• Questo topic ha 6 risposte, 4 partecipanti ed è stato aggiornato l'ultima volta 14 anni, 4 mesi fa da Holly.
Stai visualizzando 7 post - dal 1 a 7 (di 7 totali)
  • Autore
    Post
  • #4656
    bieffe
    Partecipante

      ciau a tutti.
      ieri sera avrei voluto scrivere ma quando sono giù è meglio che non comincio discorsi paranoici che stufano chi ascolta.
      di solito sono sempre io che ascolto i pensieri, problemi degli altri.
      non ho mai trovato nessuno che avesse voglia di ascoltare quello che mi passa per la testa.
      oggi sono cupa, apatica come un giorno senza sole.
      il mio piccolino oggi ferteggia due mesi.
      sono tre anni che passo le giornate con i mie figli.
      prima solo io e la più grande. ora noi tre che affrontiamo insieme la vita ogni giorno.
      ho un marito stupendo e anche se siamo giovani penso che tutto il bene che ci vogliamo riesca a farci sorpassare ogni difficoltà.
      ma purtroppo fa un lavoro così strano che spesso e volentieri è fuori casa.
      il mio problema è lei.
      la donna che mi ha adottata solo perchè bisognosa di sentirsi madre.
      poi da che sono arrivata mai le sono andata bene.
      non mi ha mai accettata e mai lo farà.
      mi ha sempre recriminato di non considerarla come madre quando è lei che non mi considera come figlia.
      ho passato uno schifo di vita accanto a loro e ai loro egoismi.
      poi me ne sono andata.
      appena finite le superiori con la scusa dell’università.
      non è andata bene e quando sono tornata a casa sono andata a vivere da sola e non li ho più considerati.
      erano sempre arrabbiati e delusi della loro figlia ribelle.
      mai hanno capito che sceglievo per avere un futuro felice.
      hanno sempre pensato che decidessi il contrario di ciò che pensavano solo per fargli un torto.
      oggi sono cupa perchè le persone a cui ho sempre cercato affetto non mi considerano e invece vogliono accaparrarsi i miei bambini.
      faccio fatica a fare tutto.
      tenere una casa a posto, vivere coi bambini e nel tempo rimanente lavorare…
      non ho aiuti da loro. emai ne ho chiesto.
      sono sempre sola.
      e sto bene nella nostra casa coi bimbi ed il loro papà.
      il problema c’è quando loro mi piombano in casa, promettono alla mia bambina ogni ben di dio e la comprano.
      me la portano via e mi lasciano sola.
      a volte mia figlia me lo dice che va dai nonni perchè le fanno i regali.
      noi abbiamo pochi soldi.
      mio marito lavora tanto.
      si fa un c… grosso così per permettermi di fare la mamma a tempo pieno perchè siamo convinti che prima dell’asilo i bimbi debbanpo stare con la mamma…
      poi io quando ero piccola sono stata tanto sola e non voglio che i miei bimbi provino la stessa solitudine…
      MI SBATTO PERCHÈ SIANO FELICI
      ed invece ci sto male quando lei mi piomba in casa, non mi rivolge la parola se non per criticarmi o farmi osservazioni.
      mi volge sempre le spalle, viene a fare la padrona a casa mia e si comporta da madre più che da nonna.
      da lei non ho mai avuto baci, abbracci gesti d’affetto e l’ho eliminata dalla mia testa
      è dura sopportarla solo per amore dei propri figli che non devono entrare nelle nostre beghe.
      è dura non ricevere mai un apprezzamento.
      è brutto essere ignorati in casa propria.
      si è sempre vergognata di me.
      sono così giu perchè pure ieri che era domenica e stavamo felici noi quattro sono arrivati loro hanno monopolizzato la serata.
      NON LI SOPPORTO PIÙ.
      so che questo è un forum per giovani più giovni di me ma qui ho trovato tanta spontaneità e sincerità…
      a volte anche la bieffe che per il mondo va sempre in giro fiera e convinta ha bisogno di un sorriso giovane…
      spesso e volentieri cerco di far finta di niente, dico a me stessa che non mi importa nulla, che va bene così ma più passa il tempo più sto male nel vedere come lei si mette in competizione con me.
      invece di starmi vicina, darmi un supporto morale fa di tutto per evitarmi e screditarmi.
      sono giovane con due bimbi piccoli.
      a volte anche se sono grande avrei tanto bisognodi sentirmi dire che sto andando avanti per la strada giusta…
      le ho detto più volte che se non ha niente di carino o intelligente da dire potrebbe stare zitta…
      scusatemi.
      penso di essere stata abbastanza pesante…..

