Sempre problemi adolescenza (continuazione messaggio precedente)

  • Questo topic ha 3 risposte, 2 partecipanti ed è stato aggiornato l'ultima volta 2 anni, 11 mesi fa da Volontario.
Stai visualizzando 4 post - dal 1 a 4 (di 4 totali)
  • Autore
    Post
  • #3369
    Pia horan
    Partecipante

    Dopo di che una dell’ospedale ha parlato con l’assistente sociale e l’ha convinta di non farmi spostare di comunità sanitarie che sarebbero quelle con dottori e psicologi 24h su 24 e che risolvano tutto con pillole quindi prendendo i farmaci che mi hanno messo mi possono incastrare in tutti i modi è per questo che aspetto i 18 anni perché voglio fare ciò che voglio io senza che nessuno inventa cose che mi impedisca di farmi il mio futuro come hanno fatto fin’ora. Poi ho conosciuto il giudice del tribunale che mi crede però quando parlano loro crede anche a loro però fa di tutto per me mi ha aiutata a fare decadere mia mamma naturale così da non avere più problemi. E mio padre in tutto ciò non c’è se ne frega, poi sono stata contattata da mia zia naturale che appunto mi ha raccontato di mia madre che si drogava e ha speso tutti i miei soldi che avrei dovuto avere a 18 anni.E cercherò di farmeli ritornare lo spero perché con quelli avrò un inizio se me ne vado via di casa da sta famiglia. Poi a 18 anni mi hanno detto che posso stare ma lo fanno capire che non mi vogliono in questa casa. Poi sono fidanzata con uno di 30 anni che si mi aiuta a volte ma altre no perché sta male emotivamente.Perché si sente una nullità un peso perché non ha potuto realizzare il suo sogno di essere calciatore x un infortunio e non vuole fare nessun lavoro ma secondo me perché si sottovaluta anche se lui vuole passare x svogliato, per uno schifo, x uno che non vale niente e vorrei aiutarlo a farlo stare meglio anche se ho contribuito pure io perché avrebbe voluto vivermi di più e con il fatto di stare sotto le regole che giustamente lui a 30 anni non ne ha più contribuisce al suo malessere perché in quei momenti vorrebbe stare con me sempre e invece non può però a 18 anni si non m’interessa. Ultimamente sta molto male i progetti che voleva fare x novembre non si sa se si faranno addirittura ieri voleva pensare di spararsi per non stare più così allora mi chiedo sta davvero di schifo perché fino a un anno fa nemmeno lo avrebbe pensato e ora si quindi ho paura di perderlo in questo modo perché starei uno schifo senza di lui perché è davvero il mio eroe mi ha creduta da subito mi fa ridere mi fa stare bene anche se certe volte male per i litigi che ci andiamo a volte pesante x cretinate ma c’è sempre stato anche quando l’hanno quasi denunciato per violenze su minori e non era vero perché così avrebbero mandato il mio telefono in procura e per un mese non ho avuto sue notizie e lui le mie. Ogni giorno ci cercavamo ovunque ma non ci vedevamo spesso e questo fino a dicembre ci vedevamo ma non ci toccavano ed era bruttissimo perché sennò lo avrebbero denunciato poi il giudice ha dato l’ok così ora abbiamo uscite anche se per ogni cosa danno la colpa a lui tutti quanti e non è giusto fanno dispetti tipo a me così e non è giusto perché potrebbe rischiare pesante x colpa loro. Ora non so quando inizio il secondo anno del corso di hostess e ho paura che il mio ragazzo non ci sia perché qua non vuole più stare ma se va via da qui ho paura di non vederlo più di non poter stare più con lui e ciò che c’è tra noi è importante per entrambi anche se lui non vuole cose a distanza perché non ci crede. E in più certe volte penso a quando l’ho fatto con lui e ho dovuto prendere la pillola anticoncezionale e ho avuto paura perché pensavo cosa poteva succedere se non avessi preso questa pillola, come fossi stata nei panni di una madre, e di aver avuto un figlio proprio con chi amo e così per una settimana mi toccavo la pancia non so perché immaginavo una piccola creatura e non faccio altro che pensare questo a volte non so perché non riesco a capire… E quindi ora sto male anche x lui perché un futuro insieme lo vogliamo ma non sappiamo da dove iniziare e che fare…

    #34799
    Volontario
    Moderatore

    Cara Pia, quante prove hai già passato nella tua giovanissima vita. Coraggio che la maggiore età è in arrivo!

    Con la maggiore età nascono possibilità e responsabilità diverse. Se abbiamo capito bene in questo momento tu ti trovi nella situazione che i tuoi genitori affiatari non ti vorrebbero tenere a casa oltre i 18 anni perchè non andate assolutamente d’accordo e già adesso sei in comunità durante la settimana e torni a casa solo nel weekend. Il tuo ragazzo pur trentenne, non ha una vita e un’indipendenza da poter condividere, non ha la possibilità di mantenerti o di ospitarti a casa sua. Tu non lavori, lui non lavora. Tu non hai una casa, lui non ha una casa. Che ne sarà di voi?

