• Questo topic ha 26 risposte, 6 partecipanti ed è stato aggiornato l'ultima volta 12 anni, 1 mese fa da Volontario.
Stai visualizzando 15 post - dal 1 a 15 (di 27 totali)
  • Autore
    Post
  • #5874
    stardust
    Partecipante

      Non so se vi ricordate di me,ma sono ritornata. Ho lasciato il forum perché credevo di essermi ripresa e di stare meglio. Invece no,ed ora sono qui…ho paura…
      C’è una parte di me che desidera morire. O meglio,desidera uccidersi.
      Un pensiero martellante in testa che dice “Dai falla finita,tanto sai già come fare vero? Certo che lo sai,ormai lo pensi tutti i giorni. Ti bastera lanciarti nel vuoto,nel posto dove sai tu,morirai sul colpo,basta solo un attimo,chiudi gli occhi e voli”
      Ma poi c’è un altro pensiero che dice speranzoso “Ma no,cosa vorresti fare? Si può uccidersi per problemi sociali? Hai problemi con gli altri certo,ma in famiglia no…devi fregartene degli altri,dei compagni di classe,di tutti…l’importante è la famiglia,vuoi bene a loro no?
      Se ti uccidi,cosa ne sarà dei tuoi genitori..? Come vivranno la cosa?”

      :( Non so come fare,un lato di me vuole uccidersi,l’altro no…
      Se muoio finisco tutto,mi basta poco…
      Ho paura perché continuo a pensarlo ogni giorno,programmo tutto,in testa mi compaiono scene dettagliate di io che mi butto e muoio,mi dico “lo faccio domani,torno a casa e faccio finta di andare da un’amica,invece vado da tutt’altra parte” ,ma poi mi sento una stupida perché c’è chi vuole vivere e non può,e io..??
      Voglio davvero uccidermi domani? Avrò il coraggio..?

      #15630
      Anonimo
        stardust wrote:
        Non so se vi ricordate di me,ma sono ritornata. Ho lasciato il forum perché credevo di essermi ripresa e di stare meglio. Invece no,ed ora sono qui…ho paura…
        C’è una parte di me che desidera morire. O meglio,desidera uccidersi.
        Un pensiero martellante in testa che dice “Dai falla finita,tanto sai già come fare vero? Certo che lo sai,ormai lo pensi tutti i giorni. Ti bastera lanciarti nel vuoto,nel posto dove sai tu,morirai sul colpo,basta solo un attimo,chiudi gli occhi e voli”
        Ma poi c’è un altro pensiero che dice speranzoso “Ma no,cosa vorresti fare? Si può uccidersi per problemi sociali? Hai problemi con gli altri certo,ma in famiglia no…devi fregartene degli altri,dei compagni di classe,di tutti…l’importante è la famiglia,vuoi bene a loro no?
        Se ti uccidi,cosa ne sarà dei tuoi genitori..? Come vivranno la cosa?”

        :( Non so come fare,un lato di me vuole uccidersi,l’altro no…
        Se muoio finisco tutto,mi basta poco…
        Ho paura perché continuo a pensarlo ogni giorno,programmo tutto,in testa mi compaiono scene dettagliate di io che mi butto e muoio,mi dico “lo faccio domani,torno a casa e faccio finta di andare da un’amica,invece vado da tutt’altra parte” ,ma poi mi sento una stupida perché c’è chi vuole vivere e non può,e io..??
        Voglio davvero uccidermi domani? Avrò il coraggio..?

