Non riesco da sola a chiudere questo capitolo

  • Questo topic ha 1 risposta, 2 partecipanti ed è stato aggiornato l'ultima volta 2 anni, 6 mesi fa da Volontario.
Stai visualizzando 2 post - dal 1 a 2 (di 2 totali)
  • Autore
    Post
  • #3418
    Alixx
    Partecipante

    Salve, scusi il disturbo. Scrivo qui perché ho esaurito gli amici/parenti con cui parlarne ma sento di non averne discusso abbastanza. Nel 2016 ho iniziato una relazione a distanza con un ragazzo. I primi due anni sono stati fantastici, lui era veramente speciale e per primo mi ha fatta sentire valorizzata, mi ha fatta sentire la cosa migliore che fosse mai capitata nella sua vita. Io ero parecchio insicura, con una bassa autostima e disturbi di ansia e alimentari. Mi sono affidata completamente a lui e ho iniziato un percorso anche su me stessa, migliorandomi fisicamente e interiormente, però ricevendo continuamente feedback positivi da parte sua che mi hanno portata ad andare avanti. A fine 2018 le cose hanno iniziato ad andare parecchio male, avevo tanti problemi familiari e forse ho fatto un po’ troppo affidamento su di lui, pretendendo che, come sempre, mi aiutasse a superare gli ostacoli più insormontabili della vita, in questo caso si trattava di un lutto e altri problemi familiari. Il 28 gennaio 2019, il giorno del mio compleanno, ho visto sul suo telefono dei messaggi in cui mi tradiva con una ragazza del suo paese e mi è crollato un mondo. Ho perso completamente la fiducia che avevo riposto in lui e mi sono sentita distrutta. La sera stessa, non sopportando la paura di perderlo, l’ho perdonato e gli ho detto che per me avremmo potuto provare a ricominciare tutto da capo. Pochi giorni dopo, lui ha incominciato a prendere sempre di più le distanze da me, a scrivermi di meno, nonostante io avessi veramente bisogno di una dimostrazione della sua volontà a stare con me. L’ho affrontato al telefono e ho scoperto che in realtà il suo desiderio era quello di chiudere la relazione, ma sperava che, prendendo le distanze da me, fossi io a farlo. A quel punto mi ha lasciata direttamente e ha smesso completamente di rivolgermi la parola, ha smesso di visualizzare i miei messaggi e ha iniziato a trattarmi come una sconosciuta. Qualche settimana dopo, su Instagram, ho visto una foto in cui baciava la ragazza con cui mi aveva tradita. Un mese dopo da quando mi aveva lasciata, mi ha scritto un messaggio dicendo che avesse fatto l’errore più grande della sua vita e che volesse stare con me, che fosse cambiato. Nonostante non mi fidassi più di lui, ho deciso di dargli un’altra possibilità perché stare senza per me era fin troppo doloroso. La realtà è che anche stare con lui ormai era diventato doloroso e per lunghi mesi dopo che siamo tornati insieme, la mia felicità è sempre stata compromessa dai ricordi di ciò che era successo e dall’insicurezza, un’insicurezza nuova e dovuta solamente a lui.
    L’unica mia condizione per tornare insieme era che non vedesse mai più la ragazza con cui mi aveva tradita e per cui mi aveva lasciata.
    Dopo qualche mese le cose hanno ricominciato ad andare bene, fino a quando a novembre 2019 ho scoperto che in segreto, nonostante mi dicesse costantemente di no, aveva ripreso (o forse mai smesso!) di vedere la ragazza in questione. Da quel momento le cose hanno iniziato ad andare parecchio male, io sono diventata sempre più insicura sul rapporto e ho cominciato a pressarlo e controllarlo sempre di più fino a quando, il 28 gennaio 2020 (sempre il giorno del mio compleanno) mi ha lasciata nuovamente. Mi sono sentita nuovamente distrutta, soprattutto a causa del pattern ricorrente che iniziavo a vedere nei suoi comportamenti. A fine febbraio non mi ero ancora ripresa dalla separazione con lui e l’ho contattato io. Dopo un weekend a casa sua, siamo tornati insieme a condizione che io gli lasciassi la più totale libertà e gli dessi piena fiducia. Ho acconsentito ma in realtà per me era impossibile dargli ancora fiducia, il risultato è stato che per tutto il mese di marzo mi sono sentita male all’idea che potesse fare di nuovo qualcosa alle mie spalle. Per tutta la quarantena le cose sono andate bene, non ci siamo mai visti ma lui ha ricominciato a essere esattamente come quello di un tempo, ha iniziato ad adorarmi, a dirmi di volermi sposare. Ad aprile abbiamo deciso di andare a convivere post quarantena in un paesino a metà strada tra di noi.
    dopo la quarantena sono andata da lui per 4/5 giorni. Una notte non riuscivo a prendere sonno e ho deciso di controllare il suo telefono, più per noia che per una vera mancanza di fiducia. Il mondo mi è crollato nuovamente addosso. Ho scoperto che anche a dicembre e gennaio mi aveva tradita e poi lasciata per la stessa persona, con le stesse modalità e nello stesso periodo. Era riuscito a prendermi in giro di nuovo, nonostante io a febbraio prima di tornare con lui gli avessi chiesto se aveva visto la ragazza in questione. L’ho affrontato e sono stata quasi sul punto di andarmene, ma alla fine ho deciso di rimanere fino alla fine dei giorni che avevo previsto e ho deciso di rimandare la mia decisione. Al mio rientro a casa, gli ho detto lo avrei perdonato di nuovo se in cambio mi avesse aiutata a recuperare la fiducia che ormai avevo di nuovo perso in lui, rassicurandomi e dimostrandomi che anche questa volta fosse solo un errore del passato. Lui, però, non lo ha fatto. Di fronte alla mia richiesta di dimostrarmi che ci tenesse a me, ha risposto con il silenzio. Più gli dicevo che volevo recuperare e stare con lui come una volta, più sentivo da parte sua il silenzio e la freddezza. Giovedì scorso l’ho chiamato e mi ha detto che non era più in grado di stare con me a causa di tutto ciò che mi aveva fatto e che la vergogna ormai superava il suo amore per me. Mi ha detto anche che sperava fossi io a lasciarlo una volta visto il suo silenzio e la sua freddezza. La sera stessa l’ho chiamato dicendogli che se avesse veramente voluto lasciarmi, avrebbe dovuto farlo lui, dicendomi un vero motivo e facendomi un discorso serio. Non sopportavo più il suo comportamento vigliacco. Lui ha risposto semplicemente con “sono troppo stanco, ti chiamo domani”. È inutile dire che non mi ha più chiamata, sono passati ormai 4 giorni e di lui non ho più ricevuto nemmeno un minimo messaggio né una chiamata. È completamente sparito dalla mia vita. Ho resistito e non l’ho affrontato per non cadere nella sua ennesima trappola. Allo stesso tempo, però, ho prove che sia tornato dalla stessa ragazza e forse anche da un’altra ragazza di 15 anni! (di questo non ho prove, però ho il sospetto a causa di un messaggio che ho visto sul suo telefono quando stavo da lui). Sono conscia che la relazione sia estremamente tossica per me e, senza usare eufemismi, che lui sia un bastardo falso e traditore. Allo stesso modo, però, mi sento come il topolino dell’esperimento sul condizionamento operante di Skinner. Vorrei solo essere in grado di smettere di schiacciare la leva. È ciò che mi consigliano tutti e so sarebbe la cosa migliore per me. Allo stesso modo, però, esistono forme di violenza molto sottili. Lui mi conosce estremamente bene, sono 5 anni che parlo con lui tutti i giorni e gli confido ogni cosa. Sa esattamente come ragiono, cosa mi fa soffrire e cosa fare per utilizzarmi nel migliore dei modi per soddisfare il suo ego e i suoi bisogni. Mi sono rivolta a lei e le chiedo aiuto, perché non riesco a uscire da questo pozzo di sofferenza da due anni e sento di aver bisogno di tantissima forza di volontà per farlo. Grazie e scusi per la lunghezza del messaggio, Alice

