Salve

  • Questo topic ha 3 risposte, 3 partecipanti ed è stato aggiornato l'ultima volta 3 anni, 8 mesi fa da Volontario.
Stai visualizzando 4 post - dal 1 a 4 (di 4 totali)
  • Autore
    Post
  • #3590
    emanuele7
    Partecipante

    Salve a tutti, mi chiamo Emanuele, studio all’università e ho 23 anni.
    Da quasi 4 anni purtroppo sono nella solitudine più totale: la mia famiglia non mi offre alcun supporto e non riesce a immedesimarsi nei miei problemi, amici non riesco a farmene perché ormai ho sviluppato una fobia sociale terribile e il punto più tragico è la totale assenza nella mia vita, sia passata che presente, di vicinanza con l’altro sesso.
    Forse è brutto dirlo ma la mia vita segue il classico schema di ogni storia di depressione e solitudine. Non sono un’eccezione, anche se il dolore che provo ogni giorno, ogni ora, ogni minuto, ogni secondo (perché in certi momenti sono insostenibili anche i secondi) è non solo straordinario ma anche ontologicamente incredibile. Non riesco a credere che la vita possa schiudere un dolore così acuto. E’ strano che debba finire tutto così, il mondo mi parla di lavoro, realizzazione professionale, carriera, fare soldi ma a me non frega nulla, non mi suscita il minimo interesse.
    Avessi una persona nella mia vita, un affetto, un contatto, un po’ di calore, di amore, riuscire a pensare l’esistenza non più in termini di IO ma di NOI, lì probabilmente riuscirei a trovare la forza che mi serve e anche molto di più.
    Stare solo, invece, mi sta facendo morire lentamente in uno strazio atroce. L’inferno non è una credenza religiosa e ha tante declinazioni. La mia psiche e il mio corpo non ce la fanno più, stanno subendo l’urto che io lo voglia o no.
    Finisce così?

    Ciao a tutti, grazie per avermi ascoltato.

    #33991
    Volontario
    Moderatore

    Ciao Emanuele 7 benvenuto !
    grazie della fiducia che ci hai accordato,da ciò che ci hai scritto sentiamo la tua fatica quotidiana,e la tua grande sofferenza nel corpo e nella psiche.
    In queste difficolta’ quotidiane ci dici che la tua famiglia non ti offre alcun supporto,potresti provare a spiegarci che tipo di supporto vorresti ?
    Ci hai raccontato del forte desiderio che hai di avere una relazione di coppia, che è una cosa che fino ad oggi non hai potuto sperimentare , ed in cui riponi numerose aspettative.

    Noi vorremmo che raccontassi ancora di più di te, che studi stai facendo ?
    Come passi le tue giornate ? hai degli hobby ?
    Che cosa ti appassiona, o ti appassionava ?
    Che cosa fa’ battere il tuo cuore?

    Aspettiamo presto tue notizie
    ed un caro saluto !


    #33993
    emanuele7
    Partecipante

    Il tipo di supporto che mi piacerebbe avere dalla mia famiglia è ascolto e non indifferenza. Mia madre è a lavorare per tutta la settimana e quando c’è non è interessata al dialogo. Quindi vivo con mio padre che beve e lo ha sempre fatto, con lui non ci può essere alcun rapporto. Ci ho provato tempo fa ma non è fattibile.
    Non mi fa stare male la mia famiglia, loro sono una cosa io un’altra ormai non sento più alcun legame con loro.
    Ho un estremo bisogno di vicinanza con qualcuno, vorrei una compagna con cui poter condividere la mia vita ma la fobia sociale di cui parlavo mi allontana da opportunità del genere, non riesco a socializzare, non riesco a essere me stesso, di conseguenza non mi sento in sintonia con nessuno.
    Lo stress e l’ansia mi stanno uccidendo.
    Non riesco a respirare, ho un continuo senso di agitazione nel petto: ho fatto 3 esami al cuore e 2 ai polmoni ed è tutto nella norma, in teoria, in realtà mi sento morire.
    Se le cose continuano così mi ammalerò, sto superando un limite.
    Da sempre faccio studi di metafisica, filosofia, religione in cui sono molto bravo ma alle persone interessano poco queste cose quindi non è un’opzione di contatto e adesso ho estremo bisogno di qualcuno.

    Apprezzo infinitamente che ci siano dei volontari per aiutare i giovani in difficoltà,
    vi ringrazio sinceramente con tutto il cuore.

    #33999
    Volontario
    Moderatore

    Caro Emanuele,
    noi del Sorriso siamo qui con te e siamo felici che tu possa sfogare in questo Forum la tua grande sofferenza, la tua solitudine ed il tuo grandissimo bisogno di ascolto e di compagnia.

    Vediamo che purtroppo non puoi trovare ascolto in famiglia e ci dici che gli esami medici al cuore ed ai polmoni sono buoni. L’avere l’impressione di non riuscire a respirare è un tipico disturbo psicosomatico. Avresti quindi bisogno di vedere uno psicologo, se già non l’hai fatto.

    A parte tutto questo ci rendiamo conto che avresti bisogno di incontrare delle persone nuove ma … in carne e ossa! Delle persone con cui parlare e condividere i tuoi interessi, che sono tanti e molto belli e profondi.
    Solo cercando in tutti i modi di uscire di casa e di frequentare nuovi ambienti avrai modo di incontrare una nuova amica e, forse, la compagna di cui senti tanto il bisogno.

    Non sappiamo dove abiti ma in tante città italiane conosciamo dei buoni centri di aggregazione.
    Si tratta degli Istituti di Psicosintesi. Sono degli enti morali :-) :-) :-) in cui si può fare un percorso di crescita personale avvicinandosi alla Psicosintesi di Roberto Assagioli (vedi sito internet).

    Per ora ti abbracciamo ed aspettiamo di leggerti ancora. :-) :-) :-)


Stai visualizzando 4 post - dal 1 a 4 (di 4 totali)
  • Devi essere connesso per rispondere a questo topic.
Scrivici su WhatsApp
Scan the code
Ciao!
Ti ricordiamo che il servizio è attivo il martedì e il giovedì dalle ore 14:00 alle 17:00.
Come possiamo aiutarti?