    Ci parli di frequentare il secondo anno di un corso da hostess. Quanti anni dura questo corso, quando ti diplomerai? Nella situazione in cui ti trovi, è particolarmente importante (per non dire indispensabile) ottenere un diploma utile a trovarsi un lavoro che ti permetta l’autonomia che desideri. Oppure, nell’immediato tentare una riconciliazione con la tua famiglia affidataria e con tua sorella naturale, cercando di andargli incontro su due o tre cose che sai che per loro sarebbero fondamentali per recuperare fiducia. Riesci a immaginare questa possibilità?

    Vedi Pia adesso ci sono tante cose che sembrano fuori posto. Però piano piano, una dopo l’altra, vedrai che si possono tutte sistemare.

    Il modo migliore sarebbe cominciare a mettere in fila le cose più importanti e concentrarsi su quelle. Dal nostro punto di vista per te la cosa più importante in questo momento, a parte il tuo ragazzo, dovrebbe essere quella di procurarti un diploma e valutare la possibilità di una riconciliazione con la tua famiglia affidataria che in questo momento sembrerebbe l’unica che ti possa dare alloggio e vitto, compiuti 18 anni.

    Che ne pensi di questo nostro ragionamento?
    Facci sapere, continuiamo a parlare!!
    Un grande sorriso di incoraggiamento!!!


    #34802
    Pia horan
    Partecipante

    I vostri consigli mi servono molto..Be si il fatto è che ho sempre dovuto mettere da parte io le cose per riconciliarmi e loro lo facevano solo per non fare brutta figura con la comunità. Durano un mese massimo e poi il putiferio come per esempio oggi che hanno fatto firmare un accordo dove c’è scritto che due volte ho le uscite per andare a mare con il mio ragazzo e altre due volte le uscite serali con lui, e loro hanno firmato questo accordo oggi mi dicono che io sto uscendo sempre quando sto rispettando i patti fatti, martedì sono andata a mare una giornata intera e siccome ho fatto una doccia e in questa casa non ho un accappatoio ho usato due asciugamani una x il corpo una x i capelli siccome stavo lavando il costume x stenderlo fuori ho lavato a mano anche le tovaglie e come se n’è uscita la signorina che avevo fatto entrare in casa il mio ragazzo per portarmelo a letto quando non lo farei perchè non sarei così scema a lasciare prove e due asciugamani usate sempre sarebbe la prova che le ho usate per lui. Ha 30 anni se devo farlo con lui lo potrei fare ovunque ma quanto sono stupide le persone e ieri ho fatto l’uscita serale quindi mi manca da fare oggi per esempio mare con lui e domani sera con lui, ma come al solito mi hanno fatta passare x una che si inventa le cose e menomale che ha la foto del permesso infatti ora sta zitta e non dice niente la madre affidataria la cosa che mi da sui nervi e che mia sorella mi fa la faccia lavata ultimamente e non fa altro che toccare il mio punto debole ovvero il mio ragazzo e la cosa che non sopporto e che lo fanno tutti… E qui perdo le staffe sempre non capiscono il mio malessere mai e certe volte quando esco o nei film vedo quei bambini che sono felici con la famiglia mi sento uno schifo. Comunque no non farò nulla per sistemare le cose perchè mi focalizzerò sul mio futuro anche se è difficile a volte , almeno lo rendono così. Ho scritto un libro sull’adolescenza è molto autobiografico e siccome sto aspettando i 18 anni x dare un finale perchè lo scrivo da tre anni ed è piaciuto molto sia la comunità che le ragazze che questa famiglia vogliono vederlo ma solo per vedere cosa ho scritto di loro perchè sanno che se avrà successo possono capire chi sono i personaggi le persone che mi conoscono. Quindi questa famiglia x me deve essere un capitolo chiuso a 18 anni certo cercherò lavoro ma non sarà merito loro perchè agli occhi degli altri vogliono avere loro il merito di tutto come sempre e magari ogni nostro successo è merito loro ma non è così tutto ciò che ho fatto di buono non è grazie a loro perchè quando io sono arrivata su volevano portarmi giù e agli occhi degli altri brava ma devi fare di più e la mia risposta sarebbe ma che cazzo di problemi hai? ti prendi il merito quando mi hai solo buttata per terra e non hai fatto nulla? Comunque una cosa che non capisco e che non ricordo se l’ho già detto è che certe volte penso a quando ho rischiato di avere un figlio non capisco perchè ci penso, perchè penso al dopo con il mio ragazzo. Ma la cosa più importante oltre questi problemi con queste famiglie è il mio ragazzo che dovrei fare? Molte volte pensa al suicidio ieri gli ho detto vattene via allora ma non ti uccidi e lui mi ha detto che si sente un peso che vorrebbe spararsi per non stare male più, gli ho consigliato di parlare con qualcuno di fidato ma non si fida… Non lo voglio morto ma nemmeno lontano da me che cosa devo fare? come devo comportarmi con lui’ che dovrei dirgli per dargli forza, x farlo stare meglio, una volta l’ho fatto ma ora ho paura. Mi date una mano soprattutto x lui che dovrei dirgli, fare con lui, per poter scherzare come un tempo, per non vedere quando guida improvvisamente lacrime negli occhi…senza di lui non ce la farei, è diventato la mia vita starei di schifo senza di lui non so se cadrei in depressione ma sarà forse peggio di così…

