• Questo topic ha 29 risposte, 6 partecipanti ed è stato aggiornato l'ultima volta 11 anni, 8 mesi fa da Volontario.
Stai visualizzando 15 post - dal 1 a 15 (di 30 totali)
  • Autore
    Post
  • #5889
    MRSara
    Partecipante

      La situazione è più complessa di quello che si possa immaginare e sarà una fortuna per me se voi riusciste a comprendere la mia situazione, figuriamoci se mi deste consigli.
      Cercherò di essere più schietta possibile!
      Io 15 anni, lui 23. L’ho conosciuto tramite social network più di due settimane fa, ci siamo incontrati e subito mi ha baciata (era la prima volta e lui lo sapeva! ma non l’ho respinto). Ci siamo incontrati più volte e ammetto che mi piace come pochi, sto bene con lui e sono quasi a mio agio. I nostri incontri avvengono solo nella macchina di lui, perchè i miei, naturalmente, sanno che sono con le compagne di classe. E’ gentilissimo e molto disponibile. Con lui sto facendo tutte le mie prime esperienza in campo sentimentale e non solo.
      Il punto è: vuole andare più affondo toccando le mie parti intime producendo un orgasmo insomma (anche in questo caso sarebbe la prima volta!).
      Non gli ho detto di no perchè in realtà sono curiosa e so che mi posso fidare, ma mi è venuto un dubbio che probabilmente potrei risolvere solo io: la mia voglia è reale desiderio di provare piacere con lui o piuttosto una specie di ribellione contro l’oppressione dei miei genitori?
      Dovete sapere che io sono considerata da TUTTI la santarellina tutta casa-scuola-casa, quella che ha eccellenti voti a scuola, quella che aiuta in casa, ma con una vita sociale peggiore di quella di un carcerato. Non ho amiche che considero tali, nella mia vita sarò uscita con delle ragazze solo un paio di volte perchè i miei non volevano. Sono piuttosto ansiosi e apprensivi, fin troppo opprimenti e asfissianti, e badate che la mia non è un’esagerazione, anzi … moltissimi mi chiedono come faccia a sopportare ancora tutte le loro raccomandazioni e continui e ripetitivi consigli. Mi direte che tutti i genitori sono così, lo so. Ma i miei lo sono molto di più della normalità.

      Forse mi sono dilungata troppo, ma credo che la domanda sia chiara: è reale desiderio o voglia di ribellarmi (cosa che non ho mai fatto) alla prigionia genitoriale e all’immagine di casta santa che mi hanno sempre affidato?

      Vi prego, non so a chi altri chiedere consiglio!

      #16856
      Volontario
      Moderatore

        ciao Sara, benvenuta innanzitutto sul forum :-)

        A parte questa oppressione come ti trovi con i tuoi? Cioè parlate tranquillamente? Hai mai provato a dirgli in qualche modo che le loro raccomandazioni sono un po’ eccessive? Sei figlia unica?

        Non hai amiche che consideri tale…neanche a scuola? Non esci mai in generale o tra ragazze? Ci dici che i tuoi non ti fanno uscire in generale, ma adesso che esci con questo ragazzo, ti lasciano uscire proprio perchè sanno che sei con amiche…è cambiato qualcosa? :-)

        Arrivando alla questione che ci poni, non ho capito se vi vedete solo in macchina o se cmq uscite e andate in qualche posto, tipo a cena ecc? Vivi in un piccolo paese?
        Le esperienze di cui ci stai raccontando sono normalissime…sta a te decidere se ti va di andare avanti, un po’ per curiosità, come dici tu e un po’ per desiderio.
        La vera domanda penso che dovrebbe essere: questo ragazzo ti piace? Provi già qualcosa per lui?
        Come mai ti è venuto in mente che magari vuoi andare “oltre” per far dispetto ai tuoi?