      #10527
      Anonimo

        Ciao cara bieffe, mi presento visto che ancora non ci siamo presentati.
        Io sono del parere si una cosa, i tuoi genitori adottivi sono delle persone egoiste a quel che ho capito.
        Sicuramente quando tu eri piccolina, loro ti hanno preso perchè cmq in qualche modo desideravano una figlia, ma non so per quale scopo ti volevano.
        Hai mai provato a parlarli chiaramente? Tuo marito che ne dice di tutto questo?
        Allo stesso tempo ti dico una cosa, poi sarai tu a decidere cosa e bene per te.
        Tu accetta loro, ma non ma non comportarti come loro, perchè se no ti metti nel loro stesso livello e ti giuro che non ne vale la pena discutere e discutere con loro.
        Sicuramente ti hanno adottata solo perchè aspettavano dei nipoti che prima o poi sono arrivati.

        Ti faccio tanti auguri alla tua famiglia, e continua ad essere felice e di prendere la loro cosa più leggera.

        Stai tranquilla, qui vogliamo bene e accettiamo tutti e ci fa piacere sentirti dire che ti trovi bene qui.

        A presto

        Sorrido Alla Vita ……
        Vi regalo un sorriso, vi terrà compagnia, e se avrete paura vi farà coraggio, perchè un sorriso è come il sole del mattino, illumina la strada e riscalda il cuore.

        #10528
        Anonimo

          Ciao bieffe! Inanzitutto tanti auguri al tuo piccolo di due mesi :-)

          Mi sembra di capire che sei molto contenta di stare con i tuoi bimbi e ne sono felice, sei sicuramente un’ottima mamma! Certo non è facile badare a tutto in casa visto che tuo marito lavora sempre…mi sembra però che il vero problema siano i nonni, cioè i tuoi genitori, o meglio ancora la nonna.

          E’ giusto vedere i nonni e probabilmente la tua bimba è anche contenta di ricevere dei regali, però se a te, e di riflesso a tuo marito, non fa piacere averli in casa a loro piacimento forse è il caso di portare ogni tanto la piccola da loro così si vedono senza che tu debba essere invasa in casa tua :-) Nel caso si dovessero rifiutare cosa perderesti? Qualche regalo per tua figlia? E ad ogni modo è vero quello che si dice: i genitori quando diventano nonni cambiano, diventano più permissivi e più affettuosi quindi io credo che anche loro, farebbero tutto per la loro nipote anche accettare di rispettare il tuo spazio personale.

          Sicuramente riuscirai a trovare una soluzione perchè da quello che ci racconti sei sempre riuscita a prendere la vita tra le mani e portarla nella direzione che volevi, quindi forza che sappiamo che puoi farcela ;)

          Un sorriso :-)

          *****

          #10529
          crostatina
          Partecipante

            Ciao Bieffe,
            leggendoti si capisce subito quanto amore c’è nella tua vita, sei sicuramente una brava mamma ed una moglie molto amata :-)

            A proposito di questo, posso chiederti che lavoro fa tuo marito per essere spesso fuori casa? Forse se fosse piu presente, ti sarebbe piu d’aiuto in questa situazione con i tuoi genitori?