        Ciao stardust, mi piange il cuore leggere queste brutte e tristi parole, ma pultroppo e quello che hai scritto.
        Tempo fa, una persona mi disse, che se uno si uccide, non risolvera mai i suoi problemi, ma se uno non si uccide, riuscira a superare tutti gli ostacoli di questo mondo, tranne che la morte.
        Se il motivo per cui ti vuoi uccidere, e perche sono i tuoi compagni che ogni giorno ti invogliono ad ucciderti, con le prese in giro, ecc….
        Io ti consiglio di lasciarli perdere, perchè sono un branco di stupidi, e non si rendono conto di quello che puo scatenare dentro la persona ferita, o che cmq cerca di non dimostrarglielo.
        In questo caso ci sono due possibilita, andare via dalla scuola, oppure per prima cosa cercare di parlarne a noi o ai tuoi genitori.
        Ho letto che non hai nessun problema con i tuoi genitori, o in generale con i tuoi famigliari, quindi perche non iniziare a parlare a loro di piccole cose del tuo problema, se non con i tuoi, con qualcuno che cmq ti possa aiutare da vicino.
        Non fare mai il brutto gesto di ucciderti, perchè a dirti la verita, non ne vale la pena.
        Credo che questo sia solo un momento buio della tua vita, ma pensa a quello che potresti fare piu avanti….
        Cara stardust, fai sport??????
        Facendo sport uno riesce a non pensare, o cmq a sfogarsi con lo sport….
        Io tempo fa, la pensavo come te, ma poi come vedi, scrivo tutti i giorni qui sul forum, proprio per tenere la mente libera dai problemi, o cmq di cercare di essere utile per qualcun’altro.
        Quindi se ti senti sola, perchè non scrivi di piu, o cerchi di aiutare gli altri?
        sai molte volte impari e capisci le cose, molto meglio aiutando il prossimo che cercare soluzioni immediate per risolvere le cose.
        A me a funzionato, anche se ancora oggi ti devo dire la verita che ne risento, pero cerco di non pensarci e distrarmi con un qualcosa….
        Coraggio stardust, aspetto le tue notizie

        #15631
        Anonimo

          Volevo dirti che io e i volontari, non vorremmo mai che un ragazzo pensi al suicidio, ma piu che altro cercasse di risolverli parlandone con qualcuno……
          Scrivendo qui, tu fai parte della famiglia del sorriso, e noi non vorremo perdere una figlia per il suicidio….
          Anche perchè non è il nostro scopo, ma il nostro bisogno di aiutare a trovare le soluzioni piu idonee ai problemi che uno sta affrontando.

          Ti prego non ucciderti, anche perchè come dicevo prima, non ne vale la pena…….
          Piu che altro scrivici, o scrivi agli altri utenti i tuoi pensieri, per non pensare al suicidio.

          Ti aspetto ansiosamente

          #15633
          Volontario
          Moderatore

            Cara Stardust, certo che ci ricordiamo di te, bentornata sul forum :-)
            Leggo con dispiacere le tue parole, ti prego di fermarti un attimo a riflettere.
            L’idea che ti stai facendo non è mai una soluzione.
            , e la parte di te che rifiuta l’idea lo sa benissimo.
            Distruggeresti tua madre, le tue sorelle, e chi ti vuole bene,per sempre. E per quale motivo? Per i tuoi compagni di scuola?
            Cara, ti piace scrivere, scrivici tutto quello che ti sta mettendo così duramente alla prova, raccontaci tutto il tuo dolore, qui hai lo spazio e la possibilità di mostrare tutta la sofferenza di questo momento, ti prego, fallo , e non ascoltare i cattivi pensieri.
            A presto, attendiamo tue notizie, non farci stare in pensiero…


            #15634
            stardust
            Partecipante
              vadim micheev wrote:
              ci sono due possibilita, andare via dalla scuola, oppure per prima cosa cercare di parlarne a noi o ai tuoi genitori.
              Ho letto che non hai nessun problema con i tuoi genitori, o in generale con i tuoi famigliari, quindi perche non iniziare a parlare a loro di piccole cose del tuo problema, se non con i tuoi, con qualcuno che cmq ti possa aiutare da vicino.
              Non fare mai il brutto gesto di ucciderti, perchè a dirti la verita, non ne vale la pena.
              Credo che questo sia solo un momento buio della tua vita, ma pensa a quello che potresti fare piu avanti….

              Andare via dalla scuola lo escludo. Primo,la scuola mi piace,vorrei seguire questo percorso di studi e poi ho già cambiato una volta scuola,in prima superiore. Inizialmente mi iscrissi in un altro istituto ma non ero portata,c’erano molte materie scientifiche,così cambiai.
              Insomma,non so se i miei vogliono che cambi di nuovo! E con loro ci parlerei,ma non abbiamo un dialogo così profondo..mi imbarazzerebbe parlare a loro dei miei problemi.
              Il pensiero di morte mi sta addosso. E’ qualcosa di opprimente che ti soffoca. Non è normale pensarci ogni secondo,perché è ogni secondo e minuto che passa che ci penso sempre. Ci pensavo anche in passato,ma mai così tanto.
              Mi tormenta!
              Grazie vadim..non so cosa farò,non so se ho il coraggio di fare questo gesto…ho paura di me stessa,c’è una parte di me che lo vuole così tanto..