    #34806
    Volontario
    Moderatore

    Cara Pia
    Ma tu di preciso quanti anni hai? Fra quanti mesi fai i 18? Tu ti preoccupi per il tuo ragazzo e vorresti poterlo aiutare, e questo è un bellissimo sentimento che ti fa onore. Purtroppo però, nella vita non si possono aiutare gli altri fintanto che noi stessi non siamo bene ancorati e solidi. Tu sei una ragazzina con tanta forza, ma sei sempre una ragazzina. Purtroppo il tuo ragazzo che tu vuoi salvare, a noi sembra in realtà dovrebbe essere lui a salvare te, ma non può ;( perché lui stesso non è messo meglio di te.
    La sua storia, che ci hai solo brevemente a tratteggiato, ci sembra sia in linea con la tua, intendiamo anche lui ha avuto gravi problemi da cui è uscito scosso emotivamente, il problema è che poi si è bloccato del tutto, sia da un punto di vista lavorativo che personale. Non ha fatto nessun lavoro interiore per superare le sue delusioni, semplicemente vivacchia probabilmente a spese della famiglia, senza un vero progetto e per forza viene colto da crisi di tristezza e arriva al punto di dire a te che vuole suicidarsi :angry: cosa che per noi è di una immaturità preoccupante. Sembra inconsapevole che lui è l’adulto e tu la ragazzina :ohmy:

    A noi pare che la sua storia, come uno specchio che mostra il futuro, ti potrebbe allarmare e fare capire che a rimanere nei problemi senza uscirne, senza affrontarli e risolverli uno per uno, si rischia di arrivare a 30 anni con una vita con la quale non si sa più cosa fare. Ci si arriva a far consolare da una ragazzina minorenne che vive nei guai da quando è nata, per tanto si è immersi nel proprio egoistico dolore. :(
    Cara Pia non sei tu che ti devi preoccupare di risolvere la vita del tuo ragazzo (che è un uomo), se lui non è capace di risolverla, nessuno la può risolvere per lui. Ognuno di noi che vive sulla terra è chiamato a fare un viaggio, chi si blocca e non procede nel viaggio, non è una buona compagnia. È chiaro che tu oggi sei innamorata e naturalmente sei aggrappata a lui perché è l’unica persona che hai intorno che crede in te e che a suo modo cerca di amarti per quanto è capace.
    Amalo, se questo ti fa stare bene nell’immediato, però cerca di renderti conto che due mezze disgrazie non fanno una fortuna. Che per te, già così provata da tanti dolori, accompagnarti a una persona così irrisolta, non può andar bene sul lungo periodo.
    Da un certo punto di vista, non pensi anche tu che meriteresti un amore migliore, qualcuno da poter ammirare anziché dover salvare? Certo, sarebbe bellissimo che lui fosse in grado di fare quei passi evolutivi che lo portino a poterti stare al fianco sul lungo periodo. Ma questa è una cosa che deve nascere da lui. Se lui non si dà degli obiettivi e li persegue, purtroppo invece che essere tu a tirare su lui, finisce che sarà lui a tirare giù te.
    In sintesi quello che possiamo dirti è solo che se tu gli vuoi veramente bene, cerca di dirgli di darsi una mossa, cerca di dirgli di trovare un lavoro, cerca di dirgli di provare a credere in sé stesso, di agire per cambiare le cose, perché non c’è altra via purtroppo che non che lui si prenda il suo fardello sulle spalle e cominci a trasportarlo in modo utile.

    Capisci quello che ti vogliamo dire? Il modo per aiutarlo è dirgli di aiutarsi da solo, tu non puoi fare niente, sei anche super sorvegliata e lo puoi vedere solo quattro volte a settimana. Lui nel resto del tempo che cosa fa? Cosa potrebbe fare invece che non far niente, deprimersi e pensare al suicidio? ;)
    Che ne pensi del nostro ragionamento?


Stai visualizzando 4 post - dal 1 a 4 (di 4 totali)
  • Devi essere connesso per rispondere a questo topic.
Scrivici su WhatsApp
Scan the code
Ciao!
Ti ricordiamo che il servizio è attivo il martedì e il giovedì dalle ore 14:00 alle 17:00.
Come possiamo aiutarti?