• Questo topic ha 13 risposte, 2 partecipanti ed è stato aggiornato l'ultima volta 12 anni, 9 mesi fa da Volontario.
Stai visualizzando 14 post - dal 1 a 14 (di 14 totali)
  • Autore
    Post
  • #5213
    Nevermind98
    Partecipante

      Non riesco nemmeno a capire come due scemi come i miei genitori possano aver generato me e mia sorella maggiore… forse lei è già più probabile, ma io sono troppo sognatrice, ipercritica fiera di se stessa per essere nata lì. Come poi sia nata mia cugina è un altro mistero. Anche quando tutto stava crollando noi abbiamo resistito e ora abbiamo una band e stiamo progettando il nostro futuro. Mentre loro invece di costruirsi il loro mondo si sono accontentati di questa stupida realtà falsa, di questi finti sorrisi, di questo orgoglio mantenuto fino a sfociare nel ridicolo. Incapaci di guardare oltre a quei vetri sporchi.

      #13546
      Volontario
      Moderatore

        Cara Nevermind, se i figli fossero uguali ai genitori non ci sarebbe evoluzione, è davvero auspicabile che non lo siano, ma che sappiano utilizzare al meglio quello che ricevono dai genitori per fare un passo in più, aprire nuove strade, fare nuove scoperte….inventare qualcosa che non c’era…o anche solo essere se stessi…non credi?
        Un abbraccio :-D :-D


        #13547
        Nevermind98
        Partecipante

          Si ma mio papà ora sarebbe un attore probabilmente se non fosse stato per i suoi genitori! Eppure non capisce nulla, lui era un pazzo ha fatto parte anche di una setta di estremisti cattolici! Non mi può giudicare, io non mi drogo, non fumo, non bevo, vado bene a scuola, dico sempre con chi esco e torno sempre all’ora prestabilita. E perchè ***** trovano ancora da ridire??! Penso che mi arruolerò nell’esercito di questo passo!

          #13548
          Volontario
          Moderatore

            Ciao Nevermind!
            A cosa ti riferisci?
            I tuoi genitori hanno organizzato il viaggio ad Atene per portarti al concerto del tuo gruppo preferito, non tutti i ragazzi sono così fortunati…mi sembra davvero che si sforzino di venirti incontro…
            Un sorriso :-D


            #13549
            Volontario
            Moderatore

              Ciao Nevermind,
              quando dici che i tuoi genitori non possono giudicarti, hai senz’altro ragione e sicuramente non sono nel giusto quando lo fanno. Penso, però, che il più delle volte, sia tu che lo viva come giudizio, mentre loro, magari in modo maldestro, lo sentono come un dovere, in quanto genitori, di educarti al meglio, secondo il loro punto di vista. Non so se è chiaro il concetto, ciò che è sicuro è la reale difficoltà di essere genitori e di educare ;-)

              Comunque, quella di giudicare deve proprio essere una tentazione di tutti noi umani, perchè anche tu ci parli di loro esprimendo giudizi ….

              La rabbia di alcuni momenti brutti passa se la mente va ai tanti di belli che ci sono senz’altro stati (e che ci saranno, stanne certa, solo che, chissà perchè, si dimenticano subito) :-)


              #13550
              Nevermind98
              Partecipante

                Insomma… io credo che in fondo sia solo ipocrisia. Perchè (specialmente mio padre)pensa in fondo di aver fallito, ma non può ammetterlo, forse per orgoglio, forse per stupidità. Ovviamente scarica le sue tensioni su di me (perchè somiglio molto a 2 delle sue sorelle, che odia) e quindi io mi ritrovo sempre a dover annuire in silenzio come un vegetale. Se non avessi la mia musica penso che l’avrei già ammazzato.

                #13551
                Volontario
                Moderatore

                  Ciao Nevermind, cosa ti dice tuo padre da farti rimanere ogni volta ad annuire in silenzio come un vegetale? Su cosa ti rompono ancora le scatole visto che rispetti tutte le regole, sei brava a scuola ecc ?
                  un abbraccio!

                  PS: di tua madre invece che ci dici?


                  #13552
                  Nevermind98
                  Partecipante

                    Io devo sempre dargli ragione quando mi dice che una vita priva di sogni e aspettative è bella ecc. e rompono perchè trovo il tempo di fare la rokkettara e suonare, quindi mi dicono che quello non è un mondo vero (solo perchè loro hanno abilità musicali -5). Se essere un avvocato in una cittadina dimenticata da dio e da gli uomini è il mondo vero preferisco vivere di fantasie.

                    #13553
                    Volontario
                    Moderatore

                      I genitori ci provano a farti vedere il mondo con i loro occhi,
                      ma quando trovano determinazione, coraggio, passione…. si arrendono:
                      meglio un figlio felice che un figlio ubbidiente!

                      Continua a sognare: alla fine loro sogneranno con te!


                      #13554
                      Volontario
                      Moderatore

                        Cosa stai studiando all’università? ci dici che vai anche bene, giusto? Hai mai provato a spiegare ai tuoi che quello della musica può essere considerato un hobby (loro non ne hanno??) intanto…e se poi dovesse uscirne qualcosa di professionale tu saresti al settimo cielo, ma sei anche consapevole che non è facile e per questo stai anche studiando.
                        che ne dici?
                        come va di recente?
                        un abbraccio nevermind!