              #15635
              Anonimo

                Ciao stardust,
                non intendevo dire che non devi piu frequentare l’indirizzo che tu hai scelto, ma se è opportuno, e in questo caso a parer mio e oppourtuno cambiare scuola, e andare in una dove ci sia il tuo stesso indirizzo.
                Ha gia cambiato scuola, ma credo che i genitori preferirebbero mandare una figlia in una scuola dove stia bene piu che in una dove sta male.
                Nel tuo caso, credo che i tuoi farebbero un sacrificcio, pero sono sicurissimo che capirebbero il tuo disaggio, e lo vorranno affrontare con te.
                Ci vuoi spiegare al meglio del perchè il tuo pensiero ti porti a pensare di morire?????
                Vorrei che in questo piccolo spazio, riuscissi ad esprimere il dolore, la rabbia, il tuo problema che non riesci a capire come risolverlo, lo esprimessi qui con noi.
                Prova a tenerci partecipi del tuo problema, e sopratutto proviamo a cercare una soluzione….
                Sai che queste cose mi mettono ansia, e mi portano a non dormire……
                Oggi quando ero in giro fuori con i miei amici, mi sono collegato a leggere il tuo post che hai scritto, e mentre stavo con loro, non facevo altro che pensare al tuo disaggio che tu stai provando, cosi a non riuscire piu a seguire i discorsi dei miei amici.
                Che ne pensi?????

                Sono qui in attesa del tuo post, e non lasciarmi con le spine in gola……

                #15636
                Volontario
                Moderatore

                  Cara Stardust,
                  l’istinto che ti fa pensare cosi costantemente al suicidio è troppo pericolo.
                  Per fortuna hai l’altro istinto che ti dice di non farlo. Penso che sia consapevole anche tu che non hanno la stessa valenza. Basta che l’istinto del suicidio prevalga in un momento di maggiore sfiducia e debolezza per aver annullato la tua vità; perché? Neppure i tuoi compagni più tiranni perserebbero che è colpa loro: sarebbe una vita letteralmente buttata via senza senso.
                  Tu soffri maledettamente, lo so, come so che non basta l’altra parte di te. Se il pensiero è diventato tanto insistente vuol dire che quella parte non è sufficiente forte e ha bisogno di aiuto.
                  Come? i tuoi genitori. Dici di non avere sufficiente confidenza per parlare a loro di questo. Nessuno ha sufficiente confidenza per cose del genere, ma è assolutamente necessario farlo. Al momento resteranno esterefatti, penseranno a cosa loro hanno sbagliato, ma tu sei lì davanti e loro possono ancora aiutarti. Nell’altro caso, NO. Ci sarebbe solo la disperazione aggravata dal fatto che non possono fare più nulla.
                  Quindi, carissima stardust, parla loro domani stesso. Non aspettare il momento giusto: Rimanderesti troppo.
                  Il primo passo è questo. Non ci sono pillole che mandano via i brutti pensieri e tanto meno quelli scellerati.
                  Devi sapere che c’è qualcuno con te che combatte questa battaglia, qualcuno che ti vuole bene. Allora sì che le cure funzioneranno. Non dall’oggi al domani, ma un po’ alla volta, ti aiuteranno a dare un valore più giusto alle situazioni e a farti pensare maggiormente alla costruzione del tuo futuro.
                  Questo deve diventare il tuo pensiero prevalente, ma da sola ritengo che, a questo punto, non ce la puoi fare con sicurezza e il rischio è troppo alto.
                  Noi qui tifiamo tutti perché tu riesca a tornare serena e ti vogliamo bene.
                  Saremmo tanto contenti però di sapere che hai preso il toro per le corna.
                  Aspettiamo di leggerti.

