• Questo topic ha 26 risposte, 3 partecipanti ed è stato aggiornato l'ultima volta 12 anni, 7 mesi fa da Volontario.
Stai visualizzando 12 post - dal 16 a 27 (di 27 totali)
  • Autore
    Post
  • #13692
    Volontario
    Moderatore

      Cara Lilian, mi dispiace davvero che tu arrivi alla conclusione che è così che funziona…
      Certo che il tuo compagno non si è comportato molto bene, forse sarebbe proprio il caso di parlargli appena lo vedi di persona e chiedergli spiegazioni. Potrebbe essere utile per avere qualche elemento di riflessione…
      Facci sapere, un abbraccio :-)


      #13693
      Volontario
      Moderatore

        Ciao Lillian,

        mi aggiungo con un’altra ipotesi:

        si tratta di un ragazzo un po’ superficiale (SMS senza scuse) e che ha sottovalutato l’importanza che aveva per te andare a casa sua per trascorrere le ore che ti distanziavano dall’impegno della sera.

        Questo solo per consigliarti di non prenderlo di petto quando gli chiedi (e devi chiederglelo) il motivo del suo comportamento, ma piuttosto con un po’ di ironia. Alla vostra età l’ironia ottiene di più dei lunghi discorsi.

        Un bel Sorriso.
        :-D :-)


        #13694
        lillian182
        Partecipante

          dunque… anche io credo che sia un ragazzo abbastanza superficiale… e non solo guardando a questo episodio… ce ne sono stati altri, piccoli ma cmq significativi, che mi hanno fatto capire questa cosa…
          con lui parlerò, prima o poi… anche se credo abbia capito di averla fatta un po’ grossa, e infatti venerdì mattina a scuola mi ha evitato…

          ma, ripeto, non è il primo episodio di questo genere che mi capita… più di una volta (anzi tante) ho dovuto rinunciare a qualcosa a cui tenevo, perchè i miei c.d. amici mi hanno tirato il bidone (o prima dicendo di sì, e poi no all’ultimo, oppure dicendo subito di no), pur sapendo che io ci tenevo… spesso anche con scuse diciamo grossolane… più di una volta ho dovuto fare da sola, perchè ho chiesto aiuto, una mano o semplicemente compagnia, e tutti mi hanno risposto di no…

          ora, io capisco che può capitare di essere disattenti, e di non accorgersi che con il proprio atteggiamento, con il proprio dire no, si ferisce l’altra persona (probabilmente l’avrò fatto anche io, per questo posso capire)… non dico che tutti lavorino contro di me VOLONTARIAMENTE per farmi soffrire, per farmi rimanere male… probabilmente non se ne accorgono neppure… ma questo credo sia anche peggio…

          cioè, gli episodi singoli a ben vederli sono piccoli episodi, e uno ci può anche passare sopra… il problema è che sono tanti, piccoli ma tanti… e ora veramente, ripeto, sono stanca… di tutto e di tutti…

          cioè, non capisco perchè affannarsi e faticare, e illudermi che prima o poi incontrerò persone diverse, e non mi sentirò più sola…fino ad ora i fatti mi hanno dimostrato appunto l’opposto… quindi, ripeto, meglio accettare questa condizione, e comportarmi di conseguenza… ora ci sto male, non posso negarlo, ma prima o poi me ne farò una ragione…

          #13695
          Volontario
          Moderatore

            Ciao Lilian!
            Io non credo che resterai sempre sola, e soprattutto non credo che possa essere soddisfacente l’isolamento costante. Stai seguendo un percorso con uno psicologo e sicuramente nel tempo apprezzerai i risultati. Mi permetto però di dirti , come hanno già scritto altri, che una maggior tolleranza per i difetti altrui facilita le relazioni.E soprattutto, che i rapporti umani sono in continua evoluzione, da una posizione da colleghi si può passare ad una da amici, così come da una da amici ad una da conoscenti, non esiste nulla di definitivo. E le cose nascono per caso, non si programmano eppure accadono.
            Cosa intendi per affannarsi e faticare? Sembra che tu ti forzi a fare qualcosa che non viene giustamente capito o ricambiato…
            Ciao cara, un sorriso :-)