            Mi ha colpito molto leggere che secondo te i tuoi genitori si sono sempre vergognati di te… perchè dovrebbe essere cosi?
            Forse in passato avete avuto dei problemi, ma oggi, che sei una donna adulta e con una bellissima famiglia, non pensi siano un pò piu orgogliosi di te..?
            Il rapporto madre/figlia non è sempre facile, a maggior ragione, vista la tua storia, può essere cosi.. Come reagisci tu alle sue continue critiche? Discutete a causa di queste?

            Un caro saluto e tanti :-) :-) :-)

            #10530
            Holly
            Partecipante
              Quote:
              bieffe
              ciau a tutti.
              ieri sera avrei voluto scrivere ma quando sono giù è meglio che non comincio discorsi paranoici che stufano chi ascolta.
              di solito sono sempre io che ascolto i pensieri, problemi degli altri.
              non ho mai trovato nessuno che avesse voglia di ascoltare quello che mi passa per la testa.
              oggi sono cupa, apatica come un giorno senza sole.
              il mio piccolino oggi ferteggia due mesi.
              sono tre anni che passo le giornate con i mie figli.
              prima solo io e la più grande. ora noi tre che affrontiamo insieme la vita ogni giorno.
              ho un marito stupendo e anche se siamo giovani penso che tutto il bene che ci vogliamo riesca a farci sorpassare ogni difficoltà.
              ma purtroppo fa un lavoro così strano che spesso e volentieri è fuori casa.
              il mio problema è lei.
              la donna che mi ha adottata solo perchè bisognosa di sentirsi madre.
              poi da che sono arrivata mai le sono andata bene.
              non mi ha mai accettata e mai lo farà.
              mi ha sempre recriminato di non considerarla come madre quando è lei che non mi considera come figlia.
              ho passato uno schifo di vita accanto a loro e ai loro egoismi.
              poi me ne sono andata.
              appena finite le superiori con la scusa dell’università.
              non è andata bene e quando sono tornata a casa sono andata a vivere da sola e non li ho più considerati.
              erano sempre arrabbiati e delusi della loro figlia ribelle.
              mai hanno capito che sceglievo per avere un futuro felice.
              hanno sempre pensato che decidessi il contrario di ciò che pensavano solo per fargli un torto.
              oggi sono cupa perchè le persone a cui ho sempre cercato affetto non mi considerano e invece vogliono accaparrarsi i miei bambini.
              faccio fatica a fare tutto.
              tenere una casa a posto, vivere coi bambini e nel tempo rimanente lavorare…
              non ho aiuti da loro. emai ne ho chiesto.
              sono sempre sola.
              e sto bene nella nostra casa coi bimbi ed il loro papà.
              il problema c’è quando loro mi piombano in casa, promettono alla mia bambina ogni ben di dio e la comprano.
              me la portano via e mi lasciano sola.
              a volte mia figlia me lo dice che va dai nonni perchè le fanno i regali.
              noi abbiamo pochi soldi.
              mio marito lavora tanto.
              si fa un c… grosso così per permettermi di fare la mamma a tempo pieno perchè siamo convinti che prima dell’asilo i bimbi debbanpo stare con la mamma…
              poi io quando ero piccola sono stata tanto sola e non voglio che i miei bimbi provino la stessa solitudine…
              MI SBATTO PERCHÈ SIANO FELICI
              ed invece ci sto male quando lei mi piomba in casa, non mi rivolge la parola se non per criticarmi o farmi osservazioni.
              mi volge sempre le spalle, viene a fare la padrona a casa mia e si comporta da madre più che da nonna.
              da lei non ho mai avuto baci, abbracci gesti d’affetto e l’ho eliminata dalla mia testa
              è dura sopportarla solo per amore dei propri figli che non devono entrare nelle nostre beghe.
              è dura non ricevere mai un apprezzamento.
              è brutto essere ignorati in casa propria.
              si è sempre vergognata di me.
              sono così giu perchè pure ieri che era domenica e stavamo felici noi quattro sono arrivati loro hanno monopolizzato la serata.
              NON LI SOPPORTO PIÙ.
              so che questo è un forum per giovani più giovni di me ma qui ho trovato tanta spontaneità e sincerità…
              a volte anche la bieffe che per il mondo va sempre in giro fiera e convinta ha bisogno di un sorriso giovane…
              spesso e volentieri cerco di far finta di niente, dico a me stessa che non mi importa nulla, che va bene così ma più passa il tempo più sto male nel vedere come lei si mette in competizione con me.
              invece di starmi vicina, darmi un supporto morale fa di tutto per evitarmi e screditarmi.
              sono giovane con due bimbi piccoli.
              a volte anche se sono grande avrei tanto bisognodi sentirmi dire che sto andando avanti per la strada giusta…
              le ho detto più volte che se non ha niente di carino o intelligente da dire potrebbe stare zitta…
              scusatemi.
              penso di essere stata abbastanza pesante…..