        A presto e tanti sorrisi!! :-)


        #16860
        Volontario
        Moderatore

          Ciao Sara :-)
          Mi aggiungo all’altro volontario per fare qualche considerazione insieme…
          E’ naturale avere un desiderio fisico e aver curiosità, se come ci dici non hai esperienze precedenti ne con ragazzi ne sociali, è forse molto sensato il tuo dubbio. L’amore fisico è la logica conseguenza dell’amore sentimento, e scusa la franchezza, ma mi sembra che due settimane siano poche per essere già così intimi. Se sei spinta dall’eccessiva chiusura dei tuoi, puoi prenderti qualche tempo di riflessione e scegliere un altro modo per affermare la tua personalità e il tuo cambiamento con loro, non sei più una bambina e anche loro devono tenerlo in considerazione. Una relazione clandestina condotta per fare dispetto, non ottiene il risultato sperato, dal momento che appunto, è clandestina. Ottenere invece più libertà, attraverso un dialogo sostenuto con determinazione darebbe a te soddisfazione, e sposterebbe loro dalla posizione rigida in cui si trovano.
          Ovviamente sei tu a condurre le cose a a prendere le tue decisioni, pensa a cosa ottieni in un modo e cosa ottieni in un altro, immaginando te stessa, e immaginando i tuoi nell’una e nell’altra situazione.
          Ciao cara, un abbraccio :-) :-)


          #16863
          MRSara
          Partecipante

            Salve,
            è inutile negarlo: io amo profondamente i miei genitori. In casa parliamo di tutto, davvero di ogni argomento tranne che di adolescenti, esigenze adolescenziali e ogni cosa che ha a che fare con l’argomento perchè io non ho mai avuto problemi del genere e mi considerano già nella fase pre-adulta. Addirittura mi chiedono consigli su come comportarsi con i miei fratelli dato che io conosco il mondo giovanile, per la mia età, ma in un certo senso non ne faccio parte. Dico continuamente che le loro raccomandazioni sono esagerate, che così facendo non mi fanno vivere serena, che mi mettono ansia e agitazione, che non riesco ad essere spensierata quando esco se il mio pensiero va ad una telefonata imminente o a loro che sono in fibrillazione per me.
            Non sono figlia unica, ma in un certo senso è come se lo fossi. Ho due fratelli di 1 e 3 anni più piccoli di me, quindi ho la sfortuna di non aver avuto nessuno che mi spianasse la strada …

            Non ho amiche neanche a scuola. I rapporti sono ottimi con tutti, ma è semplice conoscenza, più che amicizia vera. In realtà nei miei 15 anni non ho mai avuto amiche che considerassi davvero tali, sarà il mio naturale temperamento freddo, riservato e diffidente …
            Le mie uscite si limitano all’andare a scuola, al fare qualche commissione nelle vicinanze. Con altre ragazze sono uscita solo un paio di volte qualche settimana fa. Esatto, sanno che esco con delle amiche di classe e mi fanno uscire, ma tutte le volte che devo chiedere il permesso ho il timore del loro rifiuto perchè ogni volta mi guardano in un modo strano e nuovo come per dire “non esagerare adesso! non prendere l’abitudine!”. Inoltre i miei orari sono limitati, devo essere a casa non più tardi delle 21.30, praticamente all’ora in cui le altre escono! Il loro controllo è tale che mi hanno costretta a scaricare un’app con la quale controllano dove sono in ogni momento. Non ho opposto resistenza anche se li ho detto che per una volta dovrebbero avere fiducia in me, la risposta è stata “ma noi ci fidiamo di te, sappiamo che sei matura … ma non si sa mai. ci fai stare più tranquilli così” ma non sono per nulla tranquilla io. Mi sento, e lo sono veramente, spiata alla pari di una criminale.

            Arrivando alla questione: ci vediamo solo in macchina! Il paese non è piccolo, conta poco più di 45 mila abitanti, ma la gente vede e parla troppo. Preferisco io stessa non mettere strane voci in giro.

            Questo ragazzo mi piace davvero molto, è la prima volta che provo una sensazione del genere! Non saprei se provo qualcosa per lui di serio perchè a volte, credo sia fisiologico, mi vengono dubbi circa una grande presa in giro montata contro la mia persona. Insomma … non è usuale che un 23enne esca con una poco più che bambina, anche se continua a dire che sia fisicamente sia a livello intellettuale sembro una sua coetanea.