            #13696
            Volontario
            Moderatore

              Cara Lilian, sarebbe bello se nel mondo incontrassimo tutte persone che prestano attenzione a ciò che per noi è importante o che cmq tengano molto a noi. La realtà è che solitamente CHIUNQUE ha questa relazione solo con un numero di persone che si contano sul palmo della mano…
              Purtroppo, da quello che ci racconti, tu non hai ancora trovato queste persone o le hai perse per strada (per esempio altri amici/amiche precedenti a quel gruppo amico di tua sorella?). Ad ogni modoquesto rapporto si crea piano piano, molto lentamente. Ci vogliono mesi, se non anni di frequentazione da amici (che non è vedersi tutti i giorni in università ma implica qualcosa di più!) per costruire qualcosa di così intimo e profondo, mi segui?
              Io credo che tu stai tendando un po’ di precipitare le cose con queste nuove persone dell’università, anche se è normale visto che vorresti al più presto trovare anche tu questo rapporto di amicizia. Forse però, in questo modo, le persone si sentono un po’ spinte e la cosa non nasce spontaneamente. Ti faccio un esempio: è capitato a dei miei amici che una ragazza, nuova entrata nel gruppo, chiedesse ma dove andate a fare le vacanze quest’anno?? da questo è finito che è andata con loro…questi altri ragazzi si sentivano a disagio a dirle no non venire, tu che centri?! Risultato: in vacanza hanno litigato e una bella amicizia che poteva nascere è stata stroncata, perchè ha avuto un’accelerazione brusca invece di consolidarsi piano piano.
              Tornando al tuo caso…questo ragazzo a cui hai chiesto di stare a casa sua per 2 ore forse si è sentito forzato, voglio dire, io non inviterei a casa mia tutti i miei conoscenti anche se magari li vedo tutti i giorni :-) il fatto poi che gliel’hai chiesto proprio deve aver messo il carico sulla cosa. Prova magari, se capitasse di nuovo, a invitarlo a farti compagnia da qualche parte: in uni o in giro per milano, come poi hai dovuto fare da sola :-)
              Puoi dirmi che ne pensi? :-)
              Detto questo, come dicevo all’inizio, non è detto che una volta instaurato questo rapporto di amicizia VERO, l’amico non sia disattento…è questione di carattere :-)

              a presto Lilian! :-)


              #13697
              lillian182
              Partecipante

                ciao! scusate ma in questi gg ho avuto molto da fare… l’università mi porta via moltissimo tempo, quasi anche quello per respirare…
                ora non ho molto tempo per risp, tra poco ho lezione… in ogni caso ho letto attentamente le vostre risposte…
                sul fatto che forse pretendo troppo dagli altri, in breve tempo, probabilmente avete ragione… dall’altra parte però non sono solo io che sbaglio… c’è chi è veramente opportunista e superficiale… e purtroppo ne ho visti molti nella mia vita, di questa categoria…
                altri amici oltre alle mie ex amiche non ne ho… a dir la verità ho iniziato a uscire il sabato sera (udite udite) a 18 anni, qualche mese prima di prendere la patente… prima di allora sarò uscita se va bene qualche sabato in tutto l’anno (o cinema o pub… ma pochissime volte) con qualche compagna di scuola… uscivo qualche volta al pomeriggio (sabato o domenica) sempre con le mie compagne di scuola, in centro a Varese, e basta… roba da quindicenni no?
                in ogni caso il periodo liceo è da dimenticare… le mie compagne le ho perse di vista, e cmq dalla terza sup in poi ci siamo separate (ora non sto a spiegare, cmq in classe mia c’erano le fazioni… immaginate voi la situazione… naturalmente io ero in quella minoritaria, dei deboli, ovvio!)… sono rimasta in contatto, e spesso usciamo insieme, con solo una ragazza, che è la mia unica amica… però personalmente non la definisco una di quelle persone che stanno sulle dita di una mano… prima era anche lei del gruppo famoso delle mie ex amiche (l’ho tirata dentro io… e alle altre faceva comodo xk aveva la macchina)… poi ci hanno scaricato e appunto abbiamo iniziato a uscire insieme noi 2… però oltre alle uscite, e agli incontri sul treno, e alle vacanze insieme, non c’è molto… cioè, per carità le voglio bene, siamo amiche, però non è il tipo di persona a cui racconterei tutto, di cui mi fido ciecamente, su cui so di poter contare su tutto… perchè già una volta mi ha deluso (e vabbè), ma poi lei è proprio abituata a stare da sola, è figlia unica e ha sempre fatto così… ho provato a parlarle dei miei disagi inerenti alle ns ex amiche, ma lei dice che prende atto e più di tot non gliene frega… x cui…

                in ogni caso vi vorrei porre io una domanda… vi siete mai sentiti soli? siete mai stati soli? veramente soli?
                probabilmente sì, e credo sappiate come ci si senta…
                come ne siete usciti? sempre che se ne possa uscire (io ne dubito)… anche perchè le amicizie non si programmano, e agli altri non gliene frega niente se 6 solo o meno… son cavoli tuoi no?