              Ciao bieffe,
              tu sei giovane e hai tutto il diritto di scrivere e parlare su questo forum e ti prego smetti di scusarti e dire che sei pesante, non lo sei affatto.
              Ho letto con attenzione il tuo post, si percepiscono sia la rabbia perfettamente naturale, che una sorta di frustrazione.

              Sai i nonni sono sempre esagerati e viziano i nipoti in modo assurdo.
              Mio padre (purtroppo non c’è più) sempre severo con noi tre figli, quando è nata mia figlia era diventato irriconoscibile ai miei occhi, da non cerderci!!! Le concedeva tutto e se lei avesse voluto, le avrebbe regalato la luna o qualsiasi altra cosa.
              Certamente io non ho vissuto il tuo problema e con i miei genitori che ho sempre amato, ho avuto i problemi di tutti i figli con la generazione che li precede; ma quando ritenevo esagerassero con mia figlia non ho mai mancato di dirglielo ed affermare quello che ritenevo giusto per lei.
              Noi siamo genitori senza dubbio diversi da quelli che abbiamo avuto ed i nostri figli lo saranno rispetto a noi.
              Volevo però farti vedere un altro aspetto della faccenda (sono ben più adulta di te e ci sono arrivata col tempo), tu prova a rifletterci e poi magari ne potremo anche parlare.
              Hai mai pensato che forse i tuoi genitori non agiscono così per comprarsi i nipoti, ma solo perchè li amano e se amano loro, amano anche te bieffe, dato che i tuoi figli sono una parte di te?
              Con loro possono fare e palesare l’amore che con te probabilmente non sono riusciti ad esprimere come tu avresti giustamente desiderato fosse.
              La vita è strana e spesso i rapporti sono complicati non solo x te che sei una figlia adottiva ma per tutti. Spesso il pudore ci impedisce di lasciarci andare ed esprimere quello che veramente abbiamo nel cuore, almeno per alcuni è difficile.
              Si impara strada facendo bieffe e loro forse non sono stati capaci di sciogliersi con te, ora lo fanno con i tuoi bambini.
              Non credo sai che la tua bimba ami la nonna solo per un fatto economico.

              Questo però non significa che loro non debbano rispettare le regole che tu vorresti per i bambini, solo non metterne tante di regole bieffe, i nonni per loro formazione sono stati creati per viziare i nipoti e coccolarseli.

              Immagino non sia facile occuparsi sempre e totalmente dei bimbi, della casa e della famiglia in genere; non avere un lavoro che ti realizzi (seppur sarebbe una doppia stanchzza) e sia qualcosa di tuo, qualcosa che fa stare te in mezzo agli altri, uscire, vestirsi e truccarsi, chiaccherare e dire anche stupidate con altri…..

              Mi auguro che la scelta che avete fatto sia voluta anche da te.