            Il dubbio della “ribellione” è stato spontaneo, perchè è la prima volta che faccio qualcosa contro il volere dei miei, è la prima volta che mi sento grande e responsabile e non vorrei fare errori; non vorrei che scambiassi il desiderio della curiosità verso il nuovo con una semplice voglia di dimostrare forse a me stessa prima che agli altri che anche io ho una vita sociale e qualcuno che mi vuole realmente bene.
            L’ho detto, la situazione è un po’ complessa …

            #16865
            Volontario
            Moderatore

              Cara Sara,

              mi vengono dubbi circa una grande presa in giro montata contro la mia persona. Insomma … non è usuale che un 23enne esca con una poco più che bambina, anche se continua a dire che sia fisicamente sia a livello intellettuale sembro una sua coetanea.

              non vorrei fare errori; non vorrei che scambiassi il desiderio della curiosità verso il nuovo con una semplice voglia di dimostrare forse a me stessa prima che agli altri che anche io ho una vita sociale e qualcuno che mi vuole realmente bene.

              Ho copiato qui sopra le tue frasi sulle quali vorrei dire qualche parola.

              In effetti questo 23enne che la prima volta che ti vede ti bacia profondamente e che in 15 giorni già avanza richieste piuttosto spinte, non so se vuole prenderti in giro, ma è molto presto per dire che ti vuole sicuramente bene.
              Il guaio della vostra relazione è il “solo in macchina, sempre in macchina”.
              Come fate a conoscervi? a partecipare alla vita uno dell’altro, a scambiarvi pensieri e idee?
              I tuoi dubbi sono molto validi. Sei davvere una ragazza equilibrata e matura, anche se, come dici tu, poco più di una bambina.

              Ciao e Sorrisi.
              :-) :-)


              #16869
              MRSara
              Partecipante

                Esatto!E’ esattamente quello che pensavo io: il vero problema è il fatto di vederci solo ed esclusivamente in macchina! Parliamo sono attraverso social network e, lo sappiamo tutti, su internet siamo ben diversi dalla realtà e quando ci incontriamo, scambiamo qualche parolina soltanto tra un bacio e l’altro, nulla di che!
                Sono cosciente del fatto che non esiste alternativa, purtroppo. Anche perchè siamo entrambi molto timidi e impacciati …
                Mi sono cacciata in una situazione più grande di me?

                #16870
                Volontario
                Moderatore

                  Ciao Sara :-) :-)
                  Perchè dici che non esiste alternativa? Ti riferisci all’impossibilità di vedervi altrove o all’impossibilità di trascorrere del tempo a parlare, anche se in macchina?
                  Sorrisi :-)


                  #16877
                  MRSara
                  Partecipante

                    Naturalmente mi riferisco all’impossibilità di vederci altrove! Temo che alla lunga possa subentrare la noia, insomma quanto potrebbe durare una relazione non solo clandestina, ma in cui ci si incontra sempre nello stesso posto per fare sempre le stesse cose?

                    A proposito del parlare … ci mancano argomenti! Su internet, logicamente, hai tutto il tempo di riflettere, di dire la cosa giusta, di scegliere il tema giusto da trattare, ma dal vivo … beh, per me che sono un’assoluta frana in tutti e qualsiasi rapporto sociale, a causa della mia grande inesperienza, è una tragedia!

                    #16879
                    Volontario
                    Moderatore

                      Cara Sara,
                      eppure una relazione importante si basa proprio su questo.
                      Tu devi avere il tempo di formarti e di crescere e lui quello di sforzarsi a gestire la sua timidezza in modo che si faccia amicizie e relazioni con ragazzi della sua età non virtuali.

                      Insomma, secondo me, questo tipo di relazione non fa bene a nessuno dei due.

                      Poiché sei tu che ti sei rivolta a noi, ti dico lascialo perdere e i tuoi sforzi usali per liberarti un po’ dalla morsa dei genitori e per farti nuove amicizie o approfondire quelle che hai già.

                      Sorrisi. :cheer: :-) :-)


                      #16882
                      Volontario
                      Moderatore
                        Quote:
                        Il guaio della vostra relazione è il “solo in macchina, sempre in macchina”.
                        Come fate a conoscervi? a partecipare alla vita uno dell’altro, a scambiarvi pensieri e idee?
                        I tuoi dubbi sono molto validi. Sei davvere una ragazza equilibrata e matura, anche se, come dici tu, poco più di una bambina.