    #35599
    Volontario
    Moderatore

    Cara Alice,
    benvenuta nel forum del Sorriso!

    Abbiamo letto il tuo messaggio ben scritto e approfondito e il quadro è molto chiaro anche per noi: ti sei impegnata in una relazione per te seria da un po’ di anni ma pare che dall’altra parte non ci sia la stessa serietà e meno che mai buone intenzioni.

    Hai fatto un’analisi lucida e sensata quando dici “sono conscia che la relazione sia estremamente tossica per me e, senza usare eufemismi, che lui sia un bastardo falso e traditore” e noi siamo d’accordo con te.

    Hai dato generosamente tempo ed enorme disponibilità e fiducia a questa persona che non ha mai meritato tutto ciò e ora è arrivato il momento di uscire da questo pozzo di sofferenza e cominciare a guardare quanti colori ha la Vita!!

    Sei giovane, intelligente e sensibile e meriti una persona che ti ami seriamente e con impegno e ora devi fare appello a tutta la tua determinazione e alla tua forza di volontà.

    Puoi riuscire a prendere in mano la tua vita, credici.
    Hai la forza per farlo!

    Facci sapere cosa pensi delle nostre riflessioni e come possiamo esserti di supporto.

    Un abbraccio e tanti sorrisi :):)


Stai visualizzando 2 post - dal 1 a 2 (di 2 totali)
  • Devi essere connesso per rispondere a questo topic.
Scrivici su WhatsApp
Scan the code
Ciao!
Ti ricordiamo che il servizio è attivo il martedì e il giovedì dalle ore 14:00 alle 17:00.
Come possiamo aiutarti?