              Gli asili non sono negativi per i bambini, affatto, servono loro per socializzare: imparano a rapportarsi e convivere con i loro coetanei e a non stare sempre nel mondo degli adulti, oltre ad imparare cose che serviranno loro in età scolare.

              Come vedi sono una logorroica, ma mi piace molto parlare con te ed ascoltare le cose che racconti.
              Un abbraccio bieffe con affetto[:X]

              iovalgo.jpg
              ..Dal tuo cuore mi sono giunte le tue parole… (N.Hikmet – Le fate Ignoranti)

              #10531
              bieffe
              Partecipante

                grazie a tutti.
                ho letto con attenzione tutte le cose che mi avete scritto e…
                è strano che qualcuno si preoccupi di me.
                purtroppo è strano vivere nel mio mondo, come immagino lo sia per ognuno di noi nel proprio piccolo.
                da figlia adottiva che sono tante cose, anche le più normali e scontate le vivo in maniera differente.
                io per rispondere a Holly ho deciso di mia spontanea volontà di fare la mamma a tempo piena.
                da che ero piccola mi sono sempre occupata di bimbi.
                prima di mio frat, poi del bimbo in affido e alla fine tra babysitteraggi e asili vari ho avuto la vita piena di bimbi…
                sono contraria al nido.
                lo vedo come un parcheggio per bimbi, la scuola dell’infanzia invece condivido pienamente che sia utile per forgiare i piccoli al meglio per il loro futuro.
                quello che mi manca tante volte è avere una madre che si occupi un pò di me.
                ragazze che conosco se non hanno la suocera o la madre dietro le chiappe costntemente non saprebbero arrivare a fine giornata coi loro figli.
                io non chiedo questo.
                sono felice di essere indipendente.
                solo che sarebbe bello a volte sentirsi chiedere come stai? come va? hai bisogno?…
                invece per lei sono trasparente.
                avevo accettato questo suo atteggiamento è solo che ora che mi ignora e mi scredita con mia figlia io mi rodo.
                capisco holly quello che dici dei nonni.
                rivedo questo atteggiamento nei miei suoceri che mi trattano come una figlia e sono nonnicoi miei figli. anche mio marito ha notato quanto siano totalmente differenti gli atteggiamenti dei suoi e dei miei…