                        In effetti casa, se è tutto qui…qualcosa non va :-) Parlane con lui e senti cosa ne pensa. Non pensare sia una cosa stupida da fare, anzi, forse sei più matura tu di lui e capirlo potrebbe essere un grande passo avanti, in qualsiasi direzione sarà.

                        sorrisi! :-)


                        #16885
                        MRSara
                        Partecipante

                          No, no. Allora non hai capito la situazione, forse non mi sono spiegata bene! Lui è pieno di amici, ne ha moltissimi e tutti o quasi della sua età. La sua timidezza è solo nei miei confronti, in quanto, presumo, non è ancora in grado di capire come dovrebbe comportarsi con me.
                          Sapete, la mia situazione di morsa famigliare la conosce anche lui, e mi ha dato gli stessi consigli vostri, mi ha dato tutto il tempo di fare nuove conoscenze ed esperienze, sta cercando di convincermi ad uscire di più a fare nuove amicizie, a liberarmi dalla “prigionia” genitoriale. Su questo campo mi sta dando un’enorme aiuto e, sinceramente, se non fosse entrato nella mia vita io sarei davvero rimasta ancora chiusa in casa!

                          #16887
                          Volontario
                          Moderatore
                            wrote:
                            No, no. Allora non hai capito la situazione, forse non mi sono spiegata bene! Lui è pieno di amici, ne ha moltissimi e tutti o quasi della sua età. La sua timidezza è solo nei miei confronti, in quanto, presumo, non è ancora in grado di capire come dovrebbe comportarsi con me.

                            Lui ha avuto altre fidanzate? Perchè pensi non sappia come comportarsi con te, un comportamento normale, come quello che ha con tutti gli altri non andrebbe bene?

                            wrote:
                            Sapete, la mia situazione di morsa famigliare la conosce anche lui, e mi ha dato gli stessi consigli vostri, mi ha dato tutto il tempo di fare nuove conoscenze ed esperienze, sta cercando di convincermi ad uscire di più a fare nuove amicizie, a liberarmi dalla “prigionia” genitoriale. Su questo campo mi sta dando un’enorme aiuto e, sinceramente, se non fosse entrato nella mia vita io sarei davvero rimasta ancora chiusa in casa!

                            Anche se solo via web, avete iniziato a dire diverse cose. Dal vivo è la stessa cosa, anche se non hai tutto il tempo di ripensarci. C’è un argomento di cui vorresti parlare con lui? Anche uno semplice. Preparati un paio di punti a cui tieni e prova…ti va?


                            #16890
                            MRSara
                            Partecipante

                              Sicuramente ha avuto altre fidanzate: mi ha raccontato eventi anche piuttosto privati delle sue relazioni passate e questo mi induce a fidarmi di lui!
                              Un comportamento normale è a dir poco impossibile, perchè non credo abbia mai avuto fidanzate di 8 anni in meno nè tantomeno di 15 anni, nè penso abbia mai avuto una relazione clandestina in cui l’unico posto che si può frequentare è la sua macchina.

                              Via web, è vero, abbiamo parlato moltissimo e … dal vivo non è esattamente la stessa cosa. Per carità nei nostri incontri le chiacchierate, seppur brevi, ci sono state circa la scuola, l’università, le amicizie, le sue serate … ma io ero molto inibita, quasi imbarazzata! Sono cosciente del fatto che si tratta di un imbarazzo dovuto solo all’inesperienza e che sicuramente col tempo passerà (pensate che spesso sono in imbarazzo con gente che conosco da anni …) , ma per il momento … seguirò il vostro consiglio: mi preparerò un paio di argomenti, speriamo bene!

                              #16898
                              Volontario
                              Moderatore

                                Cara Sara,
                                sicuramente un pò per volta riuscirai, e vi conoscerete meglio. Se poi ti sembra una persona che non risponde a quello che cerchi,e la persona via web non corrisponde a quella reale, non sei obbligata a frequentarlo…
                                Per quanto riguarda la possibilità di chiedere una maggior libertà ai tuoi genitori, anche con loro potresti iniziare a proporre qualche argomento che ti sta a cuore.
                                Ci hai detto che avete un buon dialogo…e non avete mai affrontato argomenti legati alla tua età. Forse non li rifiuterebbero, anche non ne avete ancora parlato.
                                Ciao cara, sorrisi :-) :-)


                                #16951
                                Volontario
                                Moderatore

                                  Cara Sara,
                                  vorrei ricapitolare e cercare di capire meglio la situazione facendoti un po’ di domande per riflettere insieme a te. Rispondi pure solo a ciò che ti va.