                  Un forte abbraccio :-) :-) :-)


                  #15638
                  Anonimo
                    volontario del sorriso wrote:
                    Cara Stardust,
                    l’istinto che ti fa pensare cosi costantemente al suicidio è troppo pericoloso.
                    Per fortuna hai l’altro istinto che ti dice di non farlo. Penso che sia consapevole anche tu che non hanno la stessa valenza. Basta che l’istinto del suicidio prevalga in un momento di maggiore sfiducia e debolezza per aver annullato la tua vità; perché? Neppure i tuoi compagni più tiranni perserebbero che è colpa loro: sarebbe una vita letteralmente buttata via senza senso.
                    Tu soffri maledettamente, lo so, come so che non basta l’altra parte di te. Se il pensiero è diventato tanto insistente vuol dire che quella parte non è sufficiente forte e ha bisogno di aiuto.
                    Come? i tuoi genitori. Dici di non avere sufficiente confidenza per parlare a loro di questo. Nessuno ha sufficiente confidenza per cose del genere, ma è assolutamente necessario farlo. Al momento resteranno esterefatti, penseranno a cosa loro hanno sbagliato, ma tu sei lì davanti e loro possono ancora aiutarti. Nell’altro caso, NO. Ci sarebbe solo la disperazione aggravata dal fatto che non possono fare più nulla.
                    Quindi, carissima stardust, parla loro domani stesso. Non aspettare il momento giusto: Rimanderesti troppo.
                    Il primo passo è questo. Non ci sono pillole che mandano via i brutti pensieri e tanto meno quelli scellerati.
                    Devi sapere che c’è qualcuno con te che combatte questa battaglia, qualcuno che ti vuole bene. Allora sì che le cure funzioneranno. Non dall’oggi al domani, ma un po’ alla volta, ti aiuteranno a dare un valore più giusto alle situazioni e a farti pensare maggiormente alla costruzione del tuo futuro.
                    Questo deve diventare il tuo pensiero prevalente, ma da sola ritengo che, a questo punto, non ce la puoi fare con sicurezza e il rischio è troppo alto.
                    Noi qui tifiamo tutti perché tu riesca a tornare serena e ti vogliamo bene.
                    Saremmo tanto contenti però di sapere che hai preso il toro per le corna.
                    Aspettiamo di leggerti.

                    Un forte abbraccio :-) :-) :-)

                    #15644
                    stardust
                    Partecipante
                      vadim micheev wrote:
                      Ciao stardust,
                      Sai che queste cose mi mettono ansia, e mi portano a non dormire……
                      Oggi quando ero in giro fuori con i miei amici, mi sono collegato a leggere il tuo post che hai scritto, e mentre stavo con loro, non facevo altro che pensare al tuo disaggio che tu stai provando, cosi a non riuscire piu a seguire i discorsi dei miei amici.

                      Scusa vadim,non volevo che il mio post ti turbasse..non star male per me.

                      Quote:
                      u soffri maledettamente, lo so, come so che non basta l’altra parte di te. Se il pensiero è diventato tanto insistente vuol dire che quella parte non è sufficiente forte e ha bisogno di aiuto.
                      Come? i tuoi genitori. Dici di non avere sufficiente confidenza per parlare a loro di questo. Nessuno ha sufficiente confidenza per cose del genere, ma è assolutamente necessario farlo. Al momento resteranno esterefatti, penseranno a cosa loro hanno sbagliato, ma tu sei lì davanti e loro possono ancora aiutarti. Nell’altro caso, NO. Ci sarebbe solo la disperazione aggravata dal fatto che non possono fare più nulla.
                      Quindi, carissima stardust, parla loro domani stesso. Non aspettare il momento giusto: Rimanderesti troppo.

                      So come sono fatti,non mi prenderebbero sul serio. Perché? Perché mi hanno sempre vista come una ragazza felice,sempre con la battuta pronta…probabilmente non ci crederanno mai se vado lì e dico a loro di questi miei problemi. Oppure,se gli dico che ho un desiderio di morire,probabilmente resterebbero shockati inizialmente,poi magari non direbbero nulla, ignorerebbero la cosa perché penserebbero “No,non potrà mai fare una cosa del genere! La conosciamo bene,è nostra figlia!”
                      Fatto sta che non so cosa farò.