                lei si vergogna perchè ho rifiutato la carriera, il posto fisso… per essere felice facendo un lavoro che amo, che mi appaga ma che mai mi farà diventare ricca……………………….
                realmente non racconta mai cosa faccio nella vita.
                rimane sul vago raccontando che faccio laboratori coi bambini…
                cmq è un problema suo..mio marito è fiero di me e mi basta.
                tante volte penso sia il suo carattere ma da sempre mi rendo conto che il problema siamo io e lei.
                con mio fratello è diversa.
                lui è stato adottato neonato e lei lo sente figlio suo.
                tra loro non parlano mai di adozione.
                l’unica in famiglia a palesare il problema sono io
                e per rispondere a Crostatina e Vadim ogni volta che sia in passato che ora quando sollevo una questione mi viene risposto ma che problema hai?cosa ti abbiamo fatto mancare?
                hanno ragione.
                economicamente non mi hanno fatto mancare nulla.
                peccato che mai ho desiderato i loro soldi.
                sono materiale ma nel senso vero del termine: legata alla materia, fedele alla terra. pura e semplice.
                non mi trucco, non porto vestiti firmati e non ambisco ad averne.
                ho fatto volontariato in africa e da quella volta la mia vita è cambiata.
                non sono più la stessa.
                mio marito fa un lavoro che ama tantissimo che lo porta in giro per l’italia e a volte l’Europa. è felice e io rispetto la sua scelta. non potrei mai chiedergli di fare l’operaio solo per averlo affianco.
                avrei attaccato un uomo infelice e lui è il nostro sole…
                lui mi da ragione con i miei.
                il suo consiglio è fregatene sei grande hai la tua famiglia ha ragione e ultimamente gli parlo poco degli screzi con mia madre,poi finiamo per litigare io e lui perchè si arrabbia che io vivo male per colpa loro.
                non riesco a mandare giù troppe cose del passato su cui invece dovrei essere capace di scrollare le spalle.
                la verità è che non riesco a perdonare troppe cose.
                vorrei ma poi quando vedo che sono l’unica che per il quieto vivere chiede sempre scusa mi viene il nervoso.
                a volte vorrei solo vivere a chilometri di distanza ma dall’altra mi sento anche in dovere di restare perchè so che la vita è una ruota che gira.
                un giorno so che avranno bisogno di me e io ci sarò.
                quello che mi spiace e che vorrei esserci per lei già ora.
                vorrei solo essere speciale per lei quanto lo è mio fratello.
                ed invece lei si rifà con mia figlia. fa con lei quello che non ha fatto con me. ho provato ad intromettermi tra loro, cercare di creare un noi tutte e tre ma lei quando io mi intrometto se ne va.
                se solo evitasse di incontrarmi mi ferirebbe meno.
                non penso lo faccia apposta. tutto è degenerato da che ero incinta la prima volta.
                non se n’è mai fatta una ragione ecapisco che per lei sia doloroso vedermi pprima col pancione e poi tutto il resto…potrebbe però almeno provare ad essere un pochino felix per me e non solamente gelosa ed invidiosa…
                lei non ha figli e io non ho una madre…se solo capisse questo…potevamo essere splendide insieme.
                quando le parlo dell’adozione lei va in crisi. l’ultima volta si è messa a letto e piangeva in crisi dicendo che nella sua vita ha sbagliato tutto…
                non so più come prenderla.
                non sono in grado di ignorarla. soffro nel trovarmela intorno e sentire la sua indifferenza nei miei confronti….

                #10532
                Holly
                Partecipante

                  Grazie bieffe.
                  sei una giovane donna molto in gamba, è un piacere parlare con te e sarei fiera di avere una figlia come te (io lo sono della mia che amo sopra ogni altra cosa).

                  Sono felice della tua scelta consapevole, è bellissima (non mi era chiaro all’inizio, scusa non volevo metterla in dubbio o sembrare futile parlando di vestirsi, truccarsi e stare in mezzo alla gente; non è comunque una cosa negativa nè un modo di essere nè un altro. Non avevo capito del nido che penso sia una necessità per chi probabilmente non ha nessuno e/o non vuole rinunciare al suo lavoro. Scelta legittima anche questa. Mia figlia non è andata certamente al nido) e lavorare con i bambini è un dono più che un lavoro.
                  Capisco perfettamente quello che dici quando parli di affetto per te, diventare madri non ci fa smettere di desiderare l’amore come figlie.
                  Non è neppure facile dimenticare il passato ma lo farai, anzi devi farlo bieffe, con i tuoi tempi, ma dovrai riuscirci, perchè altrimenti continuerai a soffrirne non apprezzando appieno nel profondo, le cose belle che sei e che hai.
                  Devi trovare e fare pace col passato, solo così sarai serena e libera veramente.
                  Tua madre è sicuramente una donna che non ha superato i suoi problemi e da quello che racconti si capisce che ne soffre; non è per questo capace di essere felice per te e non capisce (che bella questa frase) quanto potevate essere splendide insieme.
                  Non è felice nemmeno per sè stessa.
                  Sempre un abbraccio e sempre con più affetto.
                  Buona notte

                  iovalgo.jpg
                  ..Dal tuo cuore mi sono giunte le tue parole… (N.Hikmet – Le fate Ignoranti)

                Stai visualizzando 7 post - dal 1 a 7 (di 7 totali)
                • Devi essere connesso per rispondere a questo topic.
                Scrivici su WhatsApp
                Scan the code
                Ciao!
                Ti ricordiamo che il servizio è attivo il martedì e il giovedì dalle ore 14:00 alle 17:00.
                Come possiamo aiutarti?