                        #13555
                        Volontario
                        Moderatore

                          Carissima Nevermind,

                          vedi che scherzi fanno le vacanze? Un volontario oggi ti ha scambiato per una ragazza che va all’università!
                          Ecco perché emergono frasi tipo:
                          meglio un figlio felice che un figlio ubbidiente!

                          che è perfetta a 19 anni e passa, ma a 13 si deve essere anche ubbidienti non come un vegetale, ovviamente, ma chiedendo chiarimenti e spiegazioni, senza essere insolenti.

                          Vedi a 13 anni si ha ancora bisogno di indicazioni con radici che saranno da noi elaborate e faranno parte della nostra formazione.

                          I sogni, le ambizioni, i progetti circa la vita futura, se continueranno ad essere importanti, saranno più facili da realizzare perché sarai riuscita ad articolarli bene per la loro realizzazione.

                          Cara Nevermind, ci dici che tuo padre pensa di aver fallito
                          e che avrebbe potuto fare l’attore invece dell’avvocato in una piccola città dimenticata da Dio e dagli uomini.

                          Chi ti dice che come attore sarebbe stato più felice?
                          Se guardiamo il mondo degli attori e il mondo degli avvocati, i più felici non sono sicuramente gli attori. Non credi?
                          Noi conosciamo solo i più famosi che ci sembrano realizzati e felici.
                          E gli altri? sono moltissimi sai?

                          Se studi, ti comporti bene, eccetera, come tu hai descritto, i tuoi genitori non dovrebbero ostacolarti nel fare la rocchettara e questo puoi farlo presente e chiedere loro il perché sono così contrari.
                          Io penso che temano quel mondo perché non tutti sono delle persone felici, che non si drogano, ecc. Purtroppo da quel mondo, arrivano molte notizie di infelicità, di droghe e anche di morti premature. Questo fa paura ai genitori e i tuoi, essendo tu anche molto giovane, pensano di difenderti da tutto questo. Chiediglielo.

                          Tutto ciò che ho detto sopra non vuole essere non discutibile, ma ho voluto solo darti spunti di riflessione, come solitamente facciamo con chi ha più anni di te.

                          Come già ti è stato detto, fare il genitore è difficilissimo, soprattutto con figli diversi da noi, ma la cosa può essere notevolmente migliorata se vi parlate di più.
                          Invece di ubbidire come un vegetale o litigare, chiedi spiegazioni e precisa come ti senti, come recepisci i loro consigli o dictat.

                          Mi sono spiegata?

                          Anche a noi puoi chiedere spiegazioni, perché certi concetti che credo di aver ben illustrato posso invece essere per te nebulosi, quindi ci farebbe molto piacere se chiedessi precisazioni.

                          Ciao cara, tanti auguri e un forte abbraccio.
                          :-)[:X] :-)[:X]


                          #13556
                          Nevermind98
                          Partecipante
                            Quote:
                            volontario del sorriso
                            Cosa stai studiando all’università? ci dici che vai anche bene, giusto? Hai mai provato a spiegare ai tuoi che quello della musica può essere considerato un hobby (loro non ne hanno??) intanto…e se poi dovesse uscirne qualcosa di professionale tu saresti al settimo cielo, ma sei anche consapevole che non è facile e per questo stai anche studiando.
                            che ne dici?
                            come va di recente?
                            un abbraccio nevermind!

                            Ho 13 anniXD devo fare il classico

                            #13557
                            Nevermind98
                            Partecipante

                              E che mio papà amava fare l’attore, ma i suoi gli hanno imposto legge, e lui si è convinto che sia meglio così, se non ha ancora fatto le valigie è solo per orgoglio.

                              #13558
                              Volontario
                              Moderatore

                                Ciao Nevermind,

                                fare l’attore non vuole dire rinunciare ad una laurea.
                                Giusto per parlare di persona che conosciamo entrambi, Antonella Clerici voleva fare il lavoro che fa, o cose simili, i genitori le hanno imposto di studiare; infatti ha fatto il liceo classico e si è laureata in giurisprudenza, poi è riuscita a sfondare nel settore dove voleva lavorare. Anche lei viene da una piccola cittadina.
                                Per il tuo papà è andata come è andata. Se non è riuscito a fare l’attore è solo perché non aveva una motivazione molto forte, altrimenti avrebbe fatto la valigia e….anche la fame.

                                Comunque, tu pensa a te stessa che puoi continuare a studiare; infatti ci hai detto che farai il Liceo Classico, poi deciderai tu come proseguire per costruire il tuo futuro.

                                Ciao cara
                                :-) :-) :-)


                              Stai visualizzando 14 post - dal 1 a 14 (di 14 totali)
                              • Devi essere connesso per rispondere a questo topic.
                              Scrivici su WhatsApp
                              Scan the code
                              Ciao!
                              Ti ricordiamo che il servizio è attivo il martedì e il giovedì dalle ore 14:00 alle 17:00.
                              Come possiamo aiutarti?