! Com’è andata? :) Speriamo bene, anzi benissimo :) facci sapere!
    tanti sorrisi!!
    :)


Stai visualizzando 15 post - dal 1 a 15 (di 19 totali)
  • Devi essere connesso per rispondere a questo topic.
Scrivici su WhatsApp
Scan the code
Ciao!
Ti ricordiamo che il servizio è attivo il martedì e il giovedì dalle ore 14:00 alle 17:00.
Come possiamo aiutarti?