                                  1-Come vi siete conosciuti:
                                  Ci racconteresti meglio come è avvenuta la vostra conoscenza? Su un Social Network? Quale e come?
                                  E’ stato lui a contattarti per primo? Com’è successo che avete deciso di incontrarvi?
                                  Dove ti ha proposto di incontrarvi la prima volta?
                                  Ti aspettavi che ti avrebbe baciata? Non ti sei sentita a disagio ad essere baciata la prima volta che lo vedevi?
                                  Dici che lui sapeva che era la prima volta che baciavi un ragazzo: ciò significa che nelle vostre conversazioni sul Social Network lui ti aveva fatto domande su queste cose?
                                  Normalmente di che argomenti parlate sul Social Network?

                                  Non ti sembra un po’ eccessivo il fatto che al primo incontro già prova a baciarti e che sono passate poco più di due settimane dall’inizio della vostra conoscenza e lui ti sta proponendo di poter toccare le tue parti intime?

                                  2-Dubbi sui tuoi desideri reali:
                                  Non trovi che già solo per questo motivo sarebbe il caso di aspettare prima di andare oltre?

                                  3-Relazione coi tuoi genitori:
                                  Da quanto tempo i tuoi ti hanno chiesto di installare questa “app” che permette di individuare dove sei? Magari non è che non si fidano di te, ma delle persone con cui puoi venire in relazione.
                                  Ad esempio molti genitori temono che i figli possano frequentare persone che non conoscono bene e andare incontro a pericoli più o meno prevedibili. Soprattutto ora che è facile fare amicizie con sconosciuti attraverso la rete di internet e dei social network. A volte sono paure immotivate, ma, a volte, no.

                                  Non trovi che ad esempio incontrarti in macchina, soprattutto con una persona che non conosci o che conosci appena non sia un’idea proprio buona?

                                  “mi vengono dubbi circa una grande presa in giro montata contro la mia persona. Insomma … non è usuale che un 23enne esca con una poco più che bambina, anche se continua a dire che sia fisicamente sia a livello intellettuale sembro una sua coetanea.”

                                  Alcuni giorni fa hai scritto queste parole.
                                  Se hai questi dubbi perché non eviti di vedere questa persona in luoghi troppo appartati come è una macchina? La macchina è uno dei luoghi più appartati che ci sia: ci avevi mai pensato a questo? E, avevi mai pensato che “incontrarsi” in macchina può essere facile quanto anche pericoloso?
                                  Se proprio ti interessa continuare a conoscere questa persona perché non ti assicuri di poterlo vedere in un luogo più adatto ad incontrare una persona che si conosce appena?

                                  4-Un’altro punto di ciò che scrivi mi ha colpito molto:

                                  “Sicuramente ha avuto altre fidanzate: mi ha raccontato eventi anche piuttosto privati delle sue relazioni passate e questo mi induce a fidarmi di lui!”

                                  Secondo te Sara, basta che una persona ti parli di cose intime e private per poterti fidare di lui? Ti invito a prestare attenzione anche a questo punto perché non sempre è così: anzi a volte è il contrario.
                                  Più sotto dici di aver provato imbarazzo parlando con lui: forse perché lui tratta argomenti che tu non ti senti pronta ad affrontare o che sono troppo intimi?

                                  Scusa per tutte queste domande, ma spero che queste riflessioni insieme ti aiuteranno a comprendere meglio.
                                  Un abbraccio


                                Stai visualizzando 15 post - dal 1 a 15 (di 30 totali)
                                • Devi essere connesso per rispondere a questo topic.
                                Scrivici su WhatsApp
                                Scan the code
                                Ciao!
                                Ti ricordiamo che il servizio è attivo il martedì e il giovedì dalle ore 14:00 alle 17:00.
                                Come possiamo aiutarti?