                      #15645
                      Volontario
                      Moderatore

                        Cara Stardust,
                        è davvero importante che tu parli con i tuoi familiari, magari con una sorella se non ti va di affrontare l’argomento con i genitori. Non lasciarti frenare dal pensiero che non capirebbero o che trascurerebbero minimizzando, non puoi sapere come reagiranno di fronte ad una richiesta d’aiuto tanto urgente e importante, non lasciarti condizionare dal tuo modo di vederli, la situazione è diversa da quelle che hai conosciuto.
                        Permettiti di aiutarti chiedendo loro appoggio…
                        A presto cara, un abbraccio grande


                        #15646
                        stardust
                        Partecipante
                          volmaraci wrote:
                          Cara Stardust,
                          è davvero importante che tu parli con i tuoi familiari, magari con una sorella se non ti va di affrontare l’argomento con i genitori.

                          Sì ho una sorella a cui voglio molto bene,con lei parlo di tutto,rido,sono me stessa..ma ci sarebbe sempre questo imbarazzo a parlare dei miei problemi che mi frena.
                          Comunque oggi sono andata in un posto…sarà a una quindicina di minuti da casa mia…c’è una grande altura,una specie di dirupo…e io mi vedevo cadere da lì. Ma non ho fatto nulla,mi sono avvicinata di più,è altissimo e non so nemmeno dove vadi a finire se cado giù. Ma non ho fatto niente,le mie gambe tremavano e mi hanno fatta correre a casa. :unsure:
                          Forse non voglio morire,non ancora almeno…

                          #15650
                          Volontario
                          Moderatore

                            Cara Stardust,

                            non andare più in quel posto. Può diventare troppo familiare, troppo invitante. Almeno questo lo puoi fare vero?

                            Circa i tuoi genitori, se a loro dici quello che hai detto a noi, come lo hai detto a noi, chiedendo anche a loro aiuto perché non desideri morire ma temi invece di farlo perché c’è in te una forza che non sai più dominare come vorresti, beh, ti assicuro che di colpo si accorgono di non conoscere bene la propria figlia e si daranno da fare.
                            Conosco una signora a cui la propria figlia ha detto:
                            mamma non portarmi da specialisti vari, tu mi devi portare da quello della testa!
                            ti assicuro che hanno capito tutto.

                            Nel tuo caso è ancora più chiaro, quindi non pensare che sottovaluterebbero la situazione.

                            Fino a un po’ di anni fa, pensa, c’era una teoria di molti psicologi (non gli psichiatri però) che diceva “chi lo dice non lo fa”, sta solo chiedendo aiuto e così tranquillizzavano i genitori.
                            Ebbene, ora non lo dicono più perché si sono accorti che chi lo dice, sicuramente chiede attenzione in quanto sta male, ma può anche farlo.

                            Ebbene cara Stardust, promettici che parlerai ai tuoi genitori prima possibile, cioè oggi domenica.

                            Un abbraccio e molti Sorrisi.
                            :-) :-) :-) :kiss:


                            #15665
                            Anonimo

                              Ciao stardust,
                              Hai pensato a tutto quello che ti abbiamo consigliato???
                              Hai rifletutto se parlare di questa situazione ai tuoi genitori???
                              E la cosa piu importante, non andare in quel posto, xke nonn ci stai a fare niente di li.

                              Spero di leggerti prestooooo….

                              Siamo tutti con te…

                              #15668
                              Volontario
                              Moderatore

                                Ciao Stardust!
                                Come va?
                                Sorrisi :-) :-)


                                #15669
                                stardust
                                Partecipante

                                  Va abbastanza…solo che ho un’ansia terribile e spiego il perché.
                                  Dopodomani dovrei partire per una gita scolastica di più giorni,molto distante da casa. I miei hanno già pagato,perché vogliono che io ci vadi,ma io non voglio! Sarà terribile,dato che i miei compagni di classe non mi degneranno di uno sguardo,e dovrò passarci pure la notte..a me piacciono le gite,ma fatte con le persone giuste!!
                                  Non voglio andarci…devo trovare un modo. :(

                                Stai visualizzando 15 post - dal 1 a 15 (di 27 totali)
                                • Devi essere connesso per rispondere a questo topic.
                                Scrivici su WhatsApp
                                Scan the code
                                Ciao!
                                Ti ricordiamo che il servizio è attivo il martedì e il giovedì dalle ore 14:00 alle 17:00.
                                Come possiamo aiutarti?