                …NoN sO CoSa vUoL DiRe AmORe…
                …ForSe vUoL DiRe SeNTiRsi ViVi…
                …ForSe pUò CaPiRLo E SpiEgArLo SoLo ChI NoN Ha AmATo…
                …PeRChè ChI AmA NoN Lo sA SpiEGaRe…

                (GDA)
                #13698
                Volontario
                Moderatore

                  Lillian cara,
                  mi permetto di darti una risposta filosofica, ma sincera: a volte ci si sente soli anche se si è in compagnia o si conosce e si frequenta un sacco (o anche meno) di persone.

                  Penso che sia questa la solitudine vera e se fosse così, credo che occorra lavorare principalmente su sè stessi, sulla propria autostima e considerazione perchè, come dicono in molti, se ci si piace e si è contenti di stare nella propria pelle non ci si può sentire mai soli, che si abbiano o no amici, che si esca o no con loro, che si colga o no che sono opportunisti.

                  Non so se sia una visuale (e quindi una risposta) parziale, ma, come dicevo, è senz’altro sincera.

                  :-) :-) :-)


                  #13699
                  principe di maggio
                  Partecipante

                    Io al momento ho un discreto numero di amiche e amici. Ma ci sono momenti in cui mi sento solo, cose che non mi va di dire a nessuno in quel momento, oppure so che sono tutti impegnati, o bisticcio con qualcuno, o sono in vacanza da solo con i miei genitori dove non conosco nessuno….insomma, situazioni ce ne sono tante. Se so che sono situazioni di breve durata cerco di pensare ad altro, leggendo un buon libro o guardando un film -specie il libro-…..ti trasporta in un altro mondo….altrimenti cerco di socializzare con altre persone che mi ispirano un pò di fiducia. Scrivo su internet a gente con cui non ho mai parlato, mi inserisco in discorsi altrui, sorrido a chi mi guarda, se qualcuno mi chiede qualcosa non mi limito a dare una risposta secca ma cerco di portare avanti il dialogo. Chiunque va bene…coetanei, amici di famiglia, compaesani, adulti, anziani….e fidati, così facendo entri in un’ottica nuova..magari all’inizio ti devi sforzare..ma poi ti abitui, e i momenti di solitudine saranno molto più rari!!

                    #13700
                    Volontario
                    Moderatore

                      Che bella testimonianza che ci hai dato principe! Tu che ne pensi Lilian? :-)


                      #13701
                      Volontario
                      Moderatore

                        Ciao Lilian, da un pò non ci si sente.
                        Come stai?
                        Nel tuo ultimo scritto hai posto una domanda ben precisa. in ogni caso vi vorrei porre io una domanda… vi siete mai sentiti soli? siete mai stati soli? veramente soli?
                        probabilmente sì, e credo sappiate come ci si senta…
                        come ne siete usciti? sempre che se ne possa uscire (io ne dubito)… anche perchè le amicizie non si programmano, e agli altri non gliene frega niente se 6 solo o meno… son cavoli tuoi no?
                        Vorrei darti una risposta. E’ mia, personale, sono una dei tanti volontari della nostra associazione e rispondo unicamente per me.
                        Capisco perfettamente tutto quello che hai scritto, dall’inizio, anche in un altro topic. Lo capisco perchè mi sono rivista non una ma mille volte nelle tue descrizioni.
                        Cosa è successo perchè io oggi possa raccontare cose davvero diverse da quelle che quando avevo la tua età erano le stesse che racconti tu?
                        E’ successo che ho trovato una grande soddisfazione in tutto quello che faccio o che incontro. Inizio io e per strada incontro altri. Non inizio con lo scopo di trovarli, li trovo perchè amo quello che faccio. Non ho nessuna aspettativa, se non quella di fare con piacere quello che mi appassiona. E a volte incontro qualcuno, e a volte no. E se credo in quello che faccio continuo comunque.
                        Gli amici veri si incontrano. Non si trovano in nessun luogo preciso.
                        Non hanno un’età precisa o un comportamento preciso. Non si presentano a gruppi ma singolarmente. Non si pongono mai come amici fin dal primo istante, si scopre di avere molto in comune conoscendosi pian piano, percorrendo insieme tratti di strada in modo del tutto casuale, spinti da motivi diversi, passati diversi, vite diverse, ma ci si trova. Gli amici veri non sono eterni. Possono esserci per un periodo di tempo molto lungo, o per un periodo di tempo molto breve. Ci lasciano delle ricchezze, e noi le lasciamo a loro. E queste ricchezze (naturalmente non materiali), ci accompagneranno per sempre.
                        Questo è quello che posso dire io, non è un suggerimento e non è un esempio. E’ una dei milioni di modalità esistenti, ti auguro davvero di trovare la tua.
                        Ciao, un sorriso :-D


                        #13702
                        lillian182
                        Partecipante

                          ciao! scusate se non sono quasi per nulla presente e non riesco a rispondere in breve tempo… purtroppo passo 13 ore al giorno fuori casa, e calcolando che ci sono 24 ore in un giorno, e che 8 le passo a dormire, non mi avanza proprio il tempo per fare granchè…
                          vi ringrazio per le risposte che ho letto come sempre con attenzione…
                          come vi dicevo, nel frattempo ne ho parlato anche con lo psicologo, che mi ha dato anche lui il suo consiglio…
                          dunque, come va? per quanto riguarda i problemi elencati sopra possiamo dire bene… ma non nel senso che li ho risolti, ma nel senso che attualmente non ho il tempo materiale per pensarci… l’università mi succhia praticamente tutto il mio tempo e l’energia… e infatti questo è il mio problema più grosso al momento… sono stanchissima, e al di là del fattore tempo, non ho nemmeno le energie sufficienti per pensare ad altro che non sia esami, uni, studio, libri etc, non scherzo… per fortuna questo periodo finirà… spero il più presto possibile, perchè è un ritmo allucinante… anche se so che questo vorrà dire tornare ai vecchi quesiti e problemi…

                          attualmente comunque, oltre che andare a scuola, e in chiesa (catechesi, messa etc) non sto facendo nulla… la mia unica amica è letteralmente sparita da circa un mesetto (ci siamo viste 1 volta in treno e un paio di volte ci siamo sentite per sms), dato che ha la tesi da fare, non ha nemmeno 1 paio d’ore per uscire il sabato sera per una birra… sinceramente io non le scrivo, per sentirmi dire di no… ogni volta che le ho scritto mi ha sempre detto di no, e di solito mi scrive lei…. non ho alcuna voglia di scriverle, nè alcuna intenzione… in ogni caso è da un mese che non esco, al di là delle occasioni scritte sopra…. cioè, uscire da sola non mi pare il caso… già sono a pezzi di mio, ogni week end che passa, da settembre a questa parte, sempre di più, potrei fare uno sforzo sapendo di uscire in compagnia, con gente che ha voglia di vedermi e chiacchierare con me…. se devo uscire da sola, a questo punto, stanca come sono, mi faccio una bella dormita, e mi alzo presto la domenica mattina x studiare…

                          per quanto riguarda le relazioni all’università, beh, ho conosciuto gente nuova, ho ritrovato anche vecchie conoscenze fatte l’anno scorso… in ogni caso, ho deciso di stare anche io un po’ sulla superficie, come fanno tutti… non pretendo niente da nessuno, e cerco di trattenermi dal dare consigli, dal fare la mamma della situazione, facendo favori prima che la gente me li chieda, o facendo l’agenda degli altri… perchè so che se lo facessi, poi pretenderei dagli altri le stesse cose… e vedendo dall’anno scorso che la cosa non ha funzionato, direi che la lezione l’ho imparata…. siamo all’università, e ognuno si arrangia, no?
                          sinceramente so già che le amicizie nell’università NON vanno oltre le mura di scuola…. me ne faccio una ragione, e mi comporto di conseguenza…
                          cmq soprattutto sto cercando di staccarmi molto da mia sorella… non so se ve l’avevo già detto, ma ho scelto un curriculum diverso dal suo, e quindi abbiamo solo 1 esame in comune quest’anno… il curriculum l’ho scelto soprattutto per questo motivo…..
                          personalmente con lei sono molto arrabbiata (sempre per quella questione), mi ha fatto molto male… non con cattiveria, ma resta il fatto che lo ha fatto, e in maniera consapevole… e sempre in maniera consapevole non ha voluto mai chiarire con me… peccato, perchè rovinarsi il rapporto tra familiari per gli amici (e che amiche! permettetemi di dire… e non parlo così perchè mi hanno scaricata, ma perchè le conosco)non è proprio la cosa migliore, nè la più saggia… i familiari, che tu li voglia o no, in fondo ci sono sempre (a meno che non te li giochi prima!), gli amici, beh, non aggiungo altro…
                          tra l’altro per le sue amiche trascura studio, e università… ha indietro 1 esame dall’anno scorso, e non studia quasi mai, perchè quando è a casa esce… il sabato sera, la domenica sera, in settimana, va a colazione, pranzo fuori, è quasi sempre fuori… non appena la chiamano le sue amiche, scatta ed esce, perchè non ha il coraggio di dire che deve studiare…
                          personalmente mi dispiace, ma prima o poi si beccherà le sue belle mazzate, e forse, e dico forse, capirà ciò che conta nella vita, e chi conta nella vita… in ogni caso con me l’ha fatta grossa, e nulla tra noi due potrà tornare mai come prima… mi ha molto delusa, più delle altre sue amiche… perchè pensavo che fosse diversa, più matura per lo meno… e invece no… anche se a volte ho l’impressione che faccia finta di non esserlo, e di assomigliare alle altre per essere accettata… e questo è anche peggio…

                          in ogni caso, tornando un po’ alle vostre risposte… concordo che probabilmente se mi sento sola è un mio problema (non voglio colpevolizzare gli altri), ed è anche un problema legato al modo di vedere le cose…
                          ma torno sempre sulla mia stessa idea di prima… credo che l’unica soluzione sia accettare la mia condizione, e non tanto sforzarsi per venirne fuori…
                          cioè, non so se riesco a spiegarmi… come dicevo prima, non credo che se ne possa uscire, per tanti motivi… il primo è che ho già provato tante volte, senza risultato… che abbia sempre sbagliato modi e atteggiamenti? probabile, molto probabile… ma non conosco altri… e come dicevo, sono stanca pure di cercarli…
                          non so spiegarvi… ciò che provo è rassegnazione… forse è anche perchè ho pochissimo tempo per pensarci, ma pure la tristezza è sparita, quasi anche la delusione…
                          è complicato da raccontare, mi rendo conto, e non so se si capirà… però è ciò che penso e provo in questo periodo…
                          e sono sempre più convinta che il mio equilibrio e la mia serenità sono racchiuse in questo segreto: accettare che sono sola, prendere atto della cosa e del fatto che non posso far nulla per cambiare le cose… tutto qua…
                          ora devo scappare, sono stanca morta, come sempre…
                          buona notte! spero di tornare presto qui a trovarvi…
                          ;-)

                          …NoN sO CoSa vUoL DiRe AmORe…
                          …ForSe vUoL DiRe SeNTiRsi ViVi…
                          …ForSe pUò CaPiRLo E SpiEgArLo SoLo ChI NoN Ha AmATo…
                          …PeRChè ChI AmA NoN Lo sA SpiEGaRe…

                          (GDA)
                          #13703
                          Volontario
                          Moderatore

                            Ciao Lillian,

                            poche parole, almeno per oggi, per dirti che, tutto sommato, mi sembra che abbia trovato un equilibrio, probabilmente provvisorio, ma buono ;-)
                            Studi e sei in linea con gli esami; con tua sorella, beh! col tempo capirà; ora con il turbinio di amicizie e poco studio non ha la possibilità/capacità di ponderare bene le cose.
                            Vedrai che tra qualche anno tornerete unite anche se, essendo molto diverse, non sarete mai in perfetta armonia. Dai congiunti, comunque ci si deve aspettare sostegno e aiuto solo per le cose veramente importanti della vita. Per il resto tutto quello che viene è gradito ma non indispensabile. :-D

                            Ho l’impressione che anche il tuo attuale atteggiamento verso gli amici e compagni di scuola sia più adeguato. Sei te stessa, senza forzature; è probabile che non troverai amiconi, ma …dei buoni compagni di viaggio.
                            Continua così, rilassata e senza grandi aspettative e stai a vedere.
                            Sei sempre a tempo a modificare qualcosa se lo riterrai utile, possibilmente senza estremizzare nulla. [8D]

                            Un grande Sorriso.
                            :-) :-)


                          Stai visualizzando 12 post - dal 16 a 27 (di 27 totali)
                          • Devi essere connesso per rispondere a questo topic.
                          Scrivici su WhatsApp
                          Scan the code
                          Ciao!
                          Ti ricordiamo che il servizio è attivo il martedì e il giovedì dalle ore 14:00 alle 17:00.
                          Come possiamo